Recensione OnePlus 8, veloce come il Pro ma costa 200 euro in meno

09 Maggio 2020 602

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Nel nostro lavoro proviamo ogni anno decine di smartphone di ogni genere e tipo, ma tutti noi ne abbiamo uno che fa da filo conduttore e che tiriamo fuori dal cassetto in ogni pausa tra una recensione e l'altra. Ecco, per me questo smartphone è ormai da diverso tempo un OnePlus e posso tranquillamente affermare di averli passati praticamente tutti da OnePlus 3T in avanti. Così facendo ho potuto seguire tutta l'evoluzione del brand, da quando ancora si parlava di flagship killer ad oggi.

Con il passare degli anni e dei modelli l'azienda ha cambiato, anzi direi quasi stravolto, la strategia commerciale. Il primo OnePlus One venne venduto addirittura soltanto su invito con un prezzo che sembrava impensabile se paragonato a quello degli altri top di gamma. A 6 anni di distanza la distribuzione si è però allargata, ed è capitato di vedere alcune unità di modelli più recenti addirittura nei "cestoni" delle offerte della MediaWorld.

Insomma, la favola del prodotto ammazza mercato si è spenta, i prezzi sono aumentati, ma qualcosa è rimasto intatto e forse è anche migliorato. Parlo della qualità costruttiva, della cura dei dettagli, delle tecnologie sempre all'avanguardia e di prestazioni fulminee e da vero primo della classe. Flagship sì, a tutti gli effetti, killer non più.

Tutto questo per dirvi che ho tra le mani da qualche giorno il nuovo OnePlus 8, di cui abbiamo già pubblicato una comparativa con il fratello 8 Pro, e che è giunto il momento di parlarvene nel dettaglio e di cercare di capire insieme quale sia, ad oggi, il modello più indicato per l'acquisto.

SOMMARIO

CURATO NEI MINIMI DETTAGLI

Sin dalla sua nascita l'azienda è stata da molti considerata come la Apple del mondo Android proprio per l'attenzione con la quale cura ogni dettaglio dei suoi prodotti e questo OnePlus 8 non è assolutamente da meno, anzi, non ha assolutamente nulla da invidiare alla versione Pro.

I componenti della scocca sono assemblati in maniera perfetta, le linee sono pulite e la percezione di solidità è estrema. Insomma, un prodotto premium in tutto e per tutto reso ancora più accattivante da una colorazione sicuramente particolare ma che ne mantiene le caratteristiche di sobrietà pur conferendogli un carattere importante. Sempre molto apprezzata la finitura opaca della cover posteriore in Gorilla Glass, che limita molto le impronte e si abbina alla perfezione alla cornice in metallo satinato.


Cornice lungo la quale trovano posto la USB Type C 3.1, il carrellino per la doppia nanoSIM (senza espansione di memoria), uno dei due speaker, i microfoni, i tasti di accensione e per la regolazione del volume e il sempre apprezzato switch fisico per la selezione delle modalità d'uso. Manca il jack audio ma ormai non è una novità, mentre mi è sembrato nuovo e leggermente migliorato il feedback della vibrazione, bello secco e preciso.

C'è il lettore per le impronte digitali inserito sotto al display. Si tratta dello stesso lettore ottico che avevamo nei modelli dello scorso anno e diciamo che non è esattamente il migliore sul mercato. La superficie di lettura è abbastanza limitata e ogni tanto capita di dover fare un secondo tentativo per sbloccare lo smartphone. Insomma, funziona, ma non ti offre quella stessa sensazione di infallibilità che si ha con altri top di gamma.

74.35 x 165.3 x 8.5 mm
6.78 pollici - 3168x1440 px
72.9 x 160.2 x 8 mm
6.55 pollici - 2400x1080 px
69.1 x 151.7 x 7.9 mm
6.2 pollici - 3200x1440 px
74.8 x 162.58 x 8.96 mm
6.67 pollici - 2340x1080 px

Parlando invece di ergonomia è inutile negare che, per quanto più piccolo del Pro, questo OnePlus 8 rimane uno smartphone impegnativo. Le dimensioni sono generose e utilizzarlo con una sola mano è molto difficile. Per fortuna il grip non è male e in confezione trovate una classica cover in silicone che ne aumenta la facilità di presa. Tra gli attuali quasi-top di gamma è uno dei più grandi e fossi stato in OnePlus avrei usato un pannello più piccolo per differenziarlo in maniera più netta dal fratello maggiore.

Infine non c'è la certificazione IP68 che invece abbiamo quest'anno sul modello top. Dopo una attenta analisi possiamo dirvi che ad occhio nudo i due prodotti sembrano essere costruiti alla stessa maniera, c'è la guarnizione attorno al carrellino della SIM e anche USB C e speaker sembrano isolati nello stesso identico modo. Non è un invito a immergerlo in acqua ma diciamo che potrebbe anche essere soltanto una questione di costo della certificazione.

OTTIMO DISPLAY LUMINOSO

Buona parte della "colpa" delle dimensioni così importanti è da attribuire al display che offre una diagonale pari a 6.55 pollici, risoluzione FullHD+ e un refresh rate di 90Hz. Si tratta di un pannello AMOLED con tutte le caratteristiche che distinguono i display realizzati con questa tecnologia: buona luminosità, neri profondissimi e contrasto estremamente elevato. Si vede bene in esterna? Assolutamente sì, molto meglio del 7T Pro che utilizzo abitualmente.

A mio parere poi, l'accoppiata FullHD+ e 90Hz è in questo momento il compromesso migliore tra risoluzione e frequenza di aggiornamento. Anche osservando attentamente il pannello non si notano grandi differenze rispetto ai prodotti con display QuadHD a 120Hz. Nell'utilizzo di tutti i giorni l'esperienza è praticamente sovrapponibile, con il vantaggio di avere consumi notevolmente inferiori.

Consumi che sono poi ulteriormente ottimizzati dal fatto che il refresh rate di questo OnePlus 8 è dinamico. In sostanza quando ci troviamo su una schermata statica si abbassa in automatico a 60Hz per poi tornare a 90 quando deve riprodurre una animazione.



Detto ciò parliamo di un display molto luminoso, su tutto lo schermo si superano le 450 cd/mq ma se consideriamo frazioni molto piccole si possono superare i 1000 nit di picco. Ovviamente con queste caratteristiche non poteva che trattarsi di un pannello HDR con supporto al formato HDR 10+.

La misurazione con il colorimetro mostra poi dei valori interessanti anche in relaziona alla precisione nella riproduzione delle diverse tonalità di colore. Il delta E dei grigi, e allo stesso modo quello dei colori, sono inferiori a 3, dimostrazione del fatto che si tratta di un pannello calibrato in fabbrica.

Nota: stiamo monitorando i problemi riscontrati online relativi a tinte versi, problemi al display vari e altro e abbiamo ritardato la recensione di OnePlus 8 proprio per poterlo usare molti giorni. Sul nostro modello non abbiamo riscontrato problemi di stampaggio immagine ma confermiamo una non uniforme colorazione del pannello in alcune condizioni di luce, soprattutto di notte a luminosità bassa su schermate scure.

MANCA LO ZOOM E LA MACRO ERA SACRIFICABILE

E veniamo a parlare delle fotocamere che sono forse l’elemento che meno mi ha convinto, o meglio che mi ha lasciato più perplesso. Non stiamo parlando di un comparto deludente o mal funzionante, anzi, ma non ho visto un reale cambiamento rispetto ai modelli dello scorso anno e rispetto al modello top di gamma sono certamente un gradino sotto sia per assortimento che per prestazioni.

Il sensore principale da 48 MPX è un Sony IMX586, lo stesso di OnePlus 7T. Un sensore un po’ vecchiotto che è comunque in grado di scattare ottime foto di giorno, con una messa a fuoco veloce anche se non abbiamo il sensore laser, e con una gestione dell’HDR ottimale. Si tratta di immagini sicuramente ricche di dettaglio e che possono essere tranquillamente paragonate a molti altri prodotti di fascia alta. Diverso il discorso la sera quando OnePlus 8 scatta delle foto che sono comunque sufficienti ma sicuramente un gradino sotto al Pro e a tutti gli altri top di gamma del momento. In questo frangente ho apprezzato un buon bilanciamento del bianco e un algoritmo di contenimento del rumore di fondo che funziona bene. Di contro si perdono un po di dettagli e in alcune situazioni le immagini risultano più "impastate" di quello che mi sarei aspettato da un prodotto di metà 2020.

C’è poi una fotocamera grandangolare con sensore da 16 megapixel anch'essa identica a quella di OnePlus 7T e con una resa del tutto sovrapponibile a quella del modello dello scorso autunno. Come per la fotocamera principale si hanno quindi delle buone immagini se scattiamo in presenza di luce ottimale, con colori brillanti e generalmente una nitidezza discreta. La distorsione non è eccessiva, l’algoritmo di correzione funziona bene e ai lati gli elementi della foto vengono raddrizzati senza che si creino artefatti troppo evidenti o penalizzanti.

Al contrario di quanto accade con gli smartphone di alcuni concorrenti, la sera è comunque possibile sfruttare la modalità notturna anche con la fotocamera grandangolare. Ovviamente i risultati non sono gli stessi della modulo principale ma comunque restano decisamente migliori di quelli che otterremmo senza aiutino software. La lente meno luminosa viene compensata con un innalzamento maggiore degli ISO e proprio questo escamotage è la principale causa della qualità inferiore rispetto al modulo principale.


E per finire c'è il terzo "occhio" che è dotato di lente macro e del quale, onestamente, non avremmo sentito la mancanza. Sempre più produttori stanno adottando questo tipo di fotocamera ma credo che possa avere un senso quando già hai una grandangolare e uno zoom ottico. Sacrificare lo zoom per la macro come su questo OnePlus è una scelta che non condivido. Le foto scattate con quest'ultima fotocamera non brillano poi per qualità: sono sufficienti di giorno ma la sera è meglio lasciar perdere.


C'è poi la fotocamera frontale da 20 megapixel che è la stessa identica che abbiamo su OnePlus 8 Pro e che avevamo lo scorso anno sui modelli 7T e 7T Pro. Un modulo in grado di scattare buone foto nella maggior parte delle situazioni e con il quale possiamo anche sfruttare la modalità ritratto per sfuocare lo sfondo simulando l'effetto bokeh delle macchine fotografiche professionali. L'algoritmo che scontorna il soggetto funziona abbastanza bene e il risultato è soddisfacente.

Ma chiudiamo parlando di video che è forse lo strumento riguardante il comparto fotografico cui abbiamo i passi avanti più evidenti. Si possono registrare clip fino ad una risoluzione massima di 4K a 60 fps sia nel classico formato 16:9 che in quello cinematografico 21:9: modalità di ripresa interessante ma occhio alle inquadrature! In generale comunque abbiamo dei video di qualità superiore rispetto ai modelli precedenti. La stabilizzazione ha compiuto un passo avanti importante, la messa a fuoco è rapida e la reattività della compensazione dell'esposizione è ottima.

RESTA SEMPRE IL PIU' VELOCE

Parte del merito del miglioramento che abbiamo nei video potrebbe essere dovuto al nuovo ISP dello Snapdragon 865 che troviamo all'interno della scocca. Sì, avete capito bene, dentro a questo OnePlus 8 abbiamo l'ultimo SoC top di gamma Qualcomm che ormai conosciamo molto bene e che quest'anno farà le fortune di tutti gli smartphone che lo monteranno. Non c'è davvero storia, si tratta probabilmente del miglior chipset per smartphone mai prodotto e questo OnePlus con la sua ottimizzazione riesce a spingerlo al massimo e a far girare tutto ad una velocità davvero impressionante.

Non è una rivoluzione e nemmeno una novità. Da sempre i prodotti OnePlus sono tra i più veloci, se non i più veloci in assoluto, all'interno del panorama Android, e questo smartphone non è da meno. Le applicazioni si aprono in una frazione di secondo, sempre, anche quando ne abbiamo già altre attive in background e i caricamenti sono sempre molto rapidi. Di tutti i nuovi top di gamma provati in queste settimane i nuovi OnePlus restano i più reattivi. Il divario si è assotiliato e per notare le differenze dovete avere tutti i prodotti sotto gli occhi contemporaneamente ma con questa condizione verificata vi accorgereste di un leggerissimo gap di una frazione di secondo.

SCHEDA TECNICA ONEPLUS 8

  • SoC: Qualcomm Snapdragon 865
    • CPU: Kryo 585 octa-core a 2,84 GHz, 64-bit
    • GPU: Adreno 560
  • RAM: 8/12 GB LPPDR 5
  • Memoria: 128 / 256 GB UFS 3.0 non espandibile
  • Fotocamere: 48 Mpx Standard / 16 Mpx grandangolare / 5 Mpx Macro
  • Display: 6,55 pollici / FullHD+ / AMOLED / HDR 10+
  • Batteria: 4300 mAh
  • Connettività: 5G SA/NSA, WiFi 6, Bluetooth 5.1, NFC
  • GPS, GLONASS, GALILEO L1-L5
  • Ricarica cablata: 30 Watt
  • Sensori: Luminosità, Prossimità, accelerometro, giroscopio, magnetometro, antiflickering, RGB frontale

La versione che sto usando è quella con 12 GB di RAM e 256 GB di storage su memorie UFS 3.0 ma state certi che le prestazioni saranno altrettanto buone con il modello base da 8 GB di RAM e 128 GB di storage. Tirando le somme comunque, anche quest'anno, se volete il top di gamma Android più reattivo sul mercato dovete pescare in casa OnePlus, ed è comunque un bel primato per un'azienda che non è poi così tanto conosciuta tra in non addetti o appassionati.

Snapdragon 865 vuol però dire anche 5G. Il nuovo chipset Qualcomm integra infatti un modem in grado di agganciare le reti di ultima generazione. Attenzione però, utilizzando lo smartphone in dual-sim nessuna delle due potrà accedere alle infrastrutture 5G. La ricezione è buona, diciamo nella media delle altre soluzioni nella stessa fascia di prezzo, e la qualità delle chiamate è ottima sia in vivavoce che con la capsula auricolare. Dopo solo un'anno OnePlus dice poi fortunatamente addio al sensore di prossimità virtuale e ne inserisce qui uno vero e soprattutto funzionante alla perfezione. Se siete o siete stati possessori di uno dei modelli dello scorso anno saprete di cosa sto parlando.

Sempre in riferimento all'audio abbiamo un sistema di speaker stereo che funziona abbastanza bene. Una cassa è posizionata nella parte bassa della cornice, mentre l'altra all'interno della capsula auricolare. L'audio riprodotto è di buona qualità, ci sono alti e medi e il volume è elevato. Mancano ovviamente un pochino di bassi ma sappiamo bene che il limite è più fisico che di equalizzazione.

LA OXYGEN? UNA GARANZIA

Parte del merito della rapidità di esecuzione di questi prodotti è poi sicuramente da cercarsi nel software particolarmente leggero e ottimizzato. Questo OnePlus 8 come il fratello maggiore è basato sulla Oxygen OS nella sua versione 10.5. Si tratta dell'interfaccia personalizzata di OnePlus che offre un'esperienza molto simile a quella stock andando a modificarla solo dove necessario.

Ecco quindi che abbiamo un livello di personalizzazione più elevato, nessun fastidioso bloatware e una serie di strumenti e impostazioni utili che permettono un'esperienza completa senza però appesantire troppo le operazioni e permettendo così al sistema di restare sempre fluidissimo e reattivo. Tra gli strumenti custom apprezzo tanto la modalità lettura monocromatica: se non l'avete mai provata fatelo la sera abbinandole il tema scuro e vi assicuro che i vostri occhi vi ringrazieranno. Ecco, a proposito di tema scuro avrei gradito la possibilità di programmarne l'attivazione in maniera automatica, ma sono dettagli.


Di questa generale ottimizzazione beneficia ovviamente anche l'autonomia. La batteria dentro a questo OnePlus 8 offre una capacità pari a 4300 mAh, leggermente inferiore rispetto a 8 Pro ma in grado di garantire prestazioni migliori rispetto al fratello. Come dicevo sopra l'accoppiata refresh rate dinamico e risoluzione FullHD è un toccasana da questo punto di vista e con OnePlus 8 si arriva sempre a sera senza problemi.

In generale si arriva tranquillamente a superare le 7 ore di schermo attivo che significano una giornata di uso davvero intenso. Nel momento in cui sto scrivendo questa recensione sono le 9.30 del mattino, ho il 27% di carica e questa notte mi sono dimenticato di caricare il telefono quindi tirate voi le conclusioni.

C'è la ricarica rapida; con il caricatore in confezione si arriva a 30W e possiamo completare una ricarica da 0 a 100 in circa un'ora ma in solo 23 min avremo il 50%. Manca infine la ricarica wireless che abbiamo solo sul modello Pro.

UNA ALTERNATIVA AL PRO MA OCCHIO AL 7T

Ed eccoci alla resa dei conti. Questo OnePlus 8 è attualmente uno dei top di gamma Android con Snapdragon 865 più economici. Il prezzo di listino per la versione di partenza, quella con 8GB di RAM e 128 GB di storage è di 719 euro. Tra i concorrenti c'è un "tamarrissimo" Nubia Red Magic e i nuovi Realme che potrebbero costare tra i 50 e i 70 euro in meno.

A mio parere però, più che da questi ultimi, OnePlus 8 dovrà presto guardarsi le spalle per l'arrivo delle soluzioni con Snapdragon 765. Il chipset di fascia medio-alta sembra infatti promettere un'esperienza d'uso quotidiano paragonabile a quella dei più recenti top di gamma su smartphone posizionati ad un prezzo decisamente più abbordabile.

Se siete però fan di OnePlus e volete per forza di cose un prodotto "Never Settle" allora posso dirvi che attualmente, non avendo vincoli di spesa, il migliore in assoluto è sicuramente OnePlus 8 Pro. Restando sotto i 1000 euro, invece, la lotta è tra OnePlus 8 e il 7T dello scorso anno.

Il modello "vecchio" si trova infatti ora a circa 500 euro, con un risparmio di 200 e rotti euro rispetto a OnePlus 8. L'esperienza a livello di reattività e fluidità è quasi sovrapponibile, le fotocamere sono uguali fatta eccezione per la macro che viene sostituita con lo zoom e in generale parliamo comunque di uno smartphone di qualità molto alta. L'unico neo è quel sensore di prossimità che può rendere l'esperienza in chiamata davvero frustrante. A voi stabilire il valore di questo difetto in base al vostro utilizzo.

VOTO: 8.3

Costruzione e cura dei dettagliPrestazioni al TOPAutonomia ottimaOxygen OS
Solo 4G in dual-simNo IP 68Fotocamere
VIDEO

OnePlus 8 è disponibile su a 568 euro.
(aggiornamento del 03 giugno 2020, ore 10:37)

602

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Andre87

Io ti consiglio pixel 4. Lo sto usando da una settimana... Preso su amazon Italia a 530 euro con spedizione gratuita. La batteria non è quel disastro che tutti dicono. Intendiamoci per un uso stress non ti porterà mai a sera. Però un mio collega ha il note 10 e ti garantisco che è conciato peggio di me. È sempre attaccato al caricabatterie

Xperia 5

Andrea

Mi riferisco a 7t e ti posso assicurare che non c'è,ho cercato ovunque, anche su reddit dicevano che era assurdo, non inserita per non pagare il codec

dodicix

Dici: "manca addirittura la codifica h265 per i video". Non capisco se ti riferisci a Mate 10 o a OnePlus 7T/8, ma la ho io sul mio OnePlus 6T, quindi di sicuro l'avranno anche i modelli superiori. Sta nelle Impostazioni dei Video, c'è x264 o x265. Il default è su x264.

Rendiamociconto

no tranquillo,
noi siamo 56 milioni, 40 milioni sono gli smartphone usati ogni mese attivamente (dati istat) ultra 90 enni e bambini sotto i 5 anni sono quasi i 16 milioni mancanti (non usano lo smartphone generalmente). 16 milioni sono quelli venduti circa in 1 anno (dati trovati da istat e agenzie rating come counterpoint, idc, etc etc)...il 40% degli italiani cambia smartphone ogni 1 anno in media ma in media sempre leggevo che si cambiava smartphone ogni 3 anni quindi una parte lo cambia prima di un anno e una buona parte entro i 2 anni. Queste sono considerazioni della casalinga di voghera e quanti non te lo so dire, le percentuali e i numeri sono tutti normalizzati.

neripercaso

Posso essere estremamente rompipalle e chiederti dove hai trovato questi dati e come hai tratto queste conclusioni? Io ho trovato dati di vendita di alcuni produttori cercando online ma non c’è un breakdown per modello e non viene distinto tra chi faccia un upgrade annuale o compri più ragionevolmente in un ciclo ampio

Rendiamociconto

non saprei ma guardando i numeri di vendita in italia trimestrali e annuali, uniti ai dati di dispositivi pro capite usati attivamente mensilmente la situazione in buona parte è diversa dalla tua famiglia

marmisteryo

Grazie anche a te :) aspetto la presentazione. speriamo non deluda

marmisteryo

Grazie :) aspetto la presentazione. speriamo non deluda

cuccuruccu

lol

neripercaso

Allora forse abbiamo cerchie di persone diverse, la mia non è molto ampia perché sono in cinque persone (esclusa la famiglia), conto al loro interno: due iPhone 7, un Mi A2 Lite, un Galaxy S7 e un Mi 8... nessuna di queste persone vorrebbe cambiare MA pianificano già i prossimi acquisti, nel senso che già caratterizzano le loro idee... io francamente di cambiatori di telefoni sotto i due anni non ne conosco nemmeno uno di vista, poi magari tu vivi in un posto più ricco

Rendiamociconto

no ma che contagiare di più la mia cerchia di persone e conoscenti, se qualcuno mi chiede un consiglio io chiedo prima che esigenze hanno e cosa non va con il loro uso, e gli propongo 3 modelli poi sta a loro scegliere! Se non ne hanno bisogno glielo dico chiaramente: tieniti quello che hai che stai a fare solo i capricci, non ti serve un nuovo telefono, se vuoi buttare soldi inultilmente ci perdi tempo te a scegliertelo .

Ripeto ormai quasi nessuno si tiene il telefono 3-4 anni anche se dice che vuole tenerlo per 3-4 anni.

Andrea

io ho fatto un ragionamento simile, sto aspettando infatti per curiosità mi10 lite zoom e realme x3 superzoom, altrimenti prendo un x2pro o p30pro e poi ci si ripensa tra un paio di anni. p30pro rimane ancora un best buy per il lato foto, unica cosa è se si è disposti a scendere a compromessi con la emui, per il resto è un ottimo telefono, meglio di molti medio alta gamma moderni, specie al prezzo a cui lo trovi adesso

Aleangus

Allora mi sa proverò l'oppo find x2 neo, che da quel lato sembrerebbe meglio. Se nemmeno quello facesse delle belle voto mi sa che per quest'anno vado di medio di gamma sotto i 300 (lato fotocamera mi incuriosisce il Motorola One vision, anche se si sono impegnati parecchio per farlo brutto)

Razorbacktrack

Pixel, come ti han consigliato

ste

difatti per me l'unico dispositivo sensato del 2020 è iphone 11 normale. il pro sarebbe il top ma onestamente 1000 cucuzze non li spendo per uno smartphone, più per una questione morale che per i soldi in se. tutti gli altri top costano 800-1000 ma non hanno la longevità degli iphone, alcuni addirittura non hanno feature come impermeabilità (sacrosanto a quel prezzo).

ste

io mi occupo di interfacce ma alla fine non la uso. forse dovrei farlo piu spesso :D

OurKid

Pixel 4a che sta per uscire, altrimenti P30, Mi 9SE e S20.

Android 10

Io faccio l'ingegnere e spesso mi sarebbe comodo

Andrea

come detto su, sensore ok tendenzialmente, ma sw osceno, nel 2020 mancano ancora un sacco di funzioni, è indietro di anni rispetto a molti altri, peccato. Sistemassero la cam sarei un utente OP a vita, il resto mi piace molto

TheAppleFanDroid

Si davvero, incredibile...

Bordi edge di nuovo su quasi tutti i top di gamma, e addio cover fatte come si deve, pellicole, riparazioni di nuovo a prezzi stellari come ai tempi dell'S6 Edge...

Ogni anno si cambia estetica, si stravolge tutto.

Samsung che continua con i suoi giochetti con gli Exynos, esteticamente hanno fatto un salto all'indietro incredibile rispetto ai tempi di S9, che non sfigurava affatto di fronte ad un iPhone X, per dirne uno.

Mah, un gran peccato.

TheAppleFanDroid

Scandalose no, ma comunque sottotono. E ci sta quando ti vuoi vendere come prodotto top a basso costo, con qualche rinuncia, ma non se vuoi vendere allo stesso prezzo di Apple, Samsung e compagnia bella.

Spendono soldi per montare gli inutili e dannosi bordi edge e non per potenziare il software della fotocamera o per inserire un sensore più nuovo? Ma seriamente?

Aleangus

Posso chiederti perché le ritieni scandalose? Sono indeciso se prenderlo proprio per questo motivo

Andrea Z.

per il mio utilizzo del telefono, una buona modalità macro è utilissima, lo zoom non ha senso di esistere

Andrea

Mamma le cam sono scandalose...io probabilmente lo restituisco proprio per questo,tra l'altro la app è proprio oscena

ste

quest'anno è realmente cosi. lato android enorme involuzione

ste

quello è vero, per quello che faccio io dovrei essere uno dei piu indicati ad utilizzarlo. in realtà non la uso mai. però posso capire chi la usa tanto

marmisteryo

Qualcuno mi saprebbe consigliare un ottimo smartphone che non sia una mezza padella? Per capirci, mi è piaciuto molto il S10e per le sue dimensioni, anche se non l'ho mai preso per la questione batteria e per la questione processori exynos/snap. Ecco diciamo sulle dimensioni di s10e su per giù.
Ho ancora un HTC 10 che non riesco a sostituire con nulla perchè non c'è niente che mi convinga pienamente.
Questo OP8 mi piace ma temo sia troppo grande rispetto a come sono abituato

Massimo A. Carofano

Dopo aver letto tutta la recensione, ho immaginato un titolo differente:
"Oneplus 8, un Oneplus 7T con SD865 e poco più (si però costa meno di 500€, ah no..)"

Federico98

Esatto, ho un OnePlus 3T e gira ancora benissimo

Michael Polisini

Huawei P30 Pro, Sony Xperia 1 Mark II, Oppo Find X2 Neo

Andredory

È un meme, in pratica correggi ironicamente la frase e alla fine scrivi *fixed che vuol dire "aggiustato".

Michael Polisini

Compra il Note 10 Lite, è l'unico con una batteria decente e costa pure meno

Valentino

Molti dicono che sono rapidi e garantiscono 2 anni di major.

Valentino

Ho sempre avuto samsung e li odio perché non sono disattivabili. Quest'anno si cambia brand.

Valentino

Concordo in pieno.

TheAppleFanDroid

Ormai (e rido un sacco nel dirlo, mai e poi mai avrei pensato di arrivare a tanto) chi vuole concretezza deve comprare iPhone.

Il mondo Android è allo sbaraglio completo. Design che cambiano ogni 6 mesi, bordi edge ovunque, aggiornamenti disastrosi (vedi Xiaomi Mi A3), lenti e spesso assenti, Samsung che continua a vendere i suoi Exynos a mezzo mondo, Xiaomi che alza i prezzi, OnePlus completamente impazzita e anche lei si diverte ad alzare i prezzi..

Bah, peccato.

TheAppleFanDroid

Comunque mi da l'idea che ci stiamo perdendo anche OnePlus...

- Fotocamere sempre sotto la media.

- Nessun family feeling nel design, ogni anno è uno stravolgimento, mettono e tolgono manco fossero noccioline.

- Ancora a far giochetti con la ricarica Wireless, sì sul Pro, no sul normale... Ma che senso ha?

- Sempre meno peso alla sostanza (ricordiamoci che 1+ è nata per la sostanza), tra bordi edge e amenità simili

Il tutto, però, con prezzi che salgono anno dopo anno, e non di poco. Mi spiace, ma arrivati a questi punti si comincia a considerare altro. Peccato, perchè bene o male era uno dei pochi dispositivi Android che potesse valere la pena di acquistare.

marco

3 anni ! Mo dai 5 ! Ma per piacere !

Lorenzo

Chiedo scusa, non ho capito il tuo messaggio, puoi essere più chiaro?
Con serie 7 intendevo tutta la gamma 7/7t/7pro/7tpro.
È stato risolto il problema del sensore di prossimità?

Alchemist

Le dimensioni saranno molto simile agli attuali pro, lo zoom dovrebbe essere un 78mm

stefanomac

Peccato, perché anche quest’anno si dovrà andare di Pro per avere la tele da 50mm eq. e questo comporterà pure un aumento di dimensioni. Di nuovo. Mah.

andrea97

Esiste qualcosa chiamato Google pay
Modalità desktop inutile all'inverosimile

andrea97

La batteria removibile anche no

Marco

Io ne ho avuti due ma non devo difendere nessuno, attualmente ho un OP 7 pro con cui mi trovo molto bene e forse era l'unico dispositivo che avrei preso in questo periodo, la serie 8 non mi piace ad esempio. Alcune scelte le condivido altre no, mi piacciono molto i Pixel sebbene anche li alcune scelte le rivedrei, non credo esista un qualcosa di perfetto per tutti. Però se parliamo di privacy dobbiamo per forza cambiare modo di vedere le cose, a mio avviso la privacy nel senso tecnologico non esiste, è solo una convinzione che vogliono farti credere per stare un po' più tranquillo.

MarioR.

Sarà anche per la pandemia che ci ha colpiti?

Andredory

Non ha praticamente senso questa cosa di mettere le mascherine anche in giro.

Valentino

Hai ragione, è che non condivido molte scelte di oneplus. Poi se è tuo interesse difendere questo brand, scusami.

Marco

Cioè sei partito dal dire che oneplus azzopperà un suo dispositivo per far vendere di più i top di gamma, poi sei passato a criticare un aspetto di privacy per finire a dire che preferisci alla stessa cifra (quale poi?) Iphone o Pixel (che già di per se hanno due cifre differenti). Lo sai almeno che i primi che violano la privacy degli utenti sono proprio quelli che ti forniscono il software. Mi pare che stai facendo un miscuglio di idee della serie poche e tanto confuse. Scegli l'argomento di cui vuoi parlare

The frame

Recensione LG V60 ThinQ 5G: a 899 euro con il Dual Screen cambia tutto

App Immuni è disponibile al download su Android e iOS

Recensione Samsung Galaxy A41: ha tutto, compreso un difetto

Migliori smartphone fino a 600 euro | Ecco i top 5+1 da comprare | Maggio 2020