Recensione Honor 9X Pro: fotocamera pop-up, Kirin 810 e 256GB a 199 euro in promo

16 Aprile 2020 109

Dopo averlo intravisto a Barcellona nel corso di uno dei pochi surreali eventi che si sono tenuti al MWC 2020 mancato, eccolo finalmente svelato: Honor arricchisce la sua offerta con il 9X Pro e aggiunge qualcosa in più rispetto al modello precedente recensito lo scorso ottobre. Nel complesso cambia poco all'esterno, le vere novità stanno sotto la scocca in policarbonato e possono essere riassunte così: 2 GB di memoria RAM in più (da 4GB a 6GB), il doppio dello spazio di archiviazione e un SoC più aggiornato.

Un piccolo passo in avanti che gli vale la denominazione "Pro" ma arriva forse tardi sul mercato, la concorrenza è infatti più che spietata in questa fascia media e la stessa casa cinese ha adesso nel portfolio delle ottime alternative a prezzi più concorrenziali. In questi giorni ho avuto la possibilità di provarlo dal vivo, sfruttarlo come dispositivo principale e farmi un'idea ben precisa di quelli che sono i suoi pro e contro.

Resta inalterato il comparto multimediale rispetto all'Honor 9X, stesse identiche fotocamere ed una pop-up che poi rappresenta il tratto distintivo di questa serie. In tanti non amano infatti le soluzioni odierne, che sia il foro nelle più svariate posizioni o il notch, più o meno grande; per loro resta al momento solo la pop-up camera, sempre più rara in questo 2020.

LA FAMIGLIA 2019 FINALMENTE AL COMPLETO

Per qualche motivo questo dispositivo arriva solo adesso sul mercato, presentato in Cina in estate e poi mostrato a Barcellona a fine febbraio, è molto probabile che le tante vicissitudini esterne abbiano portato ad uno slittamento del lancio ufficiale fino adesso. A conferma che si tratta di un modello del 2019, oltre al design del tutto identico al fratello "9X" anche il software poco aggiornato; il modello in prova si basa infatti ancora su Android 9 Pie e la personalizzazione EMUI 9.1.1 che già conosciamo bene.

Un tuffo quindi nel passato che mi ha colto di sorpresa, ma credo (leggasi "spero vivamente") si tratti solo di qualche settimana d'attesa visto che anche il 9X e tanti altri della famiglia sono stati aggiornati di recente alla Magic UI 3.0 (la versione di Honor per la EMUI 10) basata su Android 10.

77.2 x 163.1 x 8.8 mm
6.59 pollici - 2340x1080 px
77.2 x 163.1 x 8.8 mm
6.59 pollici - 2340x1080 px
77.26 x 163.45 x 8.85 mm
6.59 pollici - 2340x1080 px

Credo che questo sarà l'ultimo che vedremo del portfolio 2019; Honor ha infatti annunciato nelle scorse ora la nuova line-up con tre top di gamma che presto debutteranno in Cina, sto parlando di Honor 30, 30 Pro e 30 Pro+. Di certo la casa di Shenzhen dovrà ritrovare le giuste idee dopo un 2019 difficile, oserei dire difficilissimo, ostacolato dal ban statunitense che azzoppato il loro business mobile.

CARATTERISTICHE TECNICHE:

  • Display: LCD TFT da 6,59" con risoluzione FHD+ (2340x1080 pixel), 391ppi e rapporto di forma 19,5:9
  • SoC: Kirin 810 a 7nm (2x 2.27GHz Cortex-A76 +6 x 1.88GHz Cortex-A55) + GPU Mali-G52
  • Memoria: 6GB di RAM LPDDR4X + 256GB di storage UFS 2.1 espandibile tramite Micro SD fino a 512GB
  • Fotocamere posteriori: tripla da 48 MP (f/1.8) + 8 MP (f2.4) + 2MP (f/2.4)
  • Fotocamera anteriore: pop-up da 16 MP (f/2.2)
  • Batteria: da 4000 mAh
  • Sblocco: sensore impronte digitali posteriore multifunzione laterale
  • Audio: mono con jack da 3,5mm
  • Porte: USB Type-C 2.0
  • Bluetooth 5.0
  • Posizionamento: GPS+GLONASS
  • Sistema operativo: Android Pie 9.0 con EMUI 9.1.1 + HMS (no Google Mobile Services)
  • Dimensioni: 163,5 x 77,3 x 8,8 mm
  • Peso: 206 grammi
  • Colorazioni: Phantom Purple
RAPIDO E PRECISO, PESA CERTAMENTE TROPPO

Bordi pronunciati e display LCD ampio, da fuori è rimasto lo stesso "9X" visto in passato ma aumenta di certo la capacità di calcolo: con 6GB di memoria RAM si nota uno spunto in più nell'uso di tutti i giorni, dovuto certamente anche al chip Kirin 810. Il nuovo SoC fa la sua bella figura e porta con sé un altro vantaggio: realizzato con processo produttivo a 7nm, anziché 12nm come per il Kirin 710 montato sull'Honor 9x, riesce ad essere ancora più efficiente.

Ciò significa che la batteria da 4.000mAh basta e avanza, è rimasta la stessa ma riesce a fornire energia per concludere serenamente una giornata, anche con ancora Android 9 e la solita buona ottimizzazione hardware/software a cui Honor ci ha abituati. Ad aumentare l'autonomia, ovviamente, anche l'assenza del Google Play Services e di tutti gli altri servizi associati, non certo un punto di forza di questo terminale HMS.

Mi chiedo ancora una volta perché mai pesi così tanto, sono infatti ben 206 grammi spiegati solo e soltanto dalla scelta dei materiali e dal meccanismo pop-up della fotocamera anteriore. Non trovo altri indizi. Comodo come sempre il lettore d'impronte laterale, rapido, preciso e ben posizionato, è pigiabile e permette di accendere/spegnere il terminale. Ottima poi la ricezione, l'ho sempre utilizzato con due nano SIM ed avuto un buon feedback anche nelle conversazioni telefoniche, grazie alla capsula auricolare posizionata in alto nella cornice.

L'audio è mono, lo speaker risulta ben bilanciato e in grado di fornire i giusti decibel senza distorcere eccessivamente al massimo, fa poi piacere ritrovare il jack audio e delle classiche cuffiette a filo in confezione. Questeantomni ultime sono molto economiche, come facile immaginarsi, ma collegandole si attiva anche la Radio FM che ormai è sempre più rara.

PER I SERVIZI RESTANO GLI HMS

Nessun colpo di scena e solita configurazione HMS che abbiamo imparato a conoscere di più in queste settimane con alcuni smartphone Huawei, dal P40 Lite al P40 Pro. L'approccio resta identico, quindi PhoneClone prima di qualsiasi altra cosa in fase di configurazione e trasferimento di dati e applicazioni da un vecchio terminale piuttosto agevole (per me un P30 Pro) e rapida.

Le applicazioni Social sono tutte supportate e facilmente scaricabili in rete; quindi Facebook, Instagram, WhatsApp, TikTok (diretta da AppGallery) e Twitter girano senza intoppi. Le mancanze sono le solite: al momento non risulta compatibile TrovApp, che spesso abbiamo utilizzato come "ponte" che facilita la ricerca di certi APK scaricabili da store alternativi. Lo si può sempre fare direttamente, io ad esempio ho scaricato l'app di ApkPure dal sito ufficiale e da li cercato i software che mi interessavano.

Difficile invece la situazione per le piattaforme streaming, Amazon Prime Video si conferma infatti l'unica realmente supportata. Per YouTube restano le alternative dei client terzi, spesso pieni di pubblicità, e l'uso da browser che invece risulta più pulita, seppur non al livello dell'applicazione ufficiale. La situazione resta quindi difficile, tanto da precludere l'uso di questo smartphone qualora si sia molto legati all'ecosistema Google e applicazioni affini che utilizzano le loro certificazioni, vedi Netflix con il DRM Widevine L3.

Huawei sta comunque spingendo sull'acceleratore e sulla sua AppGallery, tanto che ogni giorni registriamo nuove applicazioni supportate, ma la strada è ancora lunga e tutta in salita. La speranza è che tanti big, con le loro importanti applicazioni, salgano a bordo nel più breve tempo possibile. Fino ad allora riteniamo impossibile poter valutare in maniera completa questo ed altri dispositivi, per questo motivo non troverete un voto alla fine della recensione.

CONCLUSIONI

Lo avrei visto più a fuoco qualche mese fa quando ha debuttato il fratello minore 9X, adesso sembra in ritardo sul tempo. Apprezzabile la scelta di commercializzarlo con ben 256GB di memoria interna; rispetto al cugino strettissimo Huawei P Smart Z, con cui condivide il medesimo design, si contano infatti quasi 200GB in più ed un comparto fotocamere certamente più ricco.

Difficile tuttavia considerarlo quando uno dei due top di gamma dello stesso brand si trova ormai ad un costo ben più accessibile rispetto al day-one: Honor 20 è infatti sceso online sotto i 300 euro ed offre alcuni vantaggi, dal Kirin 980 ai servizi Google. Di certo non ha la pop-up camera ed usa un forellino sul display, leggermente più piccolo con 6,26 pollici, ma avere i GMS conta ancora più di altri dettagli.

Il prezzo di listino è fissato sui 249,90 euro ma la casa cinese ha subito previsto un'iniziativa legata al loro nuovo store HiHonor che metterà a disposizione di tutti coloro che visiteranno il sito - il 16 e 17 aprile - un buono sconto da spendere per l'acquisto di questo smartphone del valore di 50 euro. Ciò significa portarselo a casa a 199,90 euro che di certo risulta più allettante, ma gli sconti sono attivi per tanti altri prodotti, link a seguire:

PRO E CONTRO
DISPLAY SENZA INTERRUZIONIPRESTAZIONIAUTONOMIAMEMORIA RAPPORTO AL PREZZO
PESO ECCESSIVOANDROID 9 AL LANCIOMANCANZA GMS
DIRETTA VIDEO OGGI ORE 14.30

Honor 9X Pro è disponibile online da Mobzilla a 239 euro. Il rapporto qualità prezzo è discreto. Ci sono 53 modelli migliori. Per vedere le altre 5 offerte clicca qui.
(aggiornamento del 14 luglio 2020, ore 15:42)

109

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ondaflex

Vabbe grazie del consiglio ma rimango indeciso

ilmondobrucia

Se vuoi consiglio lascia stare .compra un dispositivo con i servizi Google .

ondaflex

Scusa se rianimo la discussione.
Le gapp coi gms si possono installare sul Matepad 10.4 partendo da un pc linux?
Sono indeciso tra un tablet m5 lite 10 e Matepad 10.4

Lu

E quindi io che ho detto!?!? A livello hardware è fattibile (ed è una affermazione ridicola e scontata) ma non ci stanno minimamente pensando. Dato ciò io non mi giocherei neanche un centesimo arrugginito su un futuro aggiornamento/aggiunta dei servizi google.

qandrav

eheheh verissimo, hai usato l'aggettivo corretto: "decente"

qandrav

this is the way XD

matteventu

Il colmo sono quelli che dicono di volersi slegare da Google per questioni di privacy, e poi giustificano i Huawei in cui per usare apps devi passare fra store truffaldini e apk pescati a caso qua e là. Alla faccia della sicurezza e della privacy.

Bestmark 3.0

Mi riferivo agli arresti per aver riportato la notizia. Per le memorie, anche io ricordo benissimo la p0rcat@ che fecero (insieme agli update, solo una major per un top da 700€).
Comunque grazie, non conoscevo proprio la vicenza degli arresti

Desmond Hume
IUGY

Quello sicuramente.. Intendevo per i dispositivi futuri

Aster

se guardi le file in filiale in banca capirai

Sauron82

E come si fa a non restare rapiti dal piccolino?

Frà

Penso sia un sentimento comune.

Forse siamo solo invecchiati, ma probabilmente prima trovavamo la motivazione ed il tempo perché era obbligatorio farlo se si voleva uno smartphone decente!

FaSchiumaMaNonÈUnSapone

I dispositivi senza google resteranno per sempre tali.

qandrav

:(

Serendipity

mi sa che google a lasciato correre per un po ora a decisi lo stop.

qandrav

ecco grazie, anzi scusa la mia poca precisione, avevo letto il tweet ma poi non avevo approfondito meglio...
dici che c'è la possibilità possa cambiar qualcosa?

grandissima citazione del mitico Lino!

Bestmark 3.0

Fonte di queste dichiarazioni? Sul web non trovo nulla riguardo a questa vicenda

Serendipity

semicit. volevano solo soldi, soldiii

Serendipity

sono andato a leggera la vicenda, lui spiega che che con le patch di marzo google riesce ad intercettare la presenza del systemless e non riesce a capire da dove lo verificano... sono volatili per diabetici!

Serendipity

questo ti fa capire l'onesta dei recensori pseudo giornalisti

Serendipity

sui soldi di huawei

Serendipity

se non si era capito era retorica la domanda!

ilmondobrucia

Mai capito e dato importanza ai voti ...insomma se c'è una recensione da leggere si leggono i pro e contro e poi si decide se acquistare o meno .

qandrav

john wu l'aveva tolto perché falliva safety net causa modifica di google lato server, ma non ho capito se john wu sia riuscito a sistemare nuovamente

Serendipity

serio?

IUGY

.. Come tutti dal mate 30 in poi; sono curioso di sapere se torneranno con i servizi google (dovesse cessare il ban) o se continueranno per la loro strada con il loro Os

qandrav

da un lato assolutamente sì, ma dall'altro non avrei più tempo e voglia di stare a provare le rom

qandrav

huawei/honor:

- android police critica mancanza google services su P40
- uauè da tipici cinesi si offendono e chiedono restituzione immediata dei telefoni che avevano mandato

- uno di AndroidPolice racconta la vicenda su twitter e la cosa si diffonde
- uauè giustamente cambia idea e non richiede più i telefoni

insomma dei veri peracottari https://uploads.disquscdn.c...

IUGY

Honor provo simpatia, ma così non va.. C'è poco da fare; o huawei si da u a mossa con questo suo Os proprietario, o veramente rimarrà solo per un utenza limitata, tipo mamma papà o nonna, che utilizzano il telefono solo per telefonate e mandare foto whatsapp dei nipotini.

qandrav

ah si si magisk va da d10 ma avevo capito che magisk hide fosse stato ritirato da john wu stesso

qandrav

si infatti, anzi anni fa regalarono dei telefoni ad alcuni su xda...
dopo meno di un mese hanno iniziato a bloccare i bootloader, molto coerente

qandrav

piacere mio :)

ps bellissimo avatar, appena finita di vedere ieri sera

qandrav

ottima memoria, grazie di avermelo ricordato!
sono proprio dei peracottari

Serendipity

e bravo adesivo

Tim Cook

Consigli per i non acquisti.

Roberto

Perché hanno deciso che quando un prodotto è invendibile piuttosto che inimicarsi il produttore in vista di una possibile fine del ban, non daranno più voti.

MarioR.

Tutto criptato per non farlo capire alla massa

Zhoth

Visti gli investimenti che stanno facendo per rendersi autonomi non avrebbe senso un ritorno a Google. È chiaro ormai il loro obiettivo di diventare la terza forza del mondo mobile dopo Google ed Apple.

ghost.mdb

Decisamente, pure io all'inizio leggevo GSM...

Account usato

https://uploads.disquscdn.c...

MatitaNera

Un po' criptico eh

Aristarco

Perche si é incollato

La risposta è stata proprio completamente diversa lol.

E stato detto che a livello hardware e software e tutto fattibile ma che serve la certificazione e il test e al momento e impossibile dire se e quando e si quali device essendo tutto sul piano puramente ipotetico.

FaSchiumaMaNonÈUnSapone

Su youtube potrei anche chiudere un occhio, ma come si fa nel 2020 senza app bancarie e le nuove imposizioni sui token?
Un fermacarte come il p40.

FaSchiumaMaNonÈUnSapone

Non vanno

Desmond Hume

Aziende davvero imbarazzanti.
Questa poi se vera fa venire da pensare:
https://uploads.disquscdn.c...

Ricordo la truffa sulle memorie eMMC/Ufs che venivano messe sui P10 effettivamente.

Unit-01

No Huawei/Honor non permette lo sblocco del booloader quindi niente root e niente modding...

Tito.73

La rece video l’avete venduta ad altri?

sailand

Il telefono di X factor proprio no!

Recensione Sony Xperia 1 II: tra eccellenze e black out

La carica degli Snapdragon 765: sono gli smartphone del momento | Video

Recensione LG Velvet: il nuovo design ci piace ma serve un rinnovamento software

Recensione Huawei P30 Pro New Edition: può ancora dire la sua