Recensione Samsung Galaxy S20 Ultra: tante novità ma non per tutti

17 Marzo 2020 586

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Molti si aspettano che il più avanzato smartphone realizzato da Samsung debba anche essere il più interessante, quello da desiderare ed acquistare. Io la penso diversamente: se guardo il Galaxy S20 Ultra vedo infatti un insieme di soluzioni tecnologicamente interessanti, tutte racchiuse in un unico corpo. Ma attenzione a fare le giuste distinzioni perché da quest'anno sono entrati in gioco anche i pieghevoli e di certo spetta a loro la coccarda di veri innovatori.

Rispetto allo scorso anno c'è una linea netta tracciata tra i due fratelli minori (si fa per dire) e quello che viene considerato il top del top: mentre Galaxy S20 e la variante Plus sembrano infatti più misurati, equilibrati e diretti al grande pubblico, S20 Ultra sembrerebbe essere destinato invece ai più esigenti che non amano aspettare. La prima cosa con cui però bisogna fare i conti sono le dimensioni non adatte a tutti: difatti il lavoro di riduzione delle cornici ed ottimizzazione degli ingombri, seppur buono, non è eccellente; vedi il Galaxy Note 10 Plus che, con un display leggermente più piccolo (6,8 contro 6,9 pollici), risulta comunque più ottimizzato.

76 x 166.9 x 8.8 mm
6.9 pollici - 3200x1440 px
77.2 x 162.3 x 7.9 mm
6.8 pollici - 3040x1440 px
RETRO ICONICO, COLORI CLASSICI

Tornerò più volte sul confronto con Galaxy Note 10 Plus nel corso di questa recensione perché proprio quest'ultimo potrebbe rappresentare il principale competitor interno del Galaxy S20 Ultra. Parto dall'aspetto estetico, visto che è la prima cosa che tutti notiamo: il nuovo arrivato è venduto al momento in sole due colorazioni, la Cosmic Gray che ho in prova e la variante Cosmic Black. Samsung non ha voluto osare a questo giro e la cosa mi dispiace, anche perché la strada aggressiva (Aura Glow) intrapresa con la serie Galaxy Note 10 è piaciuta a noi ed al pubblico.

Ne viene così fuori una back cover in vetro molto classica nelle finiture ed un solo elemento iconico attorno al complesso sistema delle fotocamere. Tutto viene rimandato alla parte anteriore dove è il display a rubare la scena con i suoi colori sgargianti e la sua luminosità da record. Galaxy S20 Ultra non mira alla "fascia di più bello dell'anno" e punta senza troppi preamboli ad altro, seppur sia tra tutti e tre il più riconoscibile.

Curioso notare come Samsung abbia dimostrato di voler azzardare di più sulla famiglia Galaxy Note: penso alla colorazione blu elettrica del vecchio Note 9 e ad i suoi successori che ho già citato. In un mondo di smartphone che ormai si assomigliano tanto anche questi dettagli fanno la differenza anche se, bisogna dirlo, poi arrivano le cover che vanno a coprire tutto.

GRANDE E GENEROSO, OLTRE NON SI PUÒ FORSE ANDARE

Sarà che ormai mi sto abituando a smartphone giganteschi, sarà che il form factor 20:9 riesce davvero a mitigare tanto le diagonali esagerate, ma non ho riscontrato quelle difficoltà di utilizzo che avevo preventivato nelle prime ore. Vi dirò, l'ho trovato addirittura più comodo del Galaxy Note 10 Plus che ha un rapporto d'aspetto di 19:9 ed è anche più squadrato. Insomma un millimetro in meno di larghezza per S20 Ultra che appare più gestibile, grazie anche agli angoli morbidi.

Le preferenze in questo campo sono poi altamente soggettive: personalmente ritengo i 6,7 pollici in 20:9 il limite invalicabile per uno smartphone, non valuterei l'acquisto di nulla che vada oltre (e non sia pieghevole), ma proprio in queste settimane ho incontrato chi la pensa in maniera esattamente opposta ed odia gli smartphone piccini. Non c'è quindi una risposta univoca e non ci sarà mai: per me S20 Ultra è grande e troppo pesante con i suoi 220 grammi, per altri resta invece un valore aggiunto, basta essere preparati.

Mi chiedo se sia questo il punto di non ritorno, se qualcuno punterà a rompere il muro dei 7 pollici riducendo magari all'osso i bordi o se abbiamo finalmente raggiunto un margine definitivo. Per tutto il resto ci saranno i pieghevoli: a conchiglia, a libro, a doppia piega e chi più ne ha più ne metta.


POTENZA

Da uno smartphone di questo calibro mi aspetto che tutto vada liscio come l'olio: pretendo potenza di calcolo a più non posso che mi garantisca almeno due anni di compatibilità con tutte le applicazioni più pesanti e memoria a sufficienza. Samsung riesce a dare una risposta precisa grazie al nuovo chip Exynos 990 octa-core e ben 12GB di memoria RAM LPDDR5 di ultima generazione. Ciò significa far girare tutto senza intoppi e gestire anche DeX, presente ma sostanzialmente invariato rispetto al passato.

A supporto c'è poi l'interfaccia One UI 2.1 che resta una delle migliori in circolazione, sia per completezza che per facilità d'uso e intuitività: avere tutta una serie di aiuti grafici che permettono di gestire uno smartphone così grande, anche solo con una mano, fa la differenza. A dare quella spinta in più ci pensa poi il nuovo display con refresh rate fino a 120Hz che rende tutto molto più fluido e rapido, un feedback certamente migliore dal quale sarà difficile tornare indietro.

Le prestazioni sono quindi quelle attese: aggiungo una totale assenza di lag e animazioni rapidissime, soprattutto se impostiamo le gesture per il controllo dell'interfaccia. Nessuna differenza di sorta con la versione internazionale (Snapdragon) che ho avuto modo di provare nelle scorse settimane grazie ai colleghi di altri Paesi: nell'uso comune non si notano differenze significative.

Ma qualcosa bisogna comunque puntualizzare, in particolare se il Galaxy S20 Ultra punta ad una nicchia di appassionati e sono quindi piuttosto certo che determinati dettagli rivestono un ruolo ancora più centrale. Rispetto agli scorsi anni sentiremo di più la mancanza della piattaforma Qualcomm per due motivi principali: l'autonomia e la connettività. Vi spiego perché.

CARATTERISTICHE TECNICHE PRINCIPALI

  • dimensioni e peso: 166,9x76x8,8mm per 220 grammi
  • OS: Android 10
  • display: Dynamic AMOLED 2X 6,9" QHD+ Infinity-O, 511ppi, HDR10+, refresh rate 120Hz
  • processore: Qualcomm Snapdragon 865 | Exynos 990
  • memoria:
    • 12GB di RAM LPDDR5
    • 128GB di memoria interna UFS 3.0 espandibile (fino a 1TB)
  • batteria: 5.000mAh con ricarica Fast Wireless Charging 2.0
  • connettività: 5G NSA Sub-6Ghz, WiFi 6, Bluetooth 5.0, USB-C 3.2, NFC, GPS, Galileo, Glonass, BeiDou - eSIM supportata
  • sensore delle impronte digitali: integrato nel display
  • audio: speaker stereo Dolby Atmos
  • fotocamera anteriore: 40MP - PDAF, FOV 80°, f/2,2
  • fotocamere posteriori:
    • 108MP - FOV 79°, F/1,8
    • 12MP ultragrandangolare - FOV 120°, F/2,2
    • 48MP tele - FOV 24°, f/3,5
    • ToF VGA, FOV 72°, f/1,0
    • Space Zoom: zoom ottico ibrido 10x, zoom digitale 100x
Più notizie

AUTONOMIA

Con la precedente generazione e con gli stessi ultimi modelli di Samsung abbiamo avuto la conferma di quanto si dicesse in giro ovvero che la piattaforma hardware "Exynos" paga sempre pegno rispetto alla controparte Qualcomm in termini di efficienza energetica. La differenza si vede spesso nei consumi in standby, con i SoC della casa coreana che mostrano un draining più elevato in momenti di apparente calma ma anche nella gestione complessiva.

La buona notizia è che troviamo su questo modello un'enorme unità da 5.000 mAh; la brutta è che questo componente non lo rende un cosiddetto battery-phone. Il sistema è complesso, alcune operazioni richiedono ovviamente più energia del normale (penso ai video in 8K), motivo per cui sotto molto stress si può mettere in crisi l'autonomia. In un contesto normale e più comune si riesce tranquillamente a concludere una giornata con ancora il 15-20% di carica a sera, un piccolo passo in avanti rispetto al Galaxy Note 10 Plus. Ma se avessi la possibilità di scelta, allora punterei senza esitare sulla variante con chip Qualcomm, certamente più premiante come confermato anche da Galaxy Fold e Galaxy Z Flip (live batteria).

CONNETTIVITA'

Si parla poco di 5G ultimamente: sarà che anche gli operatori devono ancora andare sul concreto e stanno dando risposte immediate alla popolazione con numerose offerte mirate a far fronte all'emergenza ma è pur vero che le reti di quinta generazione saranno presto più concrete. Il Galaxy S20 Ultra (italiano) integra il modem Exynos 5123 annunciato ad ottobre 2019 che, sulla carta, supporta sia lo spettro sub-6GHz (quello attualmente in funzione da noi) sia le più performanti mmWave. Ma, grazie a chi lo ha smontato pezzo pezzo, si è scoperto nei giorni scorsi che su questa variante mancano fisicamente le antenne dedicate allo spettro mmWave.

In poche parole Samsung ha risparmiato su questi componenti nei Paesi dove le mmWave non esistono ancora e devono essere implementate. Secondo le nostre informazioni alcuni operatori italiani effettueranno già quest'anno i primi test sul campo sfruttando tale spettro; è quindi verosimile pensare ad un graduale rilascio a partire dal 2021. Nessun dramma però: all'atto pratico sarà quasi impossibile accorgersi della differenza potendo navigare in 5G sullo spettro sub-6Ghz ma... è un compromesso che avrei evitato. A dimostrazione della disparità avuta a questo giro basta guardare agli Stati Uniti dove tutti i Galaxy S20 montano il chip Snapdragon 865 (e quindi anche il modem SD X55) e dove non esistono proprio i modelli solo 4G, come invece succede da noi.

Manca infine ad oggi anche il supporto alle reti Standalone dato che tutti gli S20 Exynos sono certificati solo NSA in Italia.

FOTO

L'iconica mattonella nera posta sul retro nasconde un sistema complesso che fa poi la vera differenza tra S20 Ultra e il resto della famiglia, con il sensore d'immagine ISOCELL Bright HM1 'Nonacell' da 108MP che ha acceso la curiosità di tutti. Fratello quasi gemello di quello utilizzato da Xiaomi sul Mi Note 10 (QUI la nostra recensione), a creare attesa non sono soltanto le foto in formato 12000x9000 pixel quanto la dimensione del sensore stesso, pari a 1/1,33 pollici.

Ci stiamo quasi avvicinando alle compatte di fascia alta come la Sony RX100 VII che abbiamo provato di recente: per riferimento vi basti sapere che questa monta un CMOS Exmor RS da 1 pollice (20,1MP), quindi leggermente più grande. Nativamente la principale scatta a 12MP ma è possibile con un click passare alla massima risoluzione; la differenza è più che evidente nel momento in cui si guarda un po nel dettaglio. Ma a meno che non abbiate la necessità di un formato così grande, vi anticipo che scattare a 12MP è certamente più sbrigativo ed immediato.

A differenza dello scorso anno, sulla principale l'apertura è fissa a F1.8: nessun sistema meccanico ed immagini comunque molto luminose (la dimensione del sensore gioca certo tanto). I colori sono ben riprodotti, le immagini contrastate ed è eccellente il bilanciamento del bianco; è altrettanto vero però che il punto di messa a fuoco nelle macro e nelle foto più ravvicinate è molto sottile ed attorno al soggetto si intravede spesso del blur eccessivo. Vi mostro un esempio con questo porcellino: il fuoco è sul suo occhio destro; tutto ciò che è oltre, più distante, viene blurrato.

Nel complesso è comunque una delle migliori fotocamere disponibili sul mercato mobile ed appena spinge alla massima risoluzione non ce n'è per nessuno, almeno di giorno: date un'occhiata anche al confronto tra S20 Ultra e iPhone 11 Pro Max. Di notte deve sicuramente migliorare: ho addirittura avuto la sensazione che in automatico riesca, a volte, a tirar fuori più luce di quanto non faccia con la modalità dedicata.

Molto piacevole e sempre divertente la fotocamera grandangolare da 12MP F2.2 che mantiene una certa omogeneità con la precedente ed assicura un'ottima continuità di utilizzo nelle migliori condizioni di luce: poca distorsione -nonostante copra un campo di 120°- e buoni contrasti.


Chiude il sistema posteriore la tele 4X che si è rivelata una delle piacevoli sorprese: per la prima volta Samsung implementa un sistema periscopico ed il risultato è subito convincente. Buon livello di dettaglio e colori: naturalmente è stabilizzata (OIS) e necessita di molta luce per dare il meglio.


Samsung ha enfatizzato il cosiddetto Space Zoom 100x che cade, ovviamente, nel campo del digitale e non va a fornire quindi molto dettaglio: personalmente consiglio di non spingersi oltre lo zoom 10x perchè, con quest'ultimo, si riescono ad ottenere ancora dei risultati egregi.

Cambia anche l'anteriore da 40MP F2.2 che regala degli ottimi scatti di giorno e soffre, come di consueto, al calare della luminosità; è però poi nei video che fa la differenza: si possono difatti registrare filmati fino al 4K a 60fps (cosa alquanto inedita) ed è importante sottolineare l'egregia stabilizzazione che permette anche di camminare compensando gran parte dei movimenti.


Probabilmente una delle migliori fotocamere per chi punta ai vlog o a realizzare filmati sfruttando proprio la fotocamera anteriore: da segnalare anche l'audio in ingresso acquisito con una qualità invidiabile (ma questo discorso vale per qualsiasi delle fotocamere in uso).

Nota Download: potete scaricare le foto e i video in formato originale qui.

PRIMI PASSI VERSO LO STANDARD 8K

Parlare di 8K in questo momento potrebbe sembrare prematuro, ma così non è: le novità devono pur partire da qualche parte per poi migliorarsi in corso d'opera. Nessuno si aspettava certo di poter sfruttare il nuovo standard ad altissima definizione come se nulla fosse; quindi tutto è più o meno concesso. Su S20 Ultra è un primo passo, solo a 24fps e con alcuni limiti oggettivi (vedi il rolling shutter ed autofocus lento). Mi piace poter cominciare a sperimentare su questo formato ma lo userei e consiglierei solo e soltanto per scene statiche, riprese di paesaggi e con un supporto a seguito.

Diverso il discorso per quanto riguarda i video in 4K (fino a 60fps) che vantano una qualità e chiarezza al vertice della categoria e in qualsiasi situazione di luce, anche la più complicata. Alcune cose vanno sistemate e Samsung sembra ne sia al corrente. Penso all'autofocus un po' ballerino ed alla stabilizzazione che lascia a desiderare se confrontata con i migliori. Ci hanno promesso un aggiornamento a breve che possa migliorare la situazione; staremo a vedere.

AUDIO E RICEZIONE DA PRIMO DELLA CLASSE

Sempre molto curato l'audio in tutte le sue forme, questo nonostante le cornici siano molto sottili e sopra sia stato ricavato uno spazio minutissimo per la capsula auricolare ed il secondo altoparlante. In chiamata il suono è eccellente, limpido, forte e chiaro, ma è in vivavoce e/o quando ascoltiamo della musica che si sente la vera differenza rispetto agli altri smartphone.

Ho confrontato S20 Ultra con alcuni degli ultimi smartphone con audio stereo ed ho avuto sempre la stessa impressione: il flagship Samsung risulta il più completo, riesce a coprire meglio soprattutto i bassi -se confrontato con un Oppo Find X2 Pro- (ascoltate direttamente la differenza nella video recensione) e raggiungere picchi decibel più alti rispetto ad un iPhone 11 Pro Max.

L'ho sempre utilizzato con due SIM contemporaneamente ed ho notato una ricezione davvero eccellente, un segnale forte anche in luoghi in cui a volte fatico con altri modelli ed un WiFi 6 di ultimissima generazione. Samsung Italia ci ha poi assicurati che "tutta la famiglia Galaxy S20 supporta le eSim".

CONCLUSIONI

Chi compra questo smartphone fa una scelta ben precisa e consapevole, non si lascia spaventare ne dal suo enorme display ne dal peso oltre i "limiti consentiti". Ma se vuoi avere il meglio devi osare ed esser pronto, in questo caso, anche a qualche compromesso come quelli appena raccontati sopra: dettagli tecnici per alcuni, inezie per altri.

Di certo Samsung è riuscita a realizzare qualcosa di diverso dalla proposizione dello scorso anno in quanto gli altri due Galaxy S20 risultano infatti ben più conservativi. Con il modello Ultra si è voluto azzardare, si è voluto spingere un po sull'acceleratore e buttare un occhio verso nuove strade, come dimostra l'eccellente fotocamera da 108MP che rompe con il passato dopo anni di piccolissimi passi in avanti in questo specifico comparto.

Per il resto è lo smartphone Premium che molti si aspettano: costruzione impeccabile, certificazione IP68, niente jack audio da 3,5mm, autonomia non all'altezza dei 5000mAh nominali, zoom 100X che è solo marketing e un taglio di memoria da 128GB che ci lascia un po perplessi; è vero, c'è il doppio slot che permette di ampliare se necessario lo storage fino a 1TB, un doppio slot che però stona un po come su alcuni dei suoi simili più illustri (vedi iPhone 11 Pro Max che parte da 64GB). Prezzo d'ingresso che oserei dire altissimo (1.379€) ma che comprendeva, nel periodo della promozione dedicata, anche le Galaxy Buds+ (che hanno un valore commerciale di 150€) e che tanto ho apprezzato in occasione della recensione (in versione Thom Browne).

La sfida su questa fascia è del tutto particolare: se dovessi consigliarvi qualcosa di simile, così grande, allora vi direi ad occhi chiusi di puntare sul Samsung Galaxy Note 10 Plus; online si trova anche sotto gli 800 euro ed in più ha anche la sPen. Ognuno ha poi le sue preferenze...

PRO E CONTRO
DISPLAY FOTO E VIDEO 4KPRESTAZIONI MASSIME E ONE UI 2.1AUDIO IN TUTTI I CAMPI
DESIGN GENERALEPESO ECCESSIVOPOCA MEMORIA PER 1379€NO JACK AUDIO

VOTO 8,6

n/d Hardware

Samsung Galaxy S20 Ultra 5G

Compara Avviso di prezzo
VIDEO

Samsung Galaxy S20 Ultra 5G è disponibile su a 1,290 euro.
(aggiornamento del 01 aprile 2020, ore 16:47)

586

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Frà

Prendete un p30 Pro che è ancora molto superiore a sta robaccia

Carlo Friscia

Chiedo ai più esperti...
Questi consumi sono accettabili?
Note 10+ Exynos https://uploads.disquscdn.c...

Michele

Ciao, qualcuno sa dove posso trovare lo sfondo usato durante la recensione che si vede al 20 esimo secondo... Grazie

B!G Ph4Rm4

DDay in Italia sicuramente, volendo TuttoAndroid.
Però ti avverto che non esiste un blog esente da fànboy e litigate.

Rdl13

Il declino è dovuto più che altro alla bassa percezione del brand. Gli htc, per i blogger, son sempre stati i telefoni che "quest'anno non al top ma quello dell'anno prima lo era" e lo ripetevano ogni anno, mentre i Samsung quelli che "questo è il top dell'anno che va a correggere finalmente le mancanze della precedente generazione" e ripetevano ogni anno anche sta manfrina. Ogni anno la Samsung experience/oneui è "finalmente stata aggiustata". Io all'atto pratico in famiglia ho ancora un one x, un m7 e un htc 10 e un sony xz1 funzionanti mentre i samsung, gli lg e gli xiaomi (cito questi per esperienza diretta) si sono tristemente spenti

Rdl13

aveva i suoi pro e i suoi contro quella fotocamera. La risoluzione era ridicola ma la sera il mio m7 si mangiava l's4 di un mio amico. Tra l'altro mi funziona ancora discretamente nonostante l'abbia stuprato col modding (mentre sempre quell's4 si spense da un giorno all'altro)

Rdl13

il one x dopo pochi aggiornamenti divenne un signor telefono (batteria a parte causa tegrapacco, ma era l'unico quadcore in giro all'epoca). Visto e usato diverse volte con mano, poi esteticamente è lo smartphone che più mi è piaciuto insieme ad iphone 4

Snapdragon

Nokia ha appena annunciato un padellone, senza zoom e presumo senza OIS puoi anche già scartarlo penso...

Michele

Temo che il oneplus pecchi nel comparto fotografico, l'oppo xe pro pur avendo un hardware al top ,non mi convince soprattutto al prezzo proposto. Nokia esiste ancora?! ;-) L'Xpedia 1 mark II sembra stupendo

Snapdragon

L' mk2? Aspetta anche oneplus 8 e il nuovo top nokia

Michele

Thanks......credo proprio che mi butterò sul nuovo Sony Expedia

Pinzatrice

Un blocco nero su un retro grigio, dove sta il design? No, scusa, perchè arrivati a sti punti anche un Ford Transit è bello.

Snapdragon

Amazon usa, paghi i dazi

Michele

Fossi in te mi andrei a ripassare il significato di 'oggettivo'

Michele

Si avevo visto, ed effettivamente le foto che fa il mio S20 Ultra non sono così nitide come me le aspettavo e la anche la durata della batteria mi ha deluso..infatti ho avviato la procedura di reso. Ma non c'è un modo per acquistare quello con lo snapdragon!?!?

Unknown

Lo so purtroppo...

Davide

ergo ti appelli alla ragione ove essa non trova dimora.
Lo sai, ahinoi dico il vero.

Snelfo

No nessuna fatica, è solo una questione di tranquillità e serenità. Prima avevo un lg g5se, scarico ogni sera alle 23.00; delle giornate stress mi piantava allo 0% alle 21.00 senza se e senza ma.
Questo significava per me sapere che, se dalle 21.00 mi succedeva qualcosa o avevo un imprevisto, mi trovavo senza telefono.
Soluzione facile: mi sono portato dietro una powerbank e un cavo per due anni
Ora ho un telefono con batteria da 5000 e non mi ricordo neanche dove sta il powerbank.
Certo che lo posso mettere in carica la sera, il problema non è quello. Il problema è che i telefoni devono essere progettato per durare almeno un giorno e mezzo, lo carichi ogni sera e durante il giorno stai sereno e tranello che se ti succede qualcosa hai il telefono funzionante. Tutto qui.
Poi trovi questo che un top di gamma di Samsung costi così tanto e non garantisca neanche la tranquillità di cui ho parlato.

Snapdragon

Cercate sul tubo "Galaxy S20 Ultra - What Samsung didn’t tell you." di Mrwhosetheboss e vedrete che bello il nostro exynos... SCAFFALE EUROPEO LOL

mauro

Io mi domando se sia fatica metterlo in carica alla sera quando si va a letto... o tutte le notti "dormite" in letti diversi? Fosse poi fatica a collegare il cavetto ormai sono tutti wireless...

theMANoftheFate_

Retro ironico!

Riccardo33

Infatti mi stavo limitando all'aspetto estetico perché ahimè conosciamo tutti gli errori della buon vecchia Nokia.
Certo che con tutta quella mattonella sporgente potrebbero anche togliere una fotocamera e mettere un bel flash xeno..

Pietro

Note 10 + ancora il meglio , design più pulito e già questo me lo fa preferire.

marco

Ancora non capisco perchè non facciano tutti i bordi uguali. Di 4 lati solo quelli laterali sono uguali, è terribile. Il cambio tra le fotocamere nei video è terribile.
Mi sembrano una serie di "innovazioni" tutte buttate li a caso senza cura, come ha detto Gabriele partendo dall'estetica.

Tiwi

sono d'accordo, ma con spen e un hw un po migliorato, preferisco la serie note

Depas

Retro iconico?
Ma anche no.

moichain

che tristezza sto colore grigio topo! meglio il note 10 plus il retro è bellissimo con quel effetto specchio!

Pinzatrice

Dietro è oggettivamente inguardabile, cura per i dettagli zero. Per il resto è il solito terminale 5G, ultra acerbo, con il plus di un comparto fotografico molto buono, ma penalizzato dal software.

Diciamo che Samsung non ha fatto esattamente centro a sto giro...

Snelfo

No no ho detto che con il mio uso normale faccio due giorni pieni (nel senso che mediamente il secondo giorno lo metto sotto carica alle 24.00 con un buon 20%)
Nei giorni tranquilli lo metto sotto carica alle 13.00 del terzo giorno (in pratica nel week end non lo ricarico)
Nei giorni stressanti lo metto in carica il pomeriggio del secondo giorno verso le 18.00.
Comunque sempre con 7 ore di display
Le lunghe telefonate incidono parecchio

Questa cosa mi consente di uscire di casa sempre senza power bank
(al limite me lo porto solo il terzo giorno)
Inoltre così la vita della batteria sarà più lunga

LastSnake

Credimi, non sono l’unico a cui hai dato questa impressione. Però mi fa piacere che almeno ti dispiace darla (sempre se sei sincero nel dirlo)
Può essere un buon punto di partenza, lo dico per te ovviamente.
Saluti :)

LastSnake

È un mezzo piuttosto subdolo perché dici che non sei d’accordo ma non si sa il perché, puoi farlo con altri tipi di commenti non certo con quelli che ti ho fatto io. Next time se non sei d’accordo mi rispondi e ne parliamo, molto semplice ;)

Andrea Lupetti

Ho provato con mano sia questo S20 ultra sia il Flip che il Fold allo stand samsung qui in Germania da mediamarkt e non mi ha convinto nessuno dei 3.
S20 ultra enorme sembra un mattone e le fotocamere dietro ( che non giudico al livello tecnico perché non ho le competenze) sono oscene, enormi in video non rende l'idea di quanto siano grandi, mille volte meglio iphone o pixel o S 20 normale.
I pieghevoli fighi per l'idea per carità però in mano danno un senso di fragilità incredibile senza considerare che passando il dito sullo schermo si sente notevolmente la piega, non ne capisco il senso..

ing_

A Napoli quel colore (davvero orrendo) lo indichiamo come 'grigio zoxxola'...ahahah

sebbanfs

Lui l'ha comprato con amazon. In ogni caso con scatola e ricevuta potresti provare direttamente al centro ufficiale huawei

Sai come posso fare per spedirlo in garanzia? Posso rivolgermi direttamente a Huawei o devo passare del venditore?

max wellness

Ma le prove della batteria continuate a farle sempre in dual sim? X sapere.. sicuramente con il mio utilizzo ed una sim dovrei arrivare al giorno dopo.. anche a 120 hz..

Unknown
eL_JaiK
Mister chuck revenge

Mah...penso che parlarne di qualcosa non significhi ostentare, peraltro personalmente mi conoscono molta gente qui, da mezza redazione a molti utenti, ovviamente mi dà molto dispiacere dare questa impressione, seppur non voluto...

Unknown

Ahahahahha ormai è palese come questo tizio sia capace di tutto, anche mettersi in ridicolo in un modo del genere

Mister chuck revenge

Mah..il dislike come ho detto è un mezzo veloce per non essere d'accordo col commento, prenderla sul personale per queste sciocchezze è assurdo.

Lupo1

Android one anche no

MarioR.

Dubito fortemente che con lo Zenfone 6 fai 2.5 giorni di autonomia con un uso stress...

MarioR.

Lo schermo dei pieghevoli fa schifo...

MarioR.

Non esageriamo...

LastSnake

Se lo facessi con un senso potrei anche capirlo, ma qual è il senso di mettere un dislike a: “eh sarebbe un mi10 :)” tu sai di cosa parlo.

Se non sei d’accordo argomenta, semplicemente... invece di fare il subdolo ;)

LastSnake
LastSnake

Diciamo che è intuito. Da ciò che scrivi si vede che palesemente non provi molti dei terminali che dici di provare e soprattutto alla fine porti sempre l’acqua al tuo mulino (Samsung) inoltre questo ostentare una presunta ricchezza e il tuo essere amministratore delegato di multinazionali varie ed eventuali che fa capire come il tuo sia un personaggio palesemente costruito, oltre che piuttosto saccente e antipatico. Una persona realmente di questo tipo non avrebbe bisogno di ostentare proprio nulla. Mi dispiace caro, tante volte ho percepito falsità da parte tua ma per “amicizia” virtuale ti ho sempre trattato benissimo, poi ho notato che lasciavi dislike qua e là ed allora mi hai scocciato, te la sei cercata. (Per quel che vale commentare su un blog in maniera anonima, stica)

eL_JaiK

Anche perchè boh, ho visto usare l'altro (uno dei 2 citati) account per fare domande banali ma magari necessarie, cosi non si "rovina la reputazione" da expert! haha se fosse vero, rido!

sebbanfs

Guarda, ti parlo da vecchio possessore di mate 20 pro: l'autonomia era eccezionale. Lo usavo veramente tantissimo (AOD, wifi, bt ecc. Tutto attivo) e arrivavo tranquillamente dalle 7 alle 23 con ancora 40 - 35% di batteria. Un mio amico ha avuto lo stesso problema e l'ha cambiato in garanzia, quindi ti posso consigliare di fare lo stesso. Perché ti assicuro che le recensioni sono veritiere per quanto riguarda la durata della batteria.

Ps. Da mate 20 pro volevo provare il più compatto galaxy s10 e dopo un mese l'ho rivenduto e comprato un huawei p30. Motivo: batteria penosa, consumo standby ridicolo. Ora sono le 13.07 e per l'uso blando di oggi sto ancora al 84%

Recensione Xiaomi Mi 10 Pro 5G, audio super e video 8K ma il prezzo sale

#HDonAir faccia a faccia con Samsung: le nostre e le vostre domande

Migliori smartphone fino a 200 euro: ecco i top 5 da comprare | Marzo 2020

Recensione Samsung Galaxy S20+: quel che serviva, senza strafare