Recensione Huawei P40 Lite: prezzo basso e qualità per dimenticare Google

12 Marzo 2020 729

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Affrontiamo la recensione di Huawei P40 Lite con un ricordo nostalgico: giusto un paio di anni fa facemmo una corsa in auto tra un paio di centri commerciali perché a sorpresa era uscito il P20 Lite. Scattò quindi la smania di pubblicare le prime impressioni che avremmo dedicato solo ad alcuni top di gamma di richiamo assicurato, ma che non potevamo esimerci dal mettere in atto per la serie "pop" per eccellenza, quella dei P Lite di Huawei.

Sembra incredibile che in così poco tempo siano cambiate molte cose per Huawei, tanto che ci troviamo a discutere più della presenza o meno dei servizi di Google, che del rapporto qualità prezzo di Huawei P40 Lite. In realtà, nonostante tutto, i connotati popolari di questo smartphone sono quelli di sempre: qualità/prezzo da far ingolosire, design "piacione" e una presenza massiccia nei negozi con promozioni per tutti i gusti. E allora non commettiamo l'errore di focalizzarci più del dovuto sul fattore software, P40 Lite ha tanto da dire e potrebbe convincere una platea ben più ampia di quello che potremmo aspettarci.

Per una volta vi diciamo subito il prezzo, perché è fondamentale conoscerlo per comprendere cosa vi diremo nel seguito di questa recensione: 299 Euro, con però in regalo le Huawei Freebuds 3 (costano 135 Euro al momento). Totale netto di poco superiore ai 160 Euro.

COSTRUITO PER PIACERE

Huawei P40 Lite ha un design che può piacere a tutti, non è eccessivamente grande, nè troppo piccolo, i materiali badano al sodo ma risulta comunque curato, le colorazioni sono moderne e accattivanti. La cover posteriore è in vetro, mentre il bordo è in plastica, ma con una doppia finitura che mette in risalto la cornice.

Bello anche sulla parte frontale, dove fa capolino un piccolo foro in alto a sinistra, che non disturba e lascia spazio ad un display ben ottimizzato a livello di cornici. Solo in basso è un filo più larga, ma nel complesso l'aspetto non è certo quello di un prodotto economico.

76.3 x 159.2 x 8.7 mm
6.4 pollici - 2310x1080 px
72.7 x 152.9 x 7.4 mm
6.15 pollici - 2312x1080 px
74.5 x 156.8 x 8.67 mm
6.39 pollici - 2340x1080 px

Una nota di merito va dedicata al lettore di impronte digitali, posizionato sul bordo destro e incredibilmente veloce e preciso, non sbaglia mai un colpo ed è annegato nel tasto di accensione per evitare un sovraffollamento di bottoni. Positiva anche la presenza della porta jack audio da 3,5 mm, che trova posto di fianco alla porta di ricarica e scambio dati di tipo C.

Gli elementi costruttivi importanti sono stati curati con attenzione da Huawei, il risultato è uno smartphone che in mano trasmette solidità (pesa 183 grammi), appare ben rifinito e moderno, con un ottimo display LCD FullHD decisamente luminoso e ben calibrato. A proposito di display la diagonale è da 6,4 pollici e risulta in una densità di 398 ppi, i colori sono naturali ma vengono sovrasaturati in presenza di forte luce ambientale, sono ottimi gli angoli di visuale e l'escursione tra luminosità massima e minima. L'assenza dell' OLED potrebbe non piacere a tutti, ma quando c'è qualità il tipo di tecnologia passa in secondo piano.

SCHEDA TECNICA DA FASCIA SUPERIORE

Huawei ha sorpreso non poco con le caratteristiche tecniche di questo smartphone, ce ne eravamo già accorti con la recensione del P30 Lite New Edition che qualcosa era cambiato nella strategia per la fascia medio-bassa. Si è infatti passati da una dotazione adeguata alla necessità di base, ad una lista optional ben più completa, che non sfigurerebbe su un listino attorno ai 400 Euro.

Anche Huawei P40 Lite segue il trend presentandosi con un cartellino degno di nota, dati alla mano non manca nulla, a partire dall'ottimo processore Kirin 810, paragonabile stando ai benchmark allo Snapdragon 730 di Qualcomm, tanta memoria e tutta la connettività utile per rimanere coperti nell'uso di tutti i giorni.

SCHEDA TECNICA HUAWEI P40 LITE

  • Display:
    • 6,4" Full HD+
    • LCD IPS
    • 2310x1080 pixel (398ppi)
  • Processore: Kirin 810 Octa-core (dual 2,27GHz + esa 1,88GHz), 7 nanometri
  • Memoria:
    • 6GB di RAM
    • 128GB di memoria di archiviazione espandibile con NM card
  • Fotocamera:
    • Quadrupla posteriore
      • Standard: 48MP PDAF, f/1.8, EIS
      • Ultra grandangolare: 8MP, f/2.4, angolo di visione di 120 gradi
      • Macro: 2MP, f/2.4 fuoco fisso 4 cm
      • Profondità 2MP F/2.4
    • Anteriore: 16MP, f/2.0
  • Scheda SIM: Dual SIM ibrida, secondo slot per NM Card oppure Nano SIM
  • Batteria: 4.200 mAh, supporto ricarica rapida a 40W
  • Sensori: Accelerometro, giroscopio, prossimità, bussola, ANT+
  • Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, Wi-Fi Direct, hotspot, Bluetooth 5.0, NFC
  • Dimensioni e peso:
    • 159.2 x 76.3 x 8.7 mm
    • 183 grammi
  • Colorazioni: Crush Green, Midnight Black e Sakura Pink
  • Sistema operativo: Android 10 con HMS
  • Altro:
    • Sensore di impronte laterale
    • Jack audio da 3,5 mm
    • USB Type-C 2.0
Più notizie
QUANDO NON AVERE GOOGLE È UN VANTAGGIO

Ci siamo accorti immediatamente che Huawei P40 Lite era più reattivo delle aspettative, sicuramente in parte grazie alla dotazione hardware, ma probabilmente è anche l'assenza dei servizi di Google e delle app preinstallate che rende il software più snello e facile da gestire.

Nel girare all'interno del sistema tutto si muove bene, le rinnovate animazioni della EMUI 10 sono fluide, le applicazioni si aprono in un istante e l'impressione è quella di uno smartphone che non va mai in difficoltà. Anche i giochi vengono digeriti senza grossi problemi, al netto chiaramente di tempi di caricamento in linea con la fascia di prezzo. Per esempio abbiamo giocato senza alcun problema a Call of Duty: Mobile, senza mai raggiungere i limiti tecnici del "motore".

Oltre alle prestazioni però c'è un altro vantaggio: l'autonomia. Il modulo batteria integrato è da 4200 mAh, non un numero da capogiro, tuttavia l'autonomia che ne risulta è ottima. Lo smartphone consuma pochissime risorse in standby, non scalda anche sotto stress e ha un comportamento di scarica piuttosto lineare. Con un utilizzo classico si riescono a coprire due giornate piene, mentre se usato poco rimane acceso anche per più giorni.

Va comunque specificato che a causa dell'assenza dei servizi di Google ci siamo trovati ad utilizzare meno il dispositivo, rispetto al solito, per alcuni task lavorativi, ad esempio per la gestione di YouTube Creator Studio. Inoltre alcune app che solitamente notificano frequentemente in push non funzionavano, consumando quindi meno energia. Tenendo conto di questa considerazione l'autonomia rimane comunque di tutto rispetto.

SOLITA AFFIDABILITÀ

Huawei P40 Lite si fa usare bene per le operazioni comuni, non abbiamo mai riscontrato un'indecisione circa il comparto telefonico, la connettività Bluetooth e WiFi, il GPS, i vari sensori.

La ricezione del segnale con entrambe le SIM è buona, inoltre l'autonomia non risente particolarmente dell'utilizzo simultaneo delle schede, convincente anche il comfort in chiamata, grazie ad una capsula auricolare potente e chiara. Meno buono invece in condizioni di vivavoce, nel quale solo lo speaker principale è attivo, con un volume massimo non particolarmente elevato.

Il GPS è preciso, così come il giroscopio e l'accelerometro, che collaborano per offrire una navigazione a piedi piuttosto efficace. Nulla da segnalare sul Bluetooth e il WiFi, in particolare sembra essere stato risolto l'annoso problema di volume basso nella trasmissione wireless con cuffiette.

La parte multimediale si avvale dell'ampio e luminoso display ed è completata dallo speaker mono inferiore, entrambi si comportano bene e restituiscono una piacevole esperienza d'uso, seppur non paragonabile per immersività agli smartphone dotati di uscita stereo.

FOTOCAMERE NELLA MEDIA

Come dire che non è certo il numero a fare la differenza, ci sono ben 4 moduli posteriori di cui 2 poco utili e due capaci di restituire risultati soddisfacenti.

Posteriormente la fotocamera principale è da ben 48MP, probabilmente la stessa di Nova 5T, permette di ottenere buone immagini, dettagliate e chiare, con forse un po' troppa nitidezza software come da tradizione della casa cinese. Con buona luce ci si riesce a togliere delle soddisfazioni, mentre quando calano le tenebre emerge chiaramente il gap con i flagship P30, dotati di una modalità notturna decisamente superiore.

La fotocamera grandangolare consente di scattare foto con punti di vista originali, non fate però troppo affidamento sulla qualità, sempre un po' zoppicante. Il discorso è sempre più o meno lo stesso, bene di giorno, malissimo di notte, con l'aggravante che in questo frangente non è possibile sfruttare la modalità notturna.

Gli altri due obiettivi fanno numero, il macro ha fuoco fisso ad una distanza di 4 cm e ha bisogno di molta luce per rendere sufficientemente bene, l'altro sensore è il classico da 2MP di profondità, adottato in massa dai produttori ma dall'utilità che rimane un mistero.

Ci sono piaciuti i selfie, spendibili sui social senza remore ma validi anche per le foto ricordo delle vacanze (sperando di poterle fare questa estate), maluccio invece i video, che arrivano al FullHD a 30 fps e con una stabilizzazione da dimenticare e colori poco naturali.

NON CI SONO I SERVIZI DI GOOGLE, E QUINDI?

Uno degli aspetti cruciali di Huawei P40 Lite è l'assenza dei servizi di Google: non troviamo tutte le app di BigG preinstallate, non troviamo i Google Play Service (GMS) sostituiti dall'alternativa fatta in casa da Huawei (HMS).

Cosa significa però per un utente medio, quello verosimilmente interessato a Huawei P40 Lite? non c'è Android? Android c'è ed è già in versione 10, arricchito dalla solita EMUI 10 con tutte le funzionalità che conosciamo, il discorso però è più complesso.

Lo scenario è duplice: da un lato saremo bloccati con l'utilizzo di alcune app e non potremo farci quasi nulla, dall'altro invece potremo utilizzare applicazioni equivalenti o scaricare quelle a cui siamo abituati da store alternativi al Google PlayStore, che inesorabilmente non è presente.

Non avere i servizi di Google in uno smartphone Android è una scocciatura che comunque si può superare, con un po' di flessibilità e astuzia. Il punto però è che a differenza di quanto si può ipotizzare per un top di gamma come Huawei Mate 30 Pro, con un medio di gamma come P40 Lite nessuno avrebbe la voglia di dedicare troppo tempo alla configurazione e alla ricerca di stratagemmi per aggirare i limiti del software. Per questo motivo ci siamo dedicati all'analisi di questo smartphone ignorando volutamente i trucchetti (che pure esistono) per rimettere le cose a posto.

Il primo approccio non è stato dei migliori, non siamo riusciti a ripristinare il backup di WhatsApp, ad installare Android Auto, Netflix ed altre applicazioni che fanno uso dei GMS, l'app del fantacalcio per esempio (disastro! ndr).

Nota: va sottolineato che abbiamo fatto la prova senza utilizzare l'applicazione Phone Clone di Huawei che riesce a portarsi dietro moltissime applicazioni da un altro prodotto anche se non tutte comunque funzioneranno. Non sempre però si ha il vecchio smartphone ancora funzionante. Inoltre il backup di Whatsapp è comunque gestibile copiando, a mano, l'intera cartella dal precedente device.

Poi, dopo lo smarrimento iniziale, ci siamo accorti che in realtà Huawei ha fatto di tutto per renderci la vita meno complicata.

Partendo dal presupposto che non è possibile scaricare le app dal PlayStore, Huawei propone App Gallery come alternativa, il funzionamento è il medesimo ma le app da poter scaricare sono ancora poche, seppur siano presenti quelle più utilizzate ( Instagram, Telegram, Facebook ecc.)

Da App Gallery, però, potrete scaricare TrovApp, che è un app (scusate) che vi permette di ricercare da più risorse ciò che volete scaricare. Vi invita ad installare APKpure (uno store alternativo da cui scaricare APK) e Amazon App Store. Non vi resta poi che cercare nell'apposito campo l'applicazione che volete scaricare e lui vi proporrà alcune possibilità, scegliendo tra l'installazione tramite APK, il download da App Gallery o Amazon App Store, o un'alternativa valida (per esempio Here We Go al posto di Google Maps).


Sta di fatto che alla fine siamo riusciti ad utilizzare normalmente o quasi lo smartphone, nessun problema con i social, i giochi, messaggistica, app di svago. Il limite emerge "solo" per le app di Google, per quelle che fanno necessariamente uso dei GMS e per alcune app che prevedono licenze (Netflix). Dovrete rinunciare a YouTube (ma esistono alternative o la versione browser), Google Maps, Google Drive, Google Chrome, Google Pay (tutti i pagamenti con NFC), alle app particolari come Creator Studio o Leghe FC, ad alcune funzioni di determinate app (ripristino backup con WhatsApp). Tutto il resto si può usare senza grattacapi.

CONCLUSIONI: È CONSIGLIABILE?

La risposta scontata è dipende: dipende dalle vostre esigenze come accade sempre. Il fatto è che sulla qualità del prodotto c'è poco da discutere, è ottimo sotto tutti i punti di vista e lo è a maggior ragione considerando il prezzo a cui viene proposto insieme alla promo con le Freebuds 3.

Un prodotto del genere, in condizioni normali, potrebbe essere un buonissimo acquisto già a prezzo di listino (299 Euro), è chiaro quindi che al netto delle cuffiette quei 165 Euro sono davvero pochi. Ma come la mettiamo con i servizi di Google?

E' evidente che ci siano dei limiti, per alcuni sono compromessi che si portano dietro troppi sacrifici e che implicano un'impegno mentale sufficiente a far desistere i più. Ad un'analisi più profonda, però, Huawei P40 Lite potrebbe essere un normalissimo e valido compagno di viaggio per moltissime persone, pensiamo agli utenti base, a coloro ai quali non interessa usare le app di Google e si limita ai social, messaggistica, foto, telefono e le operazioni classiche.

Pensateci, chi vi scrive ha in mente un bel numero di parenti e amici per i quali sarebbe un vero affare, anche se chiaramente la concorrenza c'è ed anche Huawei stessa ha ancora ottimi device 2019 a prezzi molto interessanti.

DESIGNQUALITA' COSTRUTTIVAPRESTAZIONIAUTONOMIA
FOTOCAMERE SOLO SUFFICIENTIASSENZA SERVIZI GOOGLE
7.2 Hardware
6.4 Qualità Prezzo

Huawei P40 Lite

Compara Avviso di prezzo
VIDEO

Huawei P40 Lite è disponibile su a 196 euro.
(aggiornamento del 11 aprile 2021, ore 09:49)

729

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
George

Se sapevo nn lo compravo. HUAWEI UN SCHIFO. soldi persi se qualcuno mi parla di huawei lo sputo in faccia... E tutti i scienziati detti operatori Huawei che danno consigli vergognatevi Dell prodotto che vendete e la compagnia che vi paga....? Nn siete in grado di dare consigli concrete e in sicurezza.... Il conto bancario sull web che ve lo metti voi se avete coraggio... Vergognatevi

Fabio Callioni

redmi note 8 pro l'ho preso io 3 settimane fa , va che e' una bestia

Fabrizio

Da possessore posso dire che nel frattempo Huawei ha corretto il bug delle notifiche push con il miglioramento degli HMS. Mi arrivano tutte le notifiche di WhatsApp, Telegram, Messenger, mail, senza perderne una. Tutto perfetto. Rispetto a marzo ci sono molte più app di uso comune da noi italiani, comprese molte App bancarie e di quasi tutti gli operatori telefonici. Mentre per altre, che esistono in forma quick app, viene specificato che sarà disponibile la App completa.

Fabrizio

Ciao, scusami vorrei chiederti qual è questa App alternativa a YouTube che non ha pubblicità. Io uso MegaTube e purtroppo la pubblicità c'è, ma per il resto è uguale a YouTube

Kozmo

Ma scaricando ad esempio Gmail e YouTube si possono installare comunque via apkpure? Se sì, si ricevono led notifiche da esse?

Stefano Maglio

Ciao Simone, in realtà l'home banking è già disponibile versione app per alcune banche, quindi l'informazione che dai è fuorviante. Inoltre le principali banche che coprono la grande maggioranza degli utenti saranno disponibili a breve

Stefano Maglio

Assolutamente si Simone, l'app si chiama Email ed é già preinstallata sullo smartphone, da qui ti chiederà di scegliere uno o più account da registrare. In questo caso scegli Gmail e inserisci i dati di login e la verifica. Tutto qui, è una procedura standard. Il bello è che puoi aggiungere più di un account, metti caso che hai yahoo puoi registrare anche Yahoo. Così riceverai sia le email Gmail che quelle Yahoo, tutto da un'unica applicazione :)

Stefano Maglio

Ciao Stefano é la classica navigazione da browser come fai con il computer ma in questo caso dal smartphone...

stefano202

Scusa mi potresti spiegare in breve cosa devo fare per Gmail.. Tu hai parlato di un server che ti permette di registrare la tua Gmail.. Come si fa? Scusa la mia ignoranza.. Ciao e grazie

stefano202

Scusa il disturbo.. Ma colpa la mia ignoranza in materia ti chiedo cosa si intende vedere un app via web.. Cioè che procedimento bisogna fare.. Scusa per il disturbo e grazie.. Ciao

simone

Ma quando compri in un Mediaworld ti avvisano di questo??

Steven Randazzo
provolinoo

ma infatti, sono pazzi secondo me, cioè io devo spendere quanto spendo con gli altri produttori e in più devo anche sbattermi a scaricare app modificate, accedere via web, non avere app ufficiali di google... ahahahahah è una follia

Stefano Maglio

Ciao Simone, in realtà il Psmart Pro non è un modello precedente ma appena uscito. In realtà le app bancarie principali arriveranno a breve e per un breve momento si può utilizzare la versione web, alcune funzionano con il trasferimento dati via phone clone, procedura semplicissima che rientra nei servizi mobili Huawei. Youtube esiste un'applicazione che fa le stesse cose, ossia accede alla libreria youtube ma fa molto meglio, perchè non hai pubblicità nè ti si blocca quando esci dall'applicazione. Gmail idem c'è un server che ti permette di registrare la tua Gmail e così via. Ti consiglio di passare del tempo e fare delle ricerche nella Huawei Community, li avresti già trovato queste risposte ;)

simone

Mah insomma... dici alla gente di comprare certo modelli precedenti perché hanno i servizi Google... eh be..ma io mi chiedo quelli nuovi senza non dovrebbero avere un prezzo fortemente ribassato? Chi li compra se non hai YouTube Gmail e qualsiasi altra cosa? Se non hai il play store non scariche neanche l home banking...

simone

Leggendo nei commenti vedo che non c’è la posssibilita di scaricare le app da play store? Ma è definitivo? Ma una cosa del genere dovrebbe portare al collasso Huawei anche in termini di prezzo? Come fanno a vendere a prezzi pieni se poi sono utilizzabili in modo zoppo???

Certo che se fa le foto con Grazia va bene.

Esporta la rubrica e dopo il file te lo fai aprire con la rubrica del telefono.

Deluso?... no, solo addormentato!

Steven Randazzo
Frazzngarth

ah beh sul frontale siamo d'accordo, però tieni presente che più sale il numero più il vetro resiste agli urti ma meno resiste ai graffi (di solito)

Steven Randazzo
Frazzngarth

beh per me è meglio la plastica del vetro, era solo per precisare lol

Steven Randazzo
Frazzngarth

comunque guardate che la back cover è in plastica, non in vetro.

Norman Arrius

Guarda, fai cosi: cerca "Huawei Comunity" e iscriviti. Li ci sono un sacco di spiegazioni utili e tante altre cose, come per esempio portare le chat di WhatsApp ecc. La seguo pure io!

Norman Arrius

Per ora si usano dal web, anche la rubrica va importata e installata o nella memoria dello smartphone o nell'account Huawei.

Norman Arrius

Beh si dai, ha portato e sta portando innovazione, solo perché non ha avuto la possibilità di avere i servizi di Google non vuol dire che non lo sia! E poi no, ha una grande storia dietro per chiudere battenti.

Steven Randazzo

Lasciate perdere Huawei tanto farà la stessa fine di BlackBerry è Lumia,

Steven Randazzo
marbel

E anche non riesco ad aprire la rubrica da account Google

marbel

Quelle delle banche italiane.....

Norman Arrius

Ciao! Quale app cerchi?

Norman Arrius

Ciao, Trovapp è un motore di ricerca per dirti dove puoi scaricarle. Niente di più!

Norman Arrius

Ciao, ti faccio una domanda: quando devi andare a comprare un paio di scarpe, tu vai sempre nello stesso negozio da anni o le compri dove ti viene più vicino, dove convengono, o dove le hai viste di sfuggita in una vetrina ecc. Da dove le compri non importa, l'importante sono quelle scarpe che volevi. APKPure e Amazon appstore sono altri "negozi" sicuri come Play Store dove trovi le stesse app. È solo che ci siamo abituati a questa modalità! Nel mondo della tecnologia una cosa del genere non si è mai sentita! L' innovazione è cambiamento!

marbel

ho provato come dici tu.....ma non ho trocato l'app da scaricare

marbel

Dopo due huawei p8lite e p 20 lite ho comprato il p40 lite ma non riesco a scaricare la rubrica telefonica con l'account google ,e neanche l'applicazione della mia banca da Appy Gallery........deluso

Steven Randazzo
Steven Randazzo
Steven Randazzo

Play store cerca qualsiasi app è non devi stare a girare a destra e sinistra,poi se proprio vuoi qualche mod apk vai su crome è scarichi quello che vuoi.huawei avrà vita breve ps già ho avuto modo di provare per un mese il p40 lite è solamente con le applicazioni di facebook Messanger è WhatsApp non ci faccio nulla

Steven Randazzo

Io ero tentato di prendere il p40 lite ma sinceramente senza servizi Google no grazie,niente opterò per il mi 9 lite mille volte meglio

Luca De Bono

Ciao! Partiamo da app come Postepay ho provato per curiosità a usarla via web no comment App bancarie idem Google foto ecc credo che al momento per l'uso che ne faccio io il p40 sia ancora un pelo acerbo. Ma ripeto mio pensiero ovviamente basato su quello che mi serve a me nel quotidiano. Probabilmente tra 6_8 mesi potrà avere la meglio sui più blasonati equipaggiati con le App google.

Norman Arrius

Noo ti prego, guarda niente che a vedere come prestazioni, autonimia e fotografia. Ma alla fine tu come lo usi lo smartphone? Cioè quali sono le parti che ti interessano? Io per esempio adoro il fatto che questa autonimia sia infinita, e poi un gran bel processore, mai impuntamenti. PS: quali sono le App che non trovi???

Norman Arrius

Ciao!! Perché tu ti stai trovando male con il P40 lite? Io sinceramente non ci sto più facendo caso a certe cose.

stefano202

Grazie mille per la disponibilità

provolinoo

guarda dispiace anche a me perchè huawei la consideravo una marca ottima, ma ora come ora non è consigliabile a nessuno, poi magari tra un anno rimuoveranno il ban e tornerà tutto a posto, sarò la persona più felice del mondo, ma per adesso... non è cosa

Luca De Bono

Concordo a pieno con te.

Luca De Bono

Si guarda alla fine mi sono spostato su xiaomi note 8 pro.
Certo non mi sento di sconsigliare awauwei io con il p10 mi sono sempre trovato bene unico difetto la fotocamera che non prendeva la messa a fuoco.
Ma sinceramente guardando dia in App APKpure che in gallery app non ho trovato quelle che mi servono. E sinceramente mi dispiace perché ritengo il marchio superiore ad altri più blasonati s10 ecc....

provolinoo

si compra un cellulare non Huawei... :D

provolinoo

il problema è che la recensione la fanno ORA e quindi si parla della situazione che c'è ORA e ORA un cellulare senza Play Store è un suicidio, soprattutto se lo devo pagare come uno che invece il Play Store ce l'ha... mi dai un telefono con delle mancanze? lo posso accettare, ma me lo vendi a metà della concorrenza, altrimenti non ho nessun incentivo a comprarlo

poi se fra due anni la situazione sarà diversa e lo store Huawei sarà completo e funzionale allora potranno permettersi di mettere in vendita un prodotto ai prezzi degli altri, ma ora visto che sei carente sul lato software devi puntare su un prezzo aggressivo, altrimenti non ha senso

Recensione Nubia Red Magic 6: la scheda tecnica non basta

Samsung Galaxy A52 4G vs Realme 8 Pro vs Redmi Note 10 Pro: confronto a 360°

24h con Lenovo Legion Phone Duel 2: gaming (e design) estremo

Recensione Motorola Moto G10 e Moto G30: grande autonomia e software per tutti