Recensione Oppo A9 2020: bene hardware e batteria, pecca risoluzione schermo

04 Dicembre 2019 120

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Oppo A9 2020 è stato annunciato a inizio settembre ma qualche settimana fa abbiamo avuto la possibilità di metterlo alla prova in un live batteria. Il nostro test ci ha mostrato quali sono i punti di forza di tale smartphone e di come sia in grado di fornire un’ottima autonomia senza rinunciare alle performance offerte dalla piattaforma hardware. A9 2020 è completo anche sul fronte delle connettività e fotocamere, ma ora vediamo come si è comportato nella nostra prova completa.

SNAPDRAGON 665 E 128GB

Non amo iniziare la recensione di uno smartphone partendo dalle sue specifiche tecniche, ma le componenti di questo Oppo A9 2020 sono di alto livello se messe in relazione al prezzo. Sotto la scocca vi è un ottimo SoC di produzione Qualcomm, lo Snapdragon 665. Questa soluzione hardware stiamo iniziando a vederla in numerosi smartphone di fascia media, ma su questo dispositivo il tutto è accompagnato da 4 GB di memoria RAM e 128 GB di storage interno. Nonostante lo spazio di archiviazione si davvero tanto, rimane comunque la possibilità di espandere il tutto tramite una semplice Micro-SD. Ho inoltre apprezzato il fatto che anche con la memoria di espansione installata si possa usare contemporaneamente anche due sim card, questo grazie a un carrellino laterale molto lungo con 3 spazi.

Ad ogni modo l’A9 2020 risulta uno smartphone discretamente veloce. Ovviamente non ci si deve aspettare la reattività di un top di gamma, ma lui riesce comunque a completare tutti i task senza mostrare difficoltà, lag o caricamenti eccessivamente lunghi di applicazioni e dati. Questa esperienza è comune sia nell’uso di tutti i giorni, con app social, messaggistica e multimedia, sia durante le sessioni di gaming. Grazie alla GPU integrata Adreno 610 ho potuto giocare anche ai titoli più recenti, come Asphalt 9 e COD Mobile senza alcuna difficoltà.

SPECIFICHE TECNICHE

  • Display da 6,5" con risoluzione HD+ (1600x720 pixel) e notch a forma di goccia
  • SoC Qualcomm Snapdragon 665 con Game Boost 2.0
  • GPU Adreno 610
  • 4GB di memoria RAM LPDDR4x
  • 128GB di storage interno
  • Quadrupla fotocamera posteriore da 48MP(f/1.8)+8MP(f/2.25)+2MP(f/2.4)+2MP(f/2.4)
  • Singola fotocamera anteriore da 16MP(f/2.0)
  • Connettività:  Nano-SIM / Nano-USIM, Bluetooth 5.0, A-GPS, Beidou, Glonass, GALILEO, OTG
  • Batteria da 5000 mAh con supporto al Reverse Charging
  • Dual Stereo Speaker Dolby Atmos
  • Sistema operativo Android Pie 9 con personalizzazione software ColorOS 6.0.1
  • Dimensioni: 163,6 x 75,6 x 9,1mm
  • Peso: 195g
BATTERIA OTTIMA

Il punto più forte di questo Oppo è la batteria, non perché sia la più grande mai inserita in uno smartphone, ma perché grazie alle ottimizzazioni hardware e software si è riusciti ad ottenere una incredibile autonomia. Nel nostro live batteria lo abbiamo stressato con numerose sessioni di gaming, tante ore di 4G e viaggi in treno con cambi di celle telefoniche. Nonostante questo uso intenso siamo riusciti ad arrivare alle ore 23 con ancora un 40% di carica residua e oltre 7 ore di schermo attivo. Durante gli altri giorni, con un utilizzo più “normale” ho chiuso i due giorni, superato la notte in standby e iniziato il terzo. Questo è uno dei migliori dispositivi mobile sul fronte dell’autonomia (tra i telefoni tradizionali, senza considerare quei dispositivi Frankenstein frutti di una fusione tra uno smartphone un powerbank). Molto comoda la funzione di ricarica inversa tramite cavo verso un altro smartphone.

4 FOTOCAMERE

Nel retro c’è un sistema di fotocamere con 4 sensori. La principale sfrutta una lente standard e un sensore da 48 MP, la secondaria è una 8 MP con lente ultra-wide, mentre la terza e la quarta sfruttano un sensore da 2 MP e sono utilizzate per rilevare la profondità di campo e fornire un maggior contrasto. Gli scatti sono difatti caratterizzati da un contrasto molto elevato e un HDR incisivo. Le foto sono molto dettagliate grazie una risoluzione molto elevata del sensore principale. 

Ho apprezzato inoltre la continuità dei colori tra le foto della camera standard e wide. Infine frontalmente c’è una singola camera 16 MP, capace di scattare discrete foto anche se ovviamente qui i colori risultano maggiormente impastati rispetto a quelli prodotti dalle posteriori.

I video si possono filmare fino in 4k a 30 frame per secondo ma la stabilizzazione è disponibile solo in 1080 Full HD.

SOFTWARE DA RIMODERNARE

Abbiamo apprezzato l’ottima autonomia frutto delle varie ottimizzazioni, in primis, quelle software. Il sistema operativo Color OS 6 è difatti molto completo, ma allo stesso tempo riesce ad essere discretamente leggero e a gravare poco sui consumi. Ovviamente si tratta di una personalizzazione del sistema Android che in questo smartphone è purtroppo basata ancora sulla versione Pie 9.0.

L’intero software deve però essere rimodernato. È ancora troppo legato a un gusto orientale che difficilmente soddisfa quello del nostro mercato italiano. Le animazioni sono ancora troppo cartunesche, un design troppo colorato e poco elegante. Speriamo che l’arrivo della nuova Color OS 7.0 migliori la situazione durante i prossimi mesi.

DESIGN, COSTRUZIONE E... peccato per il Display

Ho lasciato questi due punti verso la fine perché sono due aspetti meno interessanti. La costruzione è difatti abbastanza classica, con frame e scocca posteriore in policarbonato. È molto solido e robusto, difatti l’ho utilizzato per oltre 20 giorni senza case di protezione e non si è fatto alcun graffio. Si tratta comunque di uno smartphone abbastanza grande, perché frontalmente il display è un IPS da 6.5 pollici. Il pannello utilizzato è uno dei punti più deboli perché la risoluzione è di solo 1600 x 720 pixel. Non è sicuramente uno schermo incredibilmente definito però la luminosità massima è davvero elevata e consente di utilizzarlo anche in esterna senza alcun problema.

Il sistema di sblocco è invece affidato all’unico sensore per il riconoscimento d’impronte posteriore. È un classico sensore capacitivo, veloce e preciso nell’identificare la nostra identità. È possibile inoltre sbloccare il device con il viso, tramite un riconoscimento 2D della camera anteriore. Questo è meno sicuro però e molto veloce.

AUDIO E CONNETTIVITÀ

Sul fronte connettività è pressoché perfetto per essere uno smartphone di fascia media. Il wifi è dual band con supporto alle reti 5GHz, il bluetooth è 5.0 e vi è l’NFC per effettuare i pagamenti contactless tramite Google Pay. Ho inoltre testato il dispositivo con due sim card contemporaneamente e non ho riscontrato nessun problema di segnale o difficoltà nella connessione tramite rete dati.

Ottima invece la dotazione di porte con una type c sul fondo per la ricarica e il trasferimento di dati verso pc e altri smartphone, ma la cosa più interessante è che continua a essere presente il jack audio 3.5 per collegare le cuffie, soluzione sempre più rata ma che sta tornando di moda in questi ultimi mesi. L’audio è stereo tramite una speaker sul fondo e uno integrato nella capsula auricolare. Il volume al massimo è abbastanza alto e non distorce.

PREZZI E CONCLUSIONI

Oppo A9 2020 è l'ennesimo smartphone concreto che riesce però ad elevarsi dalla massa grazie a un'ottima durata della batteria e a delle specifiche tecniche interessanti. Il prezzo di listino forse è leggermente più alto di quanto ci si aspetti ed è fissato a 249 euro. Online si riesce già a trovare qualche offerta e diventerà un ottima alternativa nei prossimi mesi quando il prezzo calerà.

PRO E CONTRO

Buone componentiOttima durata batteriaJack Audio e speaker stereoEspansione Micro-SD
Schermo solo 720Prezzo listino alto

Voto: 7,6

7.5 Hardware
7 Qualità Prezzo

Oppo A9 2020

Compara Avviso di prezzo
ALTERNATIVE
75.6 x 163.6 x 9.1 mm
6.5 pollici - 1600x720 px
75.3 x 158.3 x 8.35 mm
6.3 pollici - 2340x1080 px
76.4 x 161.3 x 8.8 mm
6.53 pollici - 2340x1080 px
72.7 x 152.9 x 7.4 mm
6.15 pollici - 2312x1080 px
VIDEO

Oppo A9 2020 è disponibile su a 235 euro.
(aggiornamento del 09 dicembre 2019, ore 22:50)

120

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
FedeChicca

8 ore di schermo con 5000 di batteria non sono niente di che... Almeno con il G7 Power uno si porta in giro la mattonella per un motivo (12-14 ore di schermo).

ZeroSen

a quei tempi la dimensione media era 4,5", e a quella risoluzione tra hd e fullhd non c'è tanta differenza
ma su un 6.5" (seppur 19:9 o il catso che è) amoled

Giovanni De Fidelibus

Per chi cerca un battery phone preso Realme 5 , con batteria da 5000 mha, Snapdragon 665, quad-cam incluso grandangolo e macro, 4 gb di ram , 128 gb di rom , a 144 euro su store Ebay Realme, prezzaccio!!!!!!

Zeronegativo

Sicuramente, per questo non vende nulla.

Ciro

Certo con matrice pentile e situazuone più disastrosa quindi

Michael Polisini

E mancanza di NFC

Michael Polisini

Secondo voi ha un'autonomia migliore questo Oppo oppure il Redmi Note 8 Pro?

Radon-zr

Infatti l'ho scritto, rimba

Piuttosto hai capito il concetto? visto il soggetto, ho seri dubbi....

Bye

giorgio085

a parità di densità si vedono molto di più su un amoled pentile che su un lcd rgb, non sono io a dirtelo ma la realtà dei fatti: 3 subpixel fanno più densità di 2 subpixel. Nei 2 casi specifici, anche se la diagonale dell'a9 2020 è di oltre mezzo pollice superiore, i pixel si vedono meno di Mi A3.

giorgio085

da dove evinci tale conclusione?

Andredory

Grazie al Ca che Mi A3 è inferiore, ha un HD con matrice Pentile quindi la risoluzione visibile è ancora più bassa dell'HD.

Radon-zr

Ripeto, dipende ANCHE dalla qualità del pannello.
Moto One, che ho avuto, ha un buonissimo display.
Mi a3, che attualmente sta usando la mia ragazza, ha un pannello oled con matrice pentile e personalmente lo reputo SCARSO, di sicuro piu scadente del Moto One, ergo su uno si mota la bassa risoluzione, mentre sull'altro assolutamente NO .

Account molto temporaneo

Oppio

Tiwi

ma anche no

Aristarco

anche a te, grazie

Yafusata

Ahahahah

Yafusata

A Natale puoi.

Yafusata

Ah ora ho capito che intendevi.

Zeronegativo

natale?

Madfranck

APPUNTO : non puo'. Non che non vuole.

Madfranck

immagino che sia quella nella quale si affermA che dalla prossima volta comanda l'opposizione .D

Yafusata

Guarda che manco l'altro puo' averli col 33% dei voti.
Informati...

Yafusata

Gia'.
Per fortuna che ora stanno per rifare un'ALTRA nuova legge elettorale :D

Hiroshi Shiba

Quindi suppongo che siano passati i tempi in cui l'utente medio diceva che fra display HD e fullHD o 4K su smartphone non si vedeva la differenza :P

Madfranck

infatti sono circa 20 anni che non vado piu'. Tanto, come la giri e la volti fanno sempre i comodi loro. Voti bianco, va al potere bianco, che si allea con nero che poi prende il sopravvento. E tutto questo nel giro di 6 mesi. A che e' servito votare bianco e farlo vincere???

Madfranck

non li vuole o non puo' averli? informati...

Aristarco

buon?

Zeronegativo

in tutti e due i dispositivi il display è un "contro", ma almeno quello del mia3 è un buon amoled.

Aristarco

il display non lo metterei tra i pro

Yafusata

Appunto. Allora che andiamo a votare a fa.

Yafusata

E' una bella gara!
Di Maio sara' anche un po' tardo ma almeno non vuole "pieni poteri" :D

Yafusata

Dipende che risoluzione utilizzi di solito.

Mauro Morichetta

La batteria dura tanto ma non come quella del Pixel 4, costa poco e non mi sento preso in giro che lo compro a fare,,,(sarcasmo tranne che per la batteria)

Giardiniere Willy

Quello è un errore da penna blu che comporta l'insufficienza

Dark!tetto

Inoltre la penetrazione di mercato di Xiaomi + ben diversa da quella di Oppo

Dark!tetto

In Europa Wiko è uno dei brand più venduti, costano poco appunto e sono presenti ovunque. Oppo non viene manco preso in cosniderazione se non viene proposta

Madfranck

per me e' il contrario, vedi un po' tu.Qui a torino i wiko se li filano solo quelli che non hanno proprio possibilita' economiche e si accontentano di questa marca scrausa.

Zeronegativo

MiA3:
più compatto
android one
meno costoso
display amoled
no ma ben fatto oppo.

Madfranck

non lo metto in dubbio. ma non conoscendolo io faccio un ragionamento in generale. e conosco parecchi settantenni che usano i flip phone. ed hanno problemi pure con quelli, visto che non sanno usare nemmeno la rubrica e tengono a mente tutti i numeri di telefono.

Dark!tetto

Io tra le alternative avrei inserito il Mi A3 da 128, con display migliore e Android one rinunciando a un pò di diagonale e batteria e sul prezzo IMHO.

Madfranck

anche questo e' vero. Ma alla fine si sceglie sempre (se possibile) il meno peggio. Di politici bravi non ne esistono.

Piersabato Della Valle

E' come scegliere se morire arsi vivi o soffocati in mare aperto.

Madfranck

Non hai capito il senso del discorso. Qui tutti fate gli scenziati, ma poi non sapete distinguere un full hd da un 4k...

BLOW

Che cambia

Madfranck

certo, sempre meglio di Di maio, sicuramente.

Rodrigo Oliveira

Si riferisce alla risoluzione in sè credo, forse come me anche a lui non vada bene l HD a 200€ ma la maggior parte della gente qua critica la risoluzione non il prezzo, io col mate 20 Pro sono spesso in HD e dopo 5 Min non percepisco più la differenza, anzi a volte mi dimentico di rimettere in QHD, e se non mi sbaglio un display FHD o più riesce a riprodurre nativamente anche risoluzioni inferiori.

teob

La matrice pentile degli amoled "abbassa" la risoluzione effettiva dello schermo, per cui per essere al pari di un LCD deve avere risoluzione/densità più alta

Rodrigo Oliveira

Impostazioni/display e luminosità/risoluzione schermo

Matvej Bolkonskij

Oppo continua a presentarsi sul mercato italiano con prezzi da costruttore "premium" quando ancora dalle nostre parti è meno noto di Wiko

TomTorino

Xiaomi mi a3, 150 euro

L'identikit degli smartphone TOP di gamma 2020: più cari, più grandi, 20:9 e 5G | Video

Motorola Razr 2019: un tuffo nel passato e uno sguardo al futuro | Anteprima Video

Recensione Google Pixel 4 e confronto con iPhone 11 Pro

Xiaomi Mi Note 10: live batteria (5260 mAh) | Fine ore 22:45 con il 14% rimanente