Stai acquistando uno smartphone economico? Ecco gli errori da non fare

04 Maggio 2022 262

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Il mondo degli smartphone assomiglia sempre di più ad una giungla, sul mercato c'è un numero di prodotti sterminato e alla faccia della crisi dei chip i brand continuano a lanciare nuovi dispositivi con pochissime differenze rispetto a quanto già disponibile. In questa confusione da un lato diventa più credibile il detto uno vale l'altro, dall'altro però spesso si assiste a pericolosi "infiltrati" che puntano a conquistare l'utente senza davvero qualcosa di buono da offrire, con caratteristiche tecniche che possono trarre in inganno.

Con questo articolo proviamo a suggerirvi alcune accortezze per non commettere errori grossolani acquistando uno smartphone economico e lo faremo prendendo come esempio il nuovo Honor X8, buon rappresentante della fascia bassa da cui possiamo trarre alcuni interessanti spunti.

INDICE

QUALITÀ COSTRUTTIVA E DESIGN

Partiamo dal presupposto che ci riferiamo ad una fascia di prezzo attorno o sotto i 250 euro, in questo senso è molto difficile trovare prodotti con materiali ricercati, vetro per la parte posteriore e alluminio per il frame, bensì la plastica regna sovrana per cui bisogna un po' accontentarsi.

C'è però plastica e plastica (o policarbonato per dargli un tono), non tutti gli smartphone sono uguali e ci si accorge immediatamente delle differenze prendendoli in mano, toccandoli e picchiettandoli sulla parte posteriore. Il frame può avere un trattamento lucido o opaco, trattenere più o meno lo sporco ed essere più o meno scivoloso ma è la back cover che scopre irrimediabilmente le carte: se suona vuota, se flette alla pressione non è un buon segno.

Un piccolo accorgimento che vi suggeriamo è quello di estrarre il cassettino della o delle SIM, se non ha alcun tipo di guarnizione in gomma significa che è soggetto ad infiltrazioni d'acqua, se invece ne è provvisto è un buon indice di una certa cura realizzativa.

Si potrebbe, a voler fare i pignoli, smontare il telefono per verificare le guarnizioni su eventuale jack audio e altoparlanti, sono una finezza che però ha un grande peso nella durabilità del prodotto. Averle significa poter esporre lo smartphone a spruzzi d'acqua o pioggia, e persino brevi immersioni senza grossi rischi.

Il nostro Honor X8 ha tutte le guarnizioni che servono, è un'ottima cosa. Purtroppo non è sempre possibile verificare tali dettagli costruttivi, provate a cercare online, spesso i nostri colleghi indiani su YouTube sono una fonte incredibile di informazioni sulla qualità costruttiva.


DESIGN

Sul design non c'è molto da dire, anche spendendo poco l'occhio vuole la sua parte, attenzione quindi a non sottovalutare l'impatto che potrebbe avere su di voi uno smartphone brutto, oppure già all'apparenza di dubbia qualità o anacronistico.

In generale, e ancor di più se il budget è limitato, fa piacere avere uno smartphone gradevole esteticamente, al contrario si rischia di trovarsi agli occhi un prodotto che non piace e che diventa quasi fastidioso essendo uno degli oggetti che più utilizziamo durante la giornata. O sbagliamo?

In questo senso Honor X8 è un ottimo esempio, perché pur costando poco è stato realizzato con un occhio di riguardo. La parte frontale ha cornici molto sottili su tre lati, la back cover lucida gli conferisce un tocco premium, il bordo è piatto come vuole l'ultima tendenza.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Ecco, qui non ci si può aspettare miracoli ma bisogna prestare grande attenzione ad alcuni reparti, altrimenti letteralmente si rischia di buttare via soldi per un prodotto che starà stretto dopo poche ore di utilizzo.

La scheda tecnica di Honor X8 è un buon esempio, non brilla per la scelta del processore ma riesce a raggiungere un livello base sufficiente a garantire una buona esperienza di utilizzo. Ecco in breve le caratteristiche a cui fare attenzione.

MEMORIA

Prima di tutto la memoria: attenzione a scendere sotto i 128 GB, lo scalino inferiore è di 64 GB, la metà. Con il taglio più piccolo rischiate seriamente di ritrovarvi con la memoria piena in un attimo, già reinstallando le vostre app in fase di configurazione potreste accorgervi di averla fatta grossa.

Non commettete l'errore di affidarvi alla memoria espandibile, quella può essere utile per salvare foto o video ma è molto più lenta di quelle integrate e spesso le schedine tradiscono sul più bello, mai affidarsi esclusivamente ad una microSD per i propri ricordi.

PROCESSORE

O meglio il SoC, sulla fascia bassa si trova un po' di tutto, prestate attenzione al processo produttivo, più il numero è basso e meglio è, sopra i 12 nm significa che avete di fronte uno smartphone con prestazioni scadenti e consumi elevati, 10, 8 o 6 nm sono processi produttivi moderni. Non c'è una regola precisa ma se seguite le nostre recensioni non mancherà mai una considerazione sulla piattaforma hardware adottata.

Sono tendenzialmente tre i produttori di SoC che equipaggiano gli smartphone: Qualcomm, Samsung e Mediatek. Per i primi è facile individuare la serie e di conseguenza il posizionamento nella lineup, la serie 4XX ormai viene adottata pochissimo, le prestazioni lasciano molto a desiderare, la serie 6XX è già discreta, il 680 che troviamo su Honor X8 è un buon processore entry level, mentre il 695 è un "motore con più cavalli" e connettività 5G, la serie 7XX infine è una garanzia di qualità, prestazioni e consumi contenuti, è quella da preferire se il budget lo consente.

In casa Mediatek sulla fascia bassa troviamo spesso SoC della linea G, raramente i più vecchi P, chiaramente tra le due famiglie è meglio preferire i più recenti G95 o G96. Hanno una minore efficienza energetica (processo produttivo a 12 nm) rispetto alla serie 600 di Qualcomm ma a livello di prestazioni se la giocano. Ultimamente stanno arrivando sul mercato alcuni smartphone con Dimensity 700, 800 e 900. Con queste famiglie l'efficienza energetica aumenta rispetto ai G, mentre le prestazioni rimangono di fascia bassa, con solo la serie 900 che riesce a pareggiare la fascia superiore della famiglia Qualcomm Snapdragon 600. Salendo ulteriormente troviamo i Dimensity serie 1000, ottimi processori capaci di rivaleggiare e spesso superare i migliori Qualcomm serie 700.

Arriviamo poi a Samsung con gli Exynos, per lo più equipaggiati sugli smartphone Samsung, sono una categoria a sé, anche se tecnicamente non hanno grandi differenze rispetto ai più classici Mediatek e Qualcomm. Sulla fascia bassa si trovano spesso Exynos 850, 990 e 980, il primo realizzato a 8 nm, paragonabile a Dimesity G o Qualcomm serie 600, mentre i due 980 e 990 sono di fascia leggermente superiore.

CONNETTIVITA'

Per quanto riguarda la connettività gli elementi a cui prestare attenzione sono diversi. Il WiFi dovrebbe essere almeno di tipo "ac", ovvero capace di supportare le reti WiFi a 2,4 e 5 GHz, il Bluetooth almeno in versione 5, mentre il chip NFC ormai è d'obbligo per poter sfruttare i pagamenti avvicinando lo smartphone al POS.

C'è poi la questione 5G, per la quale bisogna fare alcune riflessioni. Lo stato attuale delle reti 5G lascia ancora a desiderare, quindi effettivamente non è una specifica davvero sfruttabile al momento, probabilmente lo diventerà in futuro ma parliamo di un orizzonte temporale di almeno 2 o 3 anni. Ad oggi, dunque, non è un grosso problema se lo smartphone scelto non è compatibile con il 5G, visto e considerato che parliamo di prodotti economici, che hanno altri limiti che renderebbero meno evidenti i vantaggi del 5G.

Nel caso di Honor X8 non è prevista la connettività 5G a causa del processore. Un peccato, ma a conti fatti non è una mancanza che in qualche modo si farà sentire.

Detto ciò, bisogna considerare che acquistare uno smartphone 5G vi dà la sicurezza di avere a bordo un SoC moderno e verosimilmente più prestante dei modelli meno recenti, non è sempre vero ma è un buon indizio.


EXTRA DA CONSIDERARE

Honor X8 ha due caratteristiche interessanti che ci danno lo spunto per parlare di altrettanti aspetti che vanno considerati. Il primo è il display, abbiamo infatti un pannello FullHD LCD a 90 Hz, una scelta atipica rispetto a molti OLED che troviamo sulla fascia 200-300 euro. La domanda sorge spontanea, è meglio o peggio?

BATTERIA E RICARICA

Ecco, su questo punto potremmo sbilanciarci nel dire che si può star tranquilli. Generalmente gli smartphone di fascia bassa hanno spesso batteria di per sé capienti, 4.500-5.000 mAh, il caso di Honor X8 invece è emblematico del fatto che anche senza grandi capacità (4.000 mAh) l'autonomia non è comunque un problema.

Il merito è del processore, ed è una caratteristica comune sulla fascia di mercato, si tratta di piattaforme hardware vocate al risparmio energetico, che chiedono qualche sacrificio sulle performance ma ripagano in termini di risparmio energetico.

Un valore aggiunto potrebbe essere la ricarica rapida, 40-50-60 Watt sono una goduria, anche se è raro trovare queste velocità sotto i 200 euro. Fortunatamente ormai quasi tutti gli smartphone hanno almeno 20-25 Watt da offrire, non prendete in considerazione smartphone con valori di ricarica inferiori.

SOFTWARE E AGGIORNAMENTI

Sul software la questione è delicata, molti dei nostri lettori sono estremamente sensibili all'argomento aggiornamenti, altri invece non si pongono nemmeno il problema. Generalmente chi è un po' più geek prende in forte considerazione la versione di Android con cui lo smartphone arriva sul mercato e il numero di aggiornamenti che il brand prevede di rilasciare. La maggior parte delle persone che acquista sulla fascia bassa invece non ha grandi pretese, si preoccupa per lo più di avere in mano uno smartphone ben funzionante.

Comprando uno smartphone attorno o sotto i 250 euro è spesso difficile trovare informazioni sul periodo di supporto aggiornamenti previsto dal brand, il più delle volte le case non dichiarano alcunché per i prodotti economici. Oltre a questo bisogna fare ulteriori considerazioni:

  • le interfacce personalizzate dai produttori hanno minime differenze tra una versione e l'altra di Android, spesso cambiano piccole funzionalità di cui l'utente nemmeno si accorge
  • le patch di sicurezza vengono aggiornate parallelamente e indipendentemente dal software base, può succedere quindi che gli smartphone economici ricevano aggiornamenti di sicurezza nel corso della vita senza mai essere completamente aggiornati per quanto riguarda il software base
  • capita che gli aggiornamenti siano peggiorativi, mentre al debutto sul mercato i brand si preoccupano che il proprio prodotto sia ben funzionante (anche se non è sempre vero, specialmente sulle fasce più elevate del mercato)

Di solito, bene o male, tutti gli smartphone ricevono almeno una nuova versione di Android, anche sulla fascia bassa. Il nostro consiglio è quello di prediligere i prodotti che escono con l'ultima versione disponibile, in questo Honor X8 non è virtuoso, infatti debutta con Android 11, tuttavia non ha troppo senso limitare le proprie possibilità solo per il discorso aggiornamenti, proprio per le considerazioni che abbiamo esposto poco sopra.

FOTOCAMERE

L'errore principale da non commettere acquistando uno smartphone economico è farsi abbindolare dal numero delle fotocamere. Non ha alcun significato, anzi, è un vero specchietto per le allodole. Bisogna quindi farsi furbi e informarsi, riuscire a vedere oltre la scheda tecnica.

Honor X8 in questo è un esempio calzante, ma ormai tutti gli smartphone hanno questo tipo di impostazione: una fotocamera principale di buona qualità, una secondaria generalmente sufficiente (la ultrawide) e un paio di obiettivi per fare numero, nel caso specifico una macro da 2 MP e un sensore di profondità da 2 MP.

Controllando la scheda tecnica ci rendiamo conto che la fotocamera principale è notevole, 64 MP, AF a rilevamento di fase e apertura F/1.8, son valori che assicurano la buona riuscita degli scatti. La fotocamera ultra grandangolare ha una risoluzione di 5 MP, il minimo sindacabile, ma c'è e riesce a dare un punto di vista originale alle foto. Le altre due sono quasi inutili e trascurabili.

Attenzione dunque, non acquistate per numero di fotocamere ma informatevi sulla qualità, ci sono prodotti dove di 5 fotocamere se ne salva a malapena 1.


GOOGLE CAMERA

Ecco, questa è una grande opportunità ed è riservata agli smartphone con processore Qualcomm, con qualche rarissima eccezione. Da anni ormai è stata affinata la tecnica: installare sugli smartphone l'app fotocamera base dei Google Pixel, noti per la grande qualità della fotografia, affidata a prodigiosi algoritmi piuttosto che all'hardware.

Ecco, acquistare uno smartphone compatibile con la fotocamera di Google è una scelta da non sottovalutare. Il nostro Honor X8 cambia completamente faccia usando la Google Camera (questa versione) anziché l'app fotocamera di default.

Recentemente è stata pubblicata sul PlayStore un'app che aiuta a trovare la migliore versione della fotocamera Google per il proprio smartphone, bisogna poi installare l'app come file apk, ovvero installare manualmente toccando sul file dopo averlo scaricato. In alternativa ci si può riferire al database più completo sulle varie versioni porting della fotocamera Google.

NUOVA USCITA O OFFERTA SUL MENO RECENTE

Un ultimo paragrafo lo dedichiamo ad un dubbio che sicuramente molti si saranno posti in fase di acquisto. Meglio acquistare uno smartphone appena uscito sul mercato, oppure orientarsi su prodotti con qualche mese sulle spalle che si riescono a trovare con buone offerte?

Il vantaggio dei secondi è evidente: a parità di prezzo ci si porta a casa uno smartphone tendenzialmente migliore, che verosimilmente partiva da un listino più elevato e che, nonostante un'età tecnologica più "matura", riesce tranquillamente a rimanere al passo con le nuove uscite. Inoltre spesso i dispositivi che sono sul mercato da un po' di tempo hanno già ricevuto quegli affinamenti software che naturalmente le case vanno ad effettuare nei primi mesi dopo l'uscita.

D'altra parte acquistare uno smartphone fresco di uscita garantisce un supporto software più duraturo e spesso evoluzioni tecnologiche importanti. Ovviamente ciò non è sempre vero, bisogna informarsi con attenzione. Un'ultima variabile sempre più spesso entra in gioco ed è rappresentata dalle offerte di lancio. Le case produttrici di recente stanno immettendo in commercio smartphone con forti sconti per i primi acquirenti, proponendo prezzi che difficilmente si riescono poi a ritrovare nei mesi successivi.

VIDEO

Contenuto in collaborazione con Honor


262

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Marcello

Se guardi troppe cose non comprerai mai niente

Massimo Simone

cmq gradirei acquistare un cellulare nuovo e usarlo per whatspp,facebook messenger e per una navigazione internet basilare giusto per vedere le previsioni meteo e vedere sulla mappa(no maps) dove si trova un luogo che non conosco, è possibile trovarlo a meno di 200 euro e con schermo massimo 5,5 pollici e con batteria removibile o è impossibile proprio?

Massimo Simone

cioè come 64gb di memoria interna sono pochi?

simone

Qual’è è un Best Buy entro i 200€?

AndreA

Mah??! Ho letto l'articolo e sono rimasto un po' perplesso. Non ho capito bene se siano consigli per l'acquisto o se la recensione di honor x8? Con tutto il rispetto per honor che apprezzo e ammiro molto anche se serebbe ora di pensare a un top compatto. Credo abbiano un bel da dire che non sono sponsorizzati... Avessero rapportato i consigli a un paio di prodotti...forse uno non pensa male. Mah! Curioso di vedere se mi cancellano

NULL

Niente iPhone SE ???

Undertaker
Shiny

Ok.

Mario Rossi

classica risposta: quando cominciate ad annaspare, partite con i nomignoli tipo: piccolino, cucciolo, amore...che tristezza, sembrate fatti in serie con lo stampo-

Shiny
solo che il telefono economico fa schifo oggi come farà schifo fra molti anni

Ma non è vero, punto. Questa è una tua considerazione SOGGETTIVA. Devi imparare la differenza tra soggettivo e oggettivo.

Shiny

hahaha

Shiny

Errore di battitura, stai calmo piccolino, torna a giocare a Candy Crush sù. Che tristezza.

sailand

Era ironica la mia frase, ovvio sia scorretto.

Marco Di Ruggiero

Bha oddio, il telefono da 250 euro è mediocre dal giorno uno, almeno il top lo diventa dopo 2/3 anni

Jotaro

Sulla parte del display non ci si può fare molto.

fire_RS

Anche un telefono in plastica è fragile visto che il display è comunque in vetro e se ti cade il telefono è la prima cosa a rompersi..

nonècosì

chi è che cerca guide tipo " miglior telefono sotto i 300 euro"? chi non capisce niente. Se fai una di queste guide e la incentri tutta su un telefono sponsorizzato è leggermente poco etico

Mario Rossi

"datto" da uno Shiny qualunque dimostra che non sai nemmeno l'italiano. complimentoni.

BadBlooddd

Ma veramente proprio perchè ormai le prestazioni sono elevate conviene spendere quei 500 euro circa per prendere un telefono di fascia alta (anche ex top gamma o i fascia medio alta) e tenerselo per secoli: la differenza sta nel fatto che insindacabilmente durano di più e soprattutto offrono una qualità di esperienza d'uso superiore e costante. Per non parlare di alcune peculiarità, che raramente trovi nella fascia bassa: impermeabilità, fotocamera eccellente e -come dicevano altri- attenzione alla sicurezza sw. Ma già sui 400 euro si trovano ottimi dispositivi eh, soprattutto ad esempio comprando su amazon warehouse (che combina i classici pro dell'acquistare usato con la garanzia amazon) ex top o fascia medio-alta. Poi ci sono alcune eccezioni, tipo a52s, che è un ottimo compromesso visto che l'unica vera perdita si ha nelle prestazioni.

esse

Mi è stato cancellato il commento che avevo scritto stamattina e che evidenziava semplicemente quello che tanti altri qui sotto avevano fatto notare. Giustamente il pane a casa dovete portarlo anche voi, ma non prendendo in giro le persone. Permettetemi di dirvelo. Mi riservo dal continuare a commentare vostri futuri articoli, dal momento che vedo che preferiate scegliere una linea editoriale di breve-medio termine, piuttosto che più lungimirante e dal lato del lettore.

sw3ntrax

qualcuno conosce l'app di cui parla il video che aiuta a trovare la versione di gcam più adatta per il proprio smartphone?

litterau

Come la tua scatola cranica

litterau

Hdmarketta

Copyr

"Se un telefono economico va bene oggi per le attuali esigenze dell'utente, andrà bene anche fra "molti anni"." sicuramente, solo che il telefono economico fa schifo oggi come farà schifo fra molti anni, se prendi un medio sui 500-600 di listino (meno con sconti), o un top andrà molto bene x anni, senza lag senza impuntamenti ecc.. la qualità si paga, se uno ne costa 200 e l'altro 800 non è solo marketing

Copyr

questo sicuramente, ma sono già almeno 2-3 anni che non si innova piu

deepdark

Ma non diciamo sciocchezze. Non ha nessun lag o problema e funziona tutto perfettamente.

Alex'99

Io lo uso molto, ma c'è da dire che sui 250 trovi telefoni (anche se oggi meno che in passato) con cui puoi fare tutto bene, come GT Master.

sailand

Ma davvero dici?

sailand

Battuta dell’anno su chi sono anni che non risolve il bug del sensore di prossimità software e abbandona anzitempo lo sviluppo software su certi modelli anche non economici.

LaVeraVerità

Figurati, se non ci aiutiamo tra di noi a contenere i bassopensanti...

sailand

Io a scatola chiusa compro solo …!
Chissà perché all’ingresso dei centri commerciali c’è affissa la mia foto e la sicurezza mi placca prima che possa entrare.

La realtà è che anche se solo provi a togliere la sola slitta della sim o a schiacciarlo o piegarlo il commesso ti placca!

sailand

Certo bisogna evitare comportamenti a rischio ma su play store ciclicamente tolgono app con malware bancari e in questo caso uno smartphone con la sicurezza più aggiornata perlomeno ti espone a meno rischi di incappare in malware e simili.
Quanto al bloccare sotto certi requisiti è impossibile visto che la sicurezza è una materia dinamica in continua evoluzione: dovrebbero cambiare continuamente i prerequisiti con costi di presenza sul play store folli.

sailand

Ne sono certo.

sailand

Se ti rispondo non lo puoi comunque leggere.
Diciamo della prossima partecipazione ad un certo media di una famigerata coppia di madre e figlia o di una cosa che un tempo si vedeva a carosello (questa la capiscono solo i non giovani).

Gold

Cosa avevi scritto?

sailand

Peccato che trovi economici decenti su qualche aspetto ma non su altri.
Se vuoi almeno la decenza su gran parte degli aspetti devi andare sui mediogamma e comunque si può risparmiare anche su essi.

ZiuZiu

guida all'acquisto Honor, e quindi in collaborazione con Honor! Quindi tutte le altre guide che fanno sono sempre in collaborazione con....??? é questo che mi perplime!!

sailand

Il problema non sta nella cifra spesa, ci sono rari costruttori che sono celeri con le patch anche sugli economici, altri penosi persino sui gamma media pur senza arrivare a quelli che si trascinano bug da anni e anni senza mai risolverli.

Body123

Vero, io stesso lo uso quotidianamente per app bancarie e Spid, molto più del PC, ma onestamente, e magari anche ingenuamente, dubito che sia la versione di Android o della patch a salvarti da eventuali furti sul conto, quanto più non cliccare su link fraudolenti.

Altrimenti le varie app bancarie per una questione di sicurezza toglierebbero la disponibilità di quell'app al di sotto di versione android/patch x, e quindi o aggiorni (o cambi telefono) o non potresti accedere all'app, invece non lo fanno.

sailand

Se dovesse fare solo questo si, peccato che si trascuri un piccolo aspetto tutt’altro che marginale: la sicurezza!
Uscire nel 2022 con Android 11 è un grave indizio di poca attenzione ad aggiornare non perché le edizioni precedenti non facessero i compiti base ma perché l’aspetto della sicurezza è vecchio.
Purtroppo oggi tanti allo smartphone affidano app bancarie, app di o con pagamenti, app sanitarie e di rapporto con la p.a. e lo smartphone stesso è considerato doppio fattore di autenticazione.
Trascurare quest’aspetto vuol dire sminuire gli smartphone a solo compiti ludici.

Body123

Però secondo me conviene prendere un telefono di 250€ e cambiarlo ogni 2 anni che prenderne uno da 500€ e cambiarlo ogni 4 anni.

Sempre ammesso, come ho detto prima, che oltre al software in sé, ti duri davvero 4 anni tra cadute, eventuali perdite e furti ecc.

Delmut16

non solo il tuo

Elektrosphere

Per esperienza personale con un Galaxy Note 8 di 5 anni, posso dire che a oggi funziona ancora abbastanza bene e molto meglio di smartphone economici di oggi. Se non fosse per il display con dei pixel bruciati a causa di alcune cadute, non lo cambierei. Certo lato fotocamera confrontando con telefoni come A52S o superiori, mi sembra inferiore, ma sono anche passati 5 anni.

sailand

Lei è un comico nato!

sailand

Che strano, tutti i miei commenti negativi e ironici contro quest’articolo o hdblog sono magicamente spariti!
Altro che censura di twitter su comportamenti illegali, qui è ammesso solo avere tanto pelo riccio e lanuginoso con buona pace del diritto di parola e opinione.
P.s. Tanto sparirà pure questo.

RubenDias79

il mio a 150 Euro e dura da 5 anni!

Body123

Quando a queste cifre ci compravi un Galaxy Ace avevi ragione. Ora no.

Ciccillo73

Articolo molto utile grazie.

Body123

"capita che gli aggiornamenti siano peggiorativi, mentre al debutto sul
mercato i brand si preoccupano che il proprio prodotto sia ben
funzionante (anche se non è sempre vero, specialmente sulle fasce più
elevate del mercato)"

Quando lo dico io sui blog di tecnologia mi prendono per pazzo, come se gli aggiornamenti fossero sempre migliorativi, quando nella maggior parte dei casi sui telefoni non top di gamma non lo sono affatto, ma anzi sono peggiorativi! Infatti io tendo, se non proprio costretto dalle necessità (tipo sul realme 7 pro che ho, per 1 anno l'ho tenuto con la versione con cui ci è nato, l'ho aggiornato solo qualche settimana fa stufo del fatto che al riavvio si impallasse rimanendo sulla schermata powered by android e dovendolo forzare con volumesu+power...e per ora non ho notato peggioramenti), a lasciarlo con la versione con cui è nato appunto fino a quando non lo cambio con un nuovo modello, tendenzialmente ogni 2-3 anni.

E per rispondere a chi dice che è sbagliato comprare questi telefoni "economici", io non so cosa ci facciate voi con il telefono, ma la maggior parte delle persone lo usa per il 99% del tempo per:
- chiamare
- social (instagram, tiktok ecc.)
- foto/video per i social di cui sopra

- whatsapp
- qualche piccola navigazione web per una ricerca al volo
e poco altro.

Ora mi volete dire che un telefono da 200€ non è in grado di fare queste cose per anni?

Body123

Falso, semplicemente hanno capito che per l'utilizzo medio (chiamate e social + foto da pubblicare sui social) che fanno per il 99% del tempo con quel telefono uno smartphone da 200€ va benissimo, e meglio cambiarlo ogni 2-3 anni che prenderne uno da 800 sperando che duri di più, ma poi qualche problema insorge comunque, o si rompe, o lo perdi ecc.

Recensione OPPO Reno7: bel design e cuore da fascia bassa

La politica dei prezzi barrati non ci fa bene | Video

Cambiate il modo in cui utilizzate smartphone con Niagara Launcher | Video

iPhone 13 Pro vs Galaxy S22 Ultra: cosa può imparare Samsung da Apple