Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Mercato globale degli smartphone ancora in calo, resistono solo i top di gamma

18 Luglio 2023 86

Il sell-through del mercato globale degli smartphone ha registrato nel secondo trimestre del 2023 un calo dell'8% su base annua e del 5% rispetto al trimestre precedente. Secondo quanto rilevato dalla società di analisi Counterpoint, il calo di questo dato, che rappresenta la percentuale di un prodotto che viene venduto da un rivenditore dopo essere stato spedito dal suo fornitore, è l'ottavo consecutivo su base annua

BENE SAMSUNG E APPLE

Nonostante questa tendenza negativa, tuttavia, alcune aziende sono riuscite comunque a distinguersi, due in particolare. Samsung, in particolare, grazie alle ottime prestazioni ottenute su scala globale della gamma Galaxy A, è attualmente il leader del mercato con una quota del 22%.

Al secondo posto troviamo Apple che ha fatto registrare la sua quota di mercato più alta di sempre nel secondo trimestre. La società di Cupertino precede Xiaomi che, in difficolta sia in Cina che in India, sta cercando di espandersi in altri mercati e di aggiornare il suo portafoglio di prodotti.


Proprio in Cina e India, OPPO ha invece ottenuto dei buoni risultati (grazie anche a OnePlus) riuscendo a mantenere la sua quota di mercato globale nonostante le perdite registrate nell'Europa occidentale. vivo, di cui fa parte anche il brand iQOO, ha invece subito una significativa diminuzione della crescita in Cina e sta incontrando serie difficoltà anche in Europa.

In generale, il mercato globale degli smartphone sembra essere ormai lontana da quel periodi di rapida crescita vissuti in passato. A rendere tutto più complicato ci si stanno mettendo anche i ciclo di sostituzione che sta diventando sempre più lungo e il mercato del ricondizionato che sta gradualmente espandendosi andando a gravare in modo particolare sulla domanda nel segmento dei prezzi bassi e medi a volume elevato.

RESISTE SOLO IL SEGMENTO PREMIUM

Continua a resistere invece il segmento premium grazie anche ai consumatori delle fasce di età più elevate, in determinate aree geografiche, che possono contare sia su una maggiore esperienza che su una più ampia disponibilità economica. Nel corso del secondo trimestre, il segmento premium è stato l'unico a registrare una crescita, raggiungendo la quota più alta di sempre nel mercato complessivo degli smartphone. Più di uno smartphone venduto su cinque apparteneva a questo segmento.

A beneficiare di questa situazione sembrerebbe essere in modo particolare Apple che sta ottenendo quote record in nuovi mercati che tradizionalmente non erano considerati i suoi principali. Un esempio significativo è l'India, dove l'azienda è cresciuta del 50% su base annua nel secondo trimestre del 2023. Questa performance del segmento premium ha permesso ad Apple di limitare le perdite di ricavi rispetto ai volumi di vendita.

Tutte le regioni del mondo hanno registrato una contrazione delle vendite, ma i maggiori cali sono stati osservati nei mercati relativamente più sviluppati, come gli Stati Uniti, l'Europa occidentale e il Giappone, che hanno visto cali a doppia cifra su base annua. Cina, India, Medio Oriente e Africa hanno invece subito una contrazione relativamente minore.

Per ridurre l'eccesso di magazzino, molti produttori e canali di vendita hanno adottato delle strategie promozionali. Tuttavia, la domanda è rimasta debole a causa dei tassi di interesse più elevati che hanno influenzato il reddito disponibile delle famiglie. Nonostante queste difficoltà, tuttavia, secondo Counterpoint ci potrebbe essere una timida ripresa nel corso della seconda metà dell'anno.


86

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Background 07122017

Magari la prossima volta leggi per intero il commento invece di partire in quarta

aerdna

Non era questo il succo del discorso. Riprova

aerdna

Non tutti hanno bisogno di indebitarsi per un telefono

Anty

Ho sempre trovato assurdo che si possa spendere ogni volta certe cifre per un oggetto che poi a distanza di pochi mesi te ne fanno un altro quasi uguale ma a cifre sempre più elevate.Con cifre molto inferiori si trovano ottimi telefoni che durano anche.

Roberto85

Di certo il valore aggiunto alla vita non te lo da il telefonino

Roberto85

È finita belli miei, l'epoca in cui sti pezzacci di plastica erano considerati Ferrari e c'era la corsa della capra a chi comprava prima il più costoso, mettetevi in testa che ora per la maggior parte della gente non fate altro che elettrodomestici: nessuno cambia la lavatrice prima che si rompa, e quando succede rode pure il cuIo

Jinno

Beh C'e chi si accontenta solo vivendo di debiti per avere 'cose' di cui in realtà non ne ha bisogno

Fede

Credo che sia dai tempi dello Snap800 che ho questa impressione. Da lì in poi sono stati affinamenti di batteria e fotocamera.

Fede

Verissimo. Poi dipende sempre dalla disponibilità economica.

gaelom

Parole santissime

gaelom

Per me quando superano i 300 è gia follia pura

gaelom

Ma se a me un media gamma mi dura 3 anni, lo cambio solo per noia alla fine

gaelom

e meno male aggiungerei

Foffolo

Be apple non ha fatto nulla, sono gli altri che hanno alzato i prezzi andando oltre a quelli della mela che tra l'altro ultima fa anche sconti veri e non simbolici come un tempo

Abel

Ovvio, gli unici che sono disposti a cambiare più spesso i telefoni sono i fanatici dei top di gamma (ricchi e non). La gente normale si compra un mediogamma che fa tutto egregiamente e dura minimo 2 o 3 anni prima di cominciare a pensare di cambiare. Poi ci sono anche i senza pretese che prendono gli entry level che si tengono il telefono fino a disintegrarlo prima di prenderne un altro.

aerdna

Non tutti si accontentano di sopravvivere

gp

Questa è la prova che ormai gli smartphone sono accessori che vengono comprati in primo luogo per mettersi in mostra, come gli orologi tempo fa, le scarpe di tendenza o le collanazze d'oro per i rapper anni 90...

Andredory

Ci è andato ad Aprile, e poche settimane dopo anche il Pro Max entrambi su Ebay.

LungaPace& Prosperità

2027 android 17 OneUI10?

LungaPace& Prosperità

Se lo vendi dopo 12 mesi e recuperi la metà del costo ottieni un risparmio economico ed ecologico

LungaPace& Prosperità
fabrynet

Perché mai dovrebbe rimanere solo Apple?

fabrynet

Idem, credo 4 anni sia un arco temporale giusto per gli smartphone attuali.

Fabio Ferrero
CAIO MARIOZ

Io sono un appassionato, cerco di limitare il più possibile l’acquisto, lo cambio circa ogni 4 anni.
Prima secondo me è solo consumismo.

Paul'S

se escludi i tecnomaniaci dei blog/forum, la maggior parte delle persone, non cambia più il telefono ogni anno da quando le prestazioni dei vari top si sono livellate e i prezzi sono esplosi (più o meno dal 2019-2020)

Davide
Davide

Si vendono sempre più top di gamma rispetto ai giocattoli da 400€, non a caso la gente cambia meno telefoni. Vedo gente in giro con ancora iphone x, uscito 6 anni fa

Davide

Impressionante Apple, non era facile aumentare la quota di mercato con solo top di gamma

Utente m

Voglio vedere la fine degli aggiornamenti a sto giro

Roundup
FactCheckoIlDisagio

Il loro grande problema è che la capacità produttiva è al massimo durante l'anno corrente del modello. TSMC gira sempre al 90% per Apple, e il 10% è per altre aziende. Vendono sempre, inchiodati, 180 milioni di unità, quindi l'aumento del prezzo è inevitabile se non vogliono perdere (molti) soldi. Poi l'anno dopo si svalutano perché tanto con la serie nuova la domanda cala.

Santo

Un top di gamma potrebbe durare benissimo 3 anni avendo prestazioni più che buone. Basterebbe non farsi prendere dalla scimmia e utilizzare il proprio smartphone come tale senza acquistare ogni anno il modello nuovo e le statistiche cambierebbero (ancora in peggio)

Andredory

Si, li aumenta per poi "svenderli", iphone 14 Pro sotto ai 1000€, iphone 14 Pro Max sotto ai 1000€, iphone 14 sotto agli 800€, il Plus sotto ai 900€, Mac mini praticamente uscito fin da subito sotto ai 600€ ed altri prodotti ancora il tutto dopo pochi mesi dall'uscita la dicono lunga.

Tony bresaola
FactCheckoIlDisagio

E perchè?

Igi

... certo che con l'ultima tua affermazione l'hai sparata bella grossa...

Dante Lanzinetti (*_^)

No. E' che un'app più potenza di tot non può richiedere e la tecnologia di adesso è pure troppa.

Dante Lanzinetti (*_^)

Chissà tua mamma quante app installa ogni giorno come fanno i ragazzini.

Dante Lanzinetti (*_^)

Vedrai che se rimangono solo loro dopo abbasseranno i prezzi.

Dante Lanzinetti (*_^)

anche un basso gamma se è per questo.
però la gente non si accontenta e fanno bene a bastornarli.

Dante Lanzinetti (*_^)

Hai confuso Virgilio con Pezzali?

Dante Lanzinetti (*_^)

Non intendi
"L’Italia non è più un paese per i top di gamma: un telefono costa più di uno stipendio medio"
vero?

Dante Lanzinetti (*_^)

Quando i ricchi tendono a rubare ancora di più come ora... ecco l'elementare risultato.
Non ci vedo nessuna notizia.

Mick&LOzzo
Mick&LOzzo

900 € sono tanti per noi italiani, che ci paghiamo su anche tasse di importazione parecchio salate. Ad esempio, per gli americani che percepiscono come salario medio netto mensile 4500$ il prezzo di un telefono è di gran lunga inferiore allo stipendio. Il nostro è un mercato minoritario e sfigato.

Non c’è ovviamente soluzione a questo: i produttori di beni di consumo globalizzati non possono cambiare i prezzi per i singoli paesi, le uniche variazioni sono quelle legate alle tassazioni locali.

Come detto altrove, un sito concorrente il 2 febbraio di questo anno ha pubblicato un articolo piuttosto esaustivo in merito.

Mick&LOzzo

Copio e incollo lo stralcio di un articolo su un sito concorrente, dove il 2 febbraio si parlava proprio di aumento di prezzi smartphone, in articolare di Galaxy S23 Ultra, e si evidenziava che il nostro errore è quasi sempre pensare in termini di mercato italiano.

Il più grosso mercato per Samsung è senza alcun dubbio quello americano, ed è anche quello che guida le decisioni dell’azienda: negli Usa Galaxy S23 Ultra costa 1.199$, esattamente quanto costava S22 Ultra. Non solo non c’è stato alcun aumento, ma per gli americani che percepiscono come salario medio netto mensile, dati di fine 2022, 4500$ il prezzo di un telefono, ma vale anche per la maggior parte dei prodotti elettronici, è di gran lunga inferiore allo stipendio. Gli americani hanno altri costi, sanità, affitti, assicurazioni, cibo, ma sui prodotti di consumo globalizzati come lo sono i computer o gli smartphone sono nella condizione di non preoccuparsi affatto degli aumenti, aumenti che spesso neppure ci sono se si tiene conto che la valuta di riferimento è il dollaro. Paradossalmente negli Usa i salari sono aumentati negli ultimi anni e il prezzo dei prodotti no, da noi è successo il contrario.

FactCheckoIlDisagio

Gli unici che tirano davvero la corda sono i produttori dei top Android che aumentano i prezzi per "prestigio" e per far sembrare che ce l'hanno più lungo.

Apple i prezzi li aumenta non solo perché vende comunque, ma anche come strumento per regolare la domanda in base all'offerta.

Recensione Samsung Galaxy S24 Plus: soddisfatti... ma fino a un certo punto

Recensione OnePlus 12R: un top di gamma? Sì, ma dello scorso anno | VIDEO

Recensione Redmi Note 13 Pro+ 5G, mai stato così completo!

Recensione Honor X8b, punta tutto sull'estetica, basterà? | VIDEO