Xiaomi Mix 2 Fold e 12S sempre più vicini: certificazione 3C in Cina

03 Giugno 2022 7

I prossimi smartphone top di gamma di Xiaomi fanno un nuovo passo verso l'ufficialità: il Mix Fold 2 e il 12S sono stati certificati in Cina dal 3C (China Compulsory Certificate), come riportano i colleghi di Nashville Chatter. Come di consueto, il database non svela tantissimo: abbiamo giusto i codici modello, rispettivamente 22061218C e 2206123SC, e qualche dettaglio sulla tecnologia di ricarica, che su entrambi i modelli sarà a 67 W e si avvarrà dello stesso modello di caricatore, contraddistinto dal codice MDY-12-EF. È a questo punto lecito aspettarsi che la presentazione dei due smartphone, almeno in Cina, non sia troppo distante: l'attesa potrebbe essere nell'ordine di qualche settimana appena.


XIAOMI 12S

Lo smartphone non dovrebbe differire troppo dal modello che abbiamo visto a inizio anno. Lecito aspettarsi anche nel refresh di metà carriera almeno due modelli - quello base e quello Pro, anche se naturalmente nulla va dato per scontato. Una previsione piuttosto scontata è che al posto dello Snapdragon 8 Gen 1 prodotto da Samsung ci sarà la variante Plus, questa volta fatta da TSMC e che a quanto pare rappresenta un bel passo avanti dal punto di vista di prestazioni ed efficienza energetica; tuttavia, come per la gamma di inizio anno, il chip Qualcomm potrebbe essere riservato solo alla variante Pro, mentre a quella standard toccherà un MediaTek. Le altre specifiche vociferate sono un display OLED a 120 Hz e una fotocamera principale da 50 MP, per la prima volta realizzata in partnership con Leica.

XIAOMI MIX FOLD 2

La seconda generazione dello "smartfold" della società cinese dovrebbe migliorare in diverse aree della scheda tecnica (si torna a parlare di Snapdragon 8 Gen 1, non si sa se Plus), ma le vere innovazioni dovrebbero, ancora una volta, concentrarsi su ciò che rende un pieghevole un pieghevole - ovvero la cerniera. Una indiscrezione suggerisce addirittura che il dispositivo potrebbe piegarsi sia in un senso sia in un altro, assumendo quindi una configurazione stile Huawei Mate X oppure una stile Galaxy Z Fold. Sembra davvero difficile da credere a questo punto, ma non si può nemmeno escludere del tutto. In ogni caso, pare abbastanza assodato che il display pieghevole supporterà una frequenza di aggiornamento massima di 120 Hz, e che grazie alla tecnologia LTPO sarà variabile. Ci si aspetta anche un display esterno più usabile, con un rapporto 21:9 e un rapporto schermo-scocca più elevato.


7

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Torto

manca hybrid
scaffale

Manolo Miccoli

Un altro foldable da vedere solo in cartolina

mttm
IFM

Aspetto settembre per il mio compleanno per regalarmi la versione 24gt pro+ special edition turbo pro+

Tito.73

Se ne sentiva la mancanza!

Pistacchio
T. P.

https://media3.giphy.com/me...

Recensione Realme GT Neo 3T: piccoli passi in avanti

Samsung Galaxy S22 Ultra Snapdragon vs Exynos: il nostro test | VIDEO

Recensione OnePlus Nord CE 2 Lite 5G: provatelo, prima di giudicarlo

In vacanza con tre Oppo Find X5: confronto foto e... il risultato non è scontato