Redmi Note 11T, lancio a giorni: Pro+ con RAM velocissime e Dimensity 8100

19 Maggio 2022 19

Sarà presentata in Cina martedì 24 maggio la gamma Redmi Note 11T, una revisione ai prodotti attualmente in commercio anche in Italia (da febbraio) e di cui abbiamo recensito non più di due settimane fa la variante Pro+ 5G. Ai ritocchi hardware dopo sei mesi dal lancio ormai siamo abituati, e Redmi mantiene la linea: i Note 11T arriveranno a sei mesi quasi esatti dagli attuali.

L'ufficialità del lancio tra pochi giorni arriva attraverso Weibo, dove l'account ufficiale di Redmi ha svelato la data del 24 maggio anticipando alcune caratteristiche tecniche della variante più completa, cioè di Redmi Note 11T Pro+. Dal MediaTek Dimensity 920 di Note 11 Pro+ si passerà al Dimensity 8100.

Novità importanti anche in tema di raffreddamento, ed è una scelta pressoché obbligata dal passaggio dal Dimensity 920 all'8100, che si spinge vicino alla soglia dei 3 GHz di frequenza massima. Così Redmi ha previsto un sistema a camera di vapore più grande di oltre il 30% rispetto a Note 11 Pro+ con 7 strati di grafite invece dei 3 messi sul progetto precedente.

Poche novità in anteprima su un aggiornamento che assomiglia a un salto generazionale, e per questo, di conseguenza, accelererà l'invecchiamento dei Note di sei mesi fa. Arriveranno anche Redmi Note 11T e 11T Pro, sui quali però non sono state fornite anticipazioni. Appuntamento a martedì prossimo per approfondire le novità.


REDMI NOTE 11T PRO+ - SPECIFICHE GIÀ UFFICIALI
  • chip: MediaTek Dimensity 8100, octa core a 5 nanometri da 2,85 GHz di frequenza massima
  • raffreddamento: a camera di vapore, area di 2.268 mm quadrati cioè il 32% in più rispetto alla generazione precedente
  • RAM: di tipo LPDDR5 da 6.400 Mbps
  • configurazione posteriore a tre fotocamere

19

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Matteo Calori

Tra l'altro da loro ad esempio RN 11 è diverso dal nostro (da noi è il Poco M4 Pro 5G)....secondo me questi T da noi arriveranno come Poco.

Matteo Calori

Da noi sarà uno dei Poco X4 GT/GT+ di cui parla ultimamente?!
E poi chissà se approfitteranno per presentare Mi Band 7 (già in fase produttiva) o aspetteranno il 13 Lite come si diceva.....

Pare

11, 11S, 11S 5G, 11 Pro, 11 Pro+, 11T, 11T Pro, 11T Pro+
No ma presentatene qualcuno ogni tanto

muchoman

Il sistema è funzionante e porta anche benefici in termini di vendite, ma se non supporti il prodotto lato sw va a finire che azzoppi prodotti che potrebbero essere bestbuy. Ovviamente il mercato premia chi usa questa tecnica; ha premiato Samsung, poi huawei, ora xiaomi e già realme si sta avviando su questa strada

muchoman

Un aggiornamento (anche istallando la stessa versione) e un paio di hard reset risolvono spesso tutti i problemi strani

muchoman

però se sfornassero un adroid one con questi mediateck lo proverei

muchoman

il problema di xiaomi è l'estrema frammentazione che va a peggiorare una gestione software già non eccelsa. io continuo a comprarli per la possibilità di mettere su altre rom, sfruttando un hw tutto sommato buono. questi nuovi xiaomi/redmi/poco sono sempre molto appetibili lato hw, ma i mediateck tolgono il beneficio della rom parallela e pertanto perdono totalmente appeal; avere una ferrari col buco nella gomma che non si sa quando verrà riparato non incentiva sicuramente gli acquisti.

Vive

Tutto bello, poi ti ritrovi una MIUI buggatissima o al lancio o ai primi aggiornamenti che compromette autonomia e prestazioni.

Nella 12.5 ogni tre per due mi viene la schermata di avvertimento di non coprire la zona auricolare anche quando non la sto minimamente toccando.

Marcus

negli ultimi da me avuti, non riscontro gravità

Jiek

Penso sia la cosa migliore, un po' come alla Apple, ma ridimensionata e meno supportato ( mantenendo magari il design)

Leon

Ma gli smartphone con il Dimensity 9000 che fine hanno fatto?
In Europa il nulla, giusto in Cina è uscito il Redimi K50 Pro.

nonècosì

il problema infatti sono gli aggiornamenti e un software ultra buggato

piervittorio

A me pare una eccellente strategia (ed i numeri gli danno ragione) quella della produzione per lotti, ogni volta un po' più evoluti.
Finiti i componenti opzionati per il numero di pezzi previsto per un dato modello, si parte con un nuovo lotto di produzione che darà origine ad un modello "+", basato su componenti più aggiornati. Che siamo passati tre mesi, sei mesi o un anno, non cambia nulla.

Roberto

In questi giorni ho sentito salire l'ansia proprio per l'assenza di annunci di nuovi smartphone cinesi

Andee Kcapp

Anche se non riciclabile in toto deve essere smaltito convenientemente. Io, però, mettevo in evidenza la parola "rifiuto"

Francesco

Sinceramente non so se riciclabile , ormai sarà composto dal riciclo di altri rifiuti elettronici

Andee Kcapp

Rifiuto elettronico, è ovvio.

Francesco

Ma va messo nell'umido o indifferenziato?

Samsung Galaxy S22 Ultra Snapdragon vs Exynos: il nostro test | VIDEO

Recensione OnePlus Nord CE 2 Lite 5G: provatelo, prima di giudicarlo

In vacanza con tre Oppo Find X5: confronto foto e... il risultato non è scontato

Recensione Black Shark 5 Pro: ottimo gaming phone, ma quanto costa!