Android 13 Developer Preview 2: multi-eSIM e ricerca più potente

04 Aprile 2022 58

La seconda Developer Preview di Android 13 è arrivata nelle scorse ore, e come al solito ci sono diverse novità non documentate dal changelog ufficiale o nascoste che vale la pena segnalare. Ecco un elenco quanto più completo e sintetico possibile, che aggiorneremo man mano che ci saranno altre scoperte:

  • Nuovo Quick Setting: Sicurezza e Privacy. Premendolo viene aperto un secondo livello di toggle che contiene toggle per videocamera, microfono e posizione. C'è anche un link alla pagina delle Impostazioni dedicata alla sicurezza. Non è chiaro se si tratta della forma finale di questa novità: la grafica attuale sembra molto provvisoria, quindi è possibile che ci saranno modifiche significative nel futuro.
  • Il Quick Setting Controlli Dispositivo ora si chiama semplicemente Home se viene impostato Google Home come il provider predefinito/attivo per la gestione della domotica.
  • Tendina Quick Settings: nuova posizione per i pulsanti che rimandano alle impostazioni e al menu di accensione/spegnimento. quando la tendina è espansa, ora sono posizionati in basso a destra, invece che subito sotto ai toggle come in Android 12.
  • Nuova grafica per il player multimediale nella tendina delle notifiche. Ci sono più pulsanti, è più grande e ha un nuovo sistema per scegliere il dispositivo di output (che include anche uno shortcut per avviare il pairing di un nuovo dispositivo). Da notare che i colori degli elementi grafici cambiano dinamicamente in base all'album art della canzone attualmente in riproduzione. Il widget compare anche nel Lock Screen, anche se pare afflitto da qualche bug relativo al suo posizionamento.


  • Nuovi colori per il tema dinamico. Erano già stati avvistati diverso tempo fa, ma con questa build si possono finalmente provare. Sostanzialmente l'algoritmo che genera le palette di colori, nome in codice Monet, può usare set di parametri diversi in modo da accontentare più gusti. È ancora necessario smanettare per attivarli, ma non è difficilissimo, basta inserire il seguente comando da shell:

adb shell settings put secure theme_customization_overlay_packages '''{\"android.theme.customization.theme_style\":\"XXXXX\"}'''

Al posto di XXXXX va inserito il tema che si vuole abilitare: le scelte sono TONAL_SPOT (che è l'originale/predefinita), VIBRANT, EXPRESSIVE, SPRITZ, RAINBOW, FRUIT_SALAD. Gli ultimi due forse non sono ancora attivi.


  • Nuova barra di navigazione per bambini. Come sappiamo, invece della modalità a gesture Android supporta ancora la più tradizionale nav bar in basso con i pulsanti fissi per home, indietro e multitasking; Google ne starebbe creando una dedicata ai più piccoli, con simboli più semplici da capire (una freccia verso sinistra invece di un triangolo per il tasto Back, per esempio, e una casetta stilizzata per Home). Niente tasto multitasking/recenti. A giudicare dalle dimensioni delle risorse grafiche, sembra pensata più per i tablet che per gli smartphone.
  • Possibilità di impostare lingue diverse per ogni app. Era stata annunciata già con la Developer Preview 1, ma ora si può testare concretamente. Basta dirigersi nella schermata di informazioni dell'app, oppure nella nuova sezione dedicata delle Impostazioni (sezione lingue e input). Per alcune app funziona, per altre no.
  • Nuova interfaccia per la creazione di nuovi profili utente. Disponibile su smartphone, ma per ovvie ragioni più adatto al mondo tablet/dispositivi condivisi in generale. Oltre alla foto profilo, è possibile specificare un'icona generica con più varianti di colore.
  • Sezione vibrazione e feedback aptico rivisitata nelle Impostazioni. Ci sono due nuovi slider per regolare l'intensità della vibrazione: uno per quando suona la sveglia, uno per quando vengono riprodotti contenuti multimediali. Infine, viene portata in prima posizione l'opzione di suoneria graduale con vibrazione quando si riceve una chiamata.
  • Nuovo sottomenu "Dimensioni display e testo" nellas ezione Display delle impostazioni. Da qui è possibile impostare le dimensioni dei font e degli elementi grafici, e attivare il grassetto o il contrasto elevato per il testo.
  • Nuova pagina delle impostazioni per gli screen saver. I vari screen saver selezionabili sono organizzati in icone grandi a griglia, con un'anteprima visuale (per ora non funzionante) ed eventuali opzioni di personalizzazione. In basso si trova anche un pulsante per visualizzare le anteprime.
  • Notifiche più compatte nel Lock Screen. Android 12 generalmente mostra una linea di icone per le notifiche secondarie quando ha esaurito lo spazio per quelle principali. Queste icone sono racchiuse in una barra che ricopre l'intera larghezza dello schermo, anche se ce n'è solo una. Ora invece la barra finisce quando finiscono le icone.
  • Torna l'icona del drawer. È stata aggiunta nella taskbar della modalità tablet.
  • Addio Non Disturbare, benvenuta Priority Mode. Che nuova versione di Android sarebbe senza ritocchi alla modalità silenziosa? A quanto pare per ora cambia solo il nome rispetto ad Android 12.
  • Torna l'opzione per mostrare i tocchi in Registratore Schermo. Per qualche motivo con Android 12L era sparita.
  • Ora lo scanner di codici QR nei Quick Settings è funzionante - almeno per alcuni.
  • L'opzione per il fast pair è ora in primo piano nelle opzioni di connettività.
  • Accessibilità: la funzione lente di ingrandimento ora segue il testo quando si digita.
  • Multitasking di Android 12L. Quando si riceve una notifica, è possibile premerla a lungo e trascinarla in una porzione dello schermo per aprire la relativa app in modalità split screen. Non è attiva per default, ma Mishaal Rahman di Esper è riuscito ad attivarla.

  • C'è una nuova funzione nella tendina delle notifiche che indica quante app sono in esecuzione in primo piano. Si chiama App attive. Premendolo viene mostrato l'elenco delle app.
  • Possibilità di attivare il tema scuro quando si va a dormire (questo orario è generalmente impostato da app terze, come Benessere digitale).
  • In test la possibilità di spostare la barra di ricerca del drawer in basso.
  • Scoperto un editor della clipboard.
  • Nome utente e avatar nella barra di stato. Chiaramente anche questo utile più che altro in tablet e dispositivi usati da più persone.

  • Effetti speciali alle immagini di sfondo. È stata scoperta una nuova API che sembra dedicata ad applicare vari effetti, anche piuttosto avanzati, al wallpaper del proprio dispositivo. Una per esempio crea una sorta di versione 3D dell'immagine, che sembra ruotare e cambiare angolazione quando si muove lo smartphone nella propria mano. Difficile immaginare da questa breve descrizione cosa ciò potrebbe significare, ma è interessante osservare che Google Foto offre già ora una funzione che potrebbe corrispondere. Sostanzialmente l'immagine viene scomposta in varie parti e mossa secondo le regole dell'effetto di parallasse. Un altro effetto è, più semplicemente, la riduzione della luminosità. Sembra piuttosto chiaro che la funzionalità sia strutturata per permettere a Google di aggiungere effetti man mano che passa il tempo. Potrebbe essere un'esclusiva degli smartphone Pixel.
  • Avvisi per le app che consumano troppa batteria in background. Il software prende in esame le ultime 24 ore, e ha 24 ore di "cooldown" per ogni app. Sono previste anche notifiche se un'app rimane per troppo tempo in primo piano - più di 20 ore in un arco di 24 ore di tempo. Naturalmente sono previste eccezioni per diverse categorie di app, come quelle di sistema, VPN e quelle "persistent", cioè progettate esattamente per essere costantemente in esecuzione.
  • Domotica più semplice. allo stato attuale è necessario sbloccare il dispositivo per interagire con i propri apparecchi intelligenti, ed è un requisito giudicato da molti irragionevole. Google sta pensando quindi di includere un pulsante dedicato nel Lock Screen che richiama un menu molto simile a quello di accensione/spegnimento dove si trovano al momento i controlli per device smart. Attenzione, però: per essere inclusi in questo speciale menu gli sviluppatori dovranno mettere mano al codice delle loro app, quindi molto probabilmente non tutti i servizi saranno compatibili da subito.

LE ULTIME NOVITÀ EMERSE
04/04
  • Ricerca più potente per Pixel Launcher. Grazie all'app di sistema Android System Intelligence, la barra di ricerca potrà mostrare risultati provenienti anche da widget, screenshot e suggerimenti da Google Search. Le flag per attivare queste nuove modalità di ricerca esistevano già da un po', ma solo recentemente si è riusciti ad attivarle.

  • eSIM multi-operatore. Sostanzialmente una sola SIM virtuale potrebbe essere responsabile della gestione di più abbonamenti in contemporanea. Un passo avanti estremamente importante nel percorso verso l'eliminazione definitiva della SIM fisica. La soluzione per abilitare questa tecnologia è chiamata da Google MEP (Multiple Enabled Profiles), e il primo brevetto a riguardo risale a metà 2020. Ci sono già molteplici riferimenti a MEP nell'Android Open Source Project e sul sito per sviluppatori del sistema, ma le prime tracce di API correlate sono emerse solo con questa Deveoper Preview.
    È importante ricordare che teoricamente un chip eSIM può gestire un solo abbonamento, ma Google ha escogitato una soluzione software piuttosto articolata per aggirare questa limitazione tecnica. Vale inoltre la pena ricordare che anche gli iPhone 13 supportano un massimo di due eSIM, ma non è chiaro come - potrebbero essere due chip, oppure una tecnologia proprietaria analoga a MEP.
21/03
  • At a Glance: transizione dal Lock Screen al desktop. Questa novità riguarda naturalmente i Pixel, visto che il widget fa parte del launcher proprietario dei Googlefonini. Sostanzialmente la versione del widget che si trova nel Lock Screen "si trasforma" in quella per la homescreen non appena l'utente sblocca il dispositivo. Tenete per esempio d'occhio come si muove la data e l'indicatore rapido del meteo nell'immagine qui di seguito.
  • Nuova interfaccia per la selezione dei profili. Anche questa è una novità nascosta, ma sempre Mishaal Rahman di Esper è riuscito ad attivarla. Sostanzialmente è a schermo intero, e contiene un elenco di tutti i profili disponibili sul dispositivo. Le dimensioni sono belle grandi, e naturalmente il nome è accompagnato dall'immagine profilo ad alta risoluzione. In aggiunta, un pulsante in basso a destra permette di aggiungere un nuovo profilo senza bisogno di passare attraverso le impostazioni. Anche questa novità è, per ovvie ragioni, rivolta per lo più ai tablet e ai dispositivi che generalmente vengono condivisi tra più persone.
  • Interfaccia dedicata per i PC. Assomiglia molto a quella per i tablet, solo che per esempio nella taskbar ci sono pulsanti dedicati per visualizzare le notifiche e i Quick Settings; sono sempre visibili nella parte destra della taskbar - dove in Windows si trova il System Tray, e dove nella modalità tablet si trovano i tre pulsanti di navigazione. Altra differenza chiave: tutte le app vengono lanciate in finestra per default, non a schermo intero.
  • Possibilità di attivare/disattivare la descrizione audio. La disponibilità della descrizione audio dipende dalle app multimediali.

Il migliori Smartphone Apple? Apple iPhone 12, in offerta oggi da PhoneClick a 565 euro oppure da eBay a 639 euro.

58

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Alex

Eh non c'è

Trixter

https://uploads.disquscdn.c...

Alex

Sono sparite dalla barra di stato nei Pixel con Android 12

HeiSiri

Ma questa mania di raggruppare le icone? Per attivare/disattivare posizione dovrò fare doppio passaggio come faccio ora con wifi e dati mobili?
https://uploads.disquscdn.c...

boosook

Beh, avendo fatto lo sviluppatore... avranno una lista di bug da risolvere e sicuramente ci sono dei bug che hanno priorità maggiore. Infatti questo è fastidioso, ma il telefono comunque funziona. Ho anche idea del fatto che coinvolga una minoranza di persone perché credo che la maggior parte tenga il display always on attivo, anche solo per il fatto che è l'opzione di default. Loro sicuramente hanno questi dati.

Portobello

infatti, però AOD prende batteria.... Ma non le leggono le segnalazioni sui forum e i ticket aperti nel loro sistema? gli sviluppatori non hanno un capo a cui dar conto del lavoro svolto e il loro capo al proprio resposnabilie e così via?

boosook

Sì che poi a quanto ho capito non riguarda solo il 4a, ma tutti. Pare che avvenga solo se non si usa il display always on.

Portobello

roba da matti, funzionava così bene pm

Ildebrando Jki

Un mix tra un quadro di Dalì e le pareti della camera da letto di una pensionata di 85 anni.

Ildebrando Jki
Ildebrando Jki

Grafiche sempre più di mèrda comunque eh

boosook

Sì.

Portobello

sul 4a il sensore di impronte è sempre lento?

Apocalysse

In che senso ?

Alex

Si possono riavere le icone della vibrazione e sveglia? Grazie Google

Papa Roach
sw3ntrax

spero che la personalizzazione su OP sia migliore

ErCipolla
Mauro Morichetta

Sinceramente non sono entusiasta mi sembra solo più rotondo ed incasinato, speriamo che non sia effettivamente così quando lo proverò.

Claudio Sampietro

ricevuto stamattina sul pixel 6

boosook

Strano perché io trovo che Android 12 sia, rispetto alle versioni precedenti, esattamente il contrario di quello che dici tu, ovvero un'interfaccia che è diventata molto più semplice e pulita...

Alphabeto

Si e lo hanno 9 smartphone su 10...

SteDS

Perché gli sviluppatori di Android hanno una visione romantica, sono convinti che gli utenti non soffrano di deficit di attenzione e quindi siano in grado di accorgersi di avere un'app in primo piano. Apple ha capito subito che per gli utenti iOS non c'è speranza :D

Simone

Android? Ah ma lo fanno ancora?

ErCipolla
Goose

Che brutta piega che sta prendendo Android, graficamente sta peggiorando. Hanno messo troppi “settings” a caso fino a rendere il tutto confusionario, invece di diventare più intuitivo adesso è più dispersivo. I temi con mille gradazioni diverse dello stesso colore per me sono veramente brutti da guardare, ma questa è una questione soggettiva.
Capisco che Android è sicuramente più aperto rispetto ad iOS, che è molto più fornito in termini di funzionalità, ma ciò che manca davvero ad Android (e da sempre secondo me) è una interfaccia semplice e pulita.

Domenico Belfiore

Si ma perché secondo te ? Hai eliminato il Background delle app ovvio che il sistema richieda meno risorse e di conseguenza meno batteria.

Ma che roba orrenda è? Che grafica pessima Android ma chi la disegna?

https://uploads.disquscdn.c...

boosook

Non lo trovo un problema, risparmio un widget nella tendina e quando lo clicco vedo subito lo stato di entrambe le reti. Fra l'altro, la necessità di cambiare qui parametri c'è molto raramente. Le pochissime volte che voglio disabilitare l'una o l'altra, magari perché devo fare qualche test, preferisco avere sottomano i toggle di entrambe.
Ma soprattutto, se mi metto nei panni di un utente medio, è assolutamente più sensato raggrupparli sotto la dicitura "Internet" perché l'utente medio non ha assolutamente chiaro il fatto che la connessione dati possa derivare indifferentemente da wifi e linea mobile. Mostrarli in maniera unificata esplicita questo concetto, che è ciò che un'interfaccia utente dovrebbe fare se si guarda al principio di design in cui la forma sottintende la funzione.

HeiSiri

Ti piace fare un passaggio in più ogni volta. Buon per te

boosook

Semi-OT: la lista completa dei bugfix Pixel di marzo:
https://support.google.com/pixelphone/thread/153884074/google-pixel-update-march-2022?hl=en

boosook

Ni, anche su iOS infatti c'è il controllo per decidere se bloccare le app in background, con la differenza che lì non hai nemmeno un vero multitasking.

boosook

Io preferisco il nuovo sistema... in ogni caso è una scelta, non un bug, quindi non credo li separeranno.

Roberto

Nessuno, e tra le altre cose questo non è android stock (o AOSP, come preferisci) ma è la pixel experience che Google ha progettato appositamente per la linea pixel

Darkat

Si chiama multitasking, è quello che usi ogni giorno sul tuo PC o Mac, però evidentemente sono progettati male, no?

Daniele

Ni, però iOS gestisce davvero bene la batteria

Daniele

Domanda: ma quali dispositivi avranno Android Stock così come in queste immagini a parte i Pixel?

Domenico Belfiore

Si chiama Multitasking cosa che iOS non conosce…

HeiSiri

Quindi ancora non separano i toggle di wifi e dati mobili?

HeiSiri

Beh, ho un'app che monitora costantemente l'uso della batteria per verificare il suo stato di salute. Niente di strano :)

Mako

i nest hub girano su fuchsia al momento, quindi si sta muovendo qualcosa

yepp
MatitaNera

E il tiramisù?

Simone

Sarai bello tu.

Simone

Android? Ah ma lo fanno ancora?

virtual

Potevano semplicemente implementare una modalità semplice che attivasse questi obbrobri (o renderla pure di default per le casalinghe/anziani) e lasciare a chi sa come fare il piacere di usare un'interfaccia compatta.

mister x

a me il tiramisù. Stasera lo preparerò.

tulipanonero1990

Ma di Fucsia invece si sa più niente? Sono anni e anni che è in sviluppo, cosa aspetta Google? Su Android ormai quello che si poteva fare grossomodo si è già fatto.

Cgiesti

Mi manca android

Paolone

iOS

Samsung Galaxy S22 Ultra Snapdragon vs Exynos: il nostro test | VIDEO

Recensione OnePlus Nord CE 2 Lite 5G: provatelo, prima di giudicarlo

In vacanza con tre Oppo Find X5: confronto foto e... il risultato non è scontato

Recensione Black Shark 5 Pro: ottimo gaming phone, ma quanto costa!