Pixel 6 e 6 Pro, avanti tutta con modding e realtà aumentata

03 Dicembre 2021 5

I Google Pixel 6 e 6Pro continuano a maturare, sia per vie ufficiali sia nel mondo del modding: intanto rientrano nell'elenco dei dispositivi supportati dalla piattaforma di realtà aumentata ARCore, e poi ricevono le prime build sperimentali di GrapheneOS, una custom ROM basata su Android che punta tutto su privacy e sicurezza. Per chi preferisce invece una ROM più curata dal punto di vista della grafica, invece, sta arrivando anche ProtonAOSP.

GRAPHENEOS: PRIME BUILD ''EXPERIMENTAL''

Le build di questa custom ROM sono effettivamente disponibili già da qualche tempo, ma finora erano etichettate come "highly experimental", la categoria più instabile nella nomenclatura adottata dai suoi sviluppatori. Che ora si sentono fiduciosi abbastanza per passare a semplicemente "experimental". L'installazione della ROM può essere effettuata direttamente dal sito Web dedicato, il cui link è disponibile qui sotto.

GrapheneOS è basata su Android 12, e dice di fornire funzionalità di sicurezza ancora più solide di quelle del sistema AOSP stock - dalla runtime delle app alla sandbox al kernel alla routine di allocazione della memoria al processo di boot al filesystem. GrapheneOS è un nome relativamente nuovo, ma il progetto è in circolazione dal lontano 2014, anche se nel frattempo ha ricevuto diversi cambi di nome.

PROTONAOSP: PRIME BUILD PER PATREON

Già da qualche giorno sono disponibili al download per gli abbonati su Patreon le build per entrambi gli smartphone di nuova generazione di Google. Lo sviluppatore kdrag0n, uno dei nomi di spicco dell'attuale scena del modding di Android, dice che il supporto è "completo e stabile". Rispetto ad Android stock, ProtonAOSP promette:

  • Migliori prestazioni (fluidità e reattività)
  • Interfaccia grafica pulita e minimal
  • Miglior gestione della memoria
  • Tweak e bug fix vari
  • Miglior privacy e sicurezza
  • Alcune piccole aggiunte che rendono l'uso più comodo, come registrazione chiamate e toggle per la luminosità automatica
  • Maggior personalizzazione (per esempio per barra di stato, stili dei font su tutto il sistema, bilanciamento RGB del display e tema dinamico)
  • Esperienza di primo avvio più curata

Anche ProtonAOSP può essere installata tramite web installer. L'ultima versione, la 12.1.0, è disponibile solo per i supporter su Patreon. Ci sono versioni precedenti sempre basate su Android 12 (la 12.0.0) e anche basate su Android 11 liberamente accessibili, ma la 12.1.0 è l'unica compatibile con i Pixel 6 e 6 Pro. La custom ROM è dedicata solo ai dispositivi Made by Google - quelle basate su Android 12 per esempio supportano dal Pixel 4 in poi, mentre quelle basate su Android 11 aggiungono anche Pixel 2 e Pixel 2 XL (per qualche ragione niente Pixel 3, 3 XL, 3a o 3a XL).

PIXEL 6 E 6 PRO AGGIUNTI AD ARCORE INSIEME A TANTI ALTRI

Come sappiamo Google ha dimostrato di voler fare sul serio nell'ambito della realtà aumentata: durante la conferenza I/O di questa primavera la società ha annunciato tante nuove funzionalità avanzate che garantiranno ancora più precisione nella fusione tra il mondo reale e quello virtuale. Insieme a Pixel 6 e 6 Pro nella lista di smartphone supportati si aggiungono altri 24 dispositivi, tra smartphone e tablet, tra cui diversi Motorola, Xiaomi e il Lenovo Tab P12 Pro che da poche ore permette di testare Android 12L. L'elenco completo è come segue:

Google Pixel 6 è disponibile su a 861 euro.
(aggiornamento del 17 gennaio 2022, ore 05:02)

5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Mariux Revolutions

https://uploads.disquscdn.c...

PipBoy

i loro bug e le loro mancanze scandalose, come la non programmazione dell'AOD tanto per citarne una

ddavv
PIXEL 6 E 6 PRO AGGIUNTI AD ARCORE INSIEME A TANTI ALTRI

https://uploads.disquscdn.c...

Superstar never dies
Ed_Randax

W i Pixel!

HDMotori.it

Recensione Carplay2droid 4G: lo schermo dell'auto diventa un mini PC Android | Video

Recensione Samsung Galaxy S21 FE: ottimo smartphone ma al giusto prezzo

Samsung Galaxy S21 FE in prova. Le nostre prime impressioni | VIDEO

OPPO Find N ufficiale: il pieghevole compatto che mancava