Xiaomi vuole vietare il sideloading delle app: test in Cina

08 Settembre 2021 23

Xiaomi dà segnali poco incoraggianti agli utenti che apprezzano e utilizzano la possibilità offerta da Android di installare manualmente le app, anche se non incluse negli store ufficiali. Questa pratica, denominata sideloading, da sempre rappresenta un'importante valvola di sfogo per il sistema operativo del robottino verde, perché permette di caricare e installare APK senza essere costretti ad accettare i vincoli di una piattaforma chiusa.

Il produttore cinese sta conducendo alcuni test in Cina per migliorare la sua interfaccia utente MIUI: dopo quelli relativi ai vincoli sull'impiego di batterie di terze parti, è passata agli onori della cronaca la Pure Mode: la funzione serve proprio per impedire l'istallazione dei APK da fonti sconosciute. Al momento prendono parte alla sperimentazione un ristretto gruppo di utenti cinesi. La funzione Pure Mode sarà distribuita a 1000 dispositivi Xiaomi nel periodo di prova che durerà sino al 10 settembre prossimo.


Al momento l'utente può decidere di attivare e attivare la Pure Mode in base alle sue preferenze, non si tratta quindi di un vincolo insuperabile e bisogna considerare che non è scontato che il produttore decida di introdurre l'opzione anche nei mercati internazionali. La mossa non chiarisce esattamente il motivo per cui Xiaomi abbia sviluppato la Pure Mode: lo scopo dichiarato è impedire che gli utenti installano per errore software dannosi, ma si rischia un'inutile sovrapposizione con la funzione nativa di Android che permette di ottenere lo stesso risultato.

Naturalmente ben venga anche un eccesso di zelo per tutelare la sicurezza degli utenti, magari lasciando inalterato il meccanismo che lascia la parola finale ai diretti interessati ed evitando la moltiplicazione di funzioni che in ultima battuta possono risultare fuorivanti.


23

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Mezzogiorno

Che titolo

kiang lee

CORRE VOCE CHE SE METTI UN APK SKRAKKATO IN COREA NORD KIMJONGUN TI ATTACCA LA SCOSSA DI CORRENTE ALLE PALLE...XD

kiang lee

SE VIETANO DI ISTALLARE APK SKRAKKATI ADDIO XIAOMI .....

kiang lee

PURE MODE NON VA BENE COME SI Fà POI A ISTALLARE APK SKRAKKATI O SCARICATI DAL PLAYSTORE QUELLI A PAGAMENTO GRATIS???

salvatore esposito
Alex

Almeno lo puoi sbloccare, su un p8 lite 2017 ho dovuto pagare 5 € ad un sito per ricavare i codici per lo sblocco del bootloader, invece su un Lg G7 ThinkQ ho dovuto seguire una procedura su xda che ha richiesto più di 3 ore del mio tempo. Se avessi potuto scegliere avrei aspettato tranquillamente 10 giorni.

Cid

Neanche libero fa sti titoli xD

Estiquaatsi
Mattia Alesi

Pure questo adesso!
Già per sbloccare il bootloader si deve attendere 10gg con il tool ufficiale

sfunzione

giusti i divieti: la libertà fa male all'anima

Razorbacktrack

Che poi in realtà' si puo' fare con roba stile Altstore

ally

chiamasi protezione...

ally

dittatura sanitaria...

ally

finchè non copia batteria e prezzo da mela per me va benone...

Chicco Bentivoglio

Non conosci il mercato cinese

berserksgangr

È giunta l'ora per Xiaomi di copiare anche questo

Roby roby

Cosa che IOS non permette da sempre.

ErCipolla

Prove tecniche di regime... speriamo non sia l'inizio della fine della libertà su Android.

LaVeraVerità

Belinate. L'utente ha sempre potuto decidere di NON installare apk qualunque.

LaVeraVerità

Come si può chiamare "funzione" quella che di fatto è una limitazione?

Giardiniere Willy

In Cina faccia che vuole, in Europa MAI

Chicco Bentivoglio

titolo fuorviante come sempre.
Non vieta un bel nulla, sarà una cosa che potrà decidere l'utente e comunque in cina non hanno il playstore e usano un sacco di appmarket alternativi.

Samsung One UI 4 con Android 12: vi mostriamo la beta per i Galaxy S21 | VIDEO

La street photography con lo smartphone: 5 consigli utili | Video

Xiaomi 11T ufficiale con Pro, 11 Lite NE e Pad 5. PREZZI e disponibilità Italia

Recensione Oppo Reno 6 Pro 5G: tanta potenza, piccolo restyling