Foxconn rassicura, la fabbrica di iPhone non è stata danneggiata dalle inondazioni

21 Luglio 2021 24

Le gravi inondazioni che hanno interessato la provincia di Henan in Cina non avranno conseguenze sulla produzione degli iPhone. Questo è quanto affermato da Foxconn, il più grande ed il più importante partner di Apple nella produzione dei suoi smartphone, che con una dichiarazione affidata alla CNBC ha tranquillizzato mondo ed investitori sulle sorti degli iPhone.

“Possiamo confermare che fino ad oggi non c’è stato alcun impatto diretto sulla nostra struttura in quella località. Stiamo monitorando attentamente la situazione e forniremo eventuali aggiornamenti, se fosse necessario”,

Le preoccupazioni sono rivolte in modo particolare ai prossimi iPhone 13 che potrebbero essere tra quelli che Foxconn sta attualmente assemblando per Apple in una sorta di rush finale che porterà di slancio alla presentazione di metà settembre ed alla domanda record che l'azienda si attende.

Il punto è che il principale stabilimento di Foxconn, nonché il maggior impianto del mondo in termini di iPhone assemblati, si trova proprio nella zona a rischio, a Zhengzhou. Ad essere seriamente in pericolo, invece, sono gli oltre 10 milioni di cinesi che hanno visto cadere in un'ora la pioggia che, secondo le autorità, cade mediamente in un mese, ma le esigenze dell'industria sono altre e ci sono degli enormi interessi economici da tutelare.

Getty Images via CNBC

Apple non ha ancora commentato, ma Tim Cook ha utilizzato il suo profilo Weibo - tra i social più popolari in Cina - per esprimere vicinanza ai cinesi in difficoltà in modo simile a quanto aveva fatto qualche giorno fa sulle alluvioni in Germania, Belgio e Paesi Bassi: "Il nostro pensiero è rivolto a tutte le persone colpite dalle inondazioni nella provincia di Henan ed ai primi soccorritori che hanno aiutato la gente a mettersi in salvo", aggiungendo che anche in questa occasione Apple non farà mancare il suo contributo economico al sostentamento delle operazioni di soccorso.


24

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
C'è-chi-dice-No!

A fabbrica doveva fermarsi? Hanno detto chissenefotte dei morti?

Pistacchio
Maurizio Mugelli

muoiono centinaia di persone ma gli iphone continuano a venire prodotti, tutto bene.

jose manu

Non potevano uscire dalla metro?

Rendiamociconto

non di integralisti invasati

Alessandro

Difatti l'OMS ha smentito.
Difatti la multinazionale francese responsabile ha smentito.
Poi ci sei tu...

giovanni cordioli

Ho visto i video della gente annegata nella metro..
Poveri cristi...

Fla

E che gli importa, altri 10.000 "cristiani" li trovano in mezza giornata.

Estiquaatsi

La fabbrica non è stata danneggiata, ma forse chi ci lavorava sì.

dario

hdblog ha fatto benissimo a pubblicare la notizia, foxconn però poteva rilasciare un comunicato un po' più partecipativo... si tratta di un colosso che opera in una regione duramente colpita, con morti, senzatetto e disastrati di ogni natura. almeno una parola di cordoglio poteva infilarcela, in quelle tre righe per tranquillizzare i mercati.

Ha tranquillizzato gli investitori, al resto del mondo penso interessi molto poco.

Ikaro

Sto benaltrismo da dove vi esce, foxconn parla per quello che gli riguarda stessa, non è un ente governativo, Hdblog da notizie di tecnologie...

dario

no ma che c'entra, è giustissimo che la notizia sia riportata qua, ci mancherebbe... è il comunicato di foxconn a essere discutibile all'origine.
cioè, non mi pare le industrie tedesche abbiano fatto annunci che i wurstel erano salvi, per dire.

dario

fa molto piacere per foxconn, ma di fronte alla catastrofe umanitaria non mi sembra la rassicurazione più impellente da fornire...

KenZen

A me non frega una mazza dei telefoni (almeno per i prossimi 5 anni). Proteggete le orientali (quelle belle).
Saluti

"possiamo confermare che i covid non è uscito da laboratorio di wuhan";"possiamo confermare che non c'è nessun problema in cina di attività radioattiva" ecc ecc.

Dayman

E lo dice uno che ha come avatar vazco rossi?!?

Strefano Bianchi

c'è il mio iphone 13 li

Marco

tecnologia che necessità comunque di una parte di rispetto dell'etica perché altrimenti rischiamo di distruggerci con le nostre stesse mani.

ErCipolla
Mattmoon

Siamo in un blog di tecnologia

Andredory

È la prima cosa che ho pensato anch'io leggendo il titolo e l'articolo' l'importante sono gli iPhone e la fabbrica, di tutto il resto chi se ne frega. Sossoldi...

C'è-chi-dice-No!

...e anche questa volta per gli Apple Haters significs che spruzzano domani.

Daniel
Ad essere seriamente in pericolo sono gli oltre 10 milioni di cinesi

A noi non frega un fico secco - proteggete i telefoni ad ogni costo !

Lavorare con iPad Pro M1 12.9: cosa si può fare davvero (e con quali compromessi)

I tre migliori compatti: iPhone 12 Mini vs Asus Zenfone 8 vs Galaxy S21 | Confronto

Abbiamo provato iOS 15: prime impressioni d'uso sulle principali novità

Abbiamo provato iPadOS 15: le novità che Apple non ci ha svelato