Huawei va veloce: sta lavorando a un alimentatore da 90W, e forse sarà wireless

13 Luglio 2021 11

Da qualche tempo, ormai, quando valutiamo quale smartphone comprare accanto all'autonomia c'è un altro elemento importante da considerare per capire quanto riuscirà ad accompagnarci durante le nostre giornate, ovvero la velocità di ricarica. Ormai tanti dispositivi, e non solo nelle fasce più alte del mercato (dove anzi c'è una certa resistenza da parte dei brand più conservativi come Samsung e Apple), sanno trasformare dieci minuti di connessione con l'alimentatore in un guadagno significativo nella percentuale di batteria.

In questo contesto, sembra che Huawei stia lavorando concretamente per un sistema di ricarica a 90W, che in caso si concretizzasse sarebbe il più potente mai commercializzato dall'azienda, che tuttavia sembra avere ulteriori ambizioni per il futuro, dato che a gennaio è emersa la certificazione di un alimentatore da ben 135W.

L'indiscrezione arriva direttamente dalla Cina, e precisamente dal noto leaker Digital Chat Station, secondo cui Huawei sarebbe pronta ad alzare l'asticella attualmente fissata a 66W per la ricarica cablata e 50W invece per quella wireless.

COL CAVO O SENZA?

Occhio, però, perché il post su Weibo del leaker è sibillino, e lascia intendere che i 90W potrebbero anche riguarda un alimentatore wireless, il che renderebbe la soluzione messa a punto da Huawei ancora più impressionante, anche se non ancora ai livelli dell'HyperCharge presentata da Xiaomi a fine maggio, capace di fornire una ricarica wireless a ben 120W in grado di ricaricare completamente un dispositivo con 4.000 mAh di batteria in soli 15 minuti.

Al momento non ci sono ulteriori indiscrezioni su questo progetto di Huawei: chissà che la presentazione dei nuovi flagship della serie P50, che dopo molti rinvii ormai potrebbe essere imminente con gli ultimi rumor che la prevedono per il 29 luglio, non possa essere l'occasione per scoprire qualcosa in più anche su questo tema.


11

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Dmitri

Se non sai non parlare no? è una delle prime regole base.
Non sono un fanatico dei gms in quanto tali, ma se ho uno smartphone da 1200 euro senza gms e le seguenti app non funzionano (a causa della mancanza dei gms)

strava - toogoodtogo - i vari carsharing - banche varie - connect di garmin - vsco - amazon photos - e molte altre

se permetti quindi, abbandono uno smartphone e me ne compro uno alla stessa cifra che però non ha tutti questi problemi e che ha la stessa qualità, se non superiore, ad uno smartphone huawei.

Andrea Vaschieri

Davvero hai abbandonato huawei per i GMS? Meriteresti una ciofeca come xiaomi! Ma cos'hanno mai sti GMS? Io li trovo una roba per bambocci, tutta roba da flippati. Le cose davvero utili sono giusto un paio ma c'è le ha pure huawei con la differenza che quelle di huawei sono in continuo progresso e ad una velocità stratosferica. Sul mio huawei i GMS ci sono ancora e ci sono anche gli HMS che ancora sono in fase di maturazione, ma sicuramente prima di abbandonare huawei abbandonerò i GMS, anzi spero di poter provare presto ArmonyOS...

Pistacchio
Dmitri

Davvero, con i gms sarebbero stati davvero eccezionali, e mai avrei abbandonato la nave Huawei.

Giuseppe

Mamma mia quanto quoto questo commento.

Con i servizi Google sarebbe ancora lì a lottare con i top. Peccato, perché il rapporto qualità/prezzo è sempre stato eccezionale.

ICouldBeAnyone

Sicuramente non esploderà come quella dei Samsung... memoria corta?

ICouldBeAnyone

È un'azienda che è diventata troppo fastidiosa per il governo americano alla quale ha prontamente tagliato le gambe

Kamehame

Cos'è Huawei?

Ne deduco che la batteria friggerà anche a distanza. :\

LuPo

O non saoce va o non sa bene cosa sta facendo...

Recensione OnePlus Nord 2: sarà lo smartphone giusto per molti

Xiaomi Mi 11 Lite come non l'avete mai visto | Video

Recensione Sony Xperia 1 III: super fotocamere e spirito bollente

Recensione vivo X60 Pro: cosa offre lo smartphone ufficiale degli Europei