LG non venderà gli iPhone in Corea del Sud: troppe polemiche

13 Luglio 2021 3

Dopo essere uscita dal mercato degli smartphone, qualche settimana fa si era parlato dell'ipotesi che LG, attraverso la propria rete distributiva, potesse iniziare a vendere i prodotti Apple, iPhone ma anche iPad ed Apple Watch, sul territorio sud coreano. L'idea di creare dei corner dedicati, una sorta di negozio nel negozio, avrebbe permesso di ottimizzare tutte quelle superfici di vendita rimaste orfane dei dispositivi telefonici. Ora è invece arrivato il dietrofront: le trattative tra LG ed Apple sono state interrotte temporaneamente e i prodotti di Cupertino non arriveranno negli oltre 400 punti vendita della catena Best Shop, che fa capo proprio al gigante coreano.

Dietro alla scelta c'è stata l'opposizione di una serie di negozianti di piccole e medie dimensioni, preoccupati che questo tipo di decisione potesse penalizzarli e accentrare le vendite dei prodotti Apple solo sui punti vendita e attraverso i canali di LG. A quanto pare l'eventuale accordo avrebbe anche rotto la promessa fatta nel 2018 da LG (e da Samsung) di non vendere prodotti diversi dai loro nei negozi che afferiscono alla due società, proprio per non penalizzare eccessivamente tutti gli altri distributori.

Il fatto che LG non sia più attiva nel mercato degli smartphone avrebbe potuto, dal loro punto di vista, annullare quegli accordi presi in precedenza ma la pressione dell'opinione pubblica e la volontà stessa del governo coreano, che ha chiesto che non vengano penalizzate le piccole e medie imprese in questo periodo di crisi causato dalla pandemia, hanno probabilmente avuto un loro peso.

Una problematica molto legata alla realtà della Sud Corea dove i grandi conglomerati, le Chaebol, hanno interessi in un numero enorme di settori economici, sono centrali per il successo del Paese ma allo stesso tempo rischiano di penalizzare tutte le altre imprese potendo contare su una potenza di fuoco eccessiva.


3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Nessuna pietà per questi incapaci, hanno fatto un flop dietro l'altro quindi la telefonia è meglio che se la scordino.

Surak 2.04

In Italia si sarebbe limitata ad "affittare" gli spazi ed il personale, lasciando la vendita a terzi sulla carta (la stessa Apple o la Brambilla e Figli Srl fondata due giorni prima)

AnalyticalFilm

Peccato, era un'occasione unica per sapere cosa si prova nel vendere prodotti decenti per la prima volta.

Recensione OnePlus Nord 2: sarà lo smartphone giusto per molti

Xiaomi Mi 11 Lite come non l'avete mai visto | Video

Recensione Sony Xperia 1 III: super fotocamere e spirito bollente

Recensione vivo X60 Pro: cosa offre lo smartphone ufficiale degli Europei