India: la pandemia rallenta la produzione di smartphone

11 Maggio 2021 3

La piaga della pandemia continua a devastare l'India con dati allarmanti e la situazione non accenna a migliorare. Gli effetti della seconda ondata sono così evidenti da aver influenzato i piani nel breve periodo dei principali produttori di smartphone, stando a quanto si apprende da un nuovo report pubblicato da ET Telecom.

Secondo quanto riferito, aziende come Poco, Realme e Vivo - ma non sono le uniche - hanno cominciato a fare conti con il fatto che il mercato indiano, uno dei principali al mondo, affronterà presto una netta contrazione della domanda e che si verranno a creare nuovi problemi per quanto riguarda la produzione e la distribuzione degli smartphone.

Nonostante il governo locale non abbia ancora annunciato misure restrittive, come un lockdown su scala nazionale, le aziende del settore stanno posticipando il lancio di nuovi prodotti e la distribuzione di quelli già annunciati. Persino ASUS, ormai in procinto di lanciare i suoi nuovi ZenFone 8 già nel corso della giornata di domani, ha rimandato il suo evento di presentazione sino al miglioramento dello scenario attuale.

Attesi per la presentazione nella giornata di domani, il lancio indiano degli ZenFone 8 sarà rimandato

Lo stesso sembra che stia accadendo anche per Realme, la quale aveva in programma il lancio di Realme X7 Max 5G entro maggio, mentre ora è alla ricerca di una nuova data fattibile. Per quanto riguarda Xiaomi, invece, sembra che l'azienda procederà con i suoi piani che prevedono la presentazione di un nuovo smartphone base di gamma il prossimo 14 maggio, mentre POCO ha rimandato un suo evento atteso per maggio; così hanno fatto anche Samsung e Micromax.

Il rallentamento del mercato indiano potrebbe avere ripercussioni anche in quello occidentale, specialmente per quanto riguarda la distribuzione di tutti quegli smartphone che solitamente vengono presentati in anticipo in India, per poi giungere in Europa. Tuttavia il problema più significativo è rappresentato dal rallentamento della filiera produttiva e di distribuzione; nonostante molti degli smartphone prodotti in India vengano commercializzati in loco (in modo da usufruire di importanti sovvenzioni), l'eventuale stop di questa parte della catena potrebbe avere ripercussioni anche sulla disponibilità globale di diversi modelli.


3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
GiankulottoGranbiscotto

https://uploads.disquscdn.c... mercato smartphone 2021

PIxVU

<draft>
notizie poco realistiche e sempre molto vaghe, con pochissimi dettagli e particolari che configurano tal controsenso e assurditá che, in tal modo, agevolerebbe truffe e frodi ai danni di cittadini e consumatori e contribuenti dell'occidente , con particolar riferimento ai cittadini e consumatori del'EU. </draft>

Scommetto che non lo aveva previsto nessuno, anche grazie a certi capi di stato che lasciano il tempo che trovano. :(

Recensione OnePlus Nord CE 5G, io ve lo consiglio!

Motorola Ready For, la modalità desktop che aspettavamo

Redmi Note 10 Pro trasformato in un Pixel | Guida e video

Google rinnova Wear OS: partnership con Samsung e un design tutto nuovo