Fedeltà ai brand: cresce fortemente quella verso Apple, cala quella di Samsung

18 Marzo 2021 400

In un mondo tecnologico sempre più ricco di prodotti e produttori, il tema della fedeltà ai brand assume un ruolo molto importante; riuscire a mantenere a sé i propri clienti in un panorama in continua evoluzione è senza dubbio un grande traguardo.

Gli ultimi dati pubblicati da SellCell (ovviamente riferiti al mercato USA) ci mostrano dei risultati interessanti che ci permettono di capire in che misura il grande pubblico si rapporti con i brand, in particolare con Apple, Samsung, Google, LG e Motorola. Questi ultimi due sono ancora particolarmente popolari negli USA, mentre lo sono decisamente meno in Europa, un dato che ci fa subito capire come le abitudini dei consumatori siano fortemente diverse da un mercato all'altro.

In ogni caso, il campione di 5.000 utenti intervistati nei primi mesi del 2021 ha mostrato un tasso di fedeltà in crescita verso i prodotti della casa di Cupertino: ben il 92% dei possessori di iPhone ha dichiarato che il suo prossimo acquisto sarà nuovamente un iPhone, mentre nel caso di Samsung questa percentuale scende al 74%. Rispetto alla misurazione effettuata lo scorso agosto, la fedeltà verso Apple è aumentata di 2 punti percentuali (prima stava al 90%), mente quella di Samsung è crollata di oltre 11 punti, dato che la precedente rilevazione aveva riscontrato un tasso di fedeltà dell'85,7%.


Un aspetto interessante riguarda anche le scelte che verranno fatte da parte degli utenti infedeli: il 53% di quelli che hanno scelto di abbandonare Samsung, ad esempio, si rivolgerà proprio ad Apple per il suo prossimo acquisto. Insomma, la casa californiana continua ad essere particolarmente popolare; non sarà certo il notch a rappresentare un problema per quanto riguarda l'appeal dei suoi prodotti verso il grande pubblico.

Situazione molto più drammatica per LG e Motorola, visto che in questo caso è più facile contare gli utenti che intendono cambiare la propria scelta di acquisto, rispetto a quelli che la manterranno. Il 62,6% dei clienti Motorola e il 71% di quelli LG guarderanno verso altre aziende quando dovranno scegliere il loro prossimo smartphone (anche perché LG non dovrebbe presentarne altri). Anche Google non sembra passarsela bene, visto che il brand Pixel sembra perdere sostenitori: solo il 65,2% degli utenti continuerà a restare in casa Google (era l'84% nella scorsa rilevazione).


400

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Davide

cos?

alessandro

Entro qualche anno li abbasserà, visto che Samsung sa che la concorrenza la schiaccerà come lei (insieme a tante altre circostanze) fece con Nokia anni fa

efremis

Uguali non intendo ovviamente (pensavo fosse chiaro) che sono uguali in senso stretto. Ma uguali come maturità e uso per la massa.
Da forte utilizzatore di entrambi hanno i loro vantaggi e svantaggi e trucchetti da una parte e dall'altra, su iOS la maggior qualità delle app a volte pesa e conta ovviamente nella massa (molto più che altre cose). Poi ovviamente è giusto che ad ognuno il suo.
Ma la cosa della fedeltà è anche dall'altro lato, basta guardare qui dentro dove la maggior parte di gente che parla male di iOS non ha mai avuto un iPhone neanche in foto e non sa le funzioni base. E c'è un sacco di gente che non sa usare iOS ma solo le funzioni base. iOS è il sistema con più scorciatoie e gesture nascoste che ti cambiano la vita se sei utente pro ma quasi nessuno conosce e che da anni mi chiedo perché non le copiano come hanno fatto per molte cose (gesture e altro).
Nella mia azienda ci sono solo Android e non hanno nessuno difficoltà, magari non usano le funzioni pro come non le userebbero su iOS, ma non è sicuramente quello il motivo in senso stretto delle maggiori vendite ma tutta una serie di cose a 360 gradi che Apple si è saputa costruire in 14 anni di iPhone tra supporto triplo nel tempo (6 anni contro 2 reali e in ritardo su Android, assistenza, cura maniacale a tutto tondo, design non fine a se stesso, OS cucito addosso e tanto altro). Sono questi gli unici ovvi motivi, se comincia a toppate sparisce in un attimo come Nokia.
Poi i gusti son gusti, ma le altre sono storielle.

Fabrizio

E qualcuno dice che iOS ed android sono uguali quando palesemente non lo sono proprio per motivi tecnici..che poi le differenze siano apprezzabili o meno da tanta gente mi interessa poco, io guardo alle mie esigenze.
Come detto sopra tanta gente è fedele ad iOS perchè non conosce o non sa apprezzare i plus di android, cosa che mi sembra lecita e comprensibilissima al giorno d'oggi dato che le esigenze medie sono molto molto basic per cui ci si accontenta

efremis

Non ho detto che deve essere una cosa utile solo se serve a me ma esattamente l'opposto, che al 99 % della gente non servono e le vendita e fedeltà al brand mi danno ragione. E tu li hai fatti argomenti di forza come a voler dare una verità tutta tua al senso dell'articolo, cosa lontanissima dalla tua realtà e piccolo mondo legato alla tua di scrivania.
Io faccio un uso che probabilmente tu non conosci visto che non conoscevi neanche le funzioni di base che tanto difendi in Android (chiavette su iOS dicevi non possibili).

Fabrizio

Anche con le app terze non arrivi ai livelli delle app stock Android, soprattutto sui tempi lunghi (10-30s) e le modalità custom con i preset (C1 e C2) - così come le integrazioni e condivisioni via app, oppure OTG che in viaggio è una manna dal cielo.
Ma ci sta che impattino poca gente perchè il 99% non sa' usare o non vuole neanche imparare a fare certe cose, per cui per l'uso basic va bene anche iOS.
Questo non cambia il fatto che rimangono fondamentalmente diversi per quella nicchia di persone che sa' apprezzare le differenze

efremis

Condivisione che Android ha appena copiato Airdrop con Condivisione nelle vicinanze perché ne aveva mille e nessuno funzionare come dovrebbe (sprecando il fantastico wifi direct introdotto dal primo Galaxy S). Accessori che ad Android piacerebbe avere un decimo (forse sono stato largo) degli accessori che ci sono in Apple e la compatibilità, escluso il Type C per il solo iPhone (visto che su iPad Air e Pro ci sono), per il resto gli accessori sono speculari tra ricarica Qi (anche se su iPhone puoi ANCHE usare Megsafe oltre agli altri), ricarica Power delivery, accessori auto e tanto altro. Controlli manuali, oltre al fatto che ci sono mille app terze, sono cose che giustamente non hanno smosso una virgola nell'affezionamento al brand.

efremis

Ho avuto praticamente ogni Android dalla sua uscita.
Invece dimostri di non conoscere iOS (già si era comunque intuito).
L'OTG con adattatore è la stessa cosa che fai con iOS da quasi 2 anni da iOs 12 che ha introdotto l'uso di memorie esterne.
Le altre sono tue esigenze assolutamente di nicchia (così come l'OTG, argomento di forza stantio da anni, nonostante da iOS ci sia).
Out of the box mai usato, cambio ogni telefono una volta al mese per studiare ogni minimo particolare di ogni interfaccia (ora ho un Motorola Edge e prima Xiaomi Mi 10), semplicemente stai dicendo cose non vere per il 99 % della gente e false nel caso di OTG.
Detto questo non hai citato un sacco di cose ormai abitudinarie per un sacco di persone come la continuità e integrazione tra dispositivi iOS, cose assolutamente non necessarie ma che Android è molto lontano ad avere se per questo.
Vanno entrambi bene, il resto sono solo fazioni fuorvianti e disinformanti.

efremis

Invece se ci pensi è proprio il contrario. Io ho sempre avuto la rubrica su Google e anche le foto. Con Apple nessun problema usarli (già anni fa si era fatto notare tra l'altro il paradosso che le app Google andassero meglio su iOS). Diversamente non puoi fare con Google se hai account Apple, certo per colpa di Apple. Ma in pratica con Apple hai accesso a tutto, se usi cose solo Apple hai un di più e non un di meno.

C'è-chi-dice-No!

Si vede che pensi poco alla figa.

Fabrizio

Probabilmente hai margini di conoscenza di Android ancora ampi, per definizione non vanno uguali.
Su android uso 4 lingue contemporanee sulla tastiera (swiftkey), che su ios ha il limite a 2. Così ogni volta che ne vuoi cambiare una devi andare nelle impostazioni a disattivare roba, oltre agli altri limiti su simboli ecc.
OTG e gestione file inesistente per principio in iOS ("ah ma c'è il cloud").
Fotocamera in manuale stendiamo un velo pietoso, su android scatti in manuale tipo da 5 anni mentre su iOS non ci arrivi neanche con app di terze parti a pagamento.
Si potrebbe andare avanti per ore..
Ovvio che se usi i telefoni out of the box cambia poco oltre alle pure differenze HW che vanno a gusti, magari bello il feedback aptico su iphone che però manca uno schermo a 90/120hz

Fabrizio

Mai pensato che c'è tempo per entrambi? O.o
Quando magari vai a farti un giro d'estate in montagna insieme alla topa e vuoi fare una bella foto invece che un punta e scatta, oppure tutta la questione di tastiere e praticità della gestione dei file semplicemente per lavoro? Come se ci si dovesse stare sempre attaccati.
Ma evidentemente qualcuno appunto non ci pensa neanche a quello che si perde e vive felice così, non che sia un male certo, come avevo scritto nel primo commento

sailand

Io sono stato possessore di PC, Mac, iPhone, iPad, smartphone Android e altro ancora e non ho mai detto sia complicato il passare ad altra piattaforma ma non pigliamoci in giro.
Se passo da un Android ad un altro di marca differente mantengo automaticamente rubrica, app scaricate e quasi molti dati. Lo stesso fra apparecchi Apple ma non cambiando sistema operativo.
Oltretutto quasi tutto non è complicato ma non proprio tutto, da Android ad Apple o viceversa non è tutto lineare.
Se poi prendiamo in considerazione l’integrazione dell’ecosistema Apple fra i suoi computer, tablet, smartphone, smartwatch e accessori (tipo AirPods) il confronto è improponibile: certe funzioni sono sfruttabili pienamente solo se hai tutto Apple e basta. Se non è essere più chiusi questo...

C'è-chi-dice-No!

Fa figo averlo anche dopo due mesi, si accampavano perchè volevano il meglio il prima possibile.

C'è-chi-dice-No!

Mi arrendo, io quando non sono impegnato per lavoro preferisco usare il mio tempo per la topa e non per modificare il telefono. Io il telefono lo compro pronto da usare e mentre qualcuno che lo ha comprato ma non gli piace e lo deve modificare, usa il suo tempo per modificare il telefono, io penso alla topa.

efremis

Ma assolutamente no, anch'io uso entrambi. Il più intuitivo e veloce rimane iOS. Per il resto vanno "uguali".

C'è-chi-dice-No!

Prosit

Fabrizio

Un sacco di roba in termini di praticità (tastiere, lingue, connessioni fra app diverse, condivisioni, OTG, compatibilità accessori), funzioni aggiuntive (una su tutti: controlli manuali completi nell'app fotocamera stock) oltre a ovviamente differenze HW di alcuni telefoni specifici.
Ma android deve essere conosciuto e un po' customizzato, capisco che chi lo provi semplicemente out of the box non lo apprezzi.
E' come andare in Germania, non ci vai in vacanza pochi giorni ma la apprezzi come qualità della vita vivendoci a lungo termine

Fabrizio

Ovvio c'è pur sempre una piccola nicchia che usa entrabi i sistemi e sfrutta un top android a fondo, ma rimane appunto una percentuale risibile.
Uso entrambi anch'io, ma iphone praticamente solo per chiamate e qualche app che è ottimizzata meglio su iOS.
La praticità nella vita quotidiana di android è un altro mondo, ovviamente se lo si sfrutta bene e non out-of-the-box come iOS

C'è-chi-dice-No!

Molti hanno bisogno di sentirsi speciali, intelligenti. Criticano i "caproni" che si uniformano, dicono che si compra Apple per moda ecc. Ci sono poi le lunghe teorie di luoghi comuni tra i quali l'ecosistema chiuso e tante altre.
Tutto serve a schierarsi. Essere contro il vincitore li fa sembrare non allineati, rivoluzionari e anticonformisti.
Non entrano nel merito, entrare nel merito significherebbe passare il Rubicone di se stessi. Meglio di no. Meglio continuare a riempire il cestino del proprio ego di banalitá false e non capire.

efremis

L'utente medio del blog, purtroppo non la minoranza, si erge ad esperto e aperto, mentre in realtà parla di cose che non conosce, si schiera creandosi realtà false parallele basate su falsi luoghi comuni pensati da altri... E vabbè...

C'è-chi-dice-No!

Infatti "ecosistema chiuso" non significa un fico secco. Lo usano perchè devono odiare qualcosa per sentirsi bene e usano frasi fatte per schierarsi dalla parte della ragione.

C'è-chi-dice-No!

https://uploads.disquscdn.c...

efremis

Da estimatore di Telegram dico meno male.
Su Telegram su Android è un porcaio tra pirateria e qualsiasi tipo di contenuto completamente fuori controllo compresi account rubati agli utenti di vari servizi e pure pubblicizzati.
Telegram sarebbe anche per comunicare per bambini ma è pieno di canali di per sé di tecnologia o videogiochi che poi ti rimandano con nonchalance al p0rno.
Ora ne hanno chiusi tantissimi ma è ancora il paradiso degli scrocconi e del caos incontrollato.

efremis

Con una piccola precisazione, la gente non si accampava perché faceva figo averlo, ma perché voleva semplicemente averlo subito come una PS5 oggi per esempio.

efremis

Altri luoghi comuni ne abbiamo? Io uso entrambi e lo stesso vale molto per chi si chiude ad usare solo Android.

efremis

Solo qui fortunatamente...

efremis

Assolutamente falso.
Io cambio continuamente telefono ed è la cosa più semplice del mondo con o senza altri prodotti Apple (sia quando ne avevo che quando ne non ne ho come adesso). E adesso ho un Motorola Edge.
Basta aver posseduto un iPhone in vita propria per capire che ciò non ha assolutamente senso.

efremis

Dici di non essere fedeli (come dire non essere chiusi) e poi dici "cancro Apple"... Stai praticamente favorendo la fedeltà ad un brand (Google).
Io cambio spesso e ne vale la pena.

efremis

Diciamo che Apple viene principalmente criticata solo qui ma è l'unica che è ben 14 anni che riesce ad essere lungimirante e mettere le cose che contano per l'utente ovvero sempre più servizi che parlano tra loro, 6 anni di aggiornamenti, miglior assistenza e supporto e qualità percepita a tutto tondo.

DiscentS

Già è tanto se c'è una fedeltà al Brand con telefoni che laggano, batteria che drena il sangue se lo usi e drena pure se non lo usi, colori dello schermo e delle foto scelti da una 20 enne coreana appassionata di rossetti e fondo tinta fosforescenti, schermi scivolosi e qualche volta esplodono pure...

Dyatlov

Che senso ha paragonare il vecchio con il nuovo modello (quando i prezzi aumentano di anno in anno e questo è il primo dove non sono aumentati.. strano)
Iphone 11 con accessori prezzo uscita 839€(da una breve ricerca)
Iphone 11 senza accessori prezzo attuale sul sito apple 719€...

C'è-chi-dice-No!

Che si perde?

C'è-chi-dice-No!

La fedeltá si conquista, specie se si parla di brand.
Ci sono brand che sanno conquistarla e altri che non ne sono capaci.
Apple ha creato un pacchetto di prodotti e servizi che funzionano senza pensieri. Uscire fuori da quel circuito e cominciare a incappare in problemi piccoli e grandi non da coraggio a cambiare.

R4gerino

Essere fedeli ad un brand è estremamente stupido. La concorrenza esiste per un motivo. Compro il prodotto migliore per le mie esigenze del momento.

Chiaramente, più è chiuso l'ecosistema, più diventa difficile uscirne.

Devo anche dire che mi manca una vera alternativa a Google (no, Apple non è un alternativa, è un cancro ancora peggiore), e si, mi Mancano i Lumia di microsoft.

daniele

Ma tu sei fuori, non leggo nemmeno 1 riga del tuo commento. Provali

C'è-chi-dice-No!

No. Anche tu vedi più fluido l'iPhone. Il motivo non è dovuto ai 60 o ai 120 Hz. Si vede più fluido iPhone perchè Apple spegne il pixel con un pixel nero mentre gli altri lo lasciano persistente.
I 120 Hz sono uno specchietto per polli. Tra due display Samsung a 60 o a 120 Hz vedi più fluido quello a 120 Hz ma non perchè vedi più fotogrammi, lo vedi più fluido perchè nei 120 inseriscono lo spegnimento del pixel tramite pixel nero. Questione riduce la persistenza e a te sembra più fluido.
Il numero di fotogrammi non c'entra un fico secco.
Prendi la ruota carro e falla girare aumentando la velocitá angolare gradualmente. A un certo punti la vedrai ferma. Accade perchè l'occhio non vede la ruota girare ma vede diversi fotogrammi che poi ricostruisce come la ruota che gira. Se la frequenza di aggiornamento è identica alla capacitá del cervello di elaborare le immagini, allora non vede differenze di immagini e il cervello ritiene la ruota ferma. Se raddoppi la velocitá continua a vederla ferma e così via.
Il primo punto avviene a 30 Hz circa. Poi a 60 e poi a 90, poi a 120 ecc.
Insomma dopo i 30 non vedi la differenza di refresh rate.
Però alcuni produttori a 60 Hz inseriscono un pixel colorato e uno nero (colorati a 30 Hz) e diventano molto fluidi.
Passare a 120 Hz non cambia nulla a quel punto. Cambia invece se precedentemente a 60 Hz mettevi solo pixel con info (colorati) perchè hanno cominciato a mettere i neri per spegnere i colorati.
Ma la stessa cosa la possono fare con i 60 Hz solo che per il marketing era più figo dire 120 che dire ora a 60 mettiamo lo spegnimento del pixel. Fine.

daniele

Ahahhaha certo

C'è-chi-dice-No!

Pensa che io vedo più fluido l'iPhone 12 dell'S21 Ultra.

noncicredo

I montoni sono più difficili da spostare dal gregge.

sailand

Semplice: l’ecosistema Apple è più chiuso, specie dopo l’abbandono di Intel è ancor più chiuso. Non resti fedele per scelta ma per obbligo.
Passare da un Android ad un altro di diversa marca è più facile.

Condiloma Peperlizia

Riguardo alla questione del carica batteria si.

Condiloma Peperlizia

Vero e infatti apple fa bene i suoi conti.

Condiloma Peperlizia

Anche.

Condiloma Peperlizia

In riferimento a quella fetta di utenza che non bada a spese e acquista un icoso 12 nonostante il comportamento pezzente di apple con il carica batteria. Vale anche per Samsung, ma questa ha molta meno vendita di apple nella fascia alta. Comunque il tuo discorso è più che giusto.

Fabrizio

Il punto è proprio quello: chi usa Apple non sa' cosa si perde, per cui rimane felice e "ingabbiato"

Fabrizio

Crollo importante per i Pixel, quali dite siano le cause?
Certo bisogna anche vedere come sia stata fatta l'indagine

Castoremmi

Non esiste altro modo per fare queste analisi, l'alternativa sarebbe intervistare milioni di persone

Mik3
TocToc

certo noi 10 tutti sc3mi a spiegarti come si calcola un'area e cosa indicihi i polliciaggio dei display e solo tu sei quello sveglio che ci è arrivato xD coma dai, qua dentro sei lo zimbello del blog xD, altro che pscicologo

Echo 4° generazione vs Nest Audio: quale scegliere? Tutte le differenze

Il confrontone 2021: Galaxy S21 Ultra vs iPhone 12 Pro Max, Find X3 Pro e Mi 11 5G

5G Standalone: cos'è e quali sono le differenze rispetto all'attuale 5G

Guida all'Etichetta Energetica 2021: cosa cambia e come si legge