Honor ha ambizioni globali: ripristinate quasi tutte le partnership

22 Gennaio 2021 14

Honor è pronta a tornare in grande stile, dopo che la separazione da Huawei l'ha finalmente liberata dal ban. In occasione della presentazione di V40 in Cina (che a livello internazionale dovrebbe avere il nome di View40), la società ha illustrato i suoi piani futuri, e soprattutto confermato di aver riallacciato i rapporti con le aziende fornitrici più importanti a livello mondiale, tra cui:

  • AMD
  • Intel
  • MediaTek
  • Micron
  • Microsoft
  • Qualcomm
  • Samsung
  • SK Hynix
  • Sony

È interessante osservare nell'elenco un'assenza eccellente, diciamo pure cruciale: Google, i cui servizi software come il Play Store, i Play Services, Chrome, YouTube, Gmail e Maps sono considerati essenziali e pressoché irrinunciabili negli smartphone Android (al di fuori della Cina, per lo meno). Honor ha detto chiaramente che il suo obiettivo non è solo il mercato nazionale, ma tutto il mondo, quindi l'ipotesi più probabile è che la partnership con Google arriverà in un secondo momento (ipotesi avvalorata da alcune indiscrezioni risalenti ad appena tre giorni fa). Anche perché molte alternative non ci sono: si potrebbe tentare di percorrere la strada HarmonyOS, ma i tempi sembrano ancora troppo acerbi - il sistema operativo alternativo ad Android sviluppato da Huawei è iniziato ad arrivare stabilmente solo adesso in Cina.

Honor ribadisce la sua strategia a tre livelli 1+8+N:

  • 1: il settore smartphone, elemento chiave che tiene unito tutto il resto
  • 8: endpoint intermedi ma sempre fondamentali, ovvero PC, tablet, speaker, smartwatch, automotive, auricolari/cuffie, occhiali e TV
  • N: endpoint periferici di ogni tipo, come webcam, stampanti, videosorveglianza, GPS, elettrodomestici e molto altro ancora.

E precisa che il reparto di ricerca e sviluppo ha sempre continuato a innovare, con oltre 4.000 dipendenti (più del 50% della forza lavoro attuale).

Contestualmente, Honor ha annunciato che il suo MagicBook Pro 2021 inizia a essere disponibile all'acquisto a livello globale. Il dispositivo monta processore Intel Core i5-10210U (10° generazione) e GPU discreta NVIDIA GeForce MX350. Il display FullView 16:10 garantisce un rapporto schermo/scocca del 90% e copre lo spazio colore sRGB in modo perfetto, 100%. Il peso è di appena 1,7 kg. Si parte dal Regno Unito: il prezzo di listino è fissato a 949 sterline.


14

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Ricky

Anche a me ma sono bannati

Andrea Vaschieri

Kirin vanno bene

efremis

Seguo

sergio
sergio

Stessa cosa che ho pensato io....

Ricky

Spero in un clone 1:1 del futuro p50 a marchio honor con snapdragon

Mariux Revolutions

'N gul' al ban USA

Abel

Un po' come quando dicono che hanno cancellato una tassa ed invece gli hanno solo cambiato nome... https://media3.giphy.com/me...

Jared Vennett

E che vuoi fare?
Devono migliorare la sicurezza funziona così con gli attacchi

momentarybliss

Si tratta sempre di spionaggio informatico, Trump ha puntato il dito per anni sulle infrastrutture 5G della Cina e poi qualcun altro gli stava fregando di dati sotto il il naso

Jared Vennett

Le sanzioni alla Russia sono endiche ormai
Poi non hanno roba commerciale tech che vendono

momentarybliss

Riflettevo come il passato governo USA in termini di sicurezza nazionale si sia concentrato esclusivamente sulla Cina, e poi quello che è stato definito il più grande attacco hacker della storia a dipartimenti chiave dell'amministrazione statunitense, perpetrato per diversi mesi nel 2020 fino a quando non è venuto a galla, è stato imputato alla Russia

Repox Ray

" https://uploads.disquscdn.c... Non posso essere nella entity list se la mia azienda si è appena costuita"

Jared Vennett

Come aggirare il ban
Bentornata Huawei

Recensione Nubia Red Magic 6: la scheda tecnica non basta

Samsung Galaxy A52 4G vs Realme 8 Pro vs Redmi Note 10 Pro: confronto a 360°

24h con Lenovo Legion Phone Duel 2: gaming (e design) estremo

Recensione Motorola Moto G10 e Moto G30: grande autonomia e software per tutti