Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Samsung punta ancora sui sensori ToF e annuncia il nuovo ISOCELL Vizion 33D

04 Novembre 2020 4

Samsung ha tutt'altro che "gettato la spugna" per quanto riguarda il suo impegno nello sviluppo di sensori ToF. All'inizio dell'anno, la società coreana sembrava che avesse deciso di abbandonare questo segmento di mercato lasciando campo libero a Sony ma con il nuovo sensore ISOCELL Vizion 33D ha messo definitivamente a tacere qualsiasi voce.

Samsung lo chiamato "33D" per enfatizzarne le potenti capacità di rilevamento della profondità. Il sensore è ottimizzato per fornire le migliori esperienze fotografiche ed AR/VR, nonché la scansione 3D ed effetti di profondità nei video.

Il sensore sarebbe anche in grado di tracciare oggetti in movimento con bassa latenza grazie al supporto ai 120fps e ad un sistema di demodulazione a 4 tap che consente a ciascun pixel del sensore di ricevere quattro segnali di fase simultaneamente a 0, 90, 180 e 270 gradi generando un'immagine di profondità con un singolo scatto.


Al momento ancora non è noto se la serie Galaxy S21, che potrebbe arrivare all'inizio del prossimo anno, utilizzerà questo sensore ISOCELL Vision 33D che verrà comunque utilizzato in diverse categorie di prodotti, inclusi i dispositivi mobili.

Altra caratteristica di questo sensore, oltre a supportare la messa a fuoco della fotocamera principale, è il basso consumo energetico totale, inferiore a 400 mW sia per l'illuminazione IR che per il sensore ToF.


Tra le altre specifiche tecniche troviamo una risoluzione di 640 x 480 (elevata per un ToF), pixel da 7um pixel e range di distanza compreso tra i 0,2 e i 5,0 metri. Il sensore utilizza anche la tecnologia Deep Trench Isolation (DTI) per ridurre la diafonia dei pixel, oltre alla tecnologia Backside Scattering (BST) per migliorare l'efficienza quantistica del sensore.


Samsung afferma che questo sensore ISOCELL Vision 33D è abbastanza veloce e preciso da consentire anche un'accurata e sicura autenticazione facciale 3D per i pagamenti mobili. Questo potrebbe anche suggerirne un futuro utilizzo nei futuri smartphone della gamma Galaxy o di altri produttori che necessitano di questo tipo di autenticazione.


4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
rocco

mi domando.. ma non è che possano mettere un sensore lidar frontale su iphone fra 1 o 2 anni per togliere quel fastidioso notch?? Samsung farà cosi per il suo sensore isocell vizion?? Cioè nei futuri galaxy fungerà da face id??

derapage

Cosa vuoi dire? Il LiDAR è un sensore ToF...

Commendatore

Qualche articolo fa avevate detto che samsung aveva abbandonato il tof....fate pace con le recensioni

AnalyticalFilm

Bene che si punti su entrambe le tecnologie, ma per ora il LiDAR è la soluzione migliore per l'AR.

Tecnologia

Samsung Display al MWC: pieghevoli e arrotolabili del futuro | VIDEO

Android

Xiaomi 14 ufficiale in Italia. Video anteprima 14 Ultra

Android

Recensione OnePlus Watch 2: sfida a Samsung con Wear OS e un'ottima batteria

HDMotori.it

Renault 5 E-TECH Electric: elettrica a meno di 25.000€... con l'asterisco | Video