Samsung Galaxy Note 20 e 20 Ultra: colori e gaming per il business phone | Video

05 Agosto 2020 713

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Puntuale come un orologio svizzero Samsung presenta i nuovi Galaxy Note 20, e già questa è una buona notizia viste le difficoltà che tutto il settore sta mostrando nel rispettare le solite tempistiche. Anche quest'anno sono due ma cambia la nomenclatura e la distanza tra loro, con qualche soluzione tecnica in più ovviamente a disposizione del top di gamma Galaxy Note 20 Ultra.

Quest'ultima parolina, ovvero "Ultra", riporta immediatamente alla mente l'altro protagonista Samsung della serie Galaxy S20 e in effetti non è sbagliato pensarlo: porta infatti in grembo tre delle quattro fotocamere, tra cui l'iconica con sensore d'immagine da 108 MP su cui tanto ha puntato la casa coreana. Altre similitudini hardware le troviamo un po' in tutti i comparti, come atteso, ma le vere differenze stanno altrove, a partire dalla S Pen che vanta adesso una latenza irrisoria al design, iconico e ben studiato.

LINEE E COLORI CHE CAMBIANO, FINALMENTE

Bisogna ammettere che sui Galaxy Note si è sempre osato di più; colori sgargianti, finiture particolari e varianti che di certo non si vedono facilmente con la famiglia "Galaxy S". Questo 2020 ne è la dimostrazione perfetta, con i nuovi arrivati che vantano delle nuove finiture tutte da vedere e apprezzare, diverse varianti cromatiche e una più bella dell'altra.

Cito immediatamente la Mystic Green del Galaxy Note 20, un vetro in verde scuro opaco fantastico alla vista e anche al tatto; a mio avviso la più azzeccata tra tutte che eleva il valore stesso di questo dettaglio esterno, possiamo addirittura considerarlo come un valore aggiunto nella scheda dei "Pro". Naturalmente la S Pen che si trova all'interno - adesso con alloggio spostato sulla sinistra, sempre in basso - riprende molto da vicino il colore generale ma con finitura più lucida.


Cambiano le combinazioni di colori a seconda del modello, nei capitoli successivi trovate il dettaglio, ma vi anticipo che il nuovo Mystic Bronze rientra tra quelli che strapperanno un "wow" e quest'anno anche il Mystic Black si guadagna una nota di merito (sempre opaco). Ad esser onesti - e anche un po' cattivi - bisogna ammettere che i Galaxy S20 sfigurano e non poco dinnanzi ai Galaxy Note 20.

GALAXY NOTE 20 ULTRA

Il più pregiato e costoso dei due, di certo anche il più particolare perché alle nuove colorazioni aggiunge anche un gigantesco gruppo ottico posteriore che dona un'identità ben precisa a questo modello. Come ormai noto sono le fotocamere a reclamare spazio, con i nuovi enormi sensori d'immagine che necessitano anche di adeguate ottiche, inevitabilmente sporgenti rispetto al resto della scocca (qui in vetro e metallo, come da tradizione).

77.2 x 164.8 x 8.1 mm
6.9 pollici - 3088x1440 px
76 x 166.9 x 8.8 mm
6.9 pollici - 3200x1440 px
75.2 x 161.6 x 8.3 mm
6.7 pollici - 2400x1080 px
75.2 x 161.6 x 8.3 mm
6.7 pollici - 2400x1080 px

Samsung ha saputo sfruttare questa necessità realizzando un retro particolarmente iconico e ben riconoscibile, con i tre obiettivi ben in evidenza e raggruppate in un modulo che ben si coniuga con il resto della back cover. Insomma è un bel vedere, seppur non mi abbia convinto poi così tanto nella colorazione White che vanta il modulo cromato e stacca un po' troppo dal resto. Questione di gusti.


Display leggermente più allungato e ampio rispetto al Galaxy Note 10+ dello scorso anno, si passa infatti ad un Dynamic Amoled da 6,9 pollici con foro centrale in alto, refresh rate max di 120Hz e rapporto d'aspetto in 19,3:9. Anche quest'anno vanta una leggera e piccola curvatura ai bordi. Piccoli dettagli che non cambiano la sostanza ma il peso, anche a fronte di una batteria leggermente più capiente da 4.500mAh (contro i 4.300mAh del Note 10+). Si potrà scegliere se impostare il display a 60Hz o 120Hz, un fattore forse determinante anche in ottica autonomia: la scelta di portare ancora una volta il chip Exynos (990) pone come al solito qualche dubbio su questo fronte.

Rispetto a Galaxy S20 Ultra abbiamo infatti una configurazione del tutto simile, solo che qui c'è una S Pen che ruba spazio all'interno e non ha permesso l'uso di una batteria da 5.000mAh come sul precedente top di gamma. Staremo a vedere



Certo è che la S Pen non è solo un accessorio di contorno, chi punta a questa serie brama fortemente il pennino che a questo giro mette il turbo, in tutti i sensi. Samsung ha ridotto la latenza fino a soli 9ms e reso così l'esperienza di scrittura infinitamente più piacevole. La punta scorre rapida e il tratto (digitale) segue senza lag, come se stessimo scrivendo con penna e inchiostro, una differenza piccola ma facilmente percettibile per chi ha mai utilizzato un Galaxy Note in passato.

Ad arricchire il tutto un leggero suono che rende la scrittura più realistica che mai, diciamo che oltre questo livello non so davvero dove si possa andare. S Pen attiva che permette quindi di sfruttare il tastino integrato per scattare foto a distanza, impartire altri comandi e, finalmente, utilizzare la Air Actions con ottima risposta; in tutti i dispositivi Samsung abilitati, tablet e notebook compresi, non avevo notato una simile precisione.


SPECIFICHE TECNICHE

  • Display: 6,9" Dynamic AMOLED 2X, WQHD 3200 x 1400 pixel, Infinity Display, 120Hz, formato 19,3:9, Gorilla Glass 7
  • System-on-Chip: Exynos 990 octa-core
  • Memoria:12 GB di RAM LPDDR5, 256 o 512 GB di storage su UFS 3.0 (espandibili)
  • Fotocamera posteriore tripla
    • 108 MP - FOV 79°, f/1.8
    • 12 MPultragrandangolare - FOV 120°, f/2.2
    • 12 MP (tele), zoom ottico 5x, Space Zoom 50x f/3.0
  • Batteria: 4.500mAh con ricarica rapida a 25W e Wireless charging 2.0
  • Sensore: biometrico per il riconoscimento delle impronte digitali sotto al display
  • Audio: speaker stereo Dolby Atmos
  • Connettività: WiFi 6, 5G, USB 3.2, NFC, GPS, Galileo, Glonass, BeiDou
  • Dimensione e peso: 164,8 x 77,2 x 8,1 mm / 208g
GALAXY NOTE 20

Il modello base è sempre quello più conservativo, non è una novità, ma per questa generazione Samsung ha voluto tracciare una linea più netta di demarcazione tra i due. Parto dal display, un 6,7 pollici di diagonale con tecnologia sempre Amoled ma piatto, nessuna curvatura di alcun tipo - per la felicità di molti - e risoluzione più bassa in FHD+. Non è previsto poi un refresh rate oltre i 60Hz, vuoi per differenziare dall'Ultra vuoi per contenere l'autonomia, nuovamente controllata speciale.

Sotto la bellissima scocca trova infatti posto un'unità da 4.000mAh, esattamente come quella montata sul Galaxy S20 che vanta però un display da soli 6,2 pollici. Sarà importante valutare la gestione delle risorse e il livello di ottimizzazione raggiunta, ma resta ancor più valido per questo modello il dubbio che la variante con Snapdragon 865 prevista per altri mercati internazionali possa essere più sensata. Dubbi? Guardate il nostro confronto tra Galaxy S20 Exynos vs Snapdragon per farvi un'idea più precisa.

Valgono anche per Galaxy Note 20 le stesse eccellenti impressioni legate all'uso della S Pen, seppur si conti per il modello in questione una latenza leggermente maggiore di 26ms al tocco, una variazione minima che si percepisce soltanto provandoli entrambi.


SPECIFICHE TECNICHE

  • Display: 6,7" Super AMOLED , FHD+ 3200 x 1400 pixel, 60Hz, formato 20:9
  • System-on-Chip: Exynos 990 octa-core
  • Memoria: 8 GB di RAM LPDDR5, 256 su UFS 3.0 (espandibili)
  • Fotocamera posteriore tripla
    • 12 MP - FOV 79°, f/1.8
    • 12 MPultragrandangolare - FOV 120°, f/2.2
    • 64 MP (tele), zoom ottico 3x
  • Batteria: 4.000mAh con ricarica rapida a 25W e Wireless charging 2.0
  • Sensore: biometrico per il riconoscimento delle impronte digitali sotto al display
  • Audio: speaker stereo Dolby Atmos
  • Connettività: WiFi 6, 5G, USB 3.2, NFC, GPS, Galileo, Glonass, BeiDou
  • Dimensione e peso: 161,6 x 75,2 x 8,1 mm / 198g
  • Retro in Policarbonato
PREZZI E CONFIGURAZIONI

Ci sarà tempo e modo per andare più a fondo, nelle prossime settimane li metteremo sotto torchio per vedere di che pasta sono fatti, adesso facciamo però il punto su varianti e colori vista l'abbondanza proposta sin da subito. Inizio dal Galaxy Note 20 che, come avvenuto per i Galaxy S20 e Galaxy S20+, sarà disponibile sia in versione 4G sia 5G, nel dettaglio:

  • Galaxy Note 20 4G 8/256 GB a 979€
  • Galaxy Note 20 5G 8/256 GB a 1079€
  • Colorazioni Mystic Grey, Bronze e Green
  • Memoria non espandibile

Prezzi naturalmente più alti per Galaxy Note 20 Ultra, disponibile sono con connettività 5G:

  • Galaxy Note 20 Ultra 12/256 GB (espandibile) a 1329€ / Mystic Black e Bronze
  • Galaxy Note 20 Ultra 12/512 GB (espandibile ) a 1429€ / Mystic White (acquisto solo online sul sito Samsung)

DA BUSINESS PHONE A GAMING PHONE

Prima di chiudere l'articolo e lasciarvi all'anteprima, voglio sottolineare un piccolo dettaglio che potrebbe essere sfuggito a molti ma che in realtà è molto significativo. In un momento storico dove i Gaming Phone sono ormai una realtà e dove il mobile gaming è sempre più importante e dove moltissime aziende stanno investendo, Samsung prova a dare una nuova identità ai suoi Note.

Se le colorazioni sono un chiaro segno di come i nuovi Note 20 siano molto più colorati, vivaci e accattivanti rispetto alla serie S20, la spinta sul Cloud Gaming e l'accordo con Microsoft per la realizzazione di Bundle con Gaming Pack rendono questa nuova serie Note 20, commercialmente parlando, molto più incentrata sulla multimedialità e il gioco rispetto al mondo business che fino ad oggi era quello più affine al mondo Galaxy Note. Un cambio di rotta o solo una digressione che cerca di andare incontro alle mode del momento?

VANTAGGI PRE-ORDINE:

Come detto nel paragrafo prezzi, i preordini che partono da oggi e si chiuderanno il 20 di agosto, dal giorno successivo saranno ufficialmente aperte vendita diretta e spedizioni.

Coloro che sceglieranno l'acquisto al Day One, avranno in omaggio i seguenti accessori:

  • Con Galaxy Note 20:
    • Music Pack che comprende le Galaxy Buds+ - White 169,00 €

Oppure:

    • Gaming Pack che comprende:
      • 3 mesi di X Pass (12,99€x3) 38,97 €
      • Game Controller 69,90 €
      • Wireless Charger 76,50 €
  • Con Galaxy Note20 Ultra 5G:
    • RRP Music Pack che comprende le Galaxy Buds Live - Bronze 189 €

Oppure:

    • Gaming Pack che comprende:
      • 3 mesi di X Pass (12,99€x3) 38,97 €
      • Game Controller 69,90 €
      • Wireless Charger 87,90 €

Appuntamento rinviato alle prove su campo, nel frattempo non perdetevi la nostra anteprima e le prime impressioni.

VIDEO

(aggiornamento del 06 dicembre 2021, ore 19:02)

713

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Pistacchio
efremis

ciao max

efremis

è max

efremis

ciao max

efremis

bravi max

efremis

come va max

roberto dinegri

Io ho s20 ultra 5g e funziona bene tutti si lamentavano della batteriaa a me problemi non me ne ha dsro mai ora se riuscissi a venderlo comprerei immediatamente il noye ultra 5g se dovesse funzionare ce l s20 ultra 5g sarebbe uno spettacolo...ho comprsto una volta xiaomi lo scorso dicembre tutti dicono che e fantastico ma io lo sto adoperando dentro un cassetto non c e paragone con samsung

TheAlabek

Infatti non vedo particolari differenze onestamente, presi entrambi in mano

Vincenzo

Ma...

Noodles
Nuanda

Con il 990 purtroppo è di serie B e ti parlo a ragion veduta visto che ho un s20....

Noodles

Se se.. se per te il Note 20 ultra è un dispositivo pessimo. Allora..

Luchino

Tipo?

Light
LastSnake

Sisi assolutamente, anche se far fede a questo concetto secondo me gli costa e infatti Apple lo fa pagare, ma fa comunque bene invece di fare come Samsung dando l'illusione di poter spendere meno vendendo un lite a un prezzo comunque alto visto che la differenza con il vero top"non vale la candela".

MarcoF

Non intendevo i prezzi, intendevo le caratteristiche delle versioni. Se mi fai un telefono che è "pro" (si sa che la versione note è una S ma più professionale) e poi la sdoppi, le uniche cose che devono cambiare sono la dimensione e la batteria. Se incominci a togliere roba e a cambiare fotocamere, ram ecc ecc non è più un note o me lo chiami "lite".

LastSnake

Si, anche se ad essere "pignoli" 11 pro pari caratteristiche costa quanto Note 20 Ultra mentre è iPhone 11 liscio a costare sulle 900 pur con un bilanciamento migliore che lo rende comunque top a mio avviso... Quindi si dai, il concetto è giusto

TocToc

Quanto è la latenza della Apple Pencil degli iPad?

fire_RS
zabel3

hai ragione, credo comunque che le lamentele online sulla ricezione siano esagerate

Marco

Ok, grazie! Non mi rassicura la cosa... A me piace un casino, ma deve farmi prima di tutto da telefono, qui ho già 2 tacche con il mio telefono attuale, boh...

Giu P

Sei te che le dici , informati
E poi non è sempre vero , un iPhone 7 adesso è ancora un buon smartphone

Poi se devi fare l hater senza condizione di causa , continua pure da solo

Entrambi hanno pregi e difetti , infatti uso entrambi i sistemi , non capisco il motivo di dire vaccate

moichain

Lo possiedi ho solo per sentito dire? L'ho provato a 120hz è un missile con la cover razer che dissippa calore non scaldava nulla

TheAlabek

sono molto castrati, nel 2023 avrà solo il numerino, le funzioni invece "non saranno supportate per via dell'hardware"

TheAlabek

non c'erano non diciamo cagate, inoltre update di 5 anni, ma dopo 2 iniziano ad arrivare le funzioni castrate e al 5o è solo numerino

TheAlabek

Sarebbe effettivamente interessante

zabel3

Senti in realtà come ho sempre ammesso anche tra gli amici, se proprio devo trovare un difetto a questo telefono è proprio la ricezione non eccezionale, ma avendo 2 sim spesso risolvo swichando da una sim all'altra, nell'ultimo periodo anche i gestori hanno diversi problemi di segnale, non è sempre un problema del telefono...comunque si, ho avuto telefoni che prendevano meglio, quello si, ma nulla di drammatico, mi sento di consigliarlo caldamente soprattutto al prezzo attuale

fire_RS

Un telefono che nel 2020 scalda anche con uso leggero, ha microlag, e una batteria scarsa, al costo di 600-1000€, non può essere buono

fire_RS

S20 lo regalano nella patatine ormai (rispetto al listino), quindi non penso proprio stiano vendendo bene.

Axel.R

Sul 20 ci sono più passi indietro che altro

Ciaoiphone4

Con IPadOS 13, gli iPad Pro a 120 HZ, hanno ridotto la latenza dell’input da 18ms a 9ms, e sui modelli Pro anche del 2015 senza schermo a 120 hz e tutti gli iPad che supportano Apple Pencil, da 40 ms a 18ms. Quindi è una cosa software se vogliono migliorala.

sommesepino

Secondo voi ci sono molte differenze rispetto al note 10+?

Axel.R

Il soc castrato lo hanno messo su entrambe le versioni infatti

Lupo1

Si si può graffiare anche se con particolari lavorazioni non si notano.

LastSnake

La plastica si graffia molto peggio del vetro, bastano chiavi o monetine, di conseguenza senza cover lo smartphone si riempie di micrograffi in pochissimo tempo. Ha il vantaggio che non si spacca se cade, ma comunque esteticamente non è il massimo. A sto punto erano meglio full metal

olè

non devo giustificare niente, ma rimane un soc top, poi che sia meno potente è un dato di fatto, ma ribadisco che lo uso senza farmi questi problemi e non mi posso lamentare affatto della potenza, quindi lasciano il tempo che trovano questi discorsi

optimus81

Finitura Opaca e blocco fotocamere lucido con i sensori più distinti ....dove l’ho già vista ??? Mhhh, Cupertino?

Nino Entradalbar

Non pago a nessuna donna, portano solo Guai.

Nino Entradalbar

Ahahah la figlia del ragionier Fantozzi.

Nino Entradalbar

Io i 50 euri li do' sulla rotonda sul mare alle donne nude.

Nino Entradalbar

Anche tu, io spendo i soldi sulla rotonda sul mare di Rimini e Argentario e Forte dei Marmi per scopare, ma con tutte le sfortune di quest'anno. ahahah.

ItaloGianluca

In pratica è un lite.

MarcoF

Il fatto di aver sdoppiato la serie solo per incrementare il prezzo (dall'anno scorso) del vero top mi fa imbestialire. Non solo aumenta il prezzo ma il modello base non ha le caratteristiche top. Da questo punto di vista Apple stravince. 11 pro e 11 pro max differiscono solo per la batteria e la dimensione, e così deve essere. Non pago 900 e passa euro per non avere il top di gamma.

Ci manca solo che mettano un soc castrato nella versione "standard"

Roby

Ero curioso di leggere i commenti ai nuovi note 20, soprattutto dopo gli interessanti incontri che sono stati fatti tra la redazione di HD BLOG e i capoccioni SAMSUNG e constato con molto piacere che tutto quello che era stato detto sul processore NON è stato minimamente recepito. Mi pare veramente assurdo che per avere un telefono che costa più di 1000 euro ci si debba rivolgere al mercato americano o d'importazione per vederlo girare con lo SNAPDRAGON. Quegli incontri sono stati proprio utili.

Paolo

Allora su tutto quello che fai del tuo lavoro di competenza col note potrei crederti, ma riguardo al resto non serve amico, anzi, è l'esatto opposto.

Renato
GinoGinoPilotino

Partner Samsung ! Aziende che collaborano con loro haNno scontistica speciale

Lupo1

Hai scritto di "farsi rapinare" , uno ovviamente pensa che ti riferisci al prezzo...

Ratchet

Cambio direttamente smartphone..

Snap

considera ( come sottinteso)

La famiglia Motorola Edge 20 al gran completo, ecco quale scegliere e perché

ROG Phone 5s Pro, la recensione: una questione di dettagli

Ecco quando un tablet può diventare un'ottima soluzione | Video

Recensione Honor 50: solido, bello e concreto, l'esperienza si sente tutta