Huawei, lo smartphone del futuro ha lo schermo estraibile | Brevetto

15 Aprile 2020 8

Non solo pieghevoli: dopo Mate Xs, Huawei starebbe pensando a nuovi modi per estendere lo schermo, e nello specifico a smartphone con display estraibile.

Il brevetto, approvato dal CNIPA il 14 aprile e poi incluso anche nel database del WIPO, descrive infatti due diversi dispositivi accomunati da una soluzione che sembra molto simile a quella che abbiamo visto e provato con mano in anteprima su uno degli ultimi concept di TCL.

Il primo bozzetto è forse quello col design più interessante, per via del fatto che il dispositivo conserva uno spessore uniforme anche quando viene estratta la porzione addizionale dello schermo, che va ad incrementare la superficie complessiva del 30%.


Frontalmente abbiamo un display privo di interruzioni, che sul lato destro prosegue a cascata andando a coprire anche parte della scocca posteriore, dove trovano posto tre fotocamere (probabilmente saranno usate anche per gli autoscatti, in assenza di una selfie-cam).

Le illustrazioni contenute nel brevetto lasciano pensare che in questo caso lo schermo sia capace di estendersi e poi di curvare e tornare ad occupare lo spazio originale sulla back cover. Di sicuro una soluzione affascinante, ma le difficoltà di ingegnerizzazione, le possibili fragilità strutturali e i costi ci fanno pensare che probabilmente non la vedremo presto sul mercato.


E lo stesso vale per la seconda proposta, che si distingue dalla prima perché inverte la direzione in cui è possibile estendere lo schermo (da sinistra) e la posizione delle fotocamere (sul lato destro invece che sinistro). Ma soprattutto perché una volta aperto non conserva uno spessore uniforme, ma la parte addizionale del display risulta più sottile.

Di sicuro potremmo trovarci prima davanti ad uno dei dispositivi mostrati negli ultimi brevetti di Huawei, come un possibile Mate 40 con un design del modulo fotografico molto particolare, e però sarà bene tenere d'occhio i movimenti dei maggiori produttori nella direzione degli schermi estraibili: chissà, magari sul lungo periodo si riveleranno una tecnologia più stabile e, paradossalmente, flessibile di quella impiegata dai foldable.

E voi, cosa ne pensate? Vi intriga questo nuovo possibile orizzonte per i form factor del futuro?


8

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Depas

Schermo in gomma

Dado

Lo smartphone del futuro deve essere piatto e flessibile. Punto.

slashdot

citata infatti all'inizio dell'articolo

loripod

bene bene

Edoardo Motta

Il produttori non sanno più che pesci prendere per cercare di fare gli innovativi, quando invece non sanno semplicemente accettare che gli smartphone hanno raggiunto il form factor perfetto nel 2007.
Come i notebook, sono uguali da 30 anni per un motivo, e ci sarà una rivoluzione solo quando questa porterà qualcosa di utile. Cosa che ovviamente non sono schermi pieghevoli, estraibili e scemenze varie.

negribastardi

Eccolo qui, il t3rr0n4zz0. Tu sei peggio dei negr1 sporchi te lo dico io.

negribastardi

Qualcosa meno da negr1 ci vorrebbe.

È l'idea futuristica probabilmente più idonea per avere smartphone e tablet insieme, anche il milanese ne ha parlato settimana scorsa

La carica degli Snapdragon 765: sono gli smartphone del momento | Video

Recensione LG Velvet: il nuovo design ci piace ma serve un rinnovamento software

Recensione Huawei P30 Pro New Edition: può ancora dire la sua

Recensione Poco F2 Pro: vale davvero la pena? Confronto con Realme X50 Pro