OnePlus 8 Pro: ecco come scatta foto in notturna con la ultra grandangolare

09 Aprile 2020 184

La nuova gamma di smartphone OnePlus 8 sarà presentata ufficialmente tre 5 giorni, il prossimo 14 aprile 2020: dei tre dispositivi che ne faranno parte - OnePlus 8, variante Pro e versione di fascia media OnePlus Z - sappiamo ormai davvero tutto, specie dei primi due le cui caratteristiche tecniche complete sono state anticipate soltanto nelle scorse ore.

Ciò di cui non avevamo notizie, almeno sino a questo momento, è quanto OnePlus fosse riuscita a migliorare concretamente i rispettivi comparti fotografici: per essere più precisi, conosciamo quali saranno gli elementi che li comporranno, ma non come si comportano realmente quando si tratta di scendere in campo.

A fugare i primi dubbi in tal senso ci ha pensato Pete Lau, il CEO dell'azienda cinese che soltanto poche ore ha deciso di mostrare ai propri utenti le capacità in notturna della quadrupla fotocamera posteriore di OnePlus 8 Pro - e più precisamente del sensore da 48MP con ottica ultra grandangolare - confrontandole con quelle di un altro dispositivo di fascia alta (non è stato specificato quale).

Entrambe le immagini condivise da Mr. Lau ci confermano - almeno da questa prima analisi (ci riserviamo di riprovarli nelle rispettive recensioni) - la bontà del lavoro svolto dal team di sviluppatori di OnePlus. Le fotografie mostrano una buona luminosità, ma soprattutto un numero decisamente superiore di dettagli rispetto a quelli dello smartphone utilizzato per il confronto.


Alle fotografie condivise da Pete Lau si aggiunge infine un ulteriore dettaglio circa il vetro posteriore dei dispositivi: tramite un post su Weibo l'azienda cinese ha infatti confermato l'adozione di un vetro antiriflesso di quinta generazione, che secondo indiscrezioni dovrebbe assicurare una migliore sensazione al tocco rispetto a quello utilizzato sulla precedente generazione di dispositivi.

Disponibili su : 8 Pro a 936 euro e OnePlus 8 a 600 euro.
(aggiornamento del 26 maggio 2020, ore 09:22)

184

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Paolo

Ti rispondo in ritardo! Chiaramente anche la mia è un'impressione personale! Concordo sul gradire un'interfaccia stock, alterno sempre un Sony Xperia a un altro dispositivo e adoro quell'interfaccia pulita. Concettualmente non ho nulla da eccepire anzi! Mi ha deluso un po' l'esperienza OnePlus 6 (un 8+128) proprio perché non l'ho trovato fluido come credevo e come ricordavo (ho avuto anche un OP3T che all'epoca adoravo). Ho notato spesso dei lag e dei problemi con la fotocamera. Magari è stata un'esperienza sfortunata, ma XZP e S10 mi sono parsi più piacevoli e appaganti nell'uso quotidiano. Comunque il marchio mi ha sempre attirato, se si decideranno a cambiare questo design posteriore, che portano avanti praticamente da OP6, probabilmente ne prenderò un altro.

Andrea Z.

certo, come no

Gar

Purtroppo si, il 99% delle recensioni sono dedicate a quella parte... Io faccio due foto al mese con il telefono e non mi interessa.

Alessandro Micalizzi
Mefistofele

Gioia non fare così.... Ok come dici tu viva il postprocessing, postprocessing ovunque. Guarda fai una cosa, vai su youtube e cerca un bel video che spiega che il cielo non ha colore. Ma mi raccomando non mollare un giorno chissà dovessi finalmente capirlo...

gioboni

Noto che hai smesso di argomentare, e ho detto tutto ;)
I "paroloni" non sono tali se sai di cosa stai parlando.
Per quanto riguarda le demo: i contenuti sono creati ad arte per rendere al massimo e sono delle perle nel loro genere, ma le TV, che già non escono di fabbrica calibrate, in molti negozi vengono settate per enfatizzare rese molto scenografiche ma poco realistiche.
Comunque ho inquadrato il genere di utente, pertanto lunga vita e prosperità.

Club25

Ragionamento fallace. Di certo c'è solo la morte e la malattia, fossi coerente con te stesso avresti scelto un settore sanitario.
Settore che "smart worka" ben poco.

Club25

Dai non esageriamo. Nel primo i colori sono molto artificiali (niente di irrisolvibile), nella seconda è tutto più impastato... e quando si tratta di dati mancanti ci si può fare poco.

max76

Pure a me..

max76

Esatto!

Matt7even

Guarda, siccome per fare quello che dico ahimé occorre farlo manualmente, ovvero creare una maschera di ritaglio, lasciare al telefono questo compito è da maghi del sw. Perché lo scontorno automatico su Photoshop lascia parecchio a desiderare in alcune situazioni, eppure è intelligente.

Premesso che ciò che ho descritto è super difficile da fare in autonomia, ripeto: quello che dici alla fine è un grande "dipende". Non è questo il sinonimo di qualità ma bensì è semplicemente uno scatto che a te non piace. Quindi è un gusto soggettivo, e sarebbe corretto che tu scrivessi "per me è uno scatto di dubbio gusto".
E qui non verrei a dire nulla perché il soggettivo è soggettivo.

Se posso dirti, ottenere uno scatto con le stelle in post è super difficile, ci vogliono più esposizioni e più scatti, poi c'è il problema dell'ottica e del fatto che le stelle si muovano, e devi calcolare i tempi d'esposizione perfettamente.

Uno scatto ad una Skyline piuttosto luminosa è già molto più facile da gestire in post.
Alla fine, come ogni discussione che faccio quando si parla di ste cose, si perde il senso del discorso inziale che è quello della "foto reale" e si va sempre sul soggettivo. Eppure in post produzione incredibilmente potresti tranquillamente raggiungere il tuo obiettivo. Ovvero quello di realizzare una foto che piace a te, come la vorresti tu.

Ora, è reale? No perché è passata per la post produzione. Ma cosa importa, tanto nemmeno il telefonino ti dà una foto reale "ma una sua elaborazione" che può piacerti o meno.
Fine della storia.

Mefistofele
enialis

"Questo va al dilà del cielo azzurro la notte, perché volendo potrei fare due foto, una a lunga esposizione e una a ridotta per catturare un cielo naturale, più scuro, e poi unirla in post."
Premesso che un telefono é un oggetto il cui utilizzo deve essere il piú intuitivo possibile, un software di qualitá farebbe in autonomia il passaggio che descrivi, soprattutto quando ha giá a disposizione i file necessari, dato che la modalitá notte spesso e volentieri lavora sovrapponendo scatti con tempi ed ISO diversi. Un software che dopo aver fatto questi passaggi caccia una foto come quella mostrata nell'articolo é un software di scarsa qualitá. Poi ad altri puó piacere, ma se ai miei occhi il cielo é nero e la fotocamera me lo fa vedere blu senza che glielo abbia chiesto, allora per me é uno scatto di dubbia qualitá/.

Godzilla

D'accordissimo, non ha senso. Almeno potrebbero lasciare il cielo più scuro, lasciando una maggiore luminosità alle superfici dei palazzi etc, sarebbe già più sensato...

Lorenzo

Guarda, per quel che ne sappiamo potrebbe essere che domani succede qualcosa per cui anche il tuo di lavoro potrebbe essere rimpiazzato in un futuro imminente..la storia recente ci insegna che non ci sono poi molte certezze, e proprio per questa ragione rimango in disaccordo col tuo pensiero..le motivazioni che ti possono spingere a percorrere una strada piuttosto che un'altra sono molteplici ed implicano variabili che il tuo pensiero, a mio modo di vedere, semplifica in maniera troppo approssimativa. Detto questo ognuno ha le proprie idee. Ciao!

Pistacchio
gioboni

Se quello che dici tu fosse vero e tutta la "magia" stesse nella stabilizzazione, allora impostando in manuale un'esposizione più lunga ed usando un cavalletto si otterrebbe la stessa scena: peccato che non sia così. Quel cielo, di sera, semplicemente non esiste perché l'inquinamento luminoso di una città non porta ad un blu così chiaro e definito: è un chiaro sintomo postprocessing automatico per eliminare il rumore digitale dato proprio da quegli alti iso che hai citato.
Comunque il succo non era che fa foto "brutte", semplicemente non sono un'istantanea della realtà come dovrebbe essere (di base) una foto: è come confrontare una TV calibrata ed una in modalità demo dentro ad un centro commerciale.

Christian

Oneplus con le foto in generale non è mai andata tanto d'accordo. Aggiungiamo poi che oramai costa quanto un iphone, a questo punto dovrebbero spiegare perché sarebbero da preferire ad Apple. (Aggiungo che queste foto non fanno altro che far venire dubbi, Scatto la foto di notte e sembrano invece fatte di giorno)

Mefistofele

Ma elaborato di che?? Ma che dici?? La questione è semplice, molto più di come certe osservazioni contenute in commenti partoriti da menti contorte vorrebbero lasciar intendere. Il sensore in automatico alza gli ISO ed allunga l'esposizione, i progressi fatti dalla tecnologia di stabilizzazione fanno il resto ed oggi finalmente garantiscono buoni risultati. Tutto qua, nessun trucco ne inganno. La luce c'è sempre, ovunque, sei tu che ad occhio non la vedi, ecco perché ad esempio le foto notturne al cielo stellato, per catturare le (invisibili) sfumature, si vanno a fare lontano dalle luci della città, lenti, ottica, sensore e processore sono strumenti e sta al fotografo intervenire nei settaggi per ottenere risultati diversi. Anzi ti dirò di più, sono proprio le foto che restituiscono cieli notturi totalmente neri (che in natura non esistono) ad essere pesantemente artefatte dal processo di acquisizione e congegnate ad-hoc per sopperire ad una scarsa qualità del sensore

gioboni

Quindi tu credi che queste foto (e quelle di tantissimi altri smartphone che sbandierano le super mega ultra modalità notte) siano il risultato di cosa "vede" realmente il sensore e non frutto di pesanti elaborazioni software? Andiamo bene...

Karellen

Non è che sia falsata, semplicemente in qualsiasi situazione tu faccia una foto una qualsiasi macchina fotografica (anche una a pellicola degli anni '80) fa in modo di far entrare la stessa luce. Se fai una foto di notte con la luna piena in cielo ti viene fuori come se fosse stata scattata in pieno giorno.
Con gli smartphone fino ad adesso questo non succedeva perché arrivavano banalmente al massimo tempo di esposizione tale per cui non si vedesse il tremolio della mano e la massima sensibilità disponibile, ma questo non bastava e la foto veniva comunque scura. Queste fotocamere moderne riescono a fare un'esposizione molto lunga sommando moltissime foto scure, e quindi l'effetto è lo stesso che ottieni con una reflex su cavalletto.

iBat

Nella foto in test la luce reale è totalmente stravolta. Una cosa è fare delle foto nitide di notte, un'altra cosa è cambiare totalmente la luce naturale. Nel confronto delle foto, sembra lo stesso panorama ma ad orari e luce differenti. Stiamo proprio andando oltre con queste manipolazioni. In questo caso si parla di OnePlus, ma ovviamente anche altri produttori non sono esenti dalla stessa mia critica.

Adri949

Lavorerà nel campo della meccanica di precisione.

Matt7even

Credo di averti risposto nell'altro commento

Matt7even

Ti capisco, però quando parli di qualità, beh, la qualità di uno scatto non deriva dai colori, che sono facilmente manipolabili, quanto dai dettagli e dalla gamma dinamica, e questo te lo dà la macchina e non c'è sw che tenga, nemmeno con i RAW se la base non è "di qualità".

Nemmeno a me i paesaggi troppo saturi piacciono, né tantomeno i filtri bellezza pre applicati dai sw dei telefonini, né le foto "patinate" per risparmiare kb su immagini con una grande risoluzione.

Questo va al dilà del cielo azzurro la notte, perché volendo potrei fare due foto, una a lunga esposizione e una a ridotta per catturare un cielo naturale, più scuro, e poi unirla in post.

Dov'è il limite che definisce la realtà? O tutto questo è un escamotage per rendere la foto più simile a quello che vedo ad occhio nudo? Perché in scenari notturni è difficile con un solo scatto ottenere questo risultato.

Ripeto, qual è la realtà? Perché i peggiori telefoni sono i Samsung nella calibrazione della tonalità, ma al 90% delle persone vogliono quelle foto che enfatizzano i colori e sono facilmente instagrammabili.

A me non piacciono nemmeno i tramonti fatti dagli iPhone, perché trovo ci sia una fastidiosa patina tipo nebbia per enfatizzare la luce arancione.

Eppure, sono reali quelli? No, assolutamente no.

enialis

Purtroppo non ci capiamo. Una foto può essere volontariamente lontana dalla realtà (gli "effetti" che nominavo nel mio primo commento), solo se c'è la volontà che lo sia. Il fatto che dallo strumento (in questo caso un cellulare) esca una foto che non abbia le stesse caratteristiche dell'immagine ripresa, per me è un sintomo di poca qualità... Poi sono opinioni e capisco di non poter cambiare la tua.

enialis

Tutti i fotografi ad oggi lavorano anche in postproduzione (e menomale), ma lo fanno perché vogliono e possono farlo avendo una base a disposizione che gli consente di farlo, a partire dal formato che usa. Qua però stiamo parlando di un cellulare, che ti dovrebbe cacciare un file decente da utilizzare così come esce ed invece viene fuori un file di qualità discutibile, con colori falsati al limite del reale, che di sicuro non mi rappresenta lo scenario che sta davanti agli occhi di chi fa la foto. Poi a te può piacere uno scenario notturno con un cielo azzurro, ad altri no.

Saso
Emiliano Frangella

Mmmm in automatico ormai le foto vengono illuminate sempre. Sia con Ai accessa o spenta ....
Per farle buoi bisogna andare in Pro, scegliere la iso adatta ecc, ma in automatico sono sempre illuminate

momentarybliss

Non ho capitro la seconda immagine è un crop della prima? A parte il dettaglio superiore, anche le fonti di luce non sono bruciate, notevole. Comunque penso sia meglio aspettare le prove in sede di recensione

Emiliano Frangella

I pixel mica te li regalano ....costano anche.....

Aster

;)

Fabrizio

Ma a parte quello, ci sono dei vantaggi a fare lavori manuali o anche all'aperto che tanti impiegati invidiano

asd555

Considerato che certi smartphone supportano il RAW perché no?
E comunque parlo di posto produzione spicciola.
Per dire, uso Snapseed per piccole correzioni e via, mica roba seria.
Come uno smartphone non può fare foto serie, per inciso.

Fabrizio

Lunga vita ad OP6!

Zeronegativo

ASD,stiamo davvero parlando di post produzione di una foto fatta da uno smartphone?

Zeronegativo

Cioè fa schifo? Sulla concorrenza non funziona in questo modo

Matt7even

È già stato dimostrato quanto tu non ne sappia e, come te, ci sono altri mille che la pensano uguale perché appunto, non ne sanno.

Non è che se 100 persone parlano in modo errato di economia, debbano per forza dire agli altri cos'è l'economia e dare lezioni solo perché "credono di sapere".

Andredory

Modalità trasformiamo la notte in giorno. Sempre meglio che avere una foto nera.

Matt7even

Questo si chiama effetto scia. O visto che è luce è light painting, ma i soggetti sono le auto. Vedi le foto delle cascate con l'acqua "setosa", dove si usa fare una foto a lunga esposizione con filtro ND.
Idem qui, poi c'è stata fatta della post produzione per sistemare la gamma.

Nessuno insegna che la foto migliore è quella che si avvicina alla realtà. Tutti insegnano che esistono degli scopi e ci son diversi modi di realizzarla.

Come i colori identificano uno stato d'animo. O in video ci sono palette colori per determinate scene.

Una cosa è la QUALITÀ dell'immagine, una cosa è la realtà che, invece, dipende da troppi fattori. Come dove si visualizza e cosa ha scattato la foto. Il tuo smartphone o la tua macchina fotografica hanno un modo di vedere e registrare le cose. Il tuo occhio un altro.
E poveri i daltonici, quelli vedono senza un colore base

FabxRM

mi sa che dovrebbero chiamarla modalità giorno visti i risultati

FabxRM

esatto come facciamo a capire se era giorno o notte oppure se era alba o tramonto..

Saso
FabxRM

Ma non vanno bene affatto queste foto di prova.. la notte sembra giorno.. non è cosi che deve essere una foto notturna.. non ci siamo proprio.. rumore e dettagli dei palazzi e delle luci ok ma il cielo è completamente a giorno segno che l'algoritmo non funziona a dovere..

Federico

Mi sa che il 7 Pro è l'unica eccezione che conferma la regola, per tutti gli altri dal 3 in avanti ci sono sempre state diverse differenze tra le due versioni

c1p8HD

Francamente l'anno scorso ho preso il 7pro 8/256 ed era fantastico anche se un po troppo grandicello, comunque era talmente bello e fluido che ti faceva dimenticare tutti i difetti ;)

c1p8HD

Ahahaaha!!

Stefano Casarotto

Ammazza che brutta....

Federico

Magari il T, i prima serie sono sempre a rischio

Incubo

Lavoro quanto voglio perché sono un libero professionista. Non ho detto che uno sceglie in base ad un’emergenza ma sicuramente fare l’operaio è a rischio visto che potrebbe essere rimpiazzato senza problemi in un futuro imminente

Ricarica rapida e super rapida: i migliori smartphone 2020 a confronto

Recensione Motorola Edge: quando l'autonomia fa la differenza

Recensione Huawei MatePad Pro: senza GApps ma con tanto carattere

Samsung Galaxy S20 Snapdragon vs Exynos: tutta la (nostra) verità