EMUI 10.1 su P30 e Mate 30, al via i test in Cina

07 Aprile 2020 8

Huawei ha iniziato a testare la EMUI 10.1 sugli ex top di gamma della serie P30 e Mate 30. L'avvio dei lavori è stato annunciato dalla stessa azienda cinese e fa seguito al reclutamento dei primi 2.000 beta tester cinesi che avranno al possibilità di provare in anteprima le funzionalità della personalizzazione software.

I primi firmware beta saranno disponibili solamente per i modelli cinesi. A seguire l'elenco completo con i relativi model number della varianti dedicate al mercato asiatico:


La EMUI 10.1 è stata annunciata a fine marzo in occasione del lancio globale della serie Huawei P40 su cui è disponibile in modo nativo.

La lista delle novità apportate dal produttore cinese è piuttosto corposa, e include il nuovo assistente digitale Celia (al momento disponibile in inglese, francese e spagnolo), la nuova app per le video chiamate Huawei MeeTime e numerose altre funzionalità e miglioramenti all'interfaccia utente.

A seguire vi lasciamo alla recensione completa di Huawei P40 Pro dove potrete dare un'occhiata all'ultima versione della personalizzazione software di Huawei.

VIDEO

(aggiornamento del 26 maggio 2020, ore 10:52)

8

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Mefistofele

Hai ragione mi sono confuso con il p10 plus. Chiedo venia

Huawei data il progetto secondo inizio commercializzazione e tra poco il mate 10 pro compie 3 anni.

Te lo ripeto visto che sei duro di comprendonio: il Mate 10 Pro è stato commercializzato in TUTTO il mondo a Novembre 2017 dunque i 3 anni li farà a Novembre 2020, se la matematica non è un'opinione (e non lo è di certo). Il tuo "tra poco" non ha alcun senso e non serve nemmeno per rimediare alla castroneria che hai scritto nel commento precedente ("tra un paio di settimane fa tre anni") perchè i tre anni li farà tra 7 MESI.

Il "ban" non ha nulla a che vedere con il posticipo della ROM EU, anzi a rigor di logica avrebbe dovuto accelerarne la diffusione visto che Huawei sta facendo carte false per cercare di non perdere l'utenza occidentale. Il motivo principale (o meglio "la scusa") è il COVID-19 ma anche in questo caso le argomentazioni sono piuttosto fragili perchè si tratta di piccoli ritocchi telematici (per i quali il Coronavirus è ininfluente) su una ROM già pronta ed installata su milioni di terminali cinesi da mesi. Insomma non ci sono scuse plausibili

Se poi hai la sfortuna di avere tra le mani un brandizzato italiano tim allora puoi solo affidarti a qualche chiromante...

E' un "no brand" ITA e stiamo parlando di ROM no brand EU qunque il riferimento a TIM non ha alcun nesso logico.

Mefistofele

Ma che minki4 vuol dire europeo o cinese? Huawei data il progetto secondo inizio commercializzazione e tra poco il mate 10 pro compie 3 anni.
Che ci sia una posticipazione degli update per i modelli meno recenti mi pare anche normale anzi ovvio per i problemi causati dal ban e tutto ciò che questo comporta in termini di ingegnerizzazione software in direzione del nuovo marketplace.
Se poi hai la sfortuna di avere tra le mani un brandizzato italiano tim allora puoi solo affidarti a qualche chiromante...

Il Mate 10 Pro è stato disponibile in volumi, in Italia, a partire da Gennaio 2018 (nonostante la presentazione a Novembre 2017) alla modica cifra di 800€, dunque per la maggior parte di noi italiani ha appena compiuto due anni. Ma a prescindere dalla sciocchezza che hai appena scritto la EMIU 10 è già stata distribuita per tutti i Mate 10 Pro (con ROM cinese) ben tre mesi fa dunque non c'è alcuna ragione per continuare a posticiparne la sua uscita sui devices europei.

Pinzatrice

Sia mai che un Android si aggiorni per più di due anni, scherzi? E mandare a rotoli così tanto anni di sforzi per frammentare tutto il mercato?

Mefistofele

Infatti è uscito huawei wallet per i pagamenti ed i push services. Se hai uno prodotto che tra un paio di settimane fa tre anni non è che puoi pretendere chissà cosa...

Stiamo ancora aspettando (da secoli) la EMUI 10 su Mate 10 PRO (ITA) ma sembra che Huawei stia facendo "orecchie da mercante". Senza servizi Google e con tempistiche di aggiornamento sempre più dilatate nel tempo il brand è destinato al collasso, perlomeno in occidente.

Marco

Ma poi quella roba del miglioramento dell'audio è stata confermata?

Ricarica rapida e super rapida: i migliori smartphone 2020 a confronto

Recensione Motorola Edge: quando l'autonomia fa la differenza

Recensione Huawei MatePad Pro: senza GApps ma con tanto carattere

Samsung Galaxy S20 Snapdragon vs Exynos: tutta la (nostra) verità