Samsung Galaxy S20 Ultra e Plus bocciati da iFixit: top sì, ma non per la riparabilità

11 Marzo 2020 100

Aggiornamento 11/03

Anche Galaxy S20 Plus è stato sottoposto al teardown da parte di iFixit: l'intento è quello di capire se vi siano sostanziali differenze costruttive e nella disposizione delle componenti interne rispetto ad S20 Ultra. La variante Plus risulta essere fragile, vista l'abbondante presenza del vetro. In più, la batteria è difficile da estrarre (sempre che si sia arrivati fino a questo punto senza fare danni) a causa dell'abbondante quantitativo di colla utilizzato.

Insomma, cambia il suffisso ma non cambia la sostanza: la difficoltà di sostituire schermo e batteria incidono negativamente, e così come per Galaxy S20 Ultra, anche per il Plus il punteggio di riparabilità è di 3/10. A seguire il breve video condiviso da iFixit.

Articolo originale - 05/03

Samsung Galaxy S20 Ultra è stato sottoposto al teardown "di rito" da parte di iFixit: Trattandosi di uno dei più importanti top di gamma di questo inizio 2020 - se non IL top di gamma - la volontà di conoscerlo sempre più nel dettaglio c'è, anche andando ad analizzarne le componenti interne. E proprio con un teardown fatto a dovere si capisce se lo smartphone è riparabile o meno in caso di necessità.

Annunciato a febbraio nel corso dell'evento Unpacked, il Galaxy S20 in versione Ultra in realtà lo abbiamo già potuto apprezzare una volta dall'interno tramite il video ufficiale pubblicato da Samsung pochi giorni fa. In quell'occasione, però, la volontà era quella di mostrare il processo di assemblaggio, e non di valutarne la facilità/difficoltà di riparazione. Anche perché da quando il vetro la fa da padrona, i giudizi di iFixit son sempre stati piuttosto rigidi: un conto è infatti trattare un prodotto in plastica, un altro è aprire (o cercare di farlo) una scocca che ha vetro sia davanti che dietro.

69.1 x 151.7 x 7.9 mm
6.2 pollici - 3200x1440 px
73.7 x 161.9 x 7.8 mm
6.7 pollici - 3200x1440 px
76 x 166.9 x 8.8 mm
6.9 pollici - 3200x1440 px

Come accade in ogni teardown, la prima battaglia la si fa con la colla, che rende difficile aprire la scocca posteriore senza rompere il vetro. Una volta aperto, S20 Ultra "assomiglia molto" al Note 10+ 5G, dicono quelli di iFixit, fatta eccezione - ovviamente - per l'assenza della S Pen. Interessante vedere a confronto il sensore da 108MP con quello da 12MP di iPhone 11 Pro, non tanto per la qualità delle foto, quanto per le effettive dimensioni e dello spazio che occupano dentro i rispettivi dispositivi. Quello di Samsung risulta essere circa il doppio di quello di Apple.

Altrettanto interessante è vedere da vicino la soluzione adottata dagli ingegneri coreani per integrare nello smartphone un obiettivo per effettuare lo zoom. Come fare per non occupare spazio e contenere lo spessore del dispositivo? Semplice, basta posizionare la lente verticalmente, e un prisma raddrizza la luce ruotandola di 90°. In pratica, l'immagine catturata prima di raggiungere il sensore passa per un prisma (con tanto di stabilizzatore ottico) che la gira correttamente. Nota: la lente arriva a zoomare fino a 4x, il resto (fino a 100x) lo fanno software e pixel binning.

La colla ritorna quando si cerca di togliere la batteria, compito sempre più arduo sugli smartphone di questi tempi. E questo incide sulla valutazione complessiva della riparabilità del Galaxy S20 Ultra: dunque come al solito il vetro rende fragile il dispositivo (se lo vogliamo aprire), e la batteria è difficilmente sostituibile. Per il resto, i componenti sono modulari e ben ordinati, ma questo non aiuta ad alzare il voto complessivo: 3/10, guarda un po' esattamente come Note 10+ 5G e la gamma Galaxy S10.

VIDEO


100

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
lore_rock

Io ho smontato recentemente un telefono e per la prima volta avevo a disposizione dell’alcol isopropilico, la batteria é venuta via che é una bellezza, quindi é vero che uno cerca gli strumenti giusti, però quando devi smontare tutto il telefono ci pensi 2000 volte prima di farlo.
Rimango dell’idea che un componente delicato e pericoloso come una batteria non dovrebbe essere difficile da rimuovere

Adri949
Adri949
Depas

Cio’ giustifica lo schifo che fanno?

Dark!tetto

Il fatto che siano tutti così in che modo smentisce il fatto che è priorità delle aziende vendere i propri ricambi tramite il proprio canale di distribuzione, rendendo per centri non autorizzati più complesso il tutto ? 90€ per la versione della serie X o meglio 75+12.20 di spedizione, hai ragione sono di meno 87.20, e si aggiungo i 12.20 di spedizione o ce li rimetti in tempo e spostamenti. Il fatto di "castrare" lo smartphone limitando le funzioni in caso di componenti after market invece cosa sta a significare ? O c'è un motivo valido per bloccare il lettore di impronte in caso di sostituzione del display per esempio, come puoi prendere l'esempio dell'update che doveva bloccare gli iphone con componenti non originali. Inoltre come per le auto c'è chi preferisce ripararsele da se, e con pochi euro di strumenti, niente in confronto a estrattori da 20" compressori vari oltre alla strumentzione per eseguire la convergenza. Il fatto è che non c'è un motivo valido per usare questo tipo di assemblaggio, non ha vantaggi per l'utente, ma solo svantaggi e io mi chiedo come fate a giustificare tutto ciò. Un tempo i prodotti modulari erano considerati quelli migliori, aggiornabili, espandibili e di facile riparazione, ma capisco che nell'epoca del consumo insensato molti manco se lo pongono il problema visto che entro un paio d'anni lo cambiano uno smartphone da 1400€...

Pinzatrice

Guarda che nessuna casa rende difficile la sostituzione delle batteria. Sono anni che sono tutte incollate nello stesso identico modo, basta avere gli strumenti. Anche cercare di togliere una gomma dalla macchina a mano è difficile, se non impossibile. La porti dal gommista e in un minuto te la fa.

I prezzi per la sostituzione della batteria Apple non sono quelli da te indicati, nei centri d'assistenza (quelli validi, ovviamente), i costi sono ancora più bassi, naturalmente, nel caso di Apple, con ricambi non originali, esattamente come puoi scegliere di avere su un'auto.

Che poi l'indice di riparabilità sia importante non mi sembra di averlo negato, ma questo non di sicuro per la batteria.

lino freeman

meno male... che dovresti scriverlo in italiano

Dark!tetto
Alla fine sostituire la batteria del telefono non è altro che, in campo automobilitico, cambiare le gomme.

Veramente a sto punto siamo che fai degli esempi che contraddicono diametralmente quello che dici ? Le gomme le puoi mettere dove vuoi, nessuno casa rende difficile il cambio per costringerti a cambiarli alla casa madre con il prezzo imposto. Aggiungo che nessuna casa madre non continua a garantirti il resto della macchina se cambi gomme. L'indice di riparabilità è importante per dare all'utente finale come te la scelta se andare in un centro autorizzato o uno più comodo da raggiungere, magari con tempi di attesa minori e costi inferiori. All'utente finale anche valutare la qualità in proporzione al prezzo pagato. 90€ per una batteria pessima da Apple o 30€ per una batteria tanto quanto quella di Apple ? Scelta, quella che per te è la migliore non per forza deve esserla per altri.

Pinzatrice

Per quanto riguarda la facilità di riparazione, non ci vedo praticamente nulla di diverso rispetto alla precedente generazione... Io non capisco, ma voi vi riparate la macchina da soli? No, a meno che non siate capaci e non abbiate l'attrezzatura nacesaria.

Ecco, allora perchè vi fa così schifo rivolgervi ai centri autorizzati per la riparazione del telefono? Alla fine sostituire la batteria del telefono non è altro che, in campo automobilitico, cambiare le gomme. E' un'operazione di manutenzione semi-ordinaria che, ogni tanto, va fatta. E va fatta da specialisti che, con gli strumenti e le capacità giuste, faranno un lavoro perfetto in poche decine di minuti.

Sta mania del fai da te sta sfuggendo di mano. Ma datevi al bricolage se avete voglia di fare, cavolo. Ognuno ha la sua professione, e la professionalità va valorizzata, non ignorata per poi lamentarsi che non si trova da lavorare.

Pinzatrice

Secondo me quest'anno Samsung ha toppato maledettamente, ed è un peccato perchè S10 non era affatto male.

Qui abbiamo dei telefoni estremamente brutti (sfido chiunque a definire bello quel retro, è anni luce più brutto anche di quello di iPhone 11 e dei Pixel, sembra plasticaccia), con delle colorazioni che definirle penose è un complimento, un blocco fotocamere posizionato e implementato in maniera assurda e poche, pochissime novità per quanto riguarda il resto dell'hardware e del software.

Insomma, hanno preso un S10 e, per migliorare le fotocamere, l'hanno reso oggettivamente inguardabile, hanno rimosso le colorazioni ben riuscite della gamma precedente e basta, finita lì.

c1p8HD

No in quel caso dipende dalla marca, Lg fa pena c'è poco da fare :D

NaXter24R

In quel caso dipende da quanto gioco c'è. Ci sono alcuni telefoni dove non hai nemmeno lo spazio per far leva

c1p8HD

Guarda francamente ho avuto da poco proprio una brutta esperienza col mio vecchio pixel 2 XL (uno ricondizionato mandato in sostituzione per la seconda volta da Google) dove era stato messo solo una specie di biadesivo che dopo poco ha mollato, se lo scuotevo potevo sentire la batteria andare in qua e in la... per la cronaca dopo un anno ormai fuori garanzia si è rotto il connettore :(

CAIO MARIOZ

Male. :/

Mario Joao

Test inutili. I telefoni non si riparano e le batterie non si sostituiscono. Nel caso si buttano. I produttori vogliono una vita massima di 2 anni.

peyotefree

non capisco il senso di questi test

esistono i centri assistenza.. loro sono capaci.. punto.

TLC 2.0

Lo so, le uso da una vita. Idem Nillkin

Cave Johnson

Ovviamente per i centri autorizzati non è un problema aprire e riparare questi smartphone. Il motivo per cui vengono costruiti in questo modo e per rendere quasi impossibile le riparazioni fai da te (foss'anche la sostituzione della batteria) o in centri non autorizzati.

Francamente è una cosa che disapprovo.

Franco

Se non puoi permetterelo si

Franco

D'altronde uno lo compra per ripararlo

Joy

Pensavo che mamma tua fosse apple.

Davide

spigen e via. Ti diranno che è brutta eh.

Andrej Peribar

A parte qui che più che un blog di nerd sembra un blog di fashion-teck e quindi disinteressati all'aspetto riparabilità, se rendi complesso solo l'accesso (e nel tempo ci hanno provato in tutti i modi) qualcuno si procura lo strumento che serve.

Più probabile che accadrà qualcosa stile Apple.
Ossia un chip che deve essere settato dalla casa madre per fare funzionare i pezzi sostituiti.

Appena ci riusciranno, diventeranno toolless i terminali

lore_rock

Io trovo che basterebbe complicare l’accessibilità e meno l’estrazione

lore_rock

Quello che dici sarà probabilmente l’andazzo nei prossimi anni, sempre che si decidano a tutelare davvero la riparabilità

lore_rock

Basterebbe una striscia piccolissima di banale bioadesivo o una piccola quantità di colla meno adesiva

Andrej Peribar

È proprio la quantità esorbitante che coinvolgendo più parti del terminale dalla scocca a altre parti della circuiteria "scoraggia" la riparabilità.

Per fissare la batteria anche senza viti basterebbe un pad termico della dimensione di una monetina.

lore_rock

Mai capito perché rendere l’estrazione della batteria un calvario, capisco limitarne l’accessibilità, ma rendere pericoloso toglierla non ha senso

NaXter24R

Io intendo la quantità utilizzata. Poi so che l'idea di viti e staffe è per quello che hai detto tu. Pensa che fosse per me, i telefoni li chjiuderei con le viti. Viti e una guarnizione, mantieni comunque la impermeabilità ma li rendi più semplici da riparare e meno soggetti a rotture

momentarybliss

Io non vedo il punteggio basso necessariamente come una bocciatura, semplicemente indica che - in questo caso Samsung - si cautela per evitare smanettamenti e riparazioni in centri non autorizzati, i centri di assistenza tecnica della casa coerana evidentemente sanno come metterci le mani

NaXter24R

Si, io dico la quantità. Deve fissare una batteria in uno spazio strettissimo, ne potrebbero mettere meno

NaXter24R

Certo, ma se ne metti 8 litri....

Andrej Peribar

Perché più è complicato dariparare (il che dipende esattamente dai tempi di mano d'opera e dai pezzi coinvolti) più fuori garanzia diventa necessario l'intervento di centri autorizzati e di conseguenza sconveniente ripararli in proporzione al prezzo che col tempo svaluta.

Tutte ormai lo fanno per questo.

momentarybliss

Ormai q

ZeroSen

la colla occupa meno spazio, è più economica, e pesa meno, credo

c1p8HD

Perchè costa meno? :D

Zioe

"dell'abbondante quantitativo di colla utilizzato." ahahah ed io che ero ironico quando dicevo che li assemblava Giovanni Muciaccia

NaXter24R

Va bene tutto, la colla sulla batteria è decisamente troppa. Non capisco come mai non ne usino meno e non aggiungano invece una o due viti con due staffe per tenerla in posizione, e vale per tutti

WW

infatti...."Siamo un popolo ridicolo e parecchio ignorante e presuntuoso" cit.-.

Massimo Potere

ovviamente il telefono si sceglie principalmente se si può aprire o meno.

TLC 2.0

Pensala come vuoi, la cosa non mi tange minimamente

Massimo Potere

beh dai, appena 20 anni fa. Nostalgia canaglia?

WW

si chiama soggettività penso...
ma giustamente poco sotto commenti dicendo "Siamo un popolo ridicolo e parecchio ignorante e presuntuoso" cit.-....giusto commento dato che tu pensi di sapere il modo migliore si spendere soldi.....

Cave Johnson

Quanto erano belli i tempi del 3310. Bastava un urto di media intensità e si apriva da solo.

Squak9000

ni...
se parliamo dei centri assistenza a noi interessa poco, affari loro.

Per riparazioni fatte in casa la questione è differente...

TLC 2.0

Ci sono modi migliori di spenderli

Depas

colla in abbondanza
Scheda logica gigante
Smontaggio da dietro
Rischio rottura all’apertura

E anche questo è bocciato

Marco Iacopino

da insegnante di scuola superiore sulla cinquantina mi sono interessato di tecnologia per via del mio percorso di studi ed apprezzo ed ho sempre apprezzato un sano confronto di opinioni con i giovani ...finché si rimane al di fuori delle offese personali ovviamente...

ghost

Che te ne fai dei soldi bisogna spenderli!

noncicredo

Io e milioni di altri non lobotomizzati.

Ricarica rapida e super rapida: i migliori smartphone 2020 a confronto

Recensione Motorola Edge: quando l'autonomia fa la differenza

Recensione Huawei MatePad Pro: senza GApps ma con tanto carattere

Samsung Galaxy S20 Snapdragon vs Exynos: tutta la (nostra) verità