Mercato smartphone pre-virus: Samsung leader di un settore in rosso

03 Marzo 2020 28

Il mercato degli smartphone non sta vivendo un buon momento. Era già chiaro lo scorso anno, quando si parlava di profitti in calo nonostante una leggera ripresa registrata nell'arco dei 12 mesi. Di certo il ban imposto dagli USA a Huawei e l'epidemia da Coronavirus Covid-19 hanno ulteriormente compromesso una situazione di per sé fragile e stagnante. Gartner ha pubblicato i dati pre-virus, dunque precedenti alla crisi che ha colpito tutto il mondo causando la chiusura di aziende e l'annullamento di eventi come il MWC 2020.

Degli impatti (previsti) del Coronavirus sul mercato smartphone, tablet e PC avevamo parlato pochi giorni fa, evidenziando una prima parte dell'anno negativa ed una seconda in crescita. Ma la situazione attuale è anche - in parte - figlia di ciò che è stato ereditato dallo scorso anno: secondo Gartner, le vendite di smartphone sono calate di 0,4 punti percentuali negli ultimi tre mesi del 2019 e dell'1% in tutto l'anno.

Il calo sarebbe stato ancor più evidente se non fosse stato per le prestazioni di India (ora seconda, è fresco il sorpasso ai danni degli USA) e Cina che, nonostante una sostanziosa contrazione registrata proprio nel Q4 2019, resta leader dell'intero mercato mondiale con 390,8 milioni di smartphone venduti nell'arco dell'intero anno.

SAMSUNG LEADER DI UN MERCATO IN CALO: Q4 2019

Per farla breve, Samsung mantiene la testa della classifica lasciando inalterate le quote di mercato (17,3%) ma riducendo il numero di smartphone venduti (da 70,8 milioni del Q4 2018 ai 70,4 milioni del Q4 2019). Calano Huawei e Oppo nella top 5, crescono invece Apple (il market share è del 17,1% rispetto al 15,8% precedente grazie ai 5 milioni di iPhone in più venduti) e Xiaomi (8% di share, 32,4 milioni di smartphone venduti), ora quarta dopo aver superato Oppo.

In totale, nel quarto trimestre 2019 sono stati venduti 406,6 milioni di smartphone, circa 2 milioni in meno rispetto al Q4 2018.

SE SI GUARDA ALL'ANNO INTERO LA MUSICA NON CAMBIA

Unica variazione rispetto alla classifica del trimestre è Huawei che, complessivamente nel 2019, mantiene la seconda posizione. Il ban l'ha poi portata a scendere inevitabilmente. Anche qui troviamo Samsung prima con un market share in leggero aumento (di 0,2 punti percentuali), mentre Huawei cresce, e non di poco - specie considerando le difficoltà della seconda parte dell'anno. Del resto, la Cina è il mercato principale per il brand, e questo lo si vede anche dai 38 milioni di smartphone in più venduti nonostante il blocco USA (+18,6% complessivo).

Nel complesso, gli smartphone venduti sono stati 1,54 miliardi rispetto a 1,56 miliardi del 2018.

Ora aspettiamo i dati aggiornati al primo trimestre 2020, quello post-Coronavirus: cercheremo di capire quali siano state le conseguenze dell'epidemia sul settore smartphone, che ha in Cina il cuore delle sue attività.


28

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Garrett

Sono concetti astrusi. Per tua informazione non sono sbarbatello e ho un lavoro

Noodles

Perdi tempo, è il classico fenomeno da tastiera. Generalmente sono sbarbatelli nullafacenti. Visto la sua maleducazione, il suo approccio verso il prossimo, è uno di loro.

Noodles

Un poveretto c'è è sei tu!
Maleducati e arroganti nella mia vita non hanno spazio. Il Covid19 poteva ravvedere certi personaggi.. niente da fare. Ok, vi evito io. Iniziando dalla rete.

Ryder_173

Chissà che cominci a finire tutto questo

Sandro Pignatti

Si si. Il prezzo è deciso sia dalla domanda e sia dalla disponibilità delle risorse.

Garrett

Il Palladio è un metallo raro e fino a poco tempo fa, costava meno dell'oro.
Quindi?
Il prezzo non mi pare sia deciso dalla Terrà o dalla disponibilità ma generalmente è legato alla domanda

Sandro Pignatti

Come? Cosa starei dicendo ?
Quello che è corretto e vero.
Ecco cosa sto dicendo.
Perchè, cosa pensi che lo smartphone ti cade dalle stelle?

Garrett

Facciamolo. Il vino però me lo porti tu.

Garrett

"I prezzi sono decisi dalla Terra e dalle sue disponibilità"
Ma che stai dicendo?

boosook

Sai com'è, nel mondo ci sono quasi 8 miliardi di persone...

Sandro Pignatti

Senza giusificazioni?
Tu pensi che l'aumento dei prezzi sia deciso dall'uomo?
Poveretto.

I prezzi sono decisi dalla Terra e dalle sue disponibilità, nel momento in qui l'uomo trova una nuova fonte di un minerale i prezzi si abbassano e l'economia gira.
Mah, scusami la risata, con l'attuale velocità di produzione è impossibile tenere il ritmo.
Sempre meno risorse, sempre prezzi più alti.
Quello che dovete fare voi consumatori è di tenere il vostro bel telefono per anni e anni e anni. Smettere di spendere per cellulari tutti uguali a 200 euro all'anno e, di contro, le aziende smetteranno di produrre quantitativi così proibitivi e i prezzi torneranno più bassi.

Lander

Per un top di gamma i prezzi sono aumentati di un 50 % in dieci anni.. non del 300%. Trae in inganno il leggero calo di 6-8 anni fa con top gamma a €600 o €700 ma prima i top stavano comunque sugli €800 o più. Mi pare che N75 di Nokia fosse uscito a €829..

Lander

Per un top di gamma i prezzi sono aumentati di un 50 % in dieci anni.. non del 300%. Trae in inganno il leggero calo di 6-8 anni fa con top gamma a €600 o €700 ma prima i top stavano comunque sugli €800 o più. Mi pare che N75 di Nokia fosse uscito a €829.

Sandro Pignatti

Numeri spaventosamente alti.
Ecco dove sta il marcio della società.
Altro che virus, qui la gente, molto lentamente, sta cominciando a svegliarsi e a capire che sta buttando più di 200 euro all'anno in smartphone per poi cadere e rompersi.
Bisogna assolutamente invertire la rotta producendo pezzi di ricambio e mantenendo i modelli così come sono e cambiarli dopo un bel pò di anni.
E' assurdo che continuino a sfornare nuovi modelli inutilmente.

Noodles

Indipendentemente dal brand, tutti dovrebbero perdere fette di mercato. Anche un buon 30% forse capirebbero che hanno esagerato, prezzi triplicati in meno di dieci anni. Senza giustificazioni. Non erano cosi alti neanche quando lo smartphone si era appena "presentato al pubblico" diciamo da iPhone 3G è esploso man mano..
Oggi la vera forza sono i medio-alti di gamma, smartphone top a prezzi ragionevoli.
Una volta o top o spazzatura.

Dicolamianono

Impressionante da quanti anni sta dominando il mercato

Dicolamianono

Samsung

daniele

Samsung bene, ma Apple è passata da telefoni inutili come xs agli 11, copiando bene tutto dai competitor, e le vendite si vedono

Depas

Però a dominare indovinate chi è?

MatitaNera

Impressionanti i numeri di Apple

MatitaNera

Assaggi con la realtà aumentata

Garrett

Ma credete davvero che sia colpa del pipistrello....

l.nice

Chissà come se la passerà Huawei nel 2020 col ban

Fede64

E non si può sostituire con uno streaming online

momentarybliss

Il dato che più a me salta all'occhio è quel miliardo e mezzo di smartphone del 2019 che sommato a quelli del 2018 e a quelli degli anni precedenti costituisce miliardi di smartphone in giro per il mondo, finiremo sommersi sotto migliaia di tonnellate di batterie al litio e rottami di varia natura

Raffael

Giusto, intendevo non si svolgerà nelle date stabilite. Aggiorno anche il commento

iBat

rinviato a giugno

Raffael

Anche se molto OT, segnalo che purtroppo anche Vinitaly non si svolgerà...

Ricarica rapida e super rapida: i migliori smartphone 2020 a confronto

Recensione Motorola Edge: quando l'autonomia fa la differenza

Recensione Huawei MatePad Pro: senza GApps ma con tanto carattere

Samsung Galaxy S20 Snapdragon vs Exynos: tutta la (nostra) verità