Honor 9X Pro: in Europa dal 24 febbraio senza servizi Google

18 Febbraio 2020 26

Honor 9X Pro arriverà ufficialmente anche in Europa, ma contrariamente al fratello minore Honor 9X, peraltro già disponibile da mesi anche in Italia, non potrà usufruire dei servizi Google, che hanno penalizzato fino ad oggi soltanto i terminali Huawei.

La conferma sulla data di lancio e sulla mancanza di tutte le GApps è arrivata direttamente dal profilo Facebook del suo presidente, George Zhao, che senza troppi giri di parole ha fissato l'evento di presentazione al 24 febbraio, puntualizzando che a bordo di Honor 9X Pro ci saranno solo i Huawei Mobile Services (HMS) al posto dei servizi Google.

Per Honor si tratta del primo smartphone a cadere di fronte alle imposizioni volute dall'amministrazione Trump, in attesa di capire come si evolverà la situazione, dopo l'ultima proroga che ha spostato la scadenza del Ban definitivo ad aprile.

Per quanto riguarda le specifiche tecniche, Honor 9X Pro porterà finalmente anche da noi il nuovo SoC Kirin 810, una CPU composta da due core ARM Cortex-A76 a 2,27 GHz + sei core ARM Cortex A-55 a 1,88 GHz, affiancati da una GPU Arm Mali-G52 MP6 e dalla nuova NPU, che per la prima volta adotta l'architettura proprietaria DaVinci.

Il comparto fotografico è invece molto simile a quello di Honor 9X, con la differenza che la variante Pro guadagna un terzo sensore da 8 MegaPixel con ottica grandangolare.

  • Display: 6.59" (2340 x 1080 pixel) Full HD+ 19.5:9 con vetro curvo 2.5D
  • SoC: Kirin 810 a 7nm con CPU octa core (2x 2.27GHz Cortex-A76 +6 x 1.88GHz Cortex-A55) e GPU ARM Mali-G52 MP6
  • RAM: 8GB RAM
  • Storage: 128GB/256GB di memoria interna espandibile sino a 512GB con microSD
  • Android 9.0 (Pie) con interfaccia EMUI 9.1.1
  • Fotocamere posteriori: 48MP, pixel da 0,8 micron, sensore 1/2", apertura f/1,8, flash LED, camera per rilevamento profondità da 2MP con apertura f/2,4, camera ultrawide da 8MP con apertura f/2,4
  • Fotocamera frontale: 16MP con apertura f/2,2 e meccanismo pop-up
  • Dimensioni: 163,1×77,2×8,8 mm
  • Peso: 206g
  • Sensore di impronte laterale
  • Connettività: Dual SIM, Dual 4G VoLTE, Wi-Fi 802.11 ac (2.4GHz + 5GHz), Bluetooth 5.0 LE, GPS + GLONASS, USB Type-C, jack audio da 3,5mm
  • Batteria: 4000mAh
77.2 x 163.1 x 8.8 mm
6.59 pollici - 2340x1080 px
77.2 x 163.1 x 8.8 mm
6.59 pollici - 2340x1080 px

Prezzi e disponibilità per la versione globale di Honor 9X Pro saranno annunciati tra meno di una settimana, probabilmente tramite un evento in streaming a seguito della cancellazione del Mobile World Congress 2020, dopo le ultime vicende legate al CoronaVirus.

VIDEO

Honor 9X è disponibile su a 199 euro.
(aggiornamento del 01 aprile 2020, ore 16:37)

26

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Repox Ray

Bravo hai corretto.

sailand

Sono 4 gatti perché devi contare solo i huawei venduti post ban senza servizi Google. Ovvero roba per smanettoni come erano gli xiaomi anni fa: successo sui blog di appassionati ma vendite fra la massa praticamente nulle.
Anche le altre società non c'entrano nulla perché si partecipano al progetto di market unificato in cina ma certo non si castrano le vendite in occidente e resto del mondo rinunciando volontariamente ai servizi Google.
Persino fra gli appassionati informati quelli disposti a rinunciare ai servizi Google sono una minoranza.

Giuseppe

Cosa

SteDS

Guarda che hai preso tu come esempio i di radiotaxi eh... comunque se hanno messo l'app sul play store non vedo il problema, adattare un'app in quel senso (sostituire una libreria per i pagamenti) è una spesa ridicola, anche in termini di tempo.
Ma a parte questo, Il punto è che non sono 4 gatti. Solo Huawei ha un quarto del mercato in Europa, se metti le altre due grandi società cinesi (perché si parla di piattaforma comune) siamo attorno al 40%. Perderanno clienti? sicuro, ma se ne manterranno anche solo la metà saranno molto appetibili

SteDS

Non c'entra cosa preferisco io, c'entra che i produttori cinesi messi assieme (e stanno già gettando le basi per una possibile piattaforma comune, per la cronaca) hanno una bella fetta di mercato in Italia e in Europa ed hanno soldi e mezzi per spingere qualsiasi servizio. Io non darei già tutto per scontato

Vash 3rr0r

sì, la pensiamo allo stesso modo e parlo da persona delusa oltretutto dal Ban, perchè terminali Huawei mi piacciono. però da consumatore italiano, se oggi dovessi comprare un telefono per forza di cose non puo' essere Huawei. Se mai non cadesse il Ban e il loro store alternativo eguagliasse quello Google, non avrei nessun problema a sceglierlo.

Ray Allen

Se metti in correlazione la loro utilità al danno causato all'utente in termini di privacy e di quantità di dati raccolti, sì, sono proprio spazzatura!

boosook

Rimpiazzare gmail, YouTube, Google drive (e preferiresti davvero mettere i tuoi documenti sui server Xiaomi?), Il play store, Google assistant? E davvero se esistesse un'alternativa cinese a Google Pay preferiresti usare quello?

boosook
Ray Allen

Se in cina venisse creato e mantenuto un fronte comune coinvolgendo anche Xiaomi ed Oppo, tempo qualche anno e sarebbero dolori per big G.

Dando per scontato che pure i servizi di quest'ultima sono poco sopra il livello spazzatura eh, se non presti attenzione ti profilano anche la lunghezza del pen€

sailand
Ray Allen

mah sarà un errore della scheda tecnica

sailand

Ma cosa gli frega di un market diffuso soprattutto fra i cinesi a banche che operano in Italia con italiani? Oltretutto ci sono vincoli normativi imposti dall’Europa che bisogna vedere se huawei da sola è in grado di soddisfare.
Pur superando questi problemi dovrebbero esporsi ancor più ai pericoli di attacchi finanziari provenienti dalla Cina, sia come governo notoriamente avvezzo a intromissioni via internet, sia agli hacker notoriamente molto attivi in cina il tutto investendo soldi in un market che non si sa minimamente che garanzie sul fronte sicurezza sia in grado di offrire e al solo scopo di correre appresso alla sparuta minoranza di italiani che acquisterebbero un huawei pur con tutti i problemi che comporta? Ma siamo realisti senza fantasticare in ipotesi da fanboy.
Per la cronaca non mi risulta esistano banche italiane con app che non siano sul play store o App store di Apple e ricordo che avere conti su banche estere ha maggiori oneri economici e vincoli nonché possibile non accesso a servizi italiani (es. pagamenti f24).

Repox Ray

E dove vanno?

Repox Ray
non potrà usufruire dei servizi Google, che hanno penalizzato fino ad oggi soltanto i terminali Huawei

Secondo me sta frase va ripensata, letta così sembrerebbe che tu voglia dire che i Servizi Google fino ad oggi hanno solo fatto male ai terminali Huawei... o è quello che volevi dire? :-P

Ciccillo

C' è ancora chi crede che la storia del ban si risolverà....

Giuseppe

Io ho comprato il px pro appena uscito e mi trovo benissimo.... I pagamenti li seguo normalmente....

Giuseppe

Il 9x lanciato in Italia possiede anche la fotocamera da 8 mpx grandangolare. Studiate i telefoni prima di fare recensioni!!!!

Tito.73

Gli basterà di fare il servizio con una banca già “aggregata” ai servizi non Google....

SteDS

Perché no? Alla fine si tratta di soldi e le banche non credo si tirerebbero indietro. Anche la cooperativa di radiotaxi, non dovrebbe fare chissà quale lavoro, si tratterebbe solo di adattare le app non rifare il lavoro da zero, una volta che le aziende cinesi forniscono il loro SDK per le transazioni (alternativo a quello di Google) il gioco è fatto, a patto che, naturalmente, venga ritenuto affidabile. Nei primi 5 produttori al mondo di telefoni ben tre sono cinesi, io non sottovaluterei le loro capacità

sailand

Non credo che banche italiane stipuleranno mai un accordo con un market cinese. Non parliamo poi di app locali, ve la immaginate una cooperativa di radiotaxi romana interessarsi a piazzare la sua app in un market cinese?

Logan

Chipset nuovi, è incredibile...

SteDS

Per ora... ma il "fronte cinese" (Huawei, Xiaomi, Oppo) non ci impiegherà molto a stipulare accordi per i servizi, secondo me alla lunga le azioni di Trump finiranno per danneggiare e molto proprio Google e le altre aziende americane. Escluse le GMaps (che sono veramente una spanna sopra i concorrenti) tutto il resto è rimpiazzabile e accordi con banche ecc. sono fattibilissimi, almeno in Europa, in USA il problema non si pone dato che smartphone cinesi non ne vendevano nemmeno prima

Frazzngarth

Auguri

Vash 3rr0r

In europa sono praticamente spazzatura prima ancora di scartare la confezione.. Ammiro la forza industriale di andare avanti nonostante tutto, ma venderli senza Play store qui è inutile. Ma non tanto per le app classiche o i giochi (sintrovano anche nello store alternativo huawei) ma per quelle app di servizi e bancarie che mancano o che non funzionano senza certificazione google.

BYRoN_ITA

Sarà un successo!

Recensione Xiaomi Mi 10 Pro 5G, audio super e video 8K ma il prezzo sale

#HDonAir faccia a faccia con Samsung: le nostre e le vostre domande

Migliori smartphone fino a 200 euro: ecco i top 5 da comprare | Marzo 2020

Recensione Samsung Galaxy S20+: quel che serviva, senza strafare