Xiaomi, il brevetto dello smartphone pieghevole somiglia a Huawei Mate X

31 Gennaio 2020 10

Xiaomi non si ferma e continua a depositare brevetti per dispositivi pieghevoli, coprendo quante più soluzioni possibili. L'ultimo, emerso in questi giorni e registrato presso il CNIPA, l'ente di certificazione cinese, è tra tutti il meno originale, ma forse proprio per questo il più plausibile.


Di recente vi abbiamo mostrato i documenti relativi a uno smartphone che si piega in due punti diversi dello schermo, a quello con ben cinque cam pop-up, oppure a due terminali di cui uno somigliante a quello che andremo ad esaminare, l'altro invece no per via di un design a conchiglia che piega però verso l'esterno, con la cerniera posizionata in orizzontale e quindi solo tre cornici.

La proposta più estrema di Xiaomi è però rappresentata da un prodotto reale (è già esposto nei Mi Store): stiamo parlando ovviamente di Mi Mix Alpha. Un dispositivo che riscrive il concetto di "fullscreen" con un display che si piega ma non perché lo smartphone possa fare altrettanto, ma per avvolgerlo integralmente, estendendosi lungo tutto il retro tranne per una "fascia" dove è ospitato il modulo fotografico.

Con quest'ultimo brevetto invece ci troviamo davanti un design familiare. Diciamolo pure senza mezzi termini: potremmo scambiarlo per il Mate X di Huawei.


Lo schermo si piega verso l'esterno e c'è anche qui una "fascia" laterale per favorire l'impugnatura ed ospitare le due fotocamere posteriori (che fungeranno anche da selfie cam a seconda della "piega" che prende la situazione), racchiuse in un elemento verticale a semaforo.


Al momento non è dato sapere se questo design si tradurrà in realtà commerciale, e come la penserebbe Huawei in caso dovesse avvenire. Non resta che aspettare.


10

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Koji Ray

Va bene, ma finché non troveranno un rimedio per la fragilità dello schermo continuerò a pensare così.

Karellen

Secondo me lo schermo pieghevole dovrebbe stare all'interno, sia per una questione di protezione che per l'usabilità che uno schermo più piccolo che il pollice raggiunge senza difficoltà in tutti le occasioni in cui non si è comodi. Aggiungici la possibilità di avere una capsula auricolare standard in una posizione più comoda del bordo estremo.
Ma so già che si imporrà lo schermo esterno, più semplice ed economico da fare e più figo da vedere, nonché più fragile così vendono più telefoni...

Karellen

Stessa cosa che si diceva per i primi smartphone touchscreen "di vetro? Ma se lo perdo per terra anche solo una volta si rompe? Non fa per me". Poi tutti ci si sono abituati.

Alessio

Purtroppo si, e non solo per questo.
Basta avere un'idea e la puoi brevettare, anche se non hai ancora creato nulla.
Lo trovo assurdo.
Io mi aspetterei che per poter registrare un brevetto si debba presentare un prototipo dello stesso in parte funzionante.
Invece basta che non sia già brevettato, che sia originale e non banale, che sia lecito e industrializzabile.
Poi basta un bel disegno, una descrizione del brevetto e il perchè deve essere considerato innovativo.

Ad oggi potresti brevettare anche una scorreggia ad intensità e odore variabile a comando, se non ci fosse il problema dell'applicabilità industriale.

Scrofalo

Fake. Xiaomi non ha mai copiato.

Desmond Hume

come sia possibile brevettarlo poi rimane un mistero

Si ma sempre meno che da aperti! :D

Capitan Barbossa

Per quanto mi riguarda ancora non trovo il senso a queste soluzioni.. Saranno sempre dispositivi ingombranti anche da piegati

Koji Ray

Io ho perso qualsiasi fiducia per questo genere di dispositivi.
Troppo 'molli', troppo 'fragili'....

Quindi per avere un brevetto di un pieghevole basta fare un disegnino alla meno peggio a forma di libretto?

Samsung Galaxy S20 FE è ufficiale: 5G con Snapdragon 865 a 769 euro

Abbiamo messo alla prova la Flip camera di Zenfone 7 Pro e questo è il risultato | Video

Recensione Samsung Galaxy Note 20: S-Pen, schermo piatto e qualche "ma"

Recensione Asus Zenfone 7 Pro: Flip Camera con OIS e prestazioni al top!