Huawei, nonostante il ban spediti oltre 6,9 milioni di smartphone 5G nel 2019

15 Gennaio 2020 19

Il 2019 è stato un anno decisamente difficile per Huawei che ha dovuto iniziare a far fronte al ban imposto dall'amministrazione Trump che le impedisce di fare affari con le aziende americane e che di fatto, ha fortemente limitato le vendite dei suoi smartphone al di fuori dei confini cinesi.

Nonostante ciò, tuttavia, secondo quanto dichiarato dal suo CEO, Richard Yu, Huawei è comunque riuscita a spedire globalmente oltre 230 milioni di unità lo scorso anno, un aumento significativo rispetto ai 206 milioni di unità del 2018. Di questi, includendo anche i device di Honor, 6,9 milioni supportano le reti 5G. Ad affermarlo è stata la stessa Huawei in un post su Weibo.

Nel 2019, Huawei ha lanciato diversi smartphone 5G, tra cui il Mate 30 5G (con oltre 12 milioni di unità spedite), il Mate 20 X 5G, il Mate X 5G, il Nova 6 5G e la serie Honor V30. Per il 2020, l'obiettivo dichiarato di Huawei è quello di spedire oltre 50 milioni di smartphone 5G.


Secondo l'ultimo rapporto stilato dalla piattaforma di benchmarking Master Lu, Huawei e Honor hanno raggiunto in Cina una quota di mercato combinata del 25,8%. Huawei è leader con una quota del 15,36%, mentre Honor è al secondo posto con il 10,45%.

Questi dati sono particolarmente significativi se si tiene conto che il mercato degli smartphone ha subito un calo generale in Cina. Secondo Strategy Analytics, nel corso del 2020 il produttore numero uno (per vendite, non per fatturato) rimarrà Samsung. Huawei riuscirà comunque a mantenere la propria seconda posizione, forte proprio del successo in Cina.

Il top gamma più piccolo e pontente sul mercato? Samsung Galaxy S10e è in offerta oggi su a 419 euro oppure da Unieuro a 568 euro.

19

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
valmorci

...uno smartphone senza i servizi Google è come una donna senza tette.... https://media0.giphy.com/me...

Alex

Sono d'accordo che vendono di brutto e anch'io ho sempre preso medi huawei ma con ste storia del ban avevo un po' paura a prenderne un altro, mi piaceva il nova 5t ma avevo il dubbio di stare a piedi dopo poco tempo intendo aggiornamenti, comunque ho solo detto che spediti non vuol dire venduti, certo sono stati penalizzati da un ciccione biondo.

Raphael DeLaghetto

Infatti, qui non mi è arrivato nulla...nemmeno il trading mi hanno dato...

zdnko

Pensa che li ha comprati anche l'esercito italiano tramite consip per poi cestinarli per questioni di sicurezza nazionale, invece di porre dei vincoli prima dell'acquisto.

infodifesa. it/telefoni-huawei-alla-difesa-il-ministero-e-dovuto-%E2%80%8Bcorrere-a-sostituirli/

Neosalix
Tirotutto

Tutti in cina

Davide

mica tanto, se hai delle fabbriche si visto che spendi poco in manodopera, ma se devi vendere un prodotto costoso è dura

AB___

Ma non spedisci a c***o di cane. Lavoro in un Expert, e ti posso assicurare che la fascia bassa è nelle loro mani. Sempre e comunque. E come fa a farlo? Semplice: Y6S 3/32 a 139 euro.

josefor

si ok se li è comperati tutti il governo cinese

Nicom

Pensare che Huawei venga affossata dal ban è pura follia , il p40 venderà come il pane anche quest'anno , proprio perché avranno già la soluzione necessaria per ovviare al problema.

Alex

La Cina ormai é la fortuna di tutti

Alex

Spediti non vuol dire venduti

Fabrizio

Il dato è a livello globale. Il ban americano è arrivato tra maggio e giugno, prima di allora in tutto il mondo si acquistava Huawei tranquillamente. E solo nel primo semestre hanno venduto tantissimo come sempre facevano. Dopo il ban probabilmente i consumatori occidentali per paura di meno servizi da subito hanno iniziato ad acquistare meno, ma almeno fino a tutta l'estate Huawei ha continuato a introdurre prodotti che avevano già con licenza Google registrata fino a poco prima del ban, vedasi Honor 20 e il pro, Huawei p smart z e Huawei Nova 5t per dirne alcuni, che sono stati tra gli ultimi prodotti originali che avevano ricevuto la certificazione poco prima della lista nera. Dunque con quelli Huawei e Honor hanno comunque venduto nei mercati occidentali, seppur meno sicuramente rispetto a prima del ban ma vendevano. Ovviamente nel secondo semestre del 2019 la maggior parte delle vendite, e la quasi totalità per i prodotti senza servizi Google, è stata prevalentemente in Cina. Ora invece Huawei si trova senza più modelli recenti già certificati e ancora iscritta nella lista nera, dunque sarà da questo anno che inizierà la vera sfida alla sopravvivenza nelle vendite.

Nardi Renalda Stefa

Ma il mate 30 5g non si trova

Mefistofele

O degli scaffali più grandi?

Davide

Sicuramente la maggior parte sono venduti in cina. È questa la loro fortuna

ADM90

Concordo. Consiglio a mediaword e company di prendere dei cattura polvere

LordRed

Gli effetti del ban si vedranno quest'anno. Da quando hanno fatto il ban huawei ha continuato a vendere i telefoni precedentemente sviluppati con google, solo alla fine dell'anno sono cominciati i problemi. Gli effetti del ban si vedranno quest'anno

macosx

Ma spediti fuori dalla Cina o a livello globale?
Perché se fossero stati venduto per il 99% in Cina non è che ci sia molto da vantarsi.

Recensione Samsung Galaxy A51: pronto a conquistare la fascia media

Tre settimane con Huawei Mate 30 Pro: il punto su foto e autonomia

OnePlus Concept One, fotocamere invisibili grazie al vetro elettrocromico | Anteprima

L'identikit degli smartphone TOP di gamma 2020: più cari, più grandi, 20:9 e 5G | Video