Secondo la Corte d’Appello di Torino c'è un “nesso di causalità” tra telefonini e tumori

14 Gennaio 2020 98

La Corte d’Appello di Torino ha confermato la sentenza di primo grado del Tribunale di Ivrea, emessa nel 2017, secondo cui l’uso prolungato del telefono cellulare può causare tumori alla testa. Per i giudici, infatti, benché non ci siano ancora prove scientifiche chiare, esiste un “nesso di causalità” tra l'utilizzo frequente del telefonino e l'insorgere di tumori.

La sentenza, di fatto, conferma la condanna all’Inail a corrispondere una rendita vitalizia, a seguito di malattia professionale, ad un dipendente di un operatore di telefonia mobile a cui era stato diagnosticato un tumore dopo che per 15 anni aveva usato il cellulare per più di tre ore al giorno. Il giudice del lavoro del Tribunale di Ivrea aveva riconosciuto che il tumore contratto dall'uomo, benigno ma invalidante, è stato causato dall'uso scorretto del telefono cellulare.

Ovviamente, non ci addentreremo nella sentenza ma chi vuole può comunque consultare questo nostro approfondimento su SAR ed emissioni elettromagnetiche, redatto nel 2017, in cui ne abbiamo messo in evidenza alcuni passaggi.

Questa decisione, tuttavia, contrasta le principali organizzazioni internazionali secondo cui, ad oggi, non è possibile stabilire un nesso di causalità certo e diretto tra l'utilizzo del cellulare e l'insorgere di tumori. L'OMS è da anni che non cambia la sua posizione sull'argomento, tuttora chiaramente espressa nella sezione Ricerca sui campi elettromagnetici pubblicata sul sito ufficiale dell'organizzazione.

Più recentemente, inoltre, nel rapporto Istisan redatto dall'Istituto Superiore di Sanità si afferma che l'uso prolungato del cellulare non risulta associato all'incidenza di neoplasie maligne o benigne nelle aree più esposte durante le chiamate vocali.

In base alle evidenze epidemiologiche attuali, l’uso del cellulare non risulta associato all’incidenza di neoplasie nelle aree più esposte alle RF durante le chiamate vocali. La meta-analisi dei numerosi studi pubblicati nel periodo 1999-2017 non rileva, infatti, incrementi dei rischi di tumori maligni (glioma) o benigni (meningioma, neuroma acustico, tumori delle ghiandole salivari) in relazione all’uso prolungato (≥10 anni) dei telefoni mobili.

I dati attuali, tuttavia, non consentono ancora valutazioni accurate del rischio e l'ISS afferma che sono in corso ulteriori studi orientati a chiarire le residue incertezze riguardo ai "tumori a più lenta crescita e all’uso del cellulare iniziato durante l’infanzia".


98

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Karellen

Magari il collegamento banale è che chi vive attaccato al cellulare è più stressato, e lo stress di sicuro aiuta i tumori (anche se non è la sola causa ovviamente).

Karellen

Il bluetooth ne emette molte meno, dato che tieni in contatto radio due dispositivi a distanza di massimo qualche metro (auricolare e telefono) rispetto alla distanza tra telefono e antenna.

matteo teo mitico

E stato fatto uno studio uno in Germania e uno in America , durato 10 anni entrambi , risultato ? Non usate il cellulare in telefonata più di 5 minuti .

Piersabato Della Valle

Erano auguri sinceri comunque, senza rancore.

alfazefirus

Beh mettiamola cosí: data la dimensione dell'azienda e la gente che assume dubito fortemente possiate permettervi quello che mi pagano al momento, magari mi sbaglio ma é improbabile.
No gli auguri in generale non portano sfiga, solo i tuoi. Tieniti anche i saluti, hai visto mai. Buona vita.

Piersabato Della Valle

Va bene Ronaldo, io resto in Eccellenza allora!

Continui a ripetere che sei uno forte, mi fa piacere, ma non mi tange, non so come spiegartelo oltre. E non mi tange neanche avere la tua considerazione.

Io mi son basato sul nulla allo stesso modo che fai tu presumendo che non possiamo permetterci lo stipendio che percepisci, il che mi fa non ridere, ma sorridere.

Ma non é importante dai, ciò che dovevo dirtelo te l'ho detto, mi annoia anche ora stare qui a ripetermi.
Quindi con tutto il bene del mondo, se pensi che gli auguri portino sfiga, ti mando un cordiale saluto.

alfazefirus

Non penso proprio tu mi possa assumere: costo troppo caro, la tua aziendina non se lo puó permettere. Te lo spiego in termini che puoi comprendere (forse): io gioco in serie A, tu fai il preparatore atletico in Eccellenza.
Io ho chiamato massa di capre quelli che pensavano il magistrato avesse deliberato sugli effetti delle radiazioni elettromagnetiche basandosi sulla proprie impressioni personali. Questa non é una opinione, é una sciocchezza, generata dall'ignoranza crassa.
E qui il primo a supporre che l'interlocutore fosse un disoccupato senza istruzione sei tu. Ti sei basato letteralmente sul nulla (e con tuo grande disappunto ti ho dimostrato che hai detto un sciocchezza), se non é fare il censore questo...
Gli auguri tieniteli pure, caro Piersabato, ho l'impressione che portino sfiga.

Piersabato Della Valle

Son contento di farti ridere perché é reciproca la cosa.
Continuo a pensare che sei un ignorante, fai il saccente ma sei un misero analista finanziario: ci avevo visto giusto quando ti ho detto che potevo assumerti.

Bene, allora appena rifaccio la pavimentazione vi chiamo.
C’é chi lavora in aziende sconosciute di informazioni finanziare e chi invece in multinazionali dei pavimenti.
La mia esperienza in una multinazionale ben più redditizia della tua l’ho avuta e personalmente non mi ha soddisfatto.
Contento tu, contenti tutti.
E ti dirò di più, sei talmente ignorante da rinnegarli da solo: citi l’effetto Dunning-Kruger e ti comporti come una persona che ne é affetta; mi dai del “censore di chi é saputo e chi no” e chiami massa di capre persone che esprimono la loro opinione; io sono un pagliaccio e tu la metti su chi c’è l’ha più grosso.
Ma ti ripeto, la mia vita va talmente bene che il confronto con te personalmente non esiste.
Sei insignificante.

Ora, io tornerò a leggere le cose che tu mi hai insegnato su Wikipedia, tu torna a fatturare Gekko.
Tanti cari auguri.

alfazefirus

L'effetto Dunning-Kruger é ormai (tristemente) piuttosto conosciuto, non mi pare di aver citato chissá che oscura nozione socio-economica.
I miei commenti cercavano di far capire a quella massa di capre che stavano dicendo delle imbecillitá, ovviamente con scarsi risultati (non che mi aspettassi molto meglio).
Io faccio davvero che?
Guarda che non é una questione di avere qualcosa da nascondere o meno, é piú un concetto di sicurezza dei dati personali. Spero tu sappia che cos'é il furto di identitá o le tecniche di ingegneria sociale che includono i dati personali. Se non li conosci ti suggerisco di usare wikipedia come hai fatto con la "distorsione cognitiva".
La domanda su quanto fattura la tua azienda era per rimarcare che sei passato dallo sproloquiare che io sono un disoccupato ignorante con la terza media allo scoprire che lavoro per una fortune 500 in US mentre tu, il grande censore di chi é "saputo" e chi no, lavori in una misconosciuta azienda di informazioni finanziarie in Russia. Fai ridere.
P.S. A dire il vero la mia retribuzione include un discreto MBO correlato ai risultati dell'azienda, ergo se fatturiamo di piú in effetti ci godo abbastanza.

Piersabato Della Valle

Perché l’effetto Dunning-Kruger l’ho citato io vero?
E sempre io sono andato a commentare la stessa cosa a diversi utenti per fare sapere che conosco la giurisprudenza giusto?
Ma tu fai davvero?

Io non ho nulla da nascondere caro mio: difatti commento con il mio nome ed il cognome anche qui; conosci la differenza tra telefono ed email personale e d’ufficio vero?
Fatturiamo ciò che basta per vivere molto bene, certo non come Mohawk, ma il punto é quanto fatturo io.
A quanto pare abbastanza da non abbassarmi a questo confronto con te perché ricorda, chi vive bene, non sente il bisogno di fare quello che stai facendo tu. Ti rammento che non sei il CEO o il proprietario e non ti entra nulla del fatturato in tasca.

Se avessi voluto fare il pagliaccio ti avrei detto che io ho lavorato anche per Gazprom che penso sai bene quanto fattura e quanti dipendenti ha; ma pensa tu guadagno più qui che nel mio vecchio lavoro.
Dai che quando ho da rifare il pavimento a casa vi chiamò, così vi si alza il fatturato e tu godi di più.

alfazefirus

Ah certo, tu spari paroloni a caso pensando di farci anche bella figura e quando ti prendono per il naso con due dita e ti mettono davanti al fatto che hai sparato m1nchiate non trovi risposta migliore che regalare i tuoi dati personali... e il pagliaccio sono io. Complimenti. "Cbonds" quanto fattura all'anno, caro Piersabato?

Piersabato Della Valle

Non ti nascondo nulla dato che sei palesemente un paglisccio. Chiama quando vuoi :) https://uploads.disquscdn.c... o che sei palesemente un pagliaccio

Piersabato Della Valle

Non possiedo nessuna azienda, ma potrei farti assumere in 5 minuti dove lavoro.
Non ho bisogno di stare qui a spiegarti cosa faccio ad ogni modo, diversamente da te.

alfazefirus

Ah dimenticavo, visto che ho finito la prima riunione della giornata, dimmi se ti piace questa "distorsione cognitiva", buffone:
https://uploads.disquscdn.c...

dicolamiasisi

ok ma l'auricolare rimane a contatto con la testa e per come viene usato dalla maggior parte delle persone anche per diverse ore ogni giorno...non ci metterei la mano sul fuoco che non fanno nessun male

alfazefirus

Bravo. Torna pure a gestire la tua "azienda" commentando su disqus, sono sicuro andrà benissimo, io comincio a lavorare adesso, dato che vivo in EST. Bacioni.

saccovr

NASA assassina https://uploads.disquscdn.c...

dicolamiasisi

nessuno sa come funzionano le cose...xke gli effetti di lungo periodo non li conosce ancora nessuno

dicolamiasisi

e.m.?

Piersabato Della Valle

Vedi: citi una distorsione cognitiva che indubbiamente hai a questo punto.

La supponenza che hai dimostrato sin dal primo commento ( oltre alla totale inutilità della tua insistenza nel commentare ugualmente a più utenti solo per dimostrare la tua aleatoria competenza ) dimostra che non hai neanche totale consapevolezza delle cose che dici.
Difatti, se tu fossi una persona consapevole, non citeresti una distorsione cognitiva comportandoti come colui che ne ha tutti i sintomi.
Quindi le cose son due: o vivi fuori dalla realtà o sei un ca33aro.
Sei un classico, sapessi quanti ce ne sono come te.

In bocca al lupo nella tua carriera nella tua Multinazionale da oltre 11 billions, son certo che farai strada :)

alfazefirus

Ma anche no. Lavoro in una fortune 500, direi che a meno che tu non abbia una azienda che fa almeno 11mld di $ non mi interessa.

Piersabato Della Valle

Io se vuoi ti posso assumere.

alfazefirus

Guarda che ho fatto tutte e tre queste cose. Tu?

Piersabato Della Valle

Tu, d’altronde, ne sei l’esempio vivente dell’effetto Dunning-Kruger.
Studia, laureati e trovati un lavoro.
Forse dopo potrai parlare di argomenti seri.

alfazefirus

Certo, tu dai ragione a quelli che pensano che il giudice abbia fatto una valutazione a sentimento e l'ignorante sono io. È proprio vero che non ci sono limiti all'effetto Dunning-Kruger... Tanti auguri.

alfazefirus

Vuol dire che non è stata una valutazione a sentimento fatta dal giudice ma una valutazione tecnica da un gruppo di periti scientifici (anzi 3 gruppi) che hanno depositato una perizia giurata. Che poi non ci sia un consensus scientifico sulla materia è palese, ma tra questo e dire "ahahah il giudice cosa ne sa?" ci passa un mare. Il mare dell'ignoranza crassa.

Piersabato Della Valle

Sei troppo ignorante per rispondere nel merito: come volevasi dimostrare, anzi, cvd :)
Ascolta me, prenditela prima la laurea e poi esprimiti in merito.
Ogni commento ulteriore sarà solo una perdita di tempo.

alfazefirus

Non c'è bisogno né di leggere le perizie né la sentenza per affermare che la frase "ma chi l'ha detto, il giudice? Ahahah" è una ignorantata senza se e senza ma. Tutto il resto ne possiamo discutere. Ma anche no. Se si chiamano così non è colpa mia, se l'utonto medio, che non ha studiato neanche la punta del proprio naso, non sa cosa significano le sigle c'è sempre Google. Adesso vai pure a giocare. Ciao.

Teomondo Scrofalo

A te le E.M. hanno fatto malissimo alla parte logica del tuo cervello.

Teomondo Scrofalo

Allo stato attuale non c'è la connessione diretta tra cancro e cellulare

Anche se ovviamente bisogna aspettare le motivazione della sentenza, va ricordato che il mondo scientifico è concorde nell'affermare che non esista una relazione causale diretta tra l'uso del cellulare e il tumore al cervello. Uno studio recente svolto su oltre 30.000 persone, monitorate per 30 anni, ha dimostrato che, nonostante l'uso dei cellulari sia aumentato del 1000%, l'incidenza del tumore al cervello non sia aumentata, se non di pochissimo, in termini trascurabili.

piervittorio

La scienza non si fa in tribunale.
Purtroppo il giudice, su materie tecniche, spesso accoglie pedissequamente le valutazioni del CTU, che spesso é una capra.
Da lí nascono sentenze demenziali, nella loro antiscientificitá, come questa, quella sulla commissione grandi rischi che non seppe prevedere il terremoto, sulla xylella o sui vaccini che causano l'autismo.
Leggendario quel CTU che in una perizia balistica, dichiaró nei residui di sparo nientemeno che tracce di promezio (elemento radioattivo inesistente in natura, ed ottenibile dal decadimento dell'uranio arricchito, dopo averlo bombardato con neutroni...).
Purtroppo in italia la giustizia é un disastro.

emanuele

Hai ragione, la vittima in realtà è un truffatore, la magistratura è composta da toghe rosse che impedisce il progresso e la terra in verità è piatta perché erano streghe e stregoni, le multinazionali sono i sultan da venerare, non sbagliano mai.
La verità non è univoca, si modifica se dimostrata.

sgarbateLLo

Di qualcosa sicuramente moriremo

sgarbateLLo

Non era molto chiaro il messaggio che volevi trasmettere, a mio parere...

Saimon

Io mi chiedo una cosa, ma utilizzare un auricolare wireless, non corrisponde più o meno ad avere il telefono attaccato all’orecchio? Un auricolare Bluetooth non emette onde radio comunque?

Piersabato Della Valle

D'accordissimo con te.
Evitare l'evitabile è sempre preferibile ( scusa il gioco di parole ): se si può parlare in vivavoce o con delle cuffie è sicuramente una cosa da fare.

Piersabato Della Valle

E quindi?
Qualsiasi Consulente tecnico d'ufficio o di parte non può dimostrare una cosa che la scienza non ha dimostrato.
Inoltre, hai letto tutta la sentenza o anche solo l'elaborato peritale?
E chiamali col nome completo senza fare il tipo che ha studiato un pò di giurisprudenza.

Vatti a iscrivere all'albo degli avvocati così potrai fare l'avvocato delle cause perse.

assolutamente, dico soltanto di non esagerare. ci sono gia radiazioni "obbligatorie" che ci prendiamo come wifi, radio ecc.

dato che delle cuffie costano 5/10 euro direi che si possono facilmente evitare, soprattutto se per lavoro/altro si sta molto al telefono

Piersabato Della Valle

In primis oggi è più facile diagnosticare un tumore rispetto a 20 anni fa.
Addirittura molti morivano di Tumori e neanche lo sapevano probabilmente, se non quando ormai non c'era più nulla da fare.

Negli ultimi 20 anni sono aumentati i casi di Tumore ( sebbene poi i pareri siano discordanti per l'appunto e dipende da che dati si legge ) anche per tante altre motivazioni.
Inquinamento maggiore dell'aria, esposizione a molte più radiazioni di ogni tipo, cibo non della stessa qualità di 20 anni e oltre fa, inquinamento delle falde acquifere pressochè ovunque, utilizzo di molte più automobili e qualsiasi altro mezzo ( viaggiare in aereo espone a radiazioni; un solo viaggio non fa nulla, ma chi viaggia molto o addirittura fa il pilota d'aerei ne risente molto dopo anni ).
Ci sono tanti fattori messi insieme ( molti sicuramente sfuggono anche ai medici probabilmente ), non credo che dipenda solo dagli smartphone.

Piersabato Della Valle

Ma non è neanche provato che faccia male.
Che poi fra 10 anni possano dimostrare questo è un altro discorso: la scienza si basa su dati sperimentali e dimostrazioni. Ad oggi l'unica cosa certa è che con una prolungata esposizione ad uno smartphone c'è un riscaldamento della cute.
Che questo poi porti a tumori o qualsiasi altra patologia è tutto da dimostrare.

Non nego che sia possibile, ma senza dati è tutta fuffa.
E non c'entra niente neanche il potere delle "lobby" o gli interessi di qualcuno: anche il tabacco ormai è considerato cancerogeno e nocivo da praticamente chiunque nel mondo; eppure non mi sembra che le compagnie ne abbiano risentito più di tanto: la gente continua a fumare.

Antonio Guacci

Fortuna che avevo fatto tutti i preamboli del caso, eh? :D

Piersabato Della Valle

Attenzione, non è uno studio questo, solo una Sentenza di un Tribunale che afferma esista un "nesso di casualità" tra l'utilizzo dello smartphone ed il tumore in questione.
Nessuna base scientifica insomma.

Franz Passler

ma falla finita

Piersabato Della Valle

Più che altro come hanno fatto a testimoniare il fatto che davvero è stato per 15 anni 3 ore al giorno effettive?
Aveva un timer? Qualcuno stava sempre con lui e lo ha testimoniato? Camere di sorveglianza che hanno attestato questo?

A me, sinceramente, sembra un pò una stupidaggine questa sentenza.
Ad ogni modo rispetto per la malattia di quest'uomo, e sicuramente bisognerà indagare sempre di più a fondo su questa questione, ma nel caso specifico mi sembra un pò una sentenza assurda.

Giardiniere Willy

Che non vuol dire assolutamente niente nel momento in cui le organizzazioni scientifiche di mezzo Pianeta non sanno dare una risposta.

L'oms non sa se ci sia un nesso, ma un consulente nominato dal tribunale dice che c'è. Faccio fatica a credere che tutti siano più scem1 di questo consulente. Poi magari è pure vero che c'è nesso, ma me lo devi dimostrare pure bene, perché tutti sono bravi a lanciare una moneta e dire che fa o non fa male. Sono due possibilità

Mattia Stefano

Tre ore al giorno per 15 anni (senza auricolare suppongo) è più facile che gli sia venuto il gomito del tennista...
Scherzi a parte, la malattia è sempre una cosa grave, ma comunque rimane il fatto che una sentenza non fa precedente in Italia, e che un giudice può dire qualunque cosa, tanto non sta valutando la situazione globale dei cellulari e dei suoi effetti, ma solo quello specifico e particolare caso che gli si è presentato davanti.
Inoltre siamo talmente bombardati di radiazioni di qualsiasi frequenza che mi meraviglia non avere qualche arto in più.

Pietro Smusi

https://uploads.disquscdn.c...

Pietro Smusi

aggiungi che sei nel vagone di un treno.

SuperDuo

Purtroppo quando ci sono ENORMI interessi in gioco ci sono anche enormi quantità di soldi che possono comprare chiunque.

Storicamente sono tantissimi i casi:
- il piombo nei carburanti (c'è un documentario su netflix)
- Il tabacco (vedere Thank you for smoking che è una rappresentazione fin troppo blanda di quel mondo)
- Gli zuccheri (con le compagnie che ancora oggi fanno una campagna sull'attività fisica come soluzione alla dieta. Bevete chili di zucchero basta che poi fate sport). Vedere gli articoli del fatto alimentare ad esempio

- la carne (cancerogena nelle quantità mangiate oggi dall'occidente ma con mille distinguo da parte di chiunque: ne mangiamo poca, si riferisce agli americani, la colpa è dei nitriti ecc)
- l'alcool, con tutte le campagane su "il vino rosso allunga la vita perchè c'è il resveratrolo" salvo poi scoprire che dovremmo berne varie BOTTIGLIE al giorno per avere una quantità apprezzabile di quel principio attivo.
- l'acqua minerale, con le campagne martellanti e prezzolate sul fatto che l'acqua di rubinetto non la controlla nessuno, solo per insinuare il dubbio )

Insomma, la strategia è sempre quella: insinuare il dubbio, creare contrapposizione, fazioni, fanboy e haters, finanziare ricerche dove il risultato è deciso a tavolino e via dicendo.
In tutto questo, la maggior parte delle persone si fa trascinare perchè alla fine cambiare richiederebbe fatica (per modificare abitudini, informarsi, studiare) e pochi la vogliono fare.

Poi dei telefoni dubito che si riuscirebbe a fare a meno oggi. Ma di soluzioni potrebbero essercene svariate. Ad esempio il wifi calling emette, per via di distanze e potenze, molte meno onde e a casa, al lavoro, in tanti locali le connessioni ormai sono ottime.

Va cambiata la mentalità di fondo, non abbandonato uno strumento utile.

goghicche

Il giudice ha applicato il "nesso di casualità":

https://it.wikipedia.org/wiki/Nesso_di_causalit%C3%A0

Scontrino elettronico dal 1° gennaio per tutti, cosa cambia

DJI Mavic Mini ufficiale: pesa solo 249 grammi, prezzi da 399 euro

Recensione PowerBeats Pro: gli Apple AirPods per gli sportivi

Surface: tutte le novità presentate da Microsoft