Nubia: smartphone con display a 144Hz anticipato dal CEO

13 Gennaio 2020 16

I display a 90Hz utilizzati da Nubia a bordo di Nubia Red Magic 3 (lo abbiamo recensito la scorsa estate confrontandolo con Black Shark 2) e Nubia Red Magic 3S potrebbero presto essere considerati tecnologia passata.

Stando a quanto emerso da un post Weibo di Ni Fei, il CEO dell'azienda cinese, infatti, Nubia sarebbe a lavoro su un nuovo smartphone caratterizzato dalla presenza di un pannello con frequenza di aggiornamento di 144Hz. Tale elemento è desumibile dallo screenshot condiviso dallo stesso Ni Fei, che tra le diverse opzioni disponibili mostra proprio quella relativa ai 144Hz (immagine in basso).


Il nuovo dispositivo, che secondo la traduzione dal cinese potrebbe prendere il nome di Nubia Red Devil 5G (mancano conferme ufficiali in tal senso), dovrebbe far parte anche in questo caso della gamma di smartphone da gaming del produttore asiatico. La scheda tecnica del prodotto è attualmente ignota, anche se è possibile ipotizzare l'adozione di un SoC Qualcomm Snapdragon 865 che supporta proprio tale frequenza di aggiornamento (QUI tutte le specifiche).

Tutto ciò che sappiamo è che, oltre alla compatibilità con le reti di nuova generazione, il terminale sarà dotato di un display con un elevato refresh rate che assicurerà un ulteriore miglioramento per la fluidità dei giochi (quelli compatibili) e delle animazioni di sistema.

Top gamma con batteria infinita e display super? Asus ROG Phone 2 è in offerta oggi su a 514 euro.

16

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Mariux Revolutions

Ho forse affermato una cosa del genere nel mio commento?

Zioe
Mariux Revolutions
GrantMills

Ai maggiori produttori conviene non spingere troppo sulle batterie, atrimenti chi lo cambia un top di gamma ogni 1 o 2 anni?

Mariux Revolutions

Esattamente

Roberto

Il produttori complici le migliori efficienze del SOC hanno più margine a livello energetico, così per differenziarsi alzano l'asticella su funzioni e caratteristiche peculiari ma inevitabilmente energivore. Non a caso la durata degli smartphone difficilmente supera la giornata.

Luca

zte è soprattutto infrastrutture ..

Albollo

l'occhio umano non percepisce motion blur superata la soglia di 700 hz

Mariux Revolutions

Quella al framerate è la nuova corsa del momento insieme a quella dei megapixel.
Non fa niente che il numero sempre più alto di framerate ciucci sempre più percentuale delle ormai obsolete batterie

Stefano Ferri

sarei curioso di provarne uno per capire quali siano i reali vantaggi di utilizzo .
Sicuramente è più energivoro e magari con una gestione intelligente per aumentare od abbassare questo parametro in base all' uso non sarebbemale .

ReArciù

zte non ha mai puntato forte sull'europa, ricordo che il marchio nubia era presente in italia tramite rivenditori terzi

Hankel

tra l'altro credo che anche in patria siano molto indietro a quote di mercato

per quanto zte non sia solo smartphone ma anche reti

Nicom

E via... Dopo le fotocamere adesso il mercato si prepara a spennare i polli con gli Hz

rsMkII

A cosa serve spingersi sopra i 120Hz? Già 90Hz su uno smartphone sono notevoli!

alessandro

ZTE sarebbe potuta diventare la Huawei di oggi se non avesse fatto strane scelte negli anni passati. All'inizio, le aziende cinesi che esportavano i terminali in Europa erano 3: Huawei (sotto il marchio Vodafone), ZTE (sotto i marchi 3 e Brionvega) ed Amoi (sotto i marchi 3 ed Onda). Erano partite tutte dallo stesso punto di partenza, anzi, a dirla tutta, Amoi e ZTE avevano già una, seppur modestissima, quota di mercato quando arrivò Huawei...
Poi Amoi fallì diversi anni fa, ZTE ha una quota di mercato bassissima e Huawei è diventata ciò che è adesso.

Hankel

certo che zte rispetto agli altri concorrenti cinesi ha proprio deluso come penetrazione del mercato
e dire che ad un certo punto era praticamente dietro alla sola Huawei

Tre settimane con Huawei Mate 30 Pro: il punto su foto e autonomia

OnePlus Concept One, fotocamere invisibili grazie al vetro elettrocromico | Anteprima

L'identikit degli smartphone TOP di gamma 2020: più cari, più grandi, 20:9 e 5G | Video

Motorola Razr 2019: un tuffo nel passato e uno sguardo al futuro | Anteprima Video