Dopo iPhone, la tecnologia Ultra Wideband arriverà presto su smartphone Android

10 Gennaio 2020 174

Tra le novità presenti sui nuovi iPhone 11, 11 Pro e Pro Max (che abbiamo recensito rispettivamente QUI, QUI e QUI) c'è la tecnologia Ultra Wideband, grazie al chip Apple A1, che consente al dispositivo una conoscenza più precisa della sua posizione nello spazio. Al momento, sui nuovi iPhone, questa funzionalità viene utilizzata da Airdrop per la trasmissione più precisa ad un altro device semplicemente puntandolo.

Questa tecnologia, ovviamente, è destinata ad ampliarsi a molti più device, non solo iPhone. Secondo quanto affermato dagli analisti di Barclays, nei prossimi mesi inizieranno ad arrivare anche i primi smartphone Android dotati di un nuovo chip Ultra Wideband, NFC e Secure Element "all-in-one" realizzato dalla società olandese NXP Semiconductors. Non sono stati fatti nomi riguardo ai primi produttori, tuttavia, sappiamo che Samsung lo scorso anno ha aderito a un consorzio con NXP proprio per aiutare lo sviluppo di questa tecnologia.


NXP, in una nota stampa, ha dichiarato che l'Ultra Wideband offrirà ai dispositivi mobili nuove ed interessanti funzionalità come, ad esempio, la possibilità di sbloccare le porte di un'auto quando il dispositivo si trova nelle immediate vicinanze del veicolo.

Per quanto riguarda gli iPhone 11, Apple afferma che la funzione direzionale di AirDrop è "solo l'inizio" di ciò che è possibile con l'Ultra Wideband e che arriveranno presto "incredibili nuove funzionalità".

Nei mesi scorsi sono stati scoperti una serie di indizi riguardanti un tracker che Apple starebbe sviluppando. Questi AirTag dovrebbero supportare la tecnologia UWB per essere localizzati con maggiore precisione. Al momento, tuttavia, non ci sono informazioni sul possibile arrivo di questi accessori.

Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da Mobzilla a 649 euro oppure da Amazon a 704 euro.

174

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
sagitt

tu scherzi, quello è difficile che accada, ma a diversi colleghi trasfertisti in giro per il mondo hanno rubato soldi via contectless dalle carte aziendali,... non so dirti se lo hanno fato come dici tu o tirandogli via la carta dagli zaini..... ciò non toglie che è capitato a più colleghi, soprattuto in asia.

Mako

certo, le famose truffe col contactless, il tipo col pos che ti passa vicino al portafoglio? ahahah

sagitt

fanno le truffe con le carte contactless, vuoi che non facciano le truffe col telefono ahah

Mako

wallet "flop colossale" lol, è uno dei soliti progetti/esperimenti di google. Apple ha avuto il merito di investirci più denaro e di puntarci di più, tutto qua.
Problemi sul conto corrente fa ridere dai

sagitt

Qui è una cosa diversa. Sì parla di conti correnti, soldi, pagamento, deve essere tutto perfetto di fatto wallet è stato un flop colossale durato poco. Se non ti funziona un’app è un conto, se ti sì creano problemi sul conto corrente è bel diverso

Mako

è il discorso che si fa con qualsiasi prima iterazione di ogni cosa, i primi modelli di iphone non erano perfetti, ma si usavano.

sagitt

Non ho mai detto che non funzionava ma che era pessimo e mal progettato. Pure il sensore di impronte del s5 funzionava... vuoi metterlo contro il touch id?

Mako

l'articolo te l'ho detto
la questione è che wallet funzionava

sagitt

Sei fortissimo, hanno fatto class action per molto meno. Comunque era un limite sensato qundo gli abbonamenti erano da 1gb

Alessandro Sanna

Quindi con il passare del tempo le class action non si potevano più fare? E come mai con gli altri telefoni questo problema non c'era? Non avevano paura delle class action? O magari quella delle class actiont te la sei inventata?
Dovevi dare il "consenso"? Era puramente formale, lo script avrebbero potuto farlo partire in automatico e non c'erano altre specifiche operazioni da fare, premevi e fine.

sagitt

come al solito capite mele per pere.

Google wallet, che ripeto ho avuto modo di vedere in funzione, non era un sistema di pagamento gestito, bensì una sorta di tramite tra carta e nfc... di fatto è stato un flop totale.

apple pay è stato il primo vero sistema di pagamento contactless e online per smartphone, gestito e studiato adhoc con appositi accordi con le banche, associazioni di carte gestite, pagamenti sui portali web, transazioni con id univoco, pagamenti senza limiti sicuri tramite identificazione biometrica e via dicendo

visto che lo hai trovato potresti gentilmente mostrarmi il commento? no perché un conto è dire che è stato il primo vero sistema di pagamento mobile, un conto è dire è stato il primo in assoluto anche scarso.

Mako

L'ho ritrovato, ti eri inventato che Apple pay era il primo sistema di pagamento per telefoni, nonostante ti fosse stato fatto notare che wallet fosse del 2011. È l'articolo su Google pay in italia

sagitt

sì ok l'ennesimo che quando non sa più come arrampicarsi spara v4ccate. mi ricordi salvatore esposito che gli ho spiegato per filo e per segno il mio impianto e ogni volta sì inventa che io gli ho detto qualcosa di diverso, quando gli chiedo di mostrarmelo scappa.

Comunque per tua grazia ho avuto molti telefoni android, nexus s, nexus 4, 5 e 5x
Iphone dal 2g all'xs
tablet samsung, asus e attualmente un lenovo
ipad, apple tv, firestick, chromecast e quant'altro.

ho provato di ogni, dal jailbreak al root alle custom rom. attualmente ho un lenovo con magisk che uso per la domotica ed un server linux completamente programmato per l'impianto domotico

non mi fermo a iphone, apple pay e ho usato nfc dai primi momenti. solo che alla fine è utile solo per i pagamenti e qualche tag con tasker.... nulla di più.

efremis

Sono perfettamente daccordo

Mako

guarda, ringrazia che è di qualche mese fa il commento e che non ho voglia di cercarlo

delpinsky

La cosa patetica è sentire parlare di "copia", come se Apple avesse inventato il mondo. A parte il fatto che se una funzione è utile, se posso averla anche io su un telefono Android, è perfetto e ne sono felice, ma poi, pure Apple "copia" funzioni che sul mondo android sono presenti da anni. Per me non è un problema chi ci è arrivato prima, tanto la tecnologia avanza a ritmo incredibile. Mi basta che ciò che è fico e utile, lo possa prima o poi avere anche io sul mio telefono, sia esso con iOS o Android.

sagitt

ma che stai dicendo??????????????? ma perché vi inventate cose????

sagitt

e quindi? è un limite software deciso a tavolino per evitare class action americane stupid3. di fatto poi con l'andare avanti il limite è sempre aumentato fino ad avere una impostazione. ma non è una cosa che "non può fare perché non programmata"

il famoso jailbreak, che ho fatto fino all'iphone 5, veniva prontamente chiuso chiuso poche settiamane dopo con un upgrade firmware, ed ai tempi di iphone 4 comunque il sistema era inattaccabile in autonomia, dovevi in ogni modo dare il consenso tu premendo "jailbreak me" ed eseguento specifiche operazioni... anzi per quel che mi ricordo ci sono stati solo 2 jailbreak "easy", tutti gli altri erano un casino di operazioni da fare tramite software e cavo usb. ricordo ancora quando sbloccai la baseband del mio iphone 2g tramite testpoint smontandolo per intero.

detto questo, non centra nulla col discorso iniziale.

Jean XS

Il numero uno dei k@azzari ha risposto...
P.S. ho solo un account, che tu ci creda o no non me ne frega niente.

Erik

Ma che ferie che vivi su sto blog 24/7/365 con svariati account, cosa ti hanno bannato stavolta "Undertaker" "Bite the Apple" "Antares" "vittorietto" o altro, mister risatina dai 3 puntini filnali ?

efremis

Mi sa che ti mancano le basi. Io parlo dell'inizio della fine. Ovvero da quando è passata da avere il 50 % del mercato (con Motorola seconda al 9 %) ad avere pochi percentuali con il passaggio a Windows Phone. Per me è quella la morte dovuta ad iPhone (così come il passaggio a Windows Phone, sempre dovuta per contrastare iPhone, ma in ritardo.
Per me è quella la morte. Guarda lo faccio per lavoro e seguo questo mondo dal 2008. Caschi male e sai poco

salvatore esposito
efremis

Quasi quanto gli h4ter, questi ultimi sono addirittura più patetici perché sono anche loro a senso unico ma fanno anche i finti alternativi

efremis

Se facessi un commento che non riguardasse sempre e solo iPhone e Apple ogni tanto (e sempre e solo contro), diventeresti più credibile ;).
Tra l'altro lo sanno anche i sassi che purtroppo finché Apple non implementa una tecnologia, spesso non viene cagata di striscio.
Inoltre Nokia che tu accenni, è morta proprio a causa dell'iPhone (e giustamente visto che insisteva con Symbian), e se per questo su Android NFC c'era già sul mio Nexus S, ma la spinta vera vera c'è stata tantissimi anni dopo con iPhone. Io usavo l'ormai defunto SEQR o nome simile ma ero veramente infastidito che fosse arrivato prima Apple Pay che G pay o Samsung Pay in Italia. Non mi parlate di Wallet che c'entra poco

efremis

Li chiamo....

efremis

Ahahah, il telefono che hai in mano c'è solo perché è esistito iPhone. Vai alle giostre, ign0rante lo dici a chi ti permette di parlare. Innovare significa saper implemetare, inventare l'alchimia che permette che cose mai usate prima insieme, permettano invece di funzionare divinamente (al contrario di quanto sosteneva la concorrenza fino ad allora). Povero mondo

Erik

Apple non ha inventato/innovato nulla ha solo implementato ignorante

efremis

Più che altro ha detto inesattezze

efremis

I dati non vengono trasferiti via WiFi direct (anche se concettualmente è simile). La tecnologia è realizzata da Apple, prima sfruttava Bonjour e altro (vatti a leggere la definizione).
Il wifi direct il primo è stato il primo Galaxy S1. Inoltre tu parli di Android Bean, e anche qui non c'entra.
Il secondo pezzo invece non l'ho capito

efremis

Serve ad usare Airdrop in maniera molto più veloce e intuitiva semplicemente"puntando" verso l'iPhone a cui vorremo condividere un contenuto (anche di grandissime dimensioni)

efremis

Quanta ignoranza in un sito di tecnologia. O magari spiegavi quale smartphone nel 1970 ha portato tale tecnologia

disqus_uSJK7cFxtw

Finora....... a nulla!

Mako

ma se l'altra volta dicevi che non veniva usato per pagare, ma solo per scambiarsi i soldi, l'avrai usato?

sagitt

Niente, se lo dici tu non l’ho usato

Teomondo Scrofalo

Guarda che mio fratello (che tra l'altro e' meno ricco di me) me lo presta quando voglio.

salvatore esposito

ti sto dicendo che Samsung lo fa da ben prima che Apple implementasse nfc sul suo iPhone 6.
ma fai finta di non capire per cercare di difendere maldestramente apple o proprio non ci arrivi?
sembri sempre più sagitt

Mako

ma immagino come tu l'abbia usato, ma sicuro

Justice

Meschinità.

sagitt

Giustizia privata

Justice

Con l'ultima frase cosa hai risolto o pensato di risolvere?

Justice

Lo so bene!

sagitt

Bestialità come quelle sopra vanno bene perché generano risposte e quindi click e quindi big money x il blog.

Justice

Chi? Guarda che ti credevo anche senza la foto. Guarda che io osservo un po' tutti qui. Lo dicesti già che possiedi altri prodotti.

sagitt

3€ per esserci rimasto male

Justice

€ 3,50 per: aver riacceso il cellulare, scattato una foto, aspettato che si trasferisse al PC (ma credo sia un passaggio in più, potresti non essere passato dal PC), e consumato un po' di banda.

Justice

Chi sta parlando di confronti NFC e UltraWide band? Sono entrambe tecnologie validissime. Si discuteva delle poche argomentazioni dell'amico qui sopra.

boosook

Ha ragione invece, l'idea è ottima, pensa alla possibilità di puntare lo smartphone verso un interruttore o un elettrodomestico o una TV in una smart home e trovarsi direttamente aperta l'app di controllo. La cosa non ha niente a che vedere con l'NFC.

sagitt

Tre settimane con Huawei Mate 30 Pro: il punto su foto e autonomia

OnePlus Concept One, fotocamere invisibili grazie al vetro elettrocromico | Anteprima

L'identikit degli smartphone TOP di gamma 2020: più cari, più grandi, 20:9 e 5G | Video

Motorola Razr 2019: un tuffo nel passato e uno sguardo al futuro | Anteprima Video