Motorola, Nokia, Oppo e Redmi tra i primi ad usare i nuovi SoC Snapdragon 5G

04 Dicembre 2019 9

Qualcomm ha iniziato a sollevare il sipario sui nuovi SoC Qualcomm Snapdragon progettati per le reti 5G nelle scorse ore al Tech Summit: si tratta di due in particolare, la proposta di fascia alta Snapdragon 865 e quella di fascia media Snapdragon 765/765G. Xiaomi ha già reso noto che utilizzerà il primo per il suo top gamma 2020, il Mi 10.

L'elenco di produttori di smartphone interessati ai nuovi SoC è ben più ampio e comprende aziende come Motorola, Nokia, Oppo, Lenovo e Redmi, che hanno già iniziato a svelare i propri progetti al riguardo. Si aggiungono poi ODM e altri marchi cinesi, compreso OnePlus.


Motorola ha confermato che il 5G rappresenta un punto centrale dell'attività di Lenovo (dall'infrastruttura di rete ai dispositivi destinati agli utenti finali) e che si occuperà di espandere la gamma di terminali 5G nel corso del 2020 impiegando gli Snapdragon 865 e 765, con l'obiettivo di rafforzare la sua offerta nel segmento degli modelli di fascia premium.

Per HMD Global che gestisce il marchio Nokia, invece, la priorità è proporre smartphone 5G a prezzi contenuti - come aveva preannunciato l'estate scorsa lo stesso Sarvikas. Per questo motivo la scelta ricade sullo Snapdragon 765 che rientrerà nella dotazione del primo smartphone 5G a marchio Nokia, insieme alla tecnologia PureDisplay e ad un comparto fotocamera che riproporrà il sodalizio con ZEISS. Il terminale non ha ancora un nome, né una data di lancio (ma il MWC 2020 potrebbe rappresentare l'occasione giusta per introdurlo).

Snapdragon 765 è scelto da Nokia per proporre smartphone 5G a prezzi contenuti. La variante G(aming) salirà a breve a bordo di Redmi K30 e di Oppo Reno3 Pro 5G

Oppo fa sapere che utilizzerà sia lo Snapdragon 765G (ovvero la versione Gaming del nuovo SoC) sia lo Snapdragon 865: il primo a bordo dell'Oppo Reno3 Pro 5G, anticipato nei giorni scorsi dalla stessa dirigenza, come conferma ora lo stesso Brian Shen su Twitter; il secondo con non meglio precisato top gamma che arriverà nel primo trimestre del 2020.

Snapdragon 765G anche per Redmi che, tramite il GM Lu Weibing, conferma il debutto con il K30 atteso per 10 dicembre prossimo - si tratterebbe quindi di uno dei primi smartphone, se non il primo in assoluto, ad usare uno dei due nuovi chipset di Qualcomm. Per ora Redmi non cita un futuro modello con Snapdragon 865 ma non è detto che non arrivi in futuro.

A concludere il quadro dei partner Qualcomm, intervengono in ordine sparso e con piani ancora da definire altre aziende cinesi tra cui: BlackShark, Coolpad, iQOO, Meizu, Nubia RedMagic, OnePlus, Realme, Smartisan, TCL, Vivo, Wingtech, ZTE e 8848.

Aggiornamento:

Con uno stringato messaggio diffuso tramite Weibo, Meizu ha sottolineato che sarà il primo produttore a lanciare uno smartphone dotato dello Snapdragon 865, si tratta del Meizu 17. La data indicativa coincide con la primavera 2020. Un testa a testa tra i produttori cinesi per arrivare primi sul mercato, visto che anche Xiaomi prevede di introdurre il Mi 10 a marzo del prossimo anno.


9

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
max76

Nell' ultimo anno direi... l' 8.1 e il 7.1 che abbiamo in famiglia due grand bei devices, ottime fotocamere stabilizzate e bel design con l' alluminio sui bordi che dava personalità nel marasma di Smartphone tutti uguali.
Poi 2019 hanno abbandonato l' alluminio, ma le indiscrezioni sull' 8.2 parlano di un ritorno all' alluminio sui bordi, sensore laterale (ottima scelta!) e senza bordi....spero abbia il foro nel display e non la criticabile fotocamera pop-up!

Hiroshi Shiba

Ottimi ad MWC 2018 (il mio 8 Sirocco sempre impeccabile)...ultimo anno e mezzo invece davvero discutibile fra notch e processori vecchi... Nel 2020 mi aspetto un deciso cambio di passo.

primoh

[cit. Motorola, Nokia, Oppo e Redmi]

Jiek

considerando il nokia 8.1 che era un passo avanti nei processori , questo telefono potrebbe costare dai 449E ai 579E

Jiek

Essere troppo obiettivi è un pesante fardello per tutte le compagnie , per questo tutti gli altri marchi sono il più generici possibili sulle scelte commerciali e nelle pubblicità.

Nokia (HMD) ha già fatto il primo passo falso del suo precedente fallimento promettendo aggiornamenti costati su tutti i telefoni ( questo prima dell'avvento di android ONE ) quando questa scelta significa incrementare di molto il costo del telefono nel tempo , cosa che non fanno altre aziende e cosa che non faceva Nokia quando era al top. Windows phone con windows 8 era nato come sinonimo di continuità , e grazie a Microsoft con windows 10 la gente ha perso tutta la credibilità nei prodotti Nokia oltre al fatto che non c'erano Applicazioni richieste ( Pokemon go, Tik tok ,musically e altre applicazioni per giovani che prima di tutti ne ha accelerato la fine)

Adesso non sono più le applicazioni a convincere la gente a comprare telefoni, bensì le specifiche tecniche.
Se nokia continuerà a usare processori vecchi ( fuori moda) per i telefoni finirà nel nulla come nel nulla ha cominciato.

Ha ancora un grandissimo impatto il brand , e basterebbe fare qualche compromessa in più per lanciarlo definitivamente nella zona dei marchi competitivi ( i " cinesini " come redmi e realme ).

Tipo se il 6.2 fosse uscito con il 660 e il 7.2 con il 710 sarebbe stato decisamente più accattivante.

Tony Carichi

Ti do ragione, marchio sfruttato solo a metà.

Stefano

Più che per l'essere invuardabile, penso sia stato perché in realtà non offrivano davvero nessun vantaggio all'atto pratico, ma solo sulla carta

Duca

Concordo, aver fatto il top di gamma con millanta fotocamere non ha giovato, anzi nessuno lo ha preso perché era inguardabile

GianlucaA

HMD global è meglio che si dia una sonora svegliata perché non la vedo troppo sul pezzo negli ultimi 2 anni

Tre settimane con Huawei Mate 30 Pro: il punto su foto e autonomia

OnePlus Concept One, fotocamere invisibili grazie al vetro elettrocromico | Anteprima

L'identikit degli smartphone TOP di gamma 2020: più cari, più grandi, 20:9 e 5G | Video

Motorola Razr 2019: un tuffo nel passato e uno sguardo al futuro | Anteprima Video