Avast chiude Jumpshot, vendeva i dati di navigazione degli utenti

31 Gennaio 2020 13

Avast ha deciso di chiudere Jumpshot, una sua sussidiaria che vendeva i dati personali degli utenti dell'antivirus agli inserzionisti interessati a profilarli. Il meccanismo è emerso negli scorsi giorni grazie a una inchiesta di Motherboard, anche se il sistema sembrava ragionevolmente trasparente - un messaggio al primo avvio chiede esplicito consenso agli utenti, precisando chiaramente che dati come siti visitati, link cliccati e prodotti acquistati saranno raccolti per essere venduti. Avast era in procinto di distribuire la richiesta di consenso anche a chi aveva l'antivirus installato da un po'.

Jumpshot era attiva dal 2015. Tra i clienti più conosciuti figurano Intel e Tripadvisor. La dirigenza di Avast dice di aver sempre agito nel pieno della legalità e di essere anche perfettamente in regola con il GDPR, ma era ormai troppo tardi per fermare l'effetto negativo provocato dall'articolo della testata americana.Il valore delle azioni era sceso di ben il 9% nel giro di qualche giorno. Si è quindi deciso che la soluzione migliore per non perdere la fiducia di utenti e investitori fosse la chiusura dell'iniziativa.

Proteggere le persone è la priorità numero uno di Avast e deve essere alla base di tutto ciò che facciamo come azienda e come prodotti. Tutto ciò che va contro questa priorità è inaccettabile.

Stando alle dichiarazioni ufficiali, Jumpshot non ha già più accesso ai dati di Avast, quindi la chiusura del servizio avverrà in tempi piuttosto brevi. La decisione dice l'amministratore delegato Ondrej Vicek, "avrà un impatto" su "centinaia di dipendenti": da notare che non si parla esplicitamente di licenziamenti. Alcuni, se non tutti, potrebbero essere trasferiti ad altri progetti della compagnia.


13

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Comitato_no_Disqus

Condivido il tuo pensiero. Ma è meglio togliersi dalla testa che il free è free. Tutti raccolgono dati, facebook,Google,etc etc. Magari la differenza sta nel fatto di non essere eccessivamente borderline, perché lo sono tutti ai limiti del lecito, in quella zona d'ombra poco chiara

Andre

Certo che li puoi richiedere, e puoi anche farli cancellare, il problema però è che potrebbero già averli venduti ad altri

~benzo

Hdblog svegliatevi, è una notizia di una settimana fa quasi :/

77fabio

Premesso che esistono molti software free ed open source che non raccolgono dati e che funzionano senza pubblicità e senza secondi fini, ovviamente e palesemente non poteva essere il caso di Avast quindi è ovvio che mi potevo aspettare qualche metodo per remunerare anche sul lato free su questo ti do pienamente ragione. Però un conto è mettere dei banner pubblicitari ogni tanto o permanenti, ci sta, va bene anche ricevere più volte all'anno l'invito ad aderire alla versione a pagamento, è giusto, non è corretto invece raccogliere tutti quei dati in maniera così poco trasparente... Il fatto che google e mozilla abbiano deciso di rimuovere le estensioni avast dai loro market e che proprio ora avast chiuda jumpstart mi fa pensare che questo non sia stato il "normale" metodo per monetizzare anche sui clienti free... Mi sembra evidente che siano arrivati al limite del lecito... E forse anche un po' oltre...

Comitato_no_Disqus

Ma secondo voi un software free con quali risorse campa? Perché non tutti hanno la versione a pagamento, in molto lo usano free o tarocco. Questi in qualche modo devono portare la pagnotta a casa...

Estiquaatsi

Se chiude possiamo ancora richiedere indietro i dati che ha raccolto come da GDPR?

edoluz

Ed intanto i dati sono usciti..

Raffaele

Io ormai sto usando solo Microsoft Defender che con gli ultimi aggiornamenti si difende molto bene, senza dover installare altri antivirus terzi.

77fabio

Troppo tardi, disinstallato ieri, ne riparleremo tra qualche tempo se saranno in grado di riguardagnarsi la fiducia.

csharpino

Illegali?? Hanno chiesto e ricevuto i consensi non c'è nulla di illegale... E' sempre lo stesso discorso, una legge che ti obbliga a scrivere cosa ci fai con i dati e a chiedere il consenso è in sostanza inutile perchè nessuno legge pagine e pagine di disclaimer.. Se vuoi arginare questo genere di pratiche devi vietarle non far chiedere i consensi...

Squak9000

ma sai... queste aziende stanno sempre sul sottile confine della legalità/illegalità spesso tutto interpretabile

BLERY

Nessun processo penale per chi vende o compra dati illegali?!

Ikaro
Android

24H con Samsung Galaxy S20 Ultra: e il gioco si fa serio

Android

Android 11 Developer Preview: tutte le novità in continuo aggiornamento | VIDEO

Android

Samsung Galaxy Z Flip (3.300mAh): live batteria terminato alle 23.15 con il 2%

HDMotori.it

Auto elettriche Italia 2020: modelli in commercio, prezzi e autonomia