Artemis I punta alla Luna! Ma il lancio è stato rinviato nuovamente

03 Settembre 2022 443

É il giorno della missione Artemis I: salvo problemi meteo non prevedibili al momento o criticità dell'ultimo secondo, oggi prenderà il via una delle missioni più importanti degli ultimi anni, e per certo la principale di questo 2022.

Artemis I inaugurerà ufficialmente il programma d'allunaggio e nonostante il nostro satellite naturale non sarà toccato con questa prima missione, sarà un test fondamentale per capire se i lavori di sviluppi dell'SLS e della capsula Orion siano stati efficaci e non richiedano ulteriori revisioni sostanziali.

La finestra di lancio si aprirà alle 20.17 secondo il nostro fuso orario, per poi chiudersi alle 22.17. In questo lasso di due ore il potentissimo razzo SLS accenderà i suoi potenti motori RS-25 e darà il via a un viaggio che durerà più di un mese. Sarà il primo volo dello Space Launch System, uno dei razzi più potenti mai costruiti dalla NASA, e un test critico per la navicella spaziale Orion. La storica missione decollerà dal Pad 39B del Kennedy Space Center in Florida, sullo stesso trampolino di lancio utilizzato dalla missione Apollo 10 per orbitare intorno alla luna nel 1969, così come dalle missioni Skylab e Apollo-Soyuz.

PROGRAMMA ARTEMIS I

Dopo la partenza il razzo SLS raggiungerà la massima pressione dinamica (Max q) entro novanta secondi, poi nella seconda fase, dopo aver sganciato via i booster, i pannelli dei moduli di servizio e il sistema di interruzione del lancio, i motori dello stadio centrale si spegneranno e lo stadio centrale si separerà dal veicolo spaziale. Mentre il veicolo spaziale compirà un'orbita attorno alla Terra, dispiegherà i suoi pannelli solari e l'Interim Cryogenic Propulsion Stage (ICPS) fornirà alla navicella Orion la spinta necessaria per abbandonare l'orbita terrestre e proseguire il viaggio verso la Luna.

Dopo circa due ore dal lancio Orion si separerà anche dall'ICPS, che come ultima azione rilascerà in orbita una serie di piccoli satelliti, noti come CubeSats, che saranno oggetto di altri test tecnologici non per forza connessi al programma Artemis.

A questo punto la navicella Orion procederà spedita verso la Luna e il principale sistema di propulsione e alimentazione del veicolo spaziale sarà fornito da un modulo di servizio fornito realizzato dall'ESA (Agenzia Spaziale Europea), lo stesso che permetterà ai futuri astronauti di avere ossigeno respirabile e acqua potabile. Orion passerà attraverso la fascia di Van Allen, sorvolerà la costellazione di satelliti del Global Positioning System (GPS) e successivamente quelli di comunicazione posizionati in orbita terrestre. Per mantenere il dialogo con il Mission Control a Houston, Orion passerà attraverso il sistema di monitoraggio e trasmissione dati della NASA e comunicherà attraverso la Deep Space Network.

Durante il viaggio verso la Luna, che durerà diversi giorni, si approfitterà per valutare la bontà e il corretto funzionamento di tutti i sistemi del veicolo spaziale e, se necessario, saranno effettuate anche delle correzioni alla traiettoria. La durata della missione sarà superiore di circa 10 giorni a quella prevista in condizioni normali ed è stata calcolata in 42 giorni, durante i quali la navicella verrà letteralmente stressata per essere messa alla prova in modo definitivo. Orion trasporterà anche un manichino "Moonikin" e dei torsi umanoidi ricoperti di sensori per misurare gli effetti delle vibrazioni e delle radiazioni spaziali sul corpo umano.

Una volta arrivata nelle vicinanze del satellite naturale, Orion si avvicinerà fino a circa 100 km di altezza sopra la superficie della Luna, quindi utilizzerà la fionda gravitazionale per raggiungere un'orbita retrograda a circa 70.000 km dalla Luna. Il veicolo spaziale rimarrà in quell'orbita per circa sei giorni per raccogliere dati e consentire ai controllori di missione di valutare le prestazioni del veicolo spaziale.

Per il suo viaggio di ritorno sulla Terra, Orion effettuerà un altro sorvolo ravvicinato che porterà la navicella spaziale nuovamente entro circa 100 km dalla superficie della Luna, per poi utilizzare un altro motore di accensione precisamente sincronizzato del modulo di servizio fornito dall'Europa insieme alla gravità della Luna per accelerare indietro verso la Terra.

Inizierà così il viaggio di ritorno di qualche giorno su una traiettoria che nelle fasi finali del viaggio farà schizzare la Orion a circa 11 km al secondo quando avverrà l'ingresso atmosferico, producendo temperature di circa 2.760 gradi Celsius.

La missione si concluderà con il test finale di resistenza al rientro e lo splashdown di precisione al largo della costa di Baja, California, dove sarà presenta la nave per il recupero della navicella. Dopo lo splashdown Orion rimarrà alimentata per un periodo di tempo mentre i subacquei della Marina degli Stati Uniti e i team operativi dell'Exploration Ground Systems della NASA si avvicineranno con piccole imbarcazioni. I subacquei ispezioneranno brevemente la navicella per individuare eventuali pericoli e collegheranno le linee di traino, quindi gli ingegneri trascineranno la capsula sul ponte della nave di recupero per riportarla finalmente a casa.

PARTENZA E DATE BACKUP

Ricordiamo ancora una volta che la NASA ha pianificato attualmente tre possibilità per lanciare Artemis I nella sua attuale finestra di volo, che si apre il 29 agosto come indicato a inizio articolo. Vi riproponiamo la lista dei giorni di backup con orari presunti, ricordandovi che NASA che dovrebbe delineare la sua strategia di lancio entro la fine della settimana entro sabato 27 agosto dopo un incontro di riesame della preparazione al lancio.

  • 29 agosto: la finestra di lancio si aprirà alle 14.33. La missione durerà 42 giorni e la navicella Orion si schianterà nell'oceano il 10 ottobre.
  • 2 settembre: la finestra di lancio si aprirà alle 18.38. La missione durerà 39 giorni e la navicella Orion si schianterà nell'oceano l'11 ottobre.
  • 5 settembre: la finestra di lancio si aprirà alle 23.12. La missione durerà 42 giorni e la navicella Orion si schianterà nell'oceano il 17 ottobre.

Si è poi aggiunta una quarta data, quella odierna del 3 settembre, per ovviare alle cattive previsioni meteo del giorno precedente.

LANCIO RIMANDATO A DATA DA DEFINIRSI
05/09

La NASA ha infine deciso di rimandare il lancio a data da definirsi, molto probabilmente a fine settembre/inizio ottobre. Al momento non ci sono info definitive, ma vi aggiorneremo non appena sapremo qualcosa di certo.

Ore 18.00

Alla fine le problematiche relative alle perdite di idrogeno liquido durante il caricamento del propellente nello stadio centrale del razzo Space Launch System hanno costretto la NASA a rinviare il lancio previsto stasera, dunque nulla di fatto anche stavolta.

I molteplici tentativi di risoluzione riposizionando un sigillo nell'area di disconnessione rapida, in cui l'idrogeno liquido viene immesso nel razzo, non hanno risolto il problema. Gli ingegneri stanno continuando a raccogliere dati aggiuntivi. Si attende una nuova data, che verosimilmente potrebbe essere quella del 5 settembre. Vi aggiorneremo non appena ne sapremo di più.

03/09

Tutto è pronto per la diretta del lancio, che inizierà alle 18.15 con lancio previsto alle 20.17. Ma ci sono ancora delle incognite. Una perdita di idrogeno liquido si è presentata per due volte. I team stanno attuando ulteriori sforzi per risolvere i problemi.

Vi lasciamo al link per la visione.

31/08

Nuovo rinvio per la missione Artemis I: la Nasa ha confermato che la nuova data è fissata per il 3 settembre prossimo: la finestra di lancio di due ore si aprirà alle ore 20.17 secondo il nostro fuso orario. La ragione è da ricondurre alle previsioni meteo sfavorevoli che dovrebbero migliorare nella giornata di sabato: si prevedono infatti sporadici rovesci nella fascia oraria della finestra di lancio. La Nasa fa comunque sapere che il team di gestione della missione si riunirà nuovamente domani (1 settembre) per fare il punto della situazione.

29/08 Ore 14.40

Alla fine il lancio previsto oggi è stato rinviato alla prima data utile, ossia il 2 settembre con una finestra di lancio che si aprirà alle 18.38 secondo il nostro fuso orario. A pesare sulla decisione è stato principalmente un problema relativa alla difficoltà di raffreddamento riscontrata con il motore 3 dello stadio principale, causata a quanto pare da una perdita di idrogeno liquido.

Al momento la NASA sta raccogliendo ulteriori dati sulla problematica e la partenza dovrà essere confermata. In caso negativo ricordiamo che è prevista anche una terza data backup al 5 settembre. Maggiori dettagli nell'articolo principale poco sopra.

29/08

Il grande giorno è arrivato e se tutto filerà liscio, oggi 29 agosto ci sarà la partenza della prima missione del programma Artemis. Un volo senza equipaggio pensato per testare il razzo SLS e la capsula Orion in vista dei futuri voli con astronauti a bordo. La sequenza ve l'abbiamo già spiegata poco sopra, ma ora è arrivato il momento di fare i conti con la realtà.

Resta dunque invariata la finestra di lancio comunicata in precedenza (si aprirà alle 14.33) ma la diretta live inizierà molto prima, ossia già alle 12.30. Successivamente sarà possibile seguire tutti gli aggiornamenti in tempo reale tramite la risorsa web AROW, di cui vi abbiamo parlato qualche giorno fa.

Naturalmente tutto l'evento di lancio dal Launchpad 39B del Kennedy Space Center potrà essere seguito in tempo reale grazie all'evento live della NASA, che inglobiamo a seguire. Appuntamento alle 12.30.


443

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Veronika

Post Apollo 11 gli incidenti mortali (più rilevanti) sono "solo" 3 a differenza dei 7 avvenuti prima e nonostante ciò le Apollo hanno comunque avuto problemi causati anche dalla fretta e quindi da un minor numero di verifiche e controlli preventivi (vedi l'Apollo 13)

Francesco Renato

Giudizio errato ed ingiusto il tuo, mezzo secolo fa non furono avventati, semplicemente non avevano avuto la tragica esperienza di cui ora tengono conto, l'uomo impara dall'esperienza.

Veronika

Sai, alla nasa e non solo non schifano l'idea di evitare che il razzo esploda ancora prima di partire, ma hei, meglio essere avventati come mezzo secolo fa

Veronika

Non è che perché girano su internet vuol dire che sono vere, un po' di senso critico non guasterebbe

sixpounderPCG

cerca e la trovi. trovi anche varie gaff dichiarazioni dove dicono il contrario delle cose che dicevano tempo fa e altre cose che con la gravità non c'entrano ecc. le prove ci sono.

sixpounderPCG

ci sono le foto in giro e anche di altre storie non solo quella

sixpounderPCG

portale tu dato che sai tutto

Kodak

Onesto

Background 07122017

Allora hai studiato molto, per essere credulone su un guru che cerca pecorelle

Francesco Renato

L'atterraggio è più pericoloso del decollo solo se devi atterrare su una portaerei, decollo e atterraggio sono comunque i 2 soli momenti in cui i piloti sono impegnati al massimo, tra i due eventi possono anche schiacciare un pisolino!

Aristarco

L'aerospaziale da una spinta innovativa anche a ciò che usiamo qui sulla terra...ancora con sto video...non guardo roba complottista, mi piace digerire tranquillo

silviano creduloni

infatti, chisa perche, hai guardaro il video che ti ho mandato, comunque smettete di buttare soldi all'aria e pensate ai probleemi che abbiamo qui sulla terra piuttosto, questo è il mio pensiero

Aristarco

Non c'è nessun programma spaziale nella storia umana che non sia stato in ritardo sul programma

Aristarco

Un ingegnere aerospaziale? I problemi a terra li hanno tutti I lanci di test di qualsiasi vettore di qualsiasi nazionalità, non possono permettersi di perderlo....per te che continui a dimostrare di avere meno competenze del mio cane, la partenza è uno dei momenti più difficili, pari solo all'atterraggio o allunaggio, la navigazione nello spazio non comporta quasi nessun problema

silviano creduloni

ma non era l'atterraggio ?

silviano creduloni

e chi le ha? nessuno è riuscito finora ad andare sulla luna, se ci sono gia problemi a terra non immagino quanti problemi ci sarebbero nello spazio o sulla luna, mettiamo ad esempio che non riescono a ripartire da li che fanno?

silviano creduloni

ovviamente

il Gorilla con gli Occhiali

Non sono complottista, cosa avrei da complottare su questo? Semplicemente funziona in questo modo, la visibilità oggi è fondamentale soprattutto dopo le tensioni tra USA, Russia e Cina.

unbe

Ormai è una farsa.

Fabatar

me sa che è da un pò che sei mezzo ubriaco ahahhaha

csharpino

Tralasciando il fatto che i rinvii per problemi tecnici sono 3 non 4 perchè uno era per condizioni meteo, mi sa che ti sfugge il concetto di lancio di prova....

Massimo Potere

voci dicono che è per carenza di personale per colpa del reddito di cittadinanza

Kodak
Tommers0050

Chissà quanto stai rosicando che la nasa abbi fallito miseramente ancora una volta

Aristarco

Anche tutti gli astrofisici al mondo? Nonché tutti gli ingegneri aerospaziali?

Aristarco

Che per allunare la prima volta ci sono riusciti dopo 10 test....ora ne fanno due e al terzo allunano....sai contare fino a 11 vero? O è un numero che voi complottari non conoscete?

Aristarco

Perché evidentemente non ne hai le competenze

Aristarco

*2025...ma ci saranno sicuramente ulteriori ritardi

Aristarco

Hanno fatto la storia dopo che altri prima di loro sono morti e hanno fallito nello stesso programma aerospaziale

Aristarco

Io? Ma voi 1d10t1 che non credete nell'allunaggio, non ci sono altri modi di chiamarvi, nessuno sano di mente e con le competenze nel campo astrofisico dubita minimamente nell'allunaggio...fate i furbi e dedicatevi a qualcosa di più costruttivi

Lupo1

Ma piantala..

Lupo1

A me fai pena te

silviano creduloni

non immagino il resto allora

silviano creduloni

ci vorrebbe Kubrick

Resolut

no portale tu le prove

Resolut

ah la qualità russa, quella si, finalmente il putiniano di turno viene fiero qui su un blog occidentale a screditare con la sua scienza da bar la vera scienza. Ma almeno glie l'ha detto Putin e lui è tranquillo e sicuro, anche fiero. Uno zerbino di razza diciamo

Resolut

studiare cosa? le ricette di cucina? Hai fatto un affermazione che se in qualunque luogo di scienza ti avrebbero radiato e messo la foto segnaletica, pensa quanto hai studiato bene.

Resolut

zitti, lui lo sa bene glie l'ha detto il suo amico fidato Putin, però guarda caso l'unione sovietica non l'hai mai voluto dire in 70 anni. Eh studiare proprio no veo?

Resolut

detto da chi ha aperto l'agenzia spaziale dietro l'angolo

Resolut

ecco un altro complottista di turno, andiamo al prossimo...

Resolut

beh si, non sono come la russia, meno male che abbiamo un altro putiniano che sta zerbinando

Resolut

altro commento inutile, secondo te il razzo inquina? Dimostracelo con dei dati veri, la verità è che non hai studiato un cavolo, neanche le ricette di cucina e parli al vento, non sai neanche che il carburante del razzo è diverso da quello di qualunque aereo. Che pena

Resolut

commento inutile, totalmente inutile, quando esce un articolo sullo spazio c'è sempre il beota che posta la potenza di calcolo del c64 o del nokia dell'epoca erano sufficienti ed oggi no. Però non vedono il progresso, rifiutano a priori senza studiare (perché è inutile girarci intorno, ma è così) ma scrivono qui grazie a tecnologie derivate dalla corsa allo spazio di 70 anni fa. Che pena che mi fate

Resolut

commento totalmente spazzatura, della Nasa non esiste una controparte altrettanto avanzata ed efficiente in nessun paese del mondo e tu vieni a dare lezioni qui baccettando la Nasa solo perché sei filo putiniano ? Ma siete a libro paga? Hai usato il traduttore in italiano per tradurre dal russo queste porcate?

Aristarco

Una domanda, ma ti senti più intelligente a negare l'evidenza? Ciò che nessuno del settore, anche dei principali rivali, ha mai negato? Nell'aerospaziale, nessun primo tentativo è andato a buon fine, vedi i russi, i cinesi o spacex, ciò che scrivi denota solo che non ne capisci nulla

Black Leopard

Perché, invece di scrivere idiozie, non ti informi di come stanno le cose?

1. Rinviare un lancio per problemi tecnici è una cosa che capita spessissimo.

2. Questo è il razzo più grande mai costruito, molto più grande e potente del Saturn V. E' normale che con un razzo così nuovo e grande possano esserci problemi.

Black Leopard

Nell'Apollo 13 non ci sono state vite perse.

Hanno avuto un problema, e non sono potuti atterrare sulla luna, ma, dopo averci girato intorno, sono tornati sani e salvi sulla terra.

Black Leopard

E infatti questa prima missione è SENZA equipaggio.

Gli astronauti saranno presenti su Artemis 2, prevista per il 2024

Background 07122017

Ah altra precisazione ci sono stati altri allunaggi dopo l'Apollo 11 e, purtroppo altre vite perse nell'apollo 13

Background 07122017

C'entra che se qualunque cosa possa andare storto ci rimettono il nome e allo stesso tempo i fondi, anche perché ad'ora con l'affluenza di denaro minore, quindi diversa rispetto a quelli dati durante la corsa nello spazio, dal 2015 ad oggi c'è voluto questo arco di tempo per perfezionare SLS

E tu mi scrivi che c'entra l'equipaggio? Ma se è il punto cardine della missione, l'ABC.

Alta definizione

Recensione TV Sony OLED A95K: il mix perfetto di QD-OLED ed elettronica al top!

Android

Galaxy S23 Ultra vs S22 Ultra: le differenze da sapere e le prime impressioni

Economia e mercato

Poste Italiane, offerta luce e gas da metà febbraio. Prezzo fisso per due anni

Recensione

Aqara, la casa Smart semplice e ben fatta: cos'è e come funziona | Video