Le missioni spaziali più importanti del 2021

31 Dicembre 2021 60

E' tempo di bilanci e se il 2021 non sarà premiato come la migliore annata per diverse ragioni che non ha senso ricordare , ci sono alcuni settori che al contrario hanno potuto crescere oltre ogni aspettativa. Tra questi uno dei primi posti è occupato dal segmento aerospaziale, che ha probabilmente vissuto uno dei migliori periodi dell'ultimo decennio. I motivi? Sono davvero tante le missioni portate a termine affrontando sfide ad altissima complessità, in più si sono uniti nuovi player come la Cina, che si è dimostrata in grado di rivaleggiare con paesi navigati come Stati Uniti e Russia, e poi non possiamo dimenticare l'evoluzione di SpaceX e le tante novità in tema di turismo spaziale. A ben pensare gli accadimenti degni di essere menzionati sono talmente tanti che è risultato necessario effettuare una scrematura.

Abbiamo deciso di strutturare lo speciale secondo un ordine temporale per renderne più fruibile la lettura, vediamo quindi quali sono gli eventi di maggior portata in ambito aerospaziale che, a nostro parere, saranno ricordati negli anni a venire.

MARS 2020 E L'ATTERRAGGIO DEL ROVER PERSEVERANCE

Era il 18 febbraio 2021 quando dopo un lungo viaggio durato 6 mesi, durante i quali furono percorsi 471 milioni di km, il rover Perseverance iniziava la fase di ingresso atmosferico nel pianeta rosso. Parliamo di un momento delicatissimo che lo avrebbe portato di lì a poco ad iniziare un'avventura che ancora non è entrata nel vivo nonostante i primi 10 mesi siano stati davvero sensazionali.

In Italia erano le 21.48 quando cominciavano i famigerati "7 minuti di terrore" che avrebbero scandito la proceduta di EDL (entry, descent and landing). Perseverance ancora incapsulato e protetto dallo scudo termico cominciava la sua discesa entrando nell'atmosfera marziana a 20.000 km/h.

Sono stati minuti di grande emozione anche per noi che abbiamo la diretta, scandita da diversi momenti in cui non tutto era chiaro, fino alla conferma che in molti attendevano. Perseverance era atterrato incolume nel cratere Jezero...e sarebbe stato solamente l'inizio di una missione attualmente in corso e che potrebbe durare anni e anni salvo imprevisti tecnici al momento difficili da prevedere.

Se l'esempio del fratello maggiore Curiosity è di buon auspicio non possiamo che essere fiduciosi, poiché quest'ultimo opera su Marte dal lontano 2012 e non sembra minimamente intenzionato a fermarsi.

IL PRIMO VOLO MARZIANO DI INGENUITY

Ma assieme a Perseverance, ben nascosta e protetta sotto la pancia del rover, c'era una tecnologia assolutamente innovativa per il luogo in cui era diretta, che sarebbe stata testata per la prima volta su un pianeta dalle caratteristiche completamente diverse a quelle terrestri: parliamo ovviamente del MarsHelicopter Ingenuity. Anche per questo progetto l'attesa era tanta e nei mesi che precedevano la partenza avevamo seguito con grande interesse i test in laboratorio e le simulazioni operate al fine di ricreare le condizioni marziane nel modo più realistico possibile.

Ma la prova del 9 sarebbe arrivata solo una volta che il piccolo elicottero avrebbe posato le gambe sulla superficie di Marte. Era il 3 aprile quando Ingenuity si appoggiava al terreno dopo una caduta da 13 cm di altezza e scattava la prima foto, quella che vedete poco sopra.

Da quel fatidico momento dovremo attendere fino al 19 aprile per il primo distacco dal terreno marziano, il primo di una lunga serie che vede tutt'ora operativo l'elicottero. E pensare che doveva essere una tecnologia test che non sarebbe dovuta durare più di qualche mese! E invece siamo ancora qui a parlarne, poiché Ingenuity sarà parte fondamentale della fase scientifica numero 2, dove affiancherà Perseverance nelle indagini riguardanti l'antico delta fluviale.

STARSHIP SN15 ATTERRA IN PIEDI

Nel frattempo SpaceX continuava a sviluppare la sua astronave ammiraglia Starship e dopo diversi mesi di test arrivava un primo grande risultato. Era il 5 maggio 2021 quando Starship SN15 riusciva a completare un lancio ad alta quota (circa 12 km di altezza) riatterrando in piedi senza subire danni.

Parliamo di un mostro da 50 metri di altezza e di una manovra mai tentata nella storia del segmento aerospaziale, la cui riuscita avrebbe dato il via ad una fase nuova di sviluppo, più monotona per noi vista l'assenza di ulteriori test. Ma si trattava di un enorme risultato! SpaceX ci era andata vicino con il prototipo SN10 ma l'atterraggio scomposto aveva portato la navicella a esplodere pochi minuti dopo l'atterraggio. Il successivo lancio di SN11 era stato un deciso passo indietro e l'astronave non era riuscita nemmeno ad atterrare, esplodendo a circa 500 metri di altezza.

E poi è finalmente arrivato il successo del 4 maggio, atteso da tutti e soprattutto da SpaceX. Erano passati circa 37 minuti dalla mezzanotte quanto il razzo cominciava il suo test ad alta quota partendo dalla base a Boca Chica, fino a completare la sequenza scandita dal rallentamento finale con flip, che come ben sappiamo, si concluderà con un atterraggio morbido sulla piattaforma di lancio, a pochi metri dalla partenza e con una precisione "svizzera".

Da li tutto sarebbe cambiato e Elon Musk avrebbe cominciato a ventilare le prime ipotesi di lancio orbitale. Si sarebbe parlato di luglio 2021, poi un più realistico settembre, ma a conti fatti il 2021 è ormai finito e le recenti questioni con la FAA ci dicono che non vedremo nulla almeno fino a marzo 2022.

Ma Starship SN15 è stato il prototipo più rappresentativo del 2021 e ora è esposto in ricordo dello storico successo del 5 maggio.

LA CINA CONQUISTA MARTE

Mentre la NASA operava con i suoi nuovi mezzi su Marte e SpaceX sviluppava la sua astronave, anche la Cina aveva approfittato della finestra di lancio favorevole durante l'estate 2020 per inviare verso Marte un suo lander con a bordo il suo primo rover marziano, Zhurong, con la missione Tianwen-1.

Al contrario di quanto fatto dalla NASA, la Cina aveva scelto di mantenere i propri mezzi in orbita per qualche mese prima di tentare l'impresa che pochi avevano portato a temine, ossia l'atterraggio su Marte. Le difficoltà di un EDL di questo genere sono note e ne abbiamo parlato poco sopra nel capitolo dedicato ai 7 minuti di terrore di Perseverance, perciò non c'erano troppe aspettative verso un paese che mai aveva provato a portare a termine un'operazione così delicata.

E invece la Cina ha saputo stupire tutti. Il 14 maggio ha affrontato l'ingresso atmosferico facendo tesoro delle precedenti esperienze della NASA e riuscendo nell'impresa. Di li a pochi giorni sarebbero arrivate le prime immagini, compresa la prima foto scattata da una cam wireless su Marte che potete vedere poco sopra, un vero e proprio guinness per l'agenzia spaziale cinese (CNSA).

Ad oggi Zhurong continua ad operare nella regione di Utopia Planitia, la stessa in cui atterrò il lander Viking 2 della NASA nel lontano 1976. La sua missione prevede di scoprire ulteriori dettagli della geologia marziana, l'eventuale presenza d'acqua sotterranea, la composizione delle rocce e le caratteristiche atmosferiche e magnetiche del pianeta rosso.

BRANSON VOLA NELLO SPAZIO CON VIRGIN GALACTIC

Mentre Cina e Stati Uniti festeggiavano per i risultati raggiunti sul pianeta rosso, sulla Terra si apriva una nuova era per il Turismo Spaziale. E fu subito una gara tra realtà private a chi arrivava prima e faceva meglio. A rompere gli indugi sarà Virgin Galactic con l'annuncio del primo test con equipaggio al completo a bordo della VSS Unity, la soluzione suborbitale sviluppata dall'azienda.

Erano le 16.40 dell'11 luglio 2021, quando l'aereo VMS Eve saliva a 15 km di altezza, sganciava la navicella che sarebbe poi salita a 86 km di altezza sfiorando la linea di Karman. I passeggeri avrebbero sperimentato di li a poco circa 4 minuti di volo in condizione di microgravità, e tra questi c'era nientemeno che il fondatore di Virgin Galactic, Richard Branson.

Il magnate di Virgin Galactic l'ha definita "l'esperienza di una vita" e pochi mesi dopo sentiremo dire la stessa cosa da William Shatner, simbolo a nostro parere del successo in questo segmento della compagnia antagonista, Blue Origin. Ma di questo ne parleremo meglio a breve.

Il successo di Virgin Galactic sarà accompagnato da alcune polemiche, nate guardacaso da Jeff Bezos, CEO di Blue Origin, che poco dopo avrebbe volato a bordo della sua soluzione sub-orbitale turistica. La diatriba riguarderà il mancato superamento della linea di Karman da parte di Virgin Galactic ( fissata per convenziona a 100 km di altezza), obiettivo che Blue origin centrerà pienamente il 20 luglio 2021.

INSPIRATION4, LA PRIMA MISSIONE CIVILE ORBITALE

A distanza di qualche mese dalle missioni di Blue Origin e di Virgin Galactic prendeva vita un altro progetto ambizioso nell'ambito del turismo spaziale, parliamo di una missione simbolo che verrà probabilmente ricordata come la più importante di questo genere nel 2021.

Inspiration4 ha aperto la strada ad una nuova forma di turismo spaziale infrangendo diversi record. Per la prima volta 4 civili volavano a bordo di una Crew Dragon per restare in orbita attorno alla Terra per 3 giorni, occupando una posizione superiore in altezza a quella della Stazione Spaziale Internazionale (575 km contro i 408 km della ISS). Nessun uomo si era spinto così in alto dai tempi delle manutenzioni del telescopio Hubble, terminate nel 2009.

L'iniziativa aveva preso vita grazie all'investimento del magnate statunitense, Jared Isaacman, che aveva deciso di sponsorizzare completamente il viaggio organizzato a fini benefici per raccogliere fondi da donare al St. Jude Hospital. Assieme a lui viaggiarono Hayley Arceneaux (guarita dal cancro a 10 anni e curata nella stessa struttura in cui oggi è impiegata), Christopher Sembroski e Sian Proctor.

Anche la scelta del nome della missione non risultava casuale. "Inspiration" perché voleva essere da ispirazione per i futuri viaggiatori che un giorno avrebbero voluto intraprendere un'esperienza simile, mentre il numero 4 indicava non solamente il numero di persone dell'equipaggio, ma era un chiaro richiamo alla quarta missione statunitense con esseri umani a bordo sin dai tempi del ritiro dello Space Shuttle, avvenuto 10 anni prima.

SHATNER VOLA NELLO SPAZIO CON BLUE ORIGIN

Qualcuno molto informato sulla sequenza di eventi avrà notato che abbiamo tralasciato il primo successo di Blue Origin nel turismo spaziale, e questo non perché Jeff Bezos ci stia particolarmente antipatico ma perché riteniamo che il volo numero 2, quello con William Shatner a bordo, sia il più rappresentativo per l'azienda aerospaziale.

Se con il primo volo oltre a Jeff Bezos era presente l'anziana ottantaduenne (e mancata astronauta) Wally Funk, con Shatner si è riusciti ad andare decisamente oltre. Il record dell'essere umano più vecchio a volare nello spazio è stato infranto due volte in pochi mesi, e Shatner dall'alto dei suoi 90 anni resterà probabilmente a lungo nel guinness dei primati per questo motivo.

Il volo suborbitale in questo caso è di tipo classico e al contrario di quanto avviene con lo spazioplano di Virgin Galactic, la capsula RSS di Blue Origin viene spinta oltre i 100 km di altezza da un razzo chiamato New Shepard (in onore di Alan Shepard, il primo statunitense a volere nello spazio), per poi effettuare un rientro morbido nel deserto.

Ma per William Shatner si è trattata di un'esperienza difficile da descrivere, tanto che resteranno nella storia le prime sensazioni descritte subito dopo l' apertura della capsula, il tentativo di spiegare a Bezos le forti emozioni provate mentre sullo sfondo si festeggiava stappando bottiglie di champagne.

Ma sarà una missione da ricordare anche per un nefasto evento avvenuto qualche tempo dopo, quando uno dei partecipanti, Glen De Vries, morirà durante un incidente di volo con un aereo privato. A volte il destino è davvero beffardo, ma consoliamoci pensando che prima di lasciare questo mondo sia riuscito a coronare il suo sogno spaziale.

LANCIO DEL TELESCOPIO SPAZIALE JAMES WEBB

Nonostante l'evento sia recentissimo non possiamo non menzionare il lancio avvenuto con successo il giorno di Natale del telescopio spaziale James Webb. Sebbene il potente mezzo sia ancora lontano dalla piena operatività segna una pietra miliare nel segmento aerospaziale. Frutto di anni e anni di sviluppi e logorato da ritardi e problematiche, questo innovativo telescopio ha tutte la certe in regola per rivoluzionare la conoscenza che abbiamo del cosmo, dell'origine dell'universo e forse della vita stessa.

Parliamo di un progetto ambizioso nato nel 1996, che ha richiesto ben 25 anni per diventare realtà. E trattandosi di un viaggio tutt'ora in corso, vi lasciamo al nostro più recente video realizzato dalla nostra Elena sull'argomento, in cui potrete conoscere tante curiosità poco note sulla sua genesi. Buona visione!

VIDEO


60

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Light

L'esplorazione spaziale potrebbe portare a colmare uno dei limiti più stringenti della terra ossia il numero limitato di materie prime disponibili

MatitaNera

Fuffa che fa sempre bene

Migliorate Apple music

l'uomo non ha limiti a quale velocità può andare, restando attenti alle accelerazioni puoi andare a qualsiasi velocità tu voglia al di sotto della velocità della luce (sempre se ci riesci ad arrivare con una qualche spinta)

Tommers0050

Si una macchina puo raggiungere quelle velocità ma l'uomo no

Migliorate Apple music

che per te sarà la stessa cosa, a te quando sei nello spazio non deve importare come viene creata quell'accelerazione. Il tuo corpo non fa lo schizzinoso te l'assicuro

Migliorate Apple music

cartomante

Migliorate Apple music

Perchè l'esplorazione spaziale porta ad innovazione tecnologica di tutti i tipi, Marte è un obiettivo come altri che ci porterà a fare molte scoperte.

Migliorate Apple music

investire nell'esplorazione spaziale significa investire per effettuare nuove scoperte scientifiche che poi verranno usate sulla terra, è incredibile che nel 2022 si debba ancora sentire sta storia dei fondi sprecati.

Tommers0050

Manco per sogno

xpy

Tu non hai la minima idea di come funzioni l'inventare qualcosa... Tantissime cose che sono parte della nostra vita quotidiana sono state inventate/scoperte per errore mentre qualcuno cercava di fare qualcos'altro

xpy

Se l'opinione di persone come te contasse qualcosa adesso staremmo ancora mangiando carne cruda cercando di non farci sbranare da qualche belva

italba

Invece di presupporre apri per una volta in vita tua il libro di fisica, CAPRA!

Tommers0050

100 anni? Ahahahah qualche anno massimo

piero

La forza centripetifuga

mister x

Parto dal presupposto che non sei normale e la chiudo qui.

stefano passa

quando lo farà si potrà parlare di importante missione spaziale

Aristarco

Beh se la faa si sbriga lo farà a breve, è stato un importante successo

Francesco Renato

Stai sereno, Marte è solo lo specchietto per le allodole, serve solo per farsi pubblicità, il vero business è quello dei satelliti intorno alla Terra.

stefano passa

io mi riferivo a space x

Aristarco

Dipende di quale "prototipo" parli...perché l'unico è l'elicottero marziano e si ha viaggiato nello spazio

stefano passa

ha raggiunto lo spazio???

Aristarco

L'hanno fatto sulla terra?

italba

A quel punto basterà agganciare il cavo dall'altro lato, GENIO! Ma possibile che un homo sapiens non riesca a capire una cosa così semplice? Ma con cosa ti hanno imbottito il cranio, in mancanza di un qualunque cervello?

mister x

immaginiamo che qualcuno ti metta a capo di questo progetto perché tu di fisica ne sai più di tutti noi messi insieme. Quindi vai dalla tua squadra dici: ok gente, dobbiamo realizzare una navicella spaziale con dei moduli uniti tra loro da un cavo fissato nel mezzo, e le capsule ruoteranno intorno a questo punto centrale in modo da ricreare la forza di gravità, al lavoro. A questo punto ci saranno dei progettisti che si metteranno a disegnare la navicella con i moduli, alla stessa maniera di un architetto che disegna una casa ponendo il tetto verso il cielo e le fondamenta verso il centro della terra, anche se non ha una laurea in fisica. Poi arriveranno le ditte che monteranno la struttura e gli arredamenti. Alla fine entrerà il personale che dovrà occupare i moduli e tutta la struttura verrà messa in funzione. Solo a quel punto capiranno di aver scambiaro il soffitto con il pavimento.

uncletoma

52nd street university, mica pizza e fichi

stefano passa

testare un prototipo è una missione spaziale?

Vran

ahahahhaha magari senza la ricerca spaziale ci sarebbero voluti 100 anni in più visto che nessuno avrebbe avuto la voglia, la necessità e i soldi per fare ricerca in soluzioni simili. Ma su che basi scrivi ste str0nzate? ahahaha buon 2022 va ahahha

SmallSize

E questo che ti fa capire? Che la Nasa aka gli stati uniti vogliono la cina fuori dalle balle.

italba

Eggià, dal punto di vista di chi sta nella capsula è totalmente diverso... Ripassa fisica se no ti rimandano

mister x

Con quella rotazione non ottieni forza di gravità ma forza centrifuga.

italba

Gli altri le cose le hanno già fatte, cara la mia capretta, per la precisione la "cavolata del cavo" l'ha già sperimentata la Nasa durante la missione Gemini 11 nel lontano 1966. I miei complimenti per la tua prima figurenniente dell'anno, continua così...

Tommers0050

Almeno sono un fesso realista invece

Felipe Campos ™

Sei semplicemente un fesso.

Felipe Campos ™

Si, il cavo è l'ideale.....
Poi, a parole, davanti a una tastiera, soprattutto parlando di cose che poi devono fare altri, è tutto facilissimo.

Felipe Campos ™

Vabbè, Virgin Galactic e Blue origin con i loro "voletti" parabolici di pochi minuti con il resto che è stato citato c'entrano praticamente nulla.

Massimo

manco i russi lo erano
poi hanno capito che non ce la facevano senza i loro motori e magicamente sono tornati i benvenuti

Tommers0050

Veramente no, solo spreco inutile

Patrizio Battemano

strutture nasa?parli della stazione spaziale internazionale? non è una struttura solamente nasa,ci sono altri molto paesi. e si gli americani hanno bannato l'agenzia spaziale cinese dalla iss, unilaterlamente e senza il consenso della esa o dei russi.

Aristarco

Vi fate chiamare così adesso?

SmallSize

Tanti soldi, relativo. Spesi bene, sicuramente. Ne servirebbero di più, assolutamente si.

SmallSize

Anche perchè sulle strutture nasa non sono i benvenuti ;)

Tommers0050

No sono semplicemente realista

Tommers0050

Cose che sarebbero state fatte ugualmente

Patrizio Battemano

nessun riferimento alla stazione spaziale cinese? sono l'unico paese al mondo ad avere una propria stazione spaziale attualmente.

Iron Power

Inspiration4 sembra il titolo di una serie netflix. Con il bel capitano miliardario, la pilota afroamericana, il grassone ingegnere e una pazza.

Vran

Filtri per l'acqua, navigazione satellitare,rilevatori di fumo, memory foam, miglioramento dell'asfalto per far defluire l'acqua, cose che usi tutti i giorni. Tranquillo nella tua convinzione eh.

Aristarco

Ahh quindi pure indovino oltre che ingegnere..

Tommers0050

Le avrebbero inventate ugualmente

Aristarco

Il kevlar sono tanti soldi per nulla? Le telecomunicazioni?

Aristarco

Ingegnere aerospaziale?

Android

Google Pixel 6 Pro dopo tanto tempo è tutto un altro smartphone | Video

HDMotori.it

Buon Compleanno BMW M, una giornata indimenticabile in pista | Video

Speciale

Stranger Things 4, l'abbiamo vista in anteprima | Recensione

HDMotori.it

Vita vera con l'auto elettrica: Milano-Firenze a/r. Quanto costa, quanto tempo