DART fa la storia, impatto con l'asteroide Dimorphos visto anche dal James Webb

29 Settembre 2022 121

La missione test di difesa planetaria DART (Double Asteroid Redirection Test) ha infine raggiunto il suo obiettivo ieri notte, avvicinandosi all'asteroide Dimorphos e impattando sulla sua superficie. È il primo tentativo nella storia dell'uomo di deviare un corpo roccioso dalla sua traiettoria orbitale, e come tale questa missione resterà nella storia.

Il viaggio della sonda è durato 10 mesi, tanti ce ne sono voluti per percorrere gli 11 milioni di chilometri che ci distanziavano dalla sua superficie. L'obbiettivo era cambiare l'orbita dell'asteroide Dimorphos, un corpo roccioso di 160 metri di diametro che rotea attorno al più grande Didymos, per dimostrare che in caso di necessità l'uomo sarebbe in grado di deviarlo quel tanto che basta da scongiurare un impatto con il nostro pianeta.

Alla fine l'impatto è avvenuto all'1:14 secondo il nostro fuso orario, quando la sonda DART si è schiantata alla velocità di circa 24.000 km/h contro la sua superficie. Ecco una GIF che ci mostra gli ultimi secondi prima dell'impatto con Dimorphos.

Come ben visibile dalla clip, durante gli istanti finali vissuti dal veicolo spaziale prima dell'impatto lo strumento imager chiamato DRACO (Didymos Reconnaissance and Asteroid Camera for Optical Navigation) ha catturato gli ultimi frame che immortalano il suo approccio finale, mentre l'asteroide stava riempiendo sempre più il campo visivo. Il video di 30 secondi è velocizzato e copre in realtà gli ultimi 5 minuti e 30 secondi della sonda.

A osservare tutto in tempo reale c'era anche qualcosa di italiano, ossia il satellite LICIACube (Light Italian CubeSat for Imaging of Asteroids) che ha raccolto immagini a dati a circa 50 km di distanza dall'area d'impatto. Al momento non è stato condiviso nulla me ma già nei prossimi giorni potrebbero arrivare i primi dati, o addirittura nuove immagini dell'impatto e della materia espulsa dopo l'esplosione. Ora il team investigativo osserverà Dimorphos utilizzando telescopi terrestri per confermare che l'impatto di DART abbia alterato l'orbita dell'asteroide attorno a Didymos. I ricercatori si aspettano che l'impatto riduca l'orbita di Dimorphos di circa l'1%, o circa 10 minuti.

Così Bill Nelson, l'amministratore della NASA, ha commentato il successo della missione DART.

"In sostanza, DART rappresenta un successo senza precedenti per la difesa planetaria, ma è anche una missione di unità con un reale vantaggio per tutta l'umanità. Mentre la NASA studia il cosmo e il nostro pianeta natale, stiamo anche lavorando per proteggere quella casa e questa collaborazione internazionale ha trasformato la fantascienza in fatti scientifici, dimostrando un modo per proteggere la Terra".

Oltre ai dati in arrivo nei prossimi giorni, la missione DART sarà solamente l'inizio di un progetto più ampio, che culminerà tra circa quattro anni nel progetto Hera dell'ESA. grazie al quale saranno condotti rilievi dettagliati sia di Dimorphos che di Didymos, con un focus particolare sul cratere lasciato dalla collisione di DART e una misurazione precisa della massa di Dimorphos. Maggiori dettagli nei prossimi giorni, con l'arrivo delle nuove immagini da LICIACube.

AGGIORNAMENTO: LE FOTO DEL JAMES WEBB E DI HUBBLE
29/09

Dopo il primo scatto condiviso dal satellite italiano LICIACube, passiamo ora al punto di vista di due telescopi, quello del nuovissimo James Webb e del vecchietto Hubble, le cui immagini sono state condivise dall'ESA (agenzia spaziale europea) poche ore fa. Al di là del fascino stesso delle immagini, le osservazioni di Webb e Hubble consentiranno agli scienziati di acquisire ulteriori conoscenze sulla natura della superficie di Dimorphos, quanto materiale è stato espulso dalla collisione e con quale velocità.

Inoltre, l'osservazione dell'impatto su un'ampia gamma di lunghezze d'onda, offerte dai due telescopi, rivelerà la distribuzione delle particelle nella nuvola di polvere in espansione, aiutando a determinare se a schizzare nel vuoto siano stati pezzi di roccia perlopiù grossi o semplice polvere fine. Anche se potrebbe sembrare superfluo a un primo pensiero, in realtà la combinazione di queste informazioni aiuterà gli scienziati a capire quanto efficacemente un impatto cinetico può modificare l'orbita di un asteroide. Ma bando alle ciance, vi lasciamo alla visione delle due splendide immagini (poco sopra) dell'impatto visto a lunghezze d'onda diverse, a sinistra Hubble e a destra Webb.

LA PRIMA FOTO DI LICIACUBE
19.37

Ecco una delle prime immagini condivise dal satellite italiano LICIACube, la quale ha dell'incredibile per la mole di dettagli che riesce a mostrare. Sono in totale 620 le foto scattate e che nei prossimi giorni saranno rese disponibili, ma intanto questo scatto evidenzia la nuvola di detriti e polveri dopo l'impatto, illuminate dalla luce del Sole. Maggiori dettagli sulla missione nell'articolo originale, disponibile poco sopra.


121

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Veronika

Più che disintegrarlo l'ha solamente sposta to un po'

Veronika

Ma non è questo il caso

csharpino

Ecco bravo chiudi perchè visto che la tua "cultura" si basa sui copia incolla da wikipedia di 2 righe decontestualizzate totalmente dall'ambiente in cui esse avvengono almeno eviti altre figure da cioccolataio...

Marco

"Esplosioni cinetiche
Le esplosioni cinetiche avvengono come risultato di collisioni fra oggetti che viaggiano ad alta velocità: quando l'onda d'urto meccanica non è sufficiente a dissipare l'energia dell'urto stesso, questa si concentra nel sito di contatto provocando un aumento della temperatura e della pressione locali che, in genere entro qualche millisecondo al massimo, arriva a infrangere i due oggetti e a proiettare i loro frammenti in ogni direzione. Se la velocità e la massa dei due oggetti è sufficiente, l'accumulo istantaneo localizzato di calore e pressione può essere tale da vaporizzare e/o fondere parzialmente il materiale."
e con questo la chiudo qui... ho perso fin troppo tempo con te e la tua ignoranza!

csharpino

No, io di argomenti ne ho quanti ne vuoi sei tu che argomenti SENSATI non ne hai..
Non le si chiama "come vuoi" le esplosioni sono una cosa, gli impatti o meglio gli urti sono un'altra e non vi è nessuna esplosione legata all'impatto.

Marco

oh santo cielo ... quando non si hanno argomenti ci si attacca a tutto ! per esplosione intendevo "l'esplosione legata all'impatto" ... o chiamala come vuoi, il concetto rimane!

csharpino

Esplosione?? Ma hai capito di cosa si parla? Leggiti qualche libro di fisica va..

Boots Boot

soliti articoli spazzatura

Marco

1) in un esplosione che genera detriti, i detriti schizzerebbero in ogni direzione, non ti è mai capitato che ti si rompesse qualcosa? le schegge vanno tutte nella stessa direzione o si spargono dappertutto ?
2)(non è un mio ragionamento è roba che ho letto ...)
di un oggetto abbastanza grande da generare detriti pericolosi può essere cambiata la traiettoria con una strategia del genere , infatti questa strategia è studiata per essere usata preventivamente per oggetti che rappresentano un rischio futuro e anche una minima variazione iniziale della traiettoria rappresenterebbe nel tempo una grossa variazione... di conseguenza si torna al tuo punto 1) ossia , se usi questa strategia per spostare l'asse ad esempio di un meteorite che corre il rischio nella sua orbita di scontrarsi con la terra in futuro, non si può rischiare di generare detriti che schizzerebbero in ogni direzione e che sarebbero quindi incontrollabili ...ed ecco che si torna al discorso del mio primo commento, ossia che il problema di questa strategia ,non sarebbe colpire l'eventuale meteorite, ne spostarne la traiettoria , ma evitare di generare detriti pericolosi...

csharpino

Le tecnologie militari sviluppate sono state sviluppate per essere usate sulla terra non nello spazio e quella cosa chiamata "vuoto" cambia le carte in tavola non poco.. In più quelle tecnologie devi essere in grado di portarcele fino dall'asteroide, le nucleari più potenti attualmente presenti pesano nell'ordine delle 20/25 tonnellate, DART pesava 610Kg, Falcon Heavy porta 26t al max all'orbita geostazionaria non nello spazio profondo. Giusto per darti 2 ordini di grandezza...

csharpino

1) anche eventuali detriti sarebbero spostati nella direzione in cui si vuole mandare l'asteroide.
2) il tuo è un ragionamento no-sens, un oggetto in rotta di collisione talmente grande da creare se colpito detriti a loro volta talmente grandi da essere rischiosi per la terra sarebbe un evento estintivo, quindi in primo luogo dubito che possa essere usata una strategia del genere viste le dimensioni e in secondo sarebbero comunque di gran lunga meglio dei detriti che l'estinzione.

Marco

dipende quanto piccole ... comunque non sono un esperto , mi sono limitato a riportare quanto letto in un articolo

Marco

il problema non è farlo a pezzi tutto , il problema è creare più detriti abbastanza grandi da essere un rischi concreto... per la serie invece di avere un problema ne abbiamo 10 di problemi

HeySiri

Non direi, fanno bene il loro lavoro, ma non saprei se sono altrettanto portati a governare

HeySiri

Ma schegge piccole in teoria non si disintegrano nell'atmosfera?

axoduss

Considerando la tecnologia militare che abbiamo sviluppato dubito che possa essere un problema

Jaws 19
BATTLEFIELD

State tranquilli, non c'è nulla di cui preoccuparsi XD

Jaws 19

...solo che adesso ho un po' paura...

CESTA DI TAZZO

solo a me pare semplicemente un'immagine zoommata?

Non c'è un minimo di rotazione su nessuno dei tre assi.

BATTLEFIELD

Però...se vuoi insultare qualcuno, fallo bene! Dai caxxo Gianluca! :)

BATTLEFIELD

Noi e le tue vocine lo scopriremo solo vivendo

BATTLEFIELD

Dipende dal valore di ciò che estrai dagli asteroidi, difficilmente si tratterá di bauxite

Jaws 19
BATTLEFIELD

Potrebbe anche darsi ma la probabilitá che il primo asteroide imponente con alta probabilitá di centrarci sia un sistema binario qual è?

Andhaka

Quello era un vero e proprio pianeta.. in quel caso si fa esattamente come nel film. Si sta nudi la notte sotto la luce azzurra del pianeta e si aspetta in gruppo che tutto finisca. :D

Cheers

Jaws 19
Girolamo

https://uploads.disquscdn.c...
Era una gif, non so perché abbia caricato un immagine. Comunque è una scena di American horror story, il personaggio Tate Langton

Jaws 19
MorgaNet

Segnalato per insulti.

MorgaNet

Ni. In realtà se hai eliminato il satellite, hai eliminato anche la sua attrazione gravitazionale pertanto in minima parte hai anche deviato la traiettoria dell'asteroide. Magari di pochissimo, ma l'hai fatto. Tra milioni di anni gli effetti potrebbero essere più evidenti ;)

MorgaNet

Ni. In realtà se hai eliminato il satellite, hai eliminato anche la sua attrazione gravitazionale pertanto in minima parte hai anche deviato la traiettoria dell'asteroide. Magari di pochissimo, ma l'hai fatto.

JustATiredMan

ma no... se la terra vuole liberarsi di noi, ha tutti i mezzi per farlo da sola... basta l'eruzione di un paio di supervulcani che lancino in atmosfera abbastanza materiale da oscurare il sole per qualche mese... oppure nemmeno quello, un po alla volta, con il riscaldamento globale, l'inquinamento, e derivati, facciamo tutto noi.

JustATiredMan

alleluja !!!!

JustATiredMan

e allora ? si sa se ha deviato il meteorite ?

Disqutente

XD

Andreunto

"voleva vedere se eravamo attenti"

MeddLife

sempre bello nascondersi dietro alla trollata dopo aver fatto una figura di ****

Girolamo

https://uploads.disquscdn.c...

FerraristaXXL

gli ha tirato il suo ifogn?

Davide

quello che oggi definiamo ordinario solo qualche decennio fa era definito fantapu--nata. Ergo si, è questo l'iter che percorre l'uomo da sempre nella ricerca scientifica.

csharpino

Un asteroide che minaccia seriamente la terra per la quale lanci una missione del genere dubito sia cosi facile da fare a pezzi sia per massa che per consistenza...

csharpino

In realtà è la stessa missione che avevano fatto i dinosauri...

Maurizio Mugelli

piu' che spostarlo l'ha disintegrato

Flagship

Segnalato

Pablor

E fu cosi che per via dell'impatto con dart l'asteroide devio la sua rotta e si schianto sulla terra.
RIP.

Resolut

è un troll senza inteliggenza, un bot sarebbe meglio di lui, lascialo stare

Resolut

le malattie mentali si curano, segnalati sto c!

Resolut

post e autore inutile

Tiwi

speriamo di non averne mai bisogno

Articolo

Disney, ecco i film in arrivo al cinema da qui a giugno 2023

Articolo

Indiana Jones e la Ruota del Destino, titolo e trailer svelati ufficialmente!

Articolo

Artemis I: Orion abbandona l'orbita retrograda e si prepara al ritorno | Video

Tecnologia

Recensione LG Tone Free T90: TWS comodissime e auto igienizzanti con UV