Nuovi astronauti arrivano sulla ISS. A bordo della russa Soyuz anche uno statunitense

22 Settembre 2022 2

L'equipaggio a bordo della ISS cresce ancora e stavolta ad arrivare sono 3 nuovi astronauti, da poche ore sulla stazione orbitale dopo un viaggio a bordo della navicella russa Soyuz MS-22. I portelli si sono aperti ufficialmente ieri sera quando da noi erano le 21.34 e ora il totale dei membri dell'equipaggio dell'Expedition 67 è passato dai precedenti sette agli attuali dieci.

L'astronauta della NASA Frank Rubio e i cosmonauti di Roscosmos, Sergey Prokopyev e Dmitri Petelin, si sono uniti al comandante della spedizione 67, Oleg Artemyev, ai cosmonauti Denis Matveev e Sergey Korsakov di Roscosmos, nonché agli astronauti della NASA Bob Hines, Kjell Lindgren e Jessica Watkins e all'ESA (Agenzia spaziale europea) l'astronauta Samantha Cristoforetti, e trascorreranno sei mesi a bordo del laboratorio orbitale.

Avrete sicuramente notato che a bordo della navicella Soyuz c'era anche un astronauta statunitense. Apparentemente una stranezza visto il momento storico, ma si tratta tuttavia di un accordo di scambio che i due paesi hanno stipulato durante l'era del programma Space Shuttle. Così facendo le due agenzie spaziali si sono assicurate che ci sia sempre un astronauta statunitense e un cosmonauta russo a bordo della stazione, una necessità nata al fine di mantenere la stazione spaziale pienamente operativa in ogni momento.

La prossima volta sarà il cosmonauta Kikina a volare a bordo di un mezzo statunitense, ossia la Crew Dragon di SpaceX. L'accordo di scambio di equipaggio nacque quando la NASA aveva la capacità di trasportare astronauti con i suoi mezzi, poi con la chiusura del programma Space Shuttle si creò una forte dipendenza dalla Russia, risolta negli ultimi anni con l'avvento di SpaceX e degli accordi intrapresi per lo sviluppo delle navicelle Dragon. È bene ricordare che tra il 2006 e il 2020, la NASA ha acquistato 71 posti sulla navicella spaziale russa Soyuz a un costo medio di 56,3 milioni di dollari per posto (circa 3,9 miliardi di dollari in totale).

La partenza della Soyuz MS-22 è avvenuta dal Cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan, ieri alle 15.54 secondo il nostro fuso orario, e dopo due orbite attorno alla Terra è stata completata la sequenza d'aggancio al modulo di ricerca Russo quando erano le 19.06. Circa due ore dopo c'è stato l'ingresso ufficiale all'interno della stazione.

Ricordiamo infine che Prokopyev, Petelin e Rubio passeranno alla spedizione 68 quando il comando di Artemyev arriverà al termine, per passare alla nostra connazionale Samantha Cristoforetti, che diventerà la prima donna europea a guidare l'equipaggio di una stazione spaziale. La cerimonia di consegna è stata fissata per il 28 settembre, tuttavia ricoprirà tale ruolo per poco tempo, poiché a ottobre anche lei farà ristorno sulla Terra assieme ai compagni di missione, ossia gli astronauti Hines, Lindgren e Watkins, che viaggeranno con lei a bordo di una navicella Crew Dragon di SpaceX.


2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Aster

Uno dei razzi più belli di sempre.

Jotaro
Articolo

Prime Video, tutte le novità in arrivo a ottobre 2022

Windows

ROG FLOW Z13: una settimana con il "Surface da gaming"

Games

Recensione SCUF Reflex: costoso ma al top, anche nella personalizzazione

Mobile

Amazon Fire TV Stick e Cube, guida all'acquisto: modelli e differenze