Missione Viper, l'invio del nuovo rover lunare rimandato di almeno 1 anno

19 Luglio 2022 12

La missione di lancio del rover lunare denominato Viper, per il quale era già stata scelta la location di atterraggio, sarà rimandata almeno di un anno rispetto le previsioni iniziali. Lo ha comunicato la NASA che, dopo aver indicato il 2023, ha spostato al 2024 la probabile data di partenza. Non dovrebbero cambiare ulteriori dettagli della missione, compreso l'utilizzo di un razzo Falcon Heavy di SpaceX.

La missione di lancio del nuovo rover fa parte dell'iniziativa CLPS (Commercial Lunar Payload Services) per l'invio di carichi utili verso il nostro satellite naturale, mentre il suo sviluppo è stato affidato alla società Astrobotic già nel 2020 dopo essersi aggiudicata un contratto da 200 milioni di dollari, salito successivamente a quasi 260 milioni.

Viper (Volatiles Investigating Polar Exploration Rover) avrà il compito di realizzare una mappatura precisa delle risorse idriche posizionate nell'area del polo sud lunare, poiché se ad oggi sappiamo della presenza di acqua, non abbiamo ancora una stima precisa del suo quantitativo e delle location in cui trovarla. Il rover sarà dotato non solo di attrezzature scientifiche per la rilevazione e l'analisi in loco tra cui tre spettrometri che opereranno a diverse lunghezze, ma anche di una suite di strumenti per il carotaggio compreso un trapano in grado di scavare fino a 1 metro di profondità. È bene ricordare che l'acqua sarà una risorsa fondamentale per rendere possibile una presenza umana sostenibile sulla Luna, e Viper sarà un mezzo particolarmente importante per tutto il programma Artemis.

Astrobotic sta attualmente lavorando su una flotta di lander lunari e prevede di utilizzarne uno chiamato Griffin, attualmente in sivluppo, per trasportare il rover Viper sulla superficie lunare come ultima parte del viaggio di andata. Evidentemente i lavori sono più arretrati del previsto, così la NASA ha annunciato la necessità di eseguire ulteriori test per il lander, rendendo di fatto impossibile rispettare le previsioni iniziali di lancio. Ma la richiesta non avrà solo risvolti negativi per Astrobotic, la quale riceverà ulteriori 67,8 milioni di dollari per le operazioni di sviluppo, portando il valore totale del contratto a 320,4 milioni di dollari.

Il programma CLPS, di cui fa parte il rover Viper, è parte fondamentale dei piani di esplorazione lunare e prevede, da qui al 2028, l'invio di tecnologie e materiali utili a gettare le basi per una maggior presenza dell'uomo sul nostro satellite naturale. Ricordiamo che i piani a breve termine prevedono la realizzazione di una base orbitale chiamata Gateway, che permetta il raggiungimento della superficie lunare con maggior costanza da parte di equipaggi umani. Se guardiamo al lungo termine, invece, la Luna potrebbe diventare il ponte per il futuro raggiungimento di Marte da parte dei primi esseri umani, ma è davvero presto per parlare di tempistiche e modalità.


12

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Veronika

Il Lunar Gateway serve come appoggio per le missioni umane ed essendo che Viper è robotica non gli serve (tra l'altro i primi moduli verranno lanciati fine 2023/2024 quindi non tra così tanto quanto immagini)

kayoshin

è perchè si son dimenticati dove hanno parcheggiato il rover del 1969 altrimenti non c'era sto problema, lo riutilizzavano con qualche modifica per essere guidato dalla terra
d'altronde non fanno + le cose di una volta: razzi, tute spaziali.....nel 69 li facevano meglio non c'è alcun ragionevole dubbio

Background 07122017

Sappiamo di più del materiale presente sulla luna che sul nucleo della Terra

Background 07122017

Uno di quei cosi costa milioni se non miliardi, il tutto per fare ciò che si potrebbe fare con un semplice telescopio, tolto la raccolta del materiale che ormai si conosce perfettamente?

Surak 2.04

In un video di qualche giorno fa, Fartade su youtube, spiegava un po' la "storia" e di fatto diceva che si è più pensato agli interessi politici (bipartisan, negli USA poi vuol proprio dire bipartisan) che a far funzionare al meglio la realizzazione del razzo.

T. P.

Non ho capito! :(

Nevira

Mi pare che eccettuato i risultati di SpaceX NASA abbia poco da vantarsi, in termini di costi e tempi.
Gli USA hanno pensato bene di bloccare a terra il programma Starship per quasi un anno per mezzo della FAA, per garantire ai cinesi di recuperare un po'.
Intanto continua il costosissimo programma di rievocazione storica SLS/Artemis, con tutto ciò che seguirà: Stargate, lander lunare, etc.

Patrizio Battemano

cosa avevi scurito?

axoduss

Ma se serve il lunar gateway mi sa che possono posticipare direttamente di 5 anni

Superdio

non capisco perché non abbiamo un drone/rover permanente sulla luna per raccogliere altri dati o immagini. Anche solo a livello marketing con il materiale che potrebbe mandare con le fotocamere moderne hai voglia a spopolare sui social.

Surak 2.04

Un anno ... altri 68 milioni sui 200 di partenza, e solo due anni fa... indica che hanno fatto qualcosa di disastroso finora

T. P.

era questo che intendevo in riferimento all'altro articolo sulla cina...

Articolo

Disney, ecco i film in arrivo al cinema da qui a giugno 2023

Articolo

Indiana Jones e la Ruota del Destino, titolo e trailer svelati ufficialmente!

Articolo

Artemis I: Orion abbandona l'orbita retrograda e si prepara al ritorno | Video

Tecnologia

Recensione LG Tone Free T90: TWS comodissime e auto igienizzanti con UV