Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Vita su Marte, dovremo scavare a fondo per trovare qualche traccia

29 Giugno 2022 21

Mentre proseguono con successo le esplorazioni superficiali di Marte grazie ai rover Curiosity e Perseverance, arrivano ulteriori conferme sulla necessità di scavare più a fondo nel brullo terreno del pianeta rosso, se vogliamo sperare di trovare qualche traccia di vita passata. La conferma arriva da un nuovo esperimento sostenuto dall'agenzia spaziale statunitense (NASA), secondo il quale se non si superano i due metri di profondità, le probabilità di trovare qualcosa potrebbero essere molto vicine allo zero.

Tutto nasce dalla necessità di trovare componenti potenzialmente biologici, come gli aminoacidi, i quali, sebbene possano avere un'origine puramente chimica, potrebbero essere il primo tassello indicativo di una potenziale presenza di vita nell'antichità. Gli aminoacidi, infatti, sono la base costitutiva delle proteine, che come noto sono essenziali per l'esistenza della vita stessa.

Se qualche evidenza sull'azione invalidante dei raggi cosmici la scienza già l'aveva, la nuova ricerca sembra suggerire un'influenza ancora più distruttiva di quanto si pensasse in precedenza. Lo spiega molto bene Alexander Pavlov del Goddard Space Flight Center della NASA a Greenbelt, nel Maryland, che ha guidato l'esperimento.

I nostri risultati suggeriscono che gli aminoacidi vengono distrutti dai raggi cosmici nelle rocce superficiali e nella regolite di Marte a velocità molto più elevate di quanto ipotizzassimo in precedenza.

DOVREMO SCAVARE A 2 METRI DI PROFONDITÀ

Si è scoperto che anche a 5 cm di profondità, ossia la profondità a cui per ora abbiamo scavato per analizzare il terreno marziano, i raggi cosmici sarebbero in grado di distruggere gli eventuali aminoacidi presenti in 20 milioni di anni. Se per qualcuno la tempistica potrebbe sembrare piuttosto lunga, in realtà in termini assoluti è davvero breve, poiché precedenti evidenze affermano che Marte potrebbe essere stato molto simile alla Terra fino a qualche miliardo di anni fa. Vista in questi termini, 20 milioni di anni sarebbero davvero pochi e gli eventuali segni potrebbero essere scomparsi da tempo immemore.

Cosa sono i raggi cosmici? Sono particelle ad alta energia generate da potenti eventi solari, come brillamenti ed espulsioni di massa coronale, o anche da eventi lontani nello spazio come la nascita di supernove (una stella che esplode) . I raggi cosmici possono distruggere le molecole organiche quando penetrando per alcuni metri nelle rocce, ionizzando e distruggendo tutto ciò che incontrano sul loro cammino.

A differenza di Marte, la Terra è protetta da una densa atmosfera e da un campo magnetico in grado di scongiurare l'arrivo in superficie dei raggi cosmici. Anche Marte aveva un tempo caratteristiche simili, ma si parla di circa 4 miliardi di anni fa, quando la sua superficie era ricca d'acqua. Dunque allo stato attuale sarebbe veramente difficile trovare qualche segno a non meno di 2 metri di profondità, a meno che non si cambi approccio scavando superficialmente in affioramenti esposti in tempi recenti (entro 10 milioni di anni), nei quali i raggi cosmici non siano stati in grado di deteriorare ogni possibile prova microbiologica.

Per arrivare a tale conclusione gli scienziati della NASA hanno riempito delle provette miscelando al loro interno aminoacidi e silice, silice idrata o silice perclorato, per simulare la superficie marziana. I campioni sono stati sigillati sottovuoto, imitando così la debole atmosfera del pianeta rosso, infine una parte di essi è stata posta a temperatura ambiente, mentre un'altra refrigerata a -55 gradi Celsius, per simulare anche il range termico tipico. A quel punto le provette sono state colpite da alti livelli di raggi gamma, simulando ciò che è avvenuto su Marte negli ultimi 80 milioni di anni. In base ai risultati e al degrado degli aminoacidi si è così arrivati alla conclusione che le speranze di trovare qualcosa a livello superficiale sono molto più basse di quel che si pensasse in precedenza.

Fino ad oggi non abbiamo trovato aminoacidi su Marte, ma solo componenti organici che purtroppo non possono dare certezze di alcun tipo, infatti, la loro origine potrebbe essere sia biologica sia chimica. Però ne abbiamo trovati in alcuni meteoriti, inclusi alcuni a catena lineare all'interno di un asteroide chiamato RBT 04262 e proveniente proprio dal pianeta rosso.

Per adesso il meccanismo di formazione di aminoacidi di questo tipo non è chiaro e ci sono molti dubbi sull'origine chimica o biologica, tuttavia potrebbe essere un segno ulteriore che il sottosuolo di Marte nasconde molto più di ciò che possiamo immaginare. La ricerca completa è stata pubblicata il 24 giugno su Astrobiology, la potete leggere integralmente in FONTE.


21

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
T. P.

ardua! :(

virtual

Dovevano far funzionare Insight!

roby

Ancora?

Sherthes

Ma quello è altro, dire che sono sopravvalutati vuol dire minimizzare il loro impatto sulla cultura musicale planetaria. E questo non lo puoi dire per nessuna delle band che hai citato, nemmeno nel primo commento. Poi, puoi andare avanti a discutere quanto vuoi sulla tecnica, sulla sperimentazione o sull'innovazione. Ma questi sono discorsi che non stanno in piedi. Ad ognuno il suo, c'è chi è più adatto a far presa sulle masse, chi, invece, nel suo piccolo fa canzoni straordinariamente più tecnicamente valide, ma rimane, appunto, piccolo. Non puoi imporre il prog-rock, il prog-metal o lo djent a tutti, nonostante questi siano stati tra i sottogeneri musicali più tecnicamente avanzati e più innovativi dei loro tempi. La musica piace o non piace, è soprattutto arte, non mi puoi dire che un Picasso sia sopravvalutato rispetto ad un Raffaello (o viceversa). Sono due forme d'arte visiva diversa che vogliono (o no) veicolare due "messaggi" o due "emozioni" diverse.

MatitaNera

Ma devi metterti in una scala di valori per valutare. Se usi quella del POP non so...

Franco Ricciardi

Milla Jovovich rossa arancio
Praticamente un porno

Franco Ricciardi

Veramente Vasco e Ligabue sono i più strasopravvalutati ever della musica italiana, specie Blasco.

Per quanto riguarda i beatles, questi sono iper sopravvalutati, in tempi in cui la musica si trasformava in sensibilizzazione popolare e protesta (Bob Dylan, Joan Baez), in poesia (Leonard Cohen, Neil Young), il lunghe suite sperimentali (Pink Floyd, Doors), in puro piacere (Deep Purple, Led Zeppelin, Jimi Hendrix) i Beatles continuarono a rifare il modello della canzonettina da tre minuti scarsi di durata. Non per niente, sentendosi inferiori ai contemporanei, smisero prestissimo di far concerti: a livello tecnico non potevano competere. Oggi si ricordano a stento Let it be e Yesterday.

Rolling Stones campano ancora di rendita col loro Aftermath e Let it bleed

Sherthes

U2, ci sta, soprattutto ultimamente. Ma definire Beatles, Rolling Stones o gli Aerosmith di Tyler sopravvalutati mi pare un azzardo. E lo dice chi? Magari ascolti Ligabue che ha basato la sua "carriera" su giusto 3 accordi? Oppure Vasco che l'uniche parole che dice sono "Ehhhh" o "LALALALALA"?

Franco Ricciardi

Che non siano così sopravvalutati

Franco Ricciardi

Ognuno è sicuro di ciò che afferma, anche i pazzi o presunti tali

MatitaNera

Sono gruppi POP eh... cosa pretendi

MatitaNera

ma sei sicuro di quello che dici?

Franco Ricciardi

All'epoca ancora non lo sapeva di essere figlia di una delle band più sopravvalutate della storia (insieme a U2, Beatles e Rolling Stones)

MatitaNera

Io suo padre

MatitaNera

Quindi, come al solito, per adesso non sappiamo nulla

Pistacchio
Franco Ricciardi

Io ricordo solo Liv Tyler

Andhaka

Ma il quinto elemento era volutamente kitch e boombastic... Il regista ha cercato quell'assurdo e quindi funziona.

Questo voleva essere un disaster movie serio.. o quantomeno epico. :D

Cheers

asd555

Questo e non dimentichiamoci di Il Quinto Elemento!

Andhaka

Capolavoro del trash irraggiungibile!! :D

Cheers

asd555

Abbiamo già dei trivellatori bravissimi:

https://uploads.disquscdn.c...

Android

Recensione OnePlus Watch 2: sfida a Samsung con Wear OS e un'ottima batteria

Android

Xiaomi 14 ufficiale in Italia. Video anteprima 14 Ultra

Windows

Lenovo al MWC con un concept laptop dal display trasparente e tanti PC AI

Android

Recensione Xiaomi 14, il TOP compatto che vorrei! | VIDEO