Hubble individua un buco nero primordiale, ha oltre 13 miliardi di anni

14 Aprile 2022 27

Il telescopio spaziale Hubble è stato più che mai foriero di importanti risultati scientifici nell'ultimo periodo e, dopo aver individuato quella che è stata riconosciuta come la stella primordiale per eccellenza, ha permesso a un team di astronomi di rilevare un oggetto cosmico ancestrale che gli astronomi ipotizzano essere uno dei primi buchi neri dell'universo mentre attraversava una fase di rapida crescita.

Si chiama GNz7q e potrebbe rappresentare l'anello mancante tra le giovani galassie di formazione stellare e i buchi neri supermassicci. L'aspetto incredibile della scoperta è che l' avevamo sotto gli occhi da tempo ma fino ad oggi era sfuggito alla vista degli astronomi, infatti GNz7q è stato identificato in una delle due aree del cielo notturno più studiate, ossia il Great Observatories Origins Deep Survey-North (GOODS-North).

Scopriamo così che questo oggetto cosmico esiste sin dagli albori dell'universo, ossia da circa 750 milioni di anni dopo il big bang (avvenuto 13,8 miliardi di anni fa)

L'ANTENATO DEI BUCHI NERI SUPERMASSICCI

Come visibile dall'immagine superiore, Hubble è stato in grado di identificare questa misteriosa sorgente compatta di luce ultravioletta e infrarossa che nulla ha a che vedere con l'emissione tipica delle galassie, ma risulta coerente con la radiazione che ci si aspetta di rilevare da un buco nero primordiale in rapida formazione.

Oggetti cosmici di questo genere sono stati fino a oggi solamente teorizzati e simulati al computer, ma a tutti gli effetti questa potrebbe essere la prima volta che riusciamo a identificarne uno. Secondo Seiji Fujimoto, astronomo del Niels Bohr Institute dell'Università di Copenaghen e autore principale dell'articolo pubblicato su Nature (in FONTE) che descrive questa scoperta, le proprietà elettromagnetiche dell'oggetto sono in accordo con le previsioni delle simulazioni teoriche e GNz7q è il primo esempio di buco nero primordiale nel nucleo polveroso di una galassia primordiale di formazione stellare, o anche nota come "Starburst".

Ciò si sposa molto bene con una delle teorie più condivise dalla comunità scientifica, secondo la quale i buchi neri supermassicci potrebbero aver cominciato il loro ciclo al centro delle prime galassie Starburst prima di espellere gas e trasformarsi in Quasar estremamente luminosi.

LA SCOPERTA DI GNZ7Q È SOLO L'INIZIO

GNz7q potrebbe essere l'anello mancante nell'evoluzione cosmica che stavamo cercando, poiché presenta sia le caratteristiche di una polverosa galassia starburst sia quelle del quasar. Inoltre, la mancanza di emissioni tipiche del disco di accrescimento di un buco nero supermassiccio fanno pensare che quello presente centralmente sia in realtà un buco nero giovane e in fase di rapida crescita.

Ulteriori studi su GNz7q potranno forse rispondere a una delle domande attualmente senza spiegazione, ossia: come fanno i buchi neri ad evolvere trasformandosi in mostri galattici con masse milioni di volte superiori a quelle del nostro Sole? Se la natura di GNz7q fosse definitivamente confermata si aprirebbe una nuova fase di studio.

C'è anche da considerare l'eventualità che la scoperta di questo oggetto cosmico non sia stata solo mera fortuna, e che di fonti simili possano essercene parecchie ma siano solamente sfuggite al nostro sguardo fino ad oggi. Simili scoperte non possono che essere di buon auspicio per un telescopio spaziale di nuova generazione come lo è il James Webb, che si trova attualmente nelle fasi finali di preparazione prima di entrare a pieno regime.

Il nuovissimo telescopio spaziale potrà sfruttare le sue incredibili capacità di immagine a infrarossi e scrutare l'universo in luoghi ancora più remoti di quelli osservati ad oggi, dunque potrebbe essere il mezzo ideale per studiare meglio GNz7q.

N:B: l'immagine in testata è una rappresentazione artistica di GNz7q.

27

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Black_Codec

La richiesta dell'h l'ho capita ma il c'è dove lo metteresti?

Superstar never dies

Te lo ha spiegato bene il tizio Apple

TheBoss

per realizzare GOODS non c'è solo Hubble

Topo Gigio

Sono fake news, tutta propaganda dei media, la verità sui buchi neri non c'è la vogliono dire 1!11!!!11!11!

Riccardo Revilant

Comunque sia l'universo è già tutto li. Siamo noi che ci muoviamo nell'asse temporale e lo percepiamo come una cosa in parte passata e in parte che diverrà ma in realtà è già tutto li...come ci sia arrivato li lo ignoro...e' il famoso "cosa c'era prima ?" oppure "chi ce lo ha messo?"

Alessandro Cavalieri

No, la questione della contrazione è stata abbandonata ormai da anni. E' in espansione ed è pure in accelerazione

Migliorate Apple music

"si è tutto "espanso" da un punto" Non si è espanso da un punto, ma è lo spazio tempo che si è espanso in se stesso.
Faccio un esempio in 2 Dimensioni per capirci meglio: prendi un palloncino e con un pennarello facci qualche pallino nero sopra e adesso incomincia a gonfiarlo.
I pallini si stanno distanziando uno dall'altro, ma non esiste un punto su quella superficie piana che puoi chiamare centro.

"mica la materia si è teletrasportata a 13,5 miliardi di anni luce di distanza, ci avrà messo appunto 13,5 miliardi di anni per "muoversi" in quel punto, quindi possiamo affermare che l'universo ha circa 27 miliardi di anni"

L'universo è circa 93 Miliardi di anni luce secondo le stime attuali. Se te fossi a 13,5 Miliardi di luce da noi vedresti comunque qualcosa fino alla Radiazione cosmica in tutte le direzioni (sempre a 13.5 Miliardi di anni luce da quel punto.)

Massi91

ahahahah

T. P.

non c'è lo dicono!!! :)

noi dai seriamente...
il materiale lo divulgano un poco alla volta così che hdblog abbia ogni giorno del materiale da mettere online!!!

T. P.

giovincello lui! :)

Gupi
frank700

Mi sa che non hai capito.

frank700

Ma per ora l'universo si sta espandendo. È comprovato.

Azz

No, c'è anche l'inflazione, l'universo e grande circa 45 miliardi di anni luce.

GeneralZod

Solo se avesse iniziato a emettere luce già a quella distanza.

Andhaka

E' un discorso molto più complesso. L'universo osservabile è molto più ampio di 13 miliardi di anni luce. Dai un occhio alla teoria inflazionistica.

Cheers

Flagship

In realtà la teoria non prevede solo l'universo in espansione ma anche in contrazione. Quindi la cosa è un pò complessa.
Detto questo.. è solo una teoria.

marcy9487

Una curiosità: se i corpi celesti agli estremi dell'universo "visibile" hanno circa 13,5 miliardi di anni, e se la teoria più gettonata della nascita dell'universo è il famosissimo Big Bang, e che quindi si è tutto "espanso" da un punto, prima di tutto si sa "dove sia" questo punto? E seconda cosa, mica la materia si è teletrasportata a 13,5 miliardi di anni luce di distanza, ci avrà messo appunto 13,5 miliardi di anni per "muoversi" in quel punto, quindi possiamo affermare che l'universo ha circa 27 miliardi di anni, non 13,5, visto che ora stiamo vedendo della "luce" che ha impiegato 13,5 miliardi di anni ad arrivare da noi, giusto?

TheBoss

quando ho letto buco nero primordiale di 13mld di anni ho pensato che fosse un articolo su Cicciolina... XD

comunque, scherzi a parte, vorrei fare un appunto: GOODS non è un'area o una regione dell'universo ma è un "sondaggio" (rilievo, indagine, mappature chiamatelo come volete) astronomico, ovvero un'osservazione (set di immagini) priva di obiettivi specifici al fine di catalogare i corpi celesti ripresi in quelle immagini...

Gupi

Ha senza h nel titolo

NULL

Grazie!

Nick126

Artist’s Impression of GNz7q (credit: ESA/Hubble, N. Bartmann)

Watta

L'immagine è solo una vaga ricostruzione

Massi91

A fine vita inizia a trovare cose come noccioline. Come mai? Hanno iniziato a dare i dati in mano a più persone? Immagino che la massa di dati che invia sia incredibile.

giovanni cordioli

Questi brutti nevi cosmici sono una vera seccatura.

Gabbo

"Andiamo a starburst!"

NULL
N:B: l'immagine in testata è una rappresentazione artistica di GNz7q.

Fonte?

HDMotori.it

Buon Compleanno BMW M, una giornata indimenticabile in pista | Video

Android

Google Pixel 6 Pro dopo tanto tempo è tutto un altro smartphone | Video

Speciale

Stranger Things 4, l'abbiamo vista in anteprima | Recensione

HDMotori.it

Vita vera con l'auto elettrica: Milano-Firenze a/r. Quanto costa, quanto tempo