Virgin Galactic, pronti a volare nello spazio? Biglietti in vendita da domani

15 Febbraio 2022 7

E' finalmente arrivato il momento che molti benestanti e appassionati di viaggi spaziali attendevano! Virgin Galactic sta per aprire la vendita dei biglietti per volare a bordo della sua navicella VSS alla volta della linea di Karman (o quasi...) e provare la microgravità per qualche minuto.

Da domani 16 febbraio sarà possibile prenotare un posto a sedere e come è noto, il prezzo non sarà propriamente alla portata di tutti. Il prezzo totale sarà di 450.000 dollari (395.000 euro al cambio attuale), ma sarà necessario lasciare un deposito di 150.000 dollari come anticipo per poi pagare i restanti 300.000 dollari, prima del volo ovviamente. Sul sito web dell'azienda è già possibile pre-registrarsi per essere contattati, tuttavia virgin fa sapere che dall'acquisto al volo vero e proprio potrebbe passare del tempo, e al momento non è dato sapere quanto.

Virgin lavora da anni alla sua soluzione di turismo spaziale suborbitale, ma è saltata all'onore delle cronache lo scorso anno quando ha inviato il primo equipaggio a quasi 90 km di altezza, compreso il fondatore dell'azienda, Richard Branson.

Successivamente si sarebbe dovuto tenere la missione Unity 23 con a bordo alcuni membri dell'Aeronautica Militare Italiana, ma l'azienda a settembre ha deciso di rinviare la missione dopo aver riscontrato un'anomalia di fabbricazione, in seguito alla quale si è resa necessaria una verifica integrale della navicella. Successivi aggiornamenti hanno confermato che non ci sarebbero stati ulteriori voli commerciali prima del 2022, dunque le tempistiche potrebbero essere mature per un nuovo inizio.

Ma Virgin Galactic potrebbe avere molte prenotazioni effettuate in precedenza da onorare, si parla infatti di circa 600 clienti che sono riusciti ad accaparrarsi un biglietto al prezzo promozionale di 250.000 dollari, quando una decina di anni fa si è presentata l'occasione di un acquisto anzitempo e sulla fiducia. Ci sono poi tuti quelli che nell'agosto 2021 hanno prenotato un biglietto alle condizioni attuali e a quanto riferito da Virgin dovrebbero essere un centinaio di clienti. L'obiettivo iniziale di Virgin è quello di vendere almeno 1000 biglietti entro l'anno, dunque non dovrebbe essere un problema piazzare gli ultimi 300.

COME SI SVOLGE IL VOLO SUBORBITALE

La partenza delle prossime missioni è prevista dallo Spaceport America, nel New Mexico. La procedura prevede il trasporto in quota della navicella VSS Unity da parte dell'aereo VMS Eve. Una volta che saranno raggiunti i 15 km di altezza avverrà una delle sequenze più delicate, lo sgancio della navicella. La Unity accenderà i motori e completerà l'ultima parte della salita arrivando a poco meno di 100 km di altezza.

A quel punto l'equipaggio potrà sperimentare alcuni minuti in condizione di microgravità e poi inizierà la manovra di ritorno a Terra. Anche questa fase sarà piuttosto delicata ed entrerà in gioco un sistema collaudato di rallentamento denominato "a piuma", dove due alette aerodinamiche regolabili aiuteranno i piloti a mantenere l'orientamento e la stabilità del velivolo nell'ultima fase del processo di rientro. E poi ci sarà l'atterragio, uguale in tutto e per tutto a quello di un aereo classico.

Il nuovo logo di Virgin Galactic

Come detto poco sopra, il principale veicolo spaziale di Virgin Galactic è la navicella VSS Unity, presentata dalla società nel 2016 e utilizzata da Branson lo scorso anno. C'è già una nuova versione, VSS Imagine , che è stata presentata nel marzo del 2021, ma è noto che Virgin stia lavorando a una terza, VSS Inspire .

La notizia di oggi arriva con una settimana di anticipo rispetto ai prossimi guadagni trimestrali di Virgin Galactic, previsti per il 22 febbraio, quando la società discuterà i suoi guadagni per il quarto trimestre del 2022. L'aggiornamento coincide anche con un rebranding di Virgin Galactic. Il logo originale dell'azienda, un'immagine ravvicinata dell'occhio di Stephen Hawking, è stato ora sostituito con un'icona viola che ricorda la forma dell'astronave, con al di sotto il nome dell'azienda.

5G senza compromessi? Oppo Reno 4 Z, in offerta oggi da Teknozone a 245 euro oppure da Amazon a 313 euro.

7

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Andrea Baricchi
Sherthes

Tecnicamente, e diciamo pure rispetto alla fisica classica, la diminuzione dell'accelerazione di gravità (quindi la percezione di "galleggiamento" tipica della microgravità, dato che ce n'è SEMPRE) si puo ottenere in due modi:
1. stando talmente distanti da un centro di massa che le forze gravitazionali vengono equilibrate da altri centri di massa (tipo le varie orbite Lagrangiane, come L2 divenuta famosa ultimamente per il James Webb);
2. "cadendo" verso un centro di massa (quando troppo vicini al centro di massa), in realtà non è proprio una caduta, ma un tratto nell'intorno del punto di vertice di una traiettoria paraboloide.
è in tutti i casi una questione di opporre un'accelerazione ad un'altra, quindi, è sempre "una caduta costante"

Quello non è volare... È cadere con stile cit.

LordSheva

Una piccola precisazione quella che fa “svolazzare” non è microgravità, è caduta libera.

Driver
Bellerofonte

Uno non basta, ne servono 450.000, di cui 150k per sentirsi dire; la chiameremo...

zdnko

serve il green pass?

HDMotori.it

ABB E-mobility: in Italia il più grande impianto di stazioni di ricarica DC | Video

Articolo

Disney+, una valanga di nuovi titoli in arrivo nel 2022-23

Tecnologia

Muscoli indossabili, la nuova frontiera degli esoscheletri in studio a Zurigo

HDMotori.it

Lightyear 0, abbiamo guidato l'auto che si ricarica con il Sole | Video