Viaggio su Marte: in Israele la più avanzata simulazione di vita sul Pianeta Rosso

11 Ottobre 2021 12

Il viaggio di un equipaggio su Marte sembra essere la più grande e ambita impresa dei prossimi decenni. Un obiettivo che presenta enormi complessità e che vede tutte le principali potenze mondiali prepararsi a colpi di annunci e non solo, con la NASA che, ad esempio, nel 2022 intende simulare un anno di vita sul Pianeta Rosso coinvolgendo un gruppo di volontari. C'è chi però si sta portando avanti, come l'Austrian Space Forum e la Israel Space Agency, che nella location del Cratere Ramon, nel deserto del Negev, hanno iniziato domenica un esperimento che durerà per tre settimane e intende simulare proprio le difficoltà che una missione su Marte comporterebbe.

In totale sono coinvolti sei "astronauti" provenienti da Austria, Germania, Israele, Olanda, Portogallo e Spagna, che resteranno isolati per tutto il tempo potendo fare affidamento su una struttura che replica quella che, potenzialmente, potrebbero avere a disposizione su Marte. Il progetto, che è stato preparato per quattro anni, prevede anche il completamento di una serie di esperimenti, 24 in totale, alla cui ideazione hanno partecipato oltre 200 scienziati da tutto il mondo.

Fonte: Haaretz.com

Gernot Grömer, direttore dell'Austrian Space Forum, coinvolto direttamente in questo esperimento, ha spiegato alla testata Haaretz il perché della scelta di quella location: il Cratere Ramon presenta condizioni simili a quelle di Marte per struttura del suolo, minerali presenti ma anche condizioni estreme dovute al clima e alla posizione remota. I sei partecipanti potranno così testare missioni di raccolta e trasporto di rocce e altri oggetti, un iter necessario prima di passare alla fase di analisi.

Lo sforzo, ha spiegato Grömer, è anche logistico e la missione intende capire come si potrebbero sfruttare al meglio strumenti come i robot e i rover per massimizzarne l'utilità e il tempo a disposizione. A livello di equipaggiamento, gli astronauti (sulla Terra) vestono per le loro escursioni delle tute di nuova generazione, in studio da oltre 10 anni, che pesano 50 chilogrammi e che richiedono fino a 3 ore di tempo per essere indossate. Tutte le comunicazioni con la centrale di controllo (che si trova in Austria) avvengono con un ritardo di circa 10 minuti per simulare quello che accadrebbe qualora davvero si trovassero a una così grande distanza.

Fonte: Haaretz.com

Il progetto è stato studiato in collaborazione con l'Agenzia Aerospaziale Europea ma anche la NASA sta seguendo gli sviluppi di quanto accade in questi giorni in Israele. L'obiettivo di raccogliere oggi dati che saranno utili nella pratica tra 10, 15 o 20 anni è molto ambizioso ma ci sono una serie di evidenze anche pratiche - ad esempio come pulire le tute dopo le escursioni - che vanno registrate e fatte oggetto di studi approfonditi.

Nel corso delle prossime tre settimane i sei partecipanti al test vivranno in totale isolamento, con a disposizione una quantità di energia, raccolta attraverso dei pannelli solari, simile a quella che avrebbero su Marte, nutrendosi come farebbero i veri astronauti e affrontando sfide a cui non siamo normalmente abituati: saranno oltre 600 i parametri fisici e psicologici esaminati.

Sarà interessante capire i risultati che usciranno dall'esperimento quando si concluderà, tra tre settimane: torneremo sul tema quando ci saranno aggiornamenti o sviluppi interessanti su quanto sta accadendo nel deserto del Negev.


12

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Paolo Giulio

... adesso sono più sereno...

Sheldon Cooper

Indovina chi fa la parte degli alieni ...

mister x

sì ma non mi andava di scriverlo con quella forma.

Aster

Capricorn 1

zdnko

non è mica il Molise!

MatitaNera

Perchè c'è in Israele?

Surak 2.04

Lo schemino pare roba da Seconda Elementare, spero che sia solo "l'antipasto"

zdnko

Per il terreno ci siamo, riguardo la gravità?

T. P.

tipo GF???
spettacolo!!!
ahahaha

Luca Lindholm

*avessero voluto E avrebbero dovuto

mister x

Se davvero volevano ricreare la pericolosità di una colonia su Marte, con la stessa percentuale di sopravvivenza, avrebbero dovuto fare l'esperimento sulla striscia di Gaza.

Hodd Toward

Simuleranno una guerra santa.

Apple

Recensione Apple iPad Mini 2021: piccolo è bello, ma a chi serve davvero?

Alta definizione

Recensione Fire TV Stick 4K Max: piccolo upgrade, solito ottimo prezzo | Video

Mobile

Green Pass obbligatorio per tutti i lavoratori da oggi | FAQ

Vodafone

Come funziona un operatore virtuale? Il caso di ho. Mobile