Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Cambio del clima, effetti evidenti: decessi per temperature estreme in forte crescita

22 Agosto 2021 192

Climate change, cambio del clima, surriscaldamento globale. Chiamatelo come volete, ma il problema è sempre quello: l'equilibrio climatico del nostro pianeta è stato alterato dall'attività antropica, che ne ha velocizzato il processo di variazione ben più di quanto la natura stessa - e tutti i suoi fenomeni, dall'eruzione dei vulcani alle correnti marine - non abbia fatto in tutta la sua storia. Gli effetti li stiamo vedendo tutti i giorni - dalla pioggia a oltre 3.200 metri di altitudine in Groenlandia alle temperature record di luglio - e ci riguardano da vicino. Non solo le generazioni future ne subiranno le conseguenze, ma anche quella attuale sta vivendo il dramma sulla propria pelle.

Uno degli aspetti più sconcertanti riguarda la relazione tra cambio del clima e numero di decessi: i dati analizzati dagli scienziati - tra cui recentemente quelli dell'University of Washington - portano a risultati preoccupanti. Gli studi confermano purtroppo come ci sia una correlazione diretta tra aumento di fenomeni estremi e morti, riportando come negli ultimi decenni si sia registrata un'impennata in tal senso. Solo nel 2019 sono stati stimati più di un milione di decessi dovuti alle temperature anomale, sia per il caldo che per il freddo.

I ricercatori americani hanno messo in correlazione 17 cause di morte che si ritiene possano essere dovute (anche) alle condizioni meteo estreme (tra cui infarti, malattie ai polmoni, diabete) al numero di decessi registrati in 8 Paesi. I dati sono poi stati elaborati riportandoli su scala globale.

ALCUNI NUMERI
  • tra il 1980 e il 2016 il numero di decessi dovuto alle ondate di calore è cresciuto nel mondo del 76%
  • tra il 1990 e il 2016 quello causato dal freddo estremo è aumentato del 31%
  • nel 2019 si stima siano 1,7 milioni i morti dovuti alle condizioni meteo estreme
    • 1,3 milioni per il freddo
    • circa 400.000 per il caldo
NOTA BENE: gli stessi ricercatori ricordano come in questi casi siano molti i fattori in gioco che influenzano i risultati, dunque si parla di stime con margine d'errore. Tuttavia, si ritiene che i risultati portino a numeri "conservativi", dunque riportati per difetto.

Negli Stati Uniti il Centers for Disease Control and Prevention stima che ci siano circa 600 morti all'anno dovuti al caldo eccezionale. Dati che sono decisamente superiori quest'anno: solo a giugno sono stati riportati (ufficialmente) 500 decessi nell'area del nord-est del Paese. Proprio sulla costa pacifica si è infatti registrata un'ondata di calore senza precedenti: fino a 50 gradi addirittura in Canada.

La nostra analisi ha scoperto che gli effetti pericolosi del caldo estremo possono eccedere di gran lunga quelli causati dal freddo nelle zone che già di per sé sono calde, come il sud dell'Asia, il Medio Oriente e molte aree dell'Africa. Ciò è molto preoccupante, in modo particolare, specie considerando che il rischio di esposizione alle alte temperature pare essere in costante aumento da decenni - Katrin Burkhart, Institute of Health Metrics and Evaluation dell'Università di Washington

I dati storici della CO2. I livelli attuali non sono mai stati così elevati (Credits: IPCC)

Anche l'ONU ha da poco lanciato l'ennesimo allarme sul fronte del surriscaldamento globale. Nel sesto rapporto dell'IPCC si descrive la Terra come un malato grave, situazione irreversibile ormai per tanti scienziati. E le conseguenze sull'uomo le dobbiamo ancora scoprire. O, forse, le stiamo iniziando a scoprire proprio adesso.


192

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Ma proprio NO, io non segnalo certo qualcuno perché dice boiate.
Ma probabilmente ne dici così tante che vieni bloccato a prescindere, come capita ai no-vax per esempio.

jena blindata

@ FA' parte terza

similmente

è tutta la paranza che fanno per la co2: si sa da decenni,quale è il

migliore modo di sequestrarla e contemporanamente ridurre la

temperatura:

piantare alberi.

una paulownia in tre anni diventa quindici metri,in una diecina blocca quasi dieci metri cubi di carbonio,nel suo legname.

legname che può essere interrato per poi coltivarcene altri,sopra...

inertizzando quindi la co2 bloccata,

o

che (nonostante la sua scarsa resistenza strutturale)è comunque ottimo

per ricavare blocchi da costruzione ad incastro tipo lego...

spessi e alti quasi mezzo metro,e lunghi almeno due o tre.

non si possono usare come travi da tetto

(per via della scarsa resistenza strutturale)

ma come mattoni da costruzione si,

e

si evita quasi TUTTA la filiera del cemento,e tutta quella del

laterizio,riducendo quasi a zero la necessità di climatizzare una casa

costruita con dei muri di mezzo metro...

di legno.

(per non

parlare che in caso di modifiche,di nuove costruzioni o di

ristrutturazioni si possono smontare quelli usati da una parte e

rimontarli dall'altra)

ti pare possibile che NESSUNO ci abbia pensato?

a me no.

la

verità è che la terra è un sistema quasi chiuso,e tutta la co2 è già

presente in natura:semplicemente noi la stiamo liberando dai carburanti e

dai carboni fossili,dove era intrappolata da migliaia o milioni di

anni.

e anzichè cambiare totalmente modo di vivere (impossibile,a livello globale)

dovremmo semplicemente porre rimedio ai danni che facciamo,per esempio nei modi che ti ho descritto:

un cambiamento a livello globale del mondo edile per esempio,

sequestrerebbe milioni di tonnellate di anidride carbonica quasi senza sforzo,e portandoci per giunta a vivere meglio.

meno macchine e più trasporto pubblico e biciclette,uguale...

ma figurati se lo dicono,

per non parlare di mille altre cose su cui glissano costantemente...

perchè sono scomode per loro o non portano soldi allo stato e ai vari pescecani della finanza.

per esempio,guarda bit coin:

ci stanno mangiando sopra a centinaia di migliaia,comprese banche e stati...

pelando milioni di gonzi in tutto il mondo.

hai mai dato una occhiata a quali sono,i costi energetici dei miner?

prova.

eppure delle macchine diesel parlano male tutti...

anche se è tuttora il motore più efficiente mai creato,

mentre di questo spreco immane non si dice mai una parola.

quindi scusa se non mi sciolgo piu di tanto,

sul cambiamento climatico....

anche perchè non siamo nel film "the day after tomorrow"

sai?

e

nessun aumento di temperatura sarà cosi repentino da friggermi prima

che io o i miei discendenti ci trasferiamo in russia o giù di li,

paese che tanto per NON dirlo,ha TUTTORA immensi territori

(più grandi di europa e america messi insieme)

che hanno METRI di permafrost,poche badilate sotto il livello del terreno.

fine

jena blindata

@ FA' parte seconda

l'unica REALE differenza,che si può imputare a noi umani...forse,è SOLO la rapidità del cambiamento,ma esso ci sarà comunque.

quindi che facciamo,smettiamo di fare TUTTO quello che aumenta la co2?

non possiamo.

la nostra intera civiltà collasserebbe,se lo facessimo...

ad oggi NON esiste un sostituto alla energia fossile,e tutti

lo sanno...perfino gli scienziati.

le tecnologie NON ci sono,e quelle che ci sono NON sono mature.

quelle che sono mature non rendono ai soliti noti

(in primis gli stati) e quindi faticano ad emergere,mentre altre sono una ciofeca e sono spinte a livelli imbarazzanti....tipo

la macchina elettrica,che è un buon esempio:teoricamente è l'uovo di colombo,MA richiederà immensi sforzi energetici

(molto,molto superiori alle risorse fossili consumate dal parco auto esistente in questo momento)

per

cambiare macchine che GIA'ci sono,e che globalmente consumano molto

meno che non spostandosi con l'energia elettrica necessaria a

muoverle...che da qualche parte dovrà pure essere prodotta,e di cui una

buona parte va perduta nel trasporto alla colonnina e nella

trasformazione da altissima a media e bassa tensione oltre che nella

conversione da alternata a continua (cose di bassa macelleria

elettrica,le conosce qualunque elettricista)

per non parlare di tutto

il sistema di accumulo,che probabilmente scatenerà guerre a non finire

quando andremo DAVVERO in concorrenza per le terre rare,

e nel frattempo è una tecnologia tra le più inquinanti che esistano.

....

se veramente fossero preoccupati dell'effetto serra,avrebbero "pompato" immensamente di più su un trasporto pubblico

pervasivo e a basso prezzo...e sulle bici (normali,non elettriche)

e decretato l'obbligo di portare a fine vita le auto esistenti,e il divieto per ogni famiglia di possedere più di una auto..

e questo solo per cominciare:

ti risulta che abbiano fatto qualcosa del genere?

a me no.

segue

jena blindata

@FA' - parte prima:
ah,ti sei trattenuto?
capisco....
allora sei proprio un presuntuoso inqualificabile.

se noti,io non sono entrato nel merito dei dati e della discussione:
ho semplicemente rimarcato quello che gli stessi scienziati da te

citati
dicono,cioè che il nostro pianeta ha attraversato negli anni decine o
centinaia di variazioni climatiche,tra ere glaciali e periodi di
caldo,variazioni a volte anche estreme...ma che si verificano
COMUNQUE,dipendendo da fattori esogeni e fuori dal nostro controllo.

segue

jena blindata

e gia che ci sono,ti ri-attacco in tre pezzi qui sotto la mia risposta...[siccome so come ragionano quelli come te,ho l'abitudine di salvarle e farvele re-ingoiare a forza anche per anni postandole dovunque si parli di queste cose:quindi NON l'avrete vinta,voi e la vostra censura]

jena blindata

.....

è già tre volte che ti metto la mia risposta su questo sito,e
tutte tre le volte sono stato cancellato:
che c'è ragazzino?
non hai argomenti da contrapporre e mi segnali la risposta,così la cancellano?
che squallido ipocrita....

P47r1

A parere mio no invece. E non c'è bisogno di indicare nell'articolo un ipotetico punto dove specificano dei dati (non c'è comunque). Non ci vuole molto a capire che hai detto una caxata assurda

sk0rpi0n

Nessuna correlazioneh...!

Luca Lindholm

No no, un momento, stavo dicendo una cosa un po’ diversa: lo sviluppo VERO della Cina è cominciato in un momento ben preciso, e cioè nel 2001.
Prima inquinava, anche in totale, ben meno degli USA, dello UK e del Giappone.

Lucasthelegend

be ridendo è scherzando..anche con fermo amministrativo lo dovresti cmq pagare hahaha ridicoli loro e noi che lo tolleriamo

Giulk since 71' Reload

Ti diranno che il bollo è una tassa di proprietà e quindi lo dovrai pagare anche se non circoli :)

Maiale Suino

cercavo delle capre e le ho trovate.
uomo orso maile distruggerà la terra e persino satana in persona non è stato in grado di fermarlo.

Lucasthelegend

io smetterò di andare in giro con la mia euro4 diesel quando mi diranno che non dovrò più pagare il bollo..

Kamgusta

No cucciolone. Sei triste perché parlo male della ricerchina pubblicata?

Kamgusta

Sei rimasto un po' indietro. Shell, Total e le altre lobby stanno spostandosi verso queste cacate green. Il loro business non è estrarre petrolio, ma usare le immense risorse finanziarie che hanno per fare profitti. Veicolando l'opinione pubblica sul "green" si giustifica tutto l'indotto green che vogliono creare per spingere i consumi/infrastrutture pubblici e privati. Insomma, la nuova mucca da spremere.

L0RE15

Sintesi perfetta: quello, in teoria, dovrebbero fare.

xpy

Si, ma infatti era un commento che lasciava il tempo che trova, lo sviluppo della cina probabilmente è solo una concausa che ha influito man mano sempre di più
Il consumo pro capite conta poco considerando la mole della popolazione cinese vanno presi i dati nazionali

Giulk since 71' Reload

Probabilmente frequentiamo gente diversa, conosco pochissima gente che ha la fortuna di avere una casa di proprietà, la maggior parte sono tutti con mutuo o in affitto :)

Che sia legato al potere di acquisto è chiaro, basta vedere il discorso della Norvegia, ma appunto non possiamo fare di tutta l'erba un fascio, per i Norvegesi non è un problema passare all'auto elettrica, per molti Italiani si e io sono Italiano e vivo in Italia quindi mi preoccupo di quello che succede qui non in Norvegia.

Non è questione di accontentarsi, non so quanti anni hai tu, ma 22k sono più di 40 milioni delle vecchie lire, con 40 milioni di lire ci compravi un ammiraglia altro che una utilitaria o poco più, torniamo quindi al solito discorso del potere di acquisto e dei prezzi in salita, se prendi 1500 euro al mese vuol dire che per comprarti una segmento B praticamente ti ci vuole un anno di lavoro pulito, ti sembra normale?

L'imposizione dell'auto elettrica è in proporzione alla limitazione della circolazione delle altre auto, per ora hanno iniziato dai Diesel ma sono più che sicuro che a breve passeranno al benzina e via dicendo

Oltretutto evito di tirar fuori l'annoso discorso che l'auto elettrica non è democratica in quanto non tutti hanno un posto dove poter caricare di notte il che rende l'auto elettrica per queste persone un fardello più che un vantaggio

Cloud387

Che poi, alla fine , per controllarci i governi non hanno bisogno di 5g e nanomacchine.

Giorgio
Giorgio

Ci vorranno decenni anche solo per pensare di colonizzare un altro pianeta.
Soprattutto, quale imbec1lle lascerebbe la terra per abitare dentro uno cupola su un pianeta non adatto alla nostra biologia?

No non contano, il riscaldamento di cui stiamo parlando si chiama GLOBAL warming perché riguarda tutto il pianeta. I due esempi che hai citato riguardano solo il continente europeo o addirittura, nel caso del medioevo, un'area anche più ristretta .

Giulk since 71' Reload

Vuoi fare un discorso serio e ponderato? ok facciamolo

I prezzi delle auto sono alti e non lo sono solo per le auto elettriche lo sono in generale, dal mio punto di vista chiaramente, quanto è lo stipendio medio di un Italiano? 1500/1600 euro? da questi togli tutte le spese che uno ha, se poi ha da pagarsi un affitto o un mutuo ti saluto, senza contare il discorso dei figli, non puoi certo permetterti di spendere 25mila euro per una macchina.

Come già detto altre volte, una utilitaria ( non è il caso della ID3 ) non può costare 15/18 mila euro, parliamo di una clio o 208 per dire anche benzina che magari trovi su quelle cifre al netto delle offerte a volte poco accessoriate o con motorizzazioni al limite del ridicolo, per me 3 cilindri 100 cv sono al limite del ridicolo per intenderci, ho avuto la 208 con il 3 cilindri e tra un pò facevo prima ad andare a piedi :)

Il problema dei ricchi non è che sono ricchi, il problema è che se tu domani imponi l'auto elettrica o vai a piedi, mezzi pubblici, bici etc, i ricchi se ne fregano i poveri no, se a te sta bene una cosa del genere a me NO

Allora parliamo del prezzo delle elettriche quando non ci saranno più gli incentivi, se sai quale è quando sarà.
24k sono tanti rispetto a cosa?
Perché anche un pollo da allevamento intensivo farcito di antibiotici costa meno di uno bio, mi sembra ragionevole.
Se non ci fossero svantaggi a rallentare (fermarli ormai è impossibile) i cambiamenti climatici, con tutti i limiti di quello che può fare la semplice auto elettrica) lo avremmo fatto da un pezzo.
Se preferisci vietare gli allevamenti e continuare a circolare con l'endotermico, però minimo euro 6, per me va bene.
Se invece preferisci non fare nulla e dire "eh ma quello inquina di più ed è più ricco di me", bè allora ti dirò che questo è benaltrismo e che "i ricchi" che inquinano per loro spontanea volontà non esistono, lo faranno per produrre qualcosa che tu vuoi pagare meno di quello che costerebbe se prodotto ad emissioni zero. Vorresti che rinunciassero a parte del loro profitto? Fammi vedere come si fa iniziando a tagliarti una piccola parte di stipendio a meno che facendolo tu non riesca più a comprare beni primari tipo il cibo.
Non è così? Allora hai poco da lamentarti, l'auto costa 24k e nessuno ti costringe a cambiarla adesso, quando non potrai più circolare in città userai mezzi pubblici e bicicletta.

Giulk since 71' Reload

Già citata la piccola glaciazione e il periodo caldo medioevale, non contano quelli?

Giulk since 71' Reload

Beh direi realismo

Giulk since 71' Reload

Beh anche gli incentivi sono soldi nostri, dove pensi che li prenda il governo? :)

Giulk since 71' Reload

24k non sono pochi, gli incentivi non ci saranno sempre

Giulk since 71' Reload

Fare demagogia spiccia non è utile per le discussioni, io al contrario di te nella vita non ho certezze, forse la morte

boosook

Ma non vi accorgete di quanto siete stucchevoli?

RoRo

La cui estrazione del litio e successiva farà impennare tutti gli altri tipi di inquinamento. Ma who cares? no problem, we are carbon-free!

Sheldon Cooper

Random, a chi capita ... capita.

Stefano

Massì, in fondo è un parere.

Secondo me mica è vero serve l'ossigeno per respirare. Chi lo dice? La scienza? Sott'acqua mica c'è aria!

Anche io concordo che non è vero che siamo andati sulla luna, tu c'eri? L'hai visto Interstellar? Ecco è uguale.
Secondo me il Molise non esiste. Ci sei mai stato? Conosci qualcuno che ci sia stato?

Hai un parere anche sulla cura dei tumori e sulla fissione nucleare vero? Ecco, tieniteli per te per favore.

Stefano

https://uploads.disquscdn.c...

Stefano

C'è già, il D.Lgs.81 impone la valutazione dei rischi, con la collaborazione del medico competente. Il metodo lo sceglie il SPP aziendale, ma qualunque metodo applichi porta ad avere un rischio troppo elevato per i lavori che hai descritto. Questo meccanismo in automatico vieta di lavorare a tali temperature.
Il problema è che, specie in edilizia ed agricoltura, se ne f0tton0.

Copyr

infatti continuo a ribadirlo da un pò, è lodevole che uno faccia la differenziata, che un altro si compri 'auto meno inquinante o non la usi proprio se può, ma quando ci sono paesi interi e miliardi di persone che inquinano a piu non posso, la raccolta differenziata fatta magari in europa conta poco e nulla, se poi hai cina, india, usa, che da soli hanno metà della popolazione mondiale ed inquinano come se nulla fosse. Va comunque considerato che essendo nazioni grandi con centinaia di milioni di persone non si può paragonare la cina con l'italia, la francia ecc.. ma va paragonata con l'europa intera e poi anche cosi il confronto regge poco, bisognerebbe calcolare l'inquinamento pro-capite, per abitante.

Luca Lindholm

Ma cosa c’entra la Cina all’epoca??
Il consumo pro-capite aumentava di pochissimo da fine anni ‘70 al 2000, influiva molto di più l’occidente (sia a livello pro-capite, sia per CO2 accumulata negli anni!).

ghost

Prima causa per infarti in Italia

SJ_410
Kilani

“Muoiono tanta gente”. L’ho sentito dire da uno che lo aveva sentito dire da un altro e lo raccontava a miocuggino.

La tua statistica non fa una piega. Complimenti.

Kilani

Lui probabilmente pensa che il vaccino sia il viatico per il controllo della mente da parte del nuovo ordine mondiale. Un mix di nanoparticelle e 5G.

Deji Zheng

Secondo me oltre al caldo e freddo ci sono altri fattori ambientali che causano la morte e non hanno conteggiato.

Daniel

Uu se scalda

https://uploads.disquscdn.c...

Mattexx

https://numero6 .org/ambiente/hanno-cambiato-il-clima/

Harry

I titoli chi li ha fatti? Il Daily Mail o il Guardian? Il NYT o il NYP? Facile pigliare titoli fatti alla cappero... E comunque che i fertilizzanti rendano i terreni improduttivi e l'Artico si stia sciogliendo e sempre meno 'artico' sono dati di fatto, quindi anche meno tesò.

Burton La Valle

Veicolare verso? Spendere soldi pubblici in risorse rinnovabili costose che in realtà sono inutili? Che beffa.
Non sono più forti i poteri forti delle lobby petrolifere rispetto agli hippie di Greta Thunberg?

jena blindata

ah,ti sei trattenuto?
capisco....
allora sei proprio un presuntuoso inqualificabile.

se noti,io non sono entrato nel merito dei dati e della discussione:
ho semplicemente rimarcato quello che gli stessi scienziati da te

citati dicono,cioè che il nostro pianeta ha attraversato negli anni decine o centinaia di variazioni climatiche,tra ere glaciali e periodi di caldo,variazioni a volte anche estreme...ma che si verificano COMUNQUE,dipendendo da fattori esogeni e fuori dal nostro controllo.

l'unica REALE differenza,che si può imputare a noi umani...forse,è SOLO la rapidità del cambiamento,ma esso ci sarà comunque.

quindi che facciamo,smettiamo di fare TUTTO quello che aumenta la co2?
non possiamo.
la nostra intera civiltà collasserebbe,se lo facessimo...
ad oggi NON esiste un sostituto alla energia fossile,e tutti

lo sanno...perfino gli scienziati.
le tecnologie NON ci sono,e quelle che ci sono NON sono mature.
quelle che sono mature non rendono ai soliti nosti
(in primis gli stati) e quindi faticano ad emergere,mentre altre che sono una ciofeca sono spinte a livelli imbarazzanti....tipo

la macchina elettrica,che è un buon esempio:teoricamente è l'uovo di colombo,MA richiederà immensi sforzi energetici

(molto,molto superiori alle risorse fossili consumate dal parco auto esistente in questo momento)
per cambiare macchine che GIA'ci sono,e che globalmente consumano molto meno che non spostandosi con l'energia elettrica necessaria a muoverle...che da qualche parte dovrà pure essere prodotta,e di cui una buona parte va perduta nel trasporto alla colonnina e nella trasformazione da altissima a media e bassa tensione oltre che nella conversione da alternata a continua (cose di bassa macelleria elettrica,le conosce qualunque elettricista)
per non parlare di tutto il sistema di accumulo,che probabilmente scatenerà guerre a non finire quando andremo DAVVERO in concorrenza per le terre rare,
e nel frattempo è una tecnologia tra le più inquinanti che esistano.

....
se veramente fossero preoccupati dell'effetto serra,avrebbero "pompato" immensamente di più su un trasporto pubblico

pervasivo e a basso prezzo...e sulle bici (normali,non elettriche)
e decretato l'obbligo di portare a fine vita le auto esistenti,e il divieto per ogni famiglia di possedere più di una auto..
e questo solo per cominciare:
ti risulta che abbiano fatto qualcosa del genere?
a me no.

similmente è tutta la paranza che fanno per la co2: si sa da decenni,quale è il migliore modo di sequestrarla e contemporanamente ridurre la temperatura:
piantare alberi.
una paulownia in tre anni diventa quindici metri,in una diecina blocca quasi dieci metri cubi di carbonio,nel suo legname.
legname che può essere interrato per poi coltivarcene altri,sopra...
inertizzando quindi la co2 bloccata,
o che (nonostante la sua scarsa resistenza strutturale)è comunque ottimo per ricavare blocchi da costruzione ad incastro tipo lego...
spessi e alti quasi mezzo metro,e lunghi almeno due o tre.
non si possono usare come travi da tetto
(per via della scarsa resistenza strutturale)
ma come mattoni da costruzione si,
e si evita quasi TUTTA la filiera del cemento,e tutta quella del laterizio,riducendo quasi a zero la necessità di climatizzare una casa costruita con dei muri di mezzo metro...
di legno.
(per non parlare che in caso di modifiche,di nuove costruzioni o di ristrutturazioni si possono smontare quelli usati da una parte e

rimontarli dall'altra)

ti pare possibile che NESSUNO ci abbia pensato?

a me no.

la verità è che la terra è un sistema quasi chiuso,e tutta la co2 è già presente in natura:semplicemente noi la stiamo liberando dai carburanti e dai carboni fossili,dove era intrappolata da migliaia o milioni di anni.
e anzichè cambiare totalmente modo di vivere (impossibile,a livello globale)
dovremmo semplicemente porre rimedio ai danni che facciamo,per esempio nei modi che ti ho descritto:
un cambiamento a livello globale del mondo edile per esempio,
sequestrerebbe milioni di tonnellate di anidride carbonica quasi senza sforzo,e portandoci per giunta a vivere meglio.

meno macchine e più trasporto pubblico e biciclette,uguale...
ma figurati se lo dicono,
per non parlare di mille altre cose su cui glissano costantemente...
perchè sono scomode per loro o non portano soldi allo stato e ai vari pescecani della finanza.

per esempio,guarda bit coin:
ci stanno mangiando sopra a centinaia di migliaia,comprese banche e stati...
pelando milioni di gonzi in tutto il mondo.

hai mai dato una occhiata a quali sono,i costi energetici dei miner?
prova.
eppure delle macchine diesel parlano male tutti...
anche se è tuttora il motore più efficiente mai creato,
mentre di questo spreco immane non si dice mai una parola.

quindi scusa se non mi sciolgo piu di tanto,
sul cambiamento climatico....
anche perchè non siamo nel film "the day after tomorrow"
sai?
e nessun aumento di temperatura sarà cosi repentino da friggermi prima che io o i miei discendenti ci trasferiamo in russia o giù di li,
paese che tanto per NON dirlo,ha TUTTORA immensi territori

(più grandi di europa e america messi insieme)
che hanno METRI di permafrost,poche badilate sotto il livello del terreno.

GianlucaA

-1 la delocalizzazione ha portato molte nostre fabbriche la.
-2 la popolazione della Cina è 4 volte e mezzo quella degli Usa. Quindi a livello pro capite sono ancora di molto sotto agli stati occidentali

IgliD

C'è anche l'Afghanistan di recente

Video recensione

Recensione Xiaomi Band 8 Pro: si allarga, integra il GPS e costa il giusto

HDMotori.it

Peugeot e-3008 elettrica: fino a 700 km, il SUV alla prova su strada | Video

Tecnologia

Recensione SwitchBot K10+: il robot aspirapolvere più piccolo al mondo

Tecnologia

Ericsson immagina lo stadio del futuro: le novità del MWC | VIDEO