NASA: tutti i piani per la colonizzazione della Luna, dal Gateway ad Artemis

07 Aprile 2020 44

Per mettere in campo grandi progetti il primo passo è, inevitabilmente, immaginarli. E Artemis, senza dubbio, è un progetto ambizioso: l'obiettivo è riportare l'uomo sulla Luna entro il 2024, in vista di un balzo ancor più lungo verso Marte.

Come questo possa avvenire, è affare di cui si occupano gli scienziati della NASA. Ma, per una volta, è dato di sbirciare tra gli scenari immaginati dai ricercatori per riportare effettivamente, passo dopo passo, l'uomo sulla Luna. Il piano, abbastanza dettagliato, è contenuto in un documento recentemente pubblicato dall'agenzia spaziale statunitense, intitolato, eloquentemente, "NASA's Plan for Sustained Lunar Exploration and Development".

Dunque, come intende muoversi la NASA? Il processo, in realtà, è già iniziato. Da diversi anni infatti la Luna viene studiata grazie alle più svariate missioni robotiche, oltre che mappata dal Lunar Reconnaissance Orbiter. Le prossime due missioni di questo tipo sono già state individuate grazie a un programma commerciale chiamato Lunar Payload Services, che nel 2021 porterà carichi scientifici e commerciali sulla superficie del nostro satellite naturale.

TRE MISSIONI ARTEMIS

A questo proposito, la NASA sta testando VIPER, veicolo che andrà alla ricerca dell'acqua ghiacciata trovata nel 2018 nei pressi del polo sud della Luna. A queste missioni robotiche di avanscoperta seguiranno i lanci della missione Artemis, che saranno tre e sfrutteranno i veicoli spaziali attualmente in sviluppo presso i centri della NASA, ovvero la capsula Orion e il razzo SLS (il cui collaudo al momento è stato sospeso a causa dell'emergenza Covid-19).

Il primo lancio, Artemis I, sarà privo di equipaggio e vedrà la capsula Orion viaggiare a più di 450.000 km dalla Terra, ben oltre la Luna, per una durata di tre settimane; l'occasione sarà sfruttata anche per lanciare 13 Cubesat. Artemis II invece sarà un volo con equipaggio, e vedrà per la prima volta degli esseri umani tornare vicino alla Luna, per testare tutte le componenti hardware e software dei mezzi.

Ma sarà solo con Artemis III che l'uomo tornerà a mettere piede sulla superficie lunare, al culmine di test rigorosi e al netto di oltre 1,6 milioni di km macinati nelle missioni precedenti; per la donna invece sarà la prima volta. Poi missioni sempre più lunghe, circa una volta all'anno. A sostegno di queste iniziative sarà costruita una base orbitante, chiamata Lunar Gateway.

LUNAR GATEWAY E CAMPO BASE

Questa base orbitante sarà il primo avamposto umano costruito oltre l'orbita terrestre, una tappa cruciale nell'esplorazione dello spazio profondo. Come per la ISS, anche il Gateway sarà frutto di una collaborazione tra la NASA e altre agenzie spaziali, come la giapponese Jaxa, la canadese CSA, la russa Roscosmos e l'ESA. Le prime operazioni saranno autonome, poi la capsula Orion trasporterà il primo equipaggio sul Gateway.

Nella sua configurazione completa avrà diversi moduli, tra cui alcuni abitativi, uno fotovoltaico, uno per l'immagazzinamento di carburante, un airlock per uscire a fare eventuali passeggiate spaziali e un braccio robotico. Il Gateway servirà anche per effettuare esperimenti scientifici oltre le fasce di Van Allen; eliofisica, radiazioni e meteorologia spaziale saranno oggetti privilegiati di studio.


Una volta tornati sulla Luna comunque, sarà per restare: dopo il 2024 si prevede la costruzione di un campo base vicino al polo sud del satellite che fungerà da punto d'appoggio. Comprenderà tre elementi: un veicolo lunare (LTV) con cui l'equipaggio potrà spostarsi per brevi tratti; una piattaforma abitabile per viaggi più lunghi, fino a 45 giorni, e un ambiente fisso predisposto per brevi soggiorni, che può ospitare fino a quattro persone.

Man mano si aggiungeranno poi strutture per la comunicazione, l'energia, la radioprotezione, una piattaforma di atterraggio, una struttura per lo smaltimento dei rifiuti e una l'accumulo di provviste.

IL BALZO VERSO MARTE

Infine, il salto verso Marte, previsto nel decennio del 2030. Non c'è solo la distanza, che è ben maggiore rispetto a quella tra Terra e Luna: le sfide per arrivare sul pianeta rosso sono innumerevoli, a partire dai rischi connessi con il viaggio fino ad arrivare alle conseguenze delle radiazioni cosmiche, senza dimenticare la complessità delle operazioni sulla superficie marziana.

Anche in questo caso, le strutture della Luna saranno un passaggio necessario. In un primo tempo, serviranno per testare nuove tecnologie che rendano possibile la prima missione su Marte: ad esempio, il Gateway potrà essere usato per simulare una missione di lunga durata nello spazio profondo.

Considerato anche che la finestra temporale per la partenza di missioni verso Marte si apre solo ogni tot anni e che la missione stessa ne durerebbe circa due, l'avamposto lunare continuerà comunque ad essere utilizzato come punto di appoggio e di ricerca: si pensa anche di costruirci un radiotelescopio da gestire direttamente dall'Artemis Base Camp. Insomma, l'obiettivo dichiarato è uno: spingere oltre i confini dell'esplorazione spaziale.


44

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Aster

:)ormai va bene per vederla mentre lavoro

virtual

Poi migliora, però devi attendere circa "metà serie".

MatitaNera

Chissà %)

Carlo Gamna

Trolli o sei serio?

Matrumbdl

è un troll, ignore please

Sheldon!

Se è così semplice perchè non vai tu a farlo? Guadagneresti milioni per correre come una pirla dietro una palla, mica male u.u

Andhaka

Infatti il confronto in sè e per sè non è molto utile o pertinente.

Al limite si può usare per far notare come nel caso della ricerca, nel ramo spazio o altro, oltre a portare soldi nelle tasche dei privati che partecipano con gli appatli, ha anche concreti riscontri nel miglioramento della vita di tutti nel quotidiano con l'introduzione delle nuove tecnologie in svariati campi.

Ma il tutto sempre per bloccare i vari "eh, ma che ci serve andare sulla Luna se non rusciamo a salvare un gattino sull'albero" :D ;)

Cheers

Marco Revello

L'han già venduta un paio di volte, per cui non so se la considerino ancora parte integrante degli USA.
P.S. non è una battuta ma solo per ridere, alcune aziende vendevano lotti di terreno lunare. Qualcuno con quei certificati di proprietà dovrebbe essere ancora vivo ma non so se possano rivendicare la proprietà

MatitaNera

Il verbo va messo.

Aster

Lo sto guardando anche io ma troppo lenta.

Samuele Capacci

??

Fabrizio

Aspe' qui c'è confusione:
- Se vai allo stadio è perchè sei interessato\a alla partita, per cui è giusto che nel prezzo del biglietto paghi tutto quello che serve alla corretta realizzazione dell'evento
- Nessuno ti obbliga ad andare allo stadio o a fare un abbonamento per la TV
- Potrei sbagliarmi, ma non mi sembra ci siano ingenti spese pubbliche destinate solamente al calcio. Gli stadi (pubblici) percepiscono l'affitto dalle società che usano le infrastrutture, dal quale dovrebbero pagare dipendenti etc. (e non solo, magari fare anche manutenzione)

Ergo, il tuo discorso non torna. Se pensi che un calciatore guadagni troppo è colpa del capitalismo non del calcio.
Lo stato ha sprecato miliardi in ben altri modi...

peyotefree

beata la TUA ignoranza

Sara Vignali

tasse sul costo del biglietto, tasse sulla gestione di stadi e dipendenti, costi gestione forze dell´ordine pubbliche per eventi di quel calibro. Alla fine i tutti soldi che vanno allo stato comunque ma che si potevano evitare non andatoci a quel cavolo di stadio.

Fabrizio

Chiaro, ci saranno una marea di fornitori privati e sono pienamente d'accordo nell'investire soldi pubblici per scopi di ricerca spaziale.

Quello che trovo errato è il paragone fra soldi spesi per spazio e per il calcio: nel secondo caso si tratta di soldi privati spesi da società private che fanno il loro business, come qualsiasi altra azienda. E se girano certe cifre è perchè hanno anche le entrate (diritti TV, merchandising, sponsor etc).
Concordo sul fatto che la differenza fra stipendi di un ricercatore e un calciatore sia immensa e possa sembrare ingiustificata, ma i calciatori mica li paga lo stato con denaro pubblico per cui il paragone è sbagliato. Sono le basi del capitalismo

TheRealTommy

no, è una frase volutamente nominale, quindi il verbo è sottinteso

Mauro Morichetta

Non sono contento che gli USA monopolizzino un pianeta esterno, ci faranno pagare l'abbonamento. La cosa che maggiormente mi fa sentire in pericolo è che si potrebbe alterare degli equilibri delicato che comprometterebbero un equilibrio di cui conosciamo gli effetti solo in parte. So che risulterebbe fantascientifico e poco ortodosso ma a muovere le file delle cose oggi sono i soldi, che interessi potrebbero avere gli USA ad andare nello spazio se non per profitto, o li si spia tutto il mondo, meglio dei satelliti, oppure si porta qualcosa dalla Luna alla Terra, il che potrebbe nel tempo cambiare l'equilibrio di cui parlavo poco sopra. Premetto che sto usando solo la logica se qualcuno ha una opinione diversa sarò felice di ricredermi.

Andhaka

E dove pensi che investa a Nasa i miliardi che riceve dal governo per i suoi programmi? Mica si costruiscono tutto in casa nel garage. ;)

Hanno dozzine di appalti con aziende private e ci sono una marea di brevetti e nuove tecnologie che poi vengono rilasciati e sfruttati nel privato e nella produzione di cose anche quotidiane.

Sarebbero da vedere i numeri, ma sospetto che il giro di denaro per i privati non sia proprio così piccolo anche confrontato a quello di uno sport come il calcio o il football americano.

Cheers

Mauro Morichetta

Già me la immagino a voler spostare i crateri in base ad i suoi gusti...hahahaha dai si scherza

Mauro Morichetta

Sottile battuta non comprensibile da tutti.

Aster

bene

Hégésippe Simon

Una "S" saltata (come una "è" senza accento) è un errore di battitura, non disinformazione

Fabrizio

https://uploads.disquscdn.c...

Fabrizio

Piccola differenza che in quel caso si parla di soldi (ed interessi) privati

Aster

mah,si ma l'importante e non fare disinformazione,lo scienziato si chiama Louis Pasteur

Hégésippe Simon

"Non riescono" non è vero, quando conviene farlo ci si riesce benissimo. Se non ci credi fatti un giro a Dubai oppure a Las Vegas

Hégésippe Simon

Probabilmente era più appropriato il primo... Se in un post vuoi riportare quello che starebbe dicendo un altro mettilo tra virgolette, è più chiaro

Hégésippe Simon

Basta guardare
https://www.nasa.gov/mission_pages/LRO/news/apollo-sites.html

Aster

Ma ti rivolgi a me o al tizio che dice che serve andare sulla luna?!

Hégésippe Simon

"Pensiero" degno del mercato rionale. I virus si sconfiggono eccome, c'è riuscito Pateur 130 anni fa, ma per sviluppare un vaccino serve tempo. E poi, cosa c'entra l'una cosa con l'altra? Allora volete sconfiggere il virus ma la Ferrari non riesce a vincere il campionato mondiale?

MatitaNera

Intanto sarebbe il caso dim andarci per la prima volta, prima di tornarci

MatitaNera

manca un "fosse" prima di "una finzione"

Samuele Capacci

Sono parzialmente d'accordo, comunque sarà effettivamente la prima volta che una donna metterà piede sulla luna

Frantz

Oltre alla Terra, anche la luna è considerata di loro proprietà dagli USA?

suiras

Bhe non sbagli, però non hai nemmeno ragione. Questa e un’agenzia di cui si occupa dello spazio. Questo è il suo compito.

Andhaka

Soprattutto non sono sprecati dato che questo tipo di ricerca e sviluppo ha sempre avuto un enorme ritorno tecnologico ed economico nel quotidiano.

Ci sono dozzine e dozzine di materiali, idee e soluzioni tecnologiche ideate per il programma Apollo in uso nel nostro quotidiano e che ha fatto la fortuna di molti e la comodità di tutti. ;)

Cheers

Garrett

E nel 2050
1 milione di persone sarà già su Marte.

TheRealTommy

ho visto la serie tv For all mankind recentemente.
Nonostante appunto una finzione, le operazioni della nasa erano emozionanti e davvero coinvolgenti.

Sara Vignali

Considerando che vengono spesi decisamente piu soldi per vedere 22 pirla correre dietro una palla in mezzo ad un campo d´erba, direi che a questo giro sono soldi ben sprecati.

Garrett

"per la donna invece sarà la prima volta"

Non cambia. Quando si dice che l'uomo è andato sulla Luna, non si intende specificare il genere ma l'essere umano.
Quindi certe precisazioni risultano un pò troppo forzate.

HicSuntLeones

Non vedo l'ora di vedere quel razzo partire verso la Luna dopo 50 anni, di vedere foto ravvicinate incredibili della Luna e assistere al nuovo sbarco!

Samuele Capacci

Bellissimo! Non vedo l'ora di vedere avvenire tutto questo!!

Aster

Ti prego non ricominciamo con la storia e ma volete andare su marte e non riuscite a sconfiggere un virus.

Jiek

Sarò io ma mi pare veramente inutile colonizzare ora la luna o tentare di farlo quando nemmeno sulla terra riescono a rendere aree deserte un minimo di utile

Android

Recensione Sony Xperia 1 II: tra eccellenze e black out

Android

Realme X50 5G ufficiale in Italia | Recensione e Confronto X50 Pro

Android

La carica degli Snapdragon 765: sono gli smartphone del momento | Video

Windows

Migliori Notebook, Portatili e UltrabooK: i top 5 fino a 600 euro | Luglio 2020