Intelligenza artificiale arriva là dove non può l'uomo: prevede dove cadono i fulmini

08 Novembre 2019 164

Prevedere quando e dove un fulmine colpirà non è più una prospettiva fantascientifica, grazie ad un nuovo algoritmo messo a punto dal Politecnico di Losanna (Svizzera) che permette di sfruttare l'Intelligenza Artificiale proprio per questo scopo.

L'algoritmo in questione si basa sull'utilizzo di dati meteorologici tradizionali come pressione atmosferica, temperatura dell'aria, velocità del vento e umidità relativa; il team di ricerca ha messo in correlazione tutte queste informazioni con la mappa dei fulmini registrati in 12 anni dalle stazioni meteo svizzere, al fine di creare un modello predittivo in grado di anticipare dove e quando cadrà un fulmine all'interno di un'area di 30 chilometri di raggio.

Al momento l'algoritmo riesce a prevedere gli eventi con 10-30 minuti d'anticipo e la sua precisione si attesta attorno all'80%, offrendo quindi risultati che possono essere utili per prevedere eventuali tempeste elettriche. Ma non solo, visto che l'algoritmo può anche essere integrato all'interno del progetto europeo LLR (Laser Lightning Rod), attraverso il quale si punta alla creazione di un sistema di protezione dai fulmini sfruttando la tecnologia laser.

Il progetto, lanciato nel 2017, punta a sfruttare dei fasci laser che dovrebbero agire in maniera analoga ad un parafulmine, creando quindi un percorso sicuro che permetta al fulmine di raggiungere il terreno senza creare danni. L'algoritmo in questione potrebbe quindi aiutare il LLR ad essere operativo nel momento e nel luogo esatto in cui è richiesto il suo intervento (l'equipaggio della navicella Soyuz prende appunti...). Maggiori dettagli in FONTE.

Top gamma con batteria infinita e display super? Asus ROG Phone 2 è in offerta oggi su a 515 euro.

164

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Shingo Tamai

Buona vita anche a te...bastava non esordire con quella arroganza su una cosa che non avevi compreso e finiva lì

Evviva J !!

Sì sì va bene così infatti :-) ciao e buona vita . . .

Shingo Tamai

Ah e comunque, visto che editi i post, Milano piacenza in linea d'aria sono piu o meno 61 km. Se tu sei talmente analfabeta che prendi la distanza autostradale vuol dire che le tasse per farti studiare son stati soldi buttati.

Shingo Tamai

No, nel mio primo post non cito nessuna area ma solamente la distanza tra Milano-Piacenza. Boh vedi te se sei convinto così va bene.

Evviva J !!

Ahahah! Gli specchi sono scivolosi!! Non guardare quello che hanno scritto gli altri che tra l'altro non ho citato... Tu hai parlato di una distanza che va da Piacenza a Milano, e li un area di 30 km di raggio, sono fantascienza!

Shingo Tamai

Poco sopra l'utente turk parla di un'area di 2800km2 che altro non è che l'area del cerchio e poi l'ha approssimata ovvero 30x30x3,14=2826. Quindi anche lui non capisce una mazza?

Evviva J !!

Ah non sai dove li ho tirati fuori? Li hai citati tu indirettamente, parlando di una distanza che va da Piacenza a Milano, e lì in mezzo un'aria ora un raggio di 30 km proprio non ci si può tirare fuori!

Shingo Tamai

Va beh ci rinuncio se non vuoi capire "un'area di 30 chilometri di
raggio" tu ometti la parte finale ovvero raggio che
si misura in km, altrimenti avrebbero parlato "di un'area di 30 km²" che misura un'area QUADRATI. 73 non so da dove lo tiri fuori.

Evviva J !!

E come calcoli da 73km di distanza la tua immaginaria area o raggio di 30 km?

Evviva J !!

Rileggi bene l'articolo!
C'è scritto area di 30 km!
Ma dato che non sei capace ad andare leggere l'articolo te li porto io il testo qua: " al fine di creare un modello predittivo in grado di anticipare dove e quando cadrà un fulmine all'interno di un'area di 30 chilometri di raggio" purtroppo quello dislessico siete è un oculista non può proprio farci niente!

Shingo Tamai

A me hanno correttamente insegnato che l'area si misura in km² e i km misurano un vettore, se non sai leggere non è colpa mia. C'è scritto chiaramente area con raggio di 30 chilometri. Se sei dislessico posso solo compatirti, e vai anche da un'oculista bravo.

Evviva J !!

Concordo sull'ambiguità dell'articolo tradotto in italiano...

Evviva J !!

Mi sa che in prima elementare ci devi tornare te se non all'asilo, non si parla di raggio di 30 km, ne di un area con raggio di 30 , bensì l'articolo scritto in italiano parla di area di 30 km !!

Evviva J !!

Ecco adesso è chiaro, l'articolo originale era differente, perché francamente a leggerlo in italiano avevo inteso ben altro!

Evviva J !!

No, é un area di 30 km, non un raggio di 30 km !!
E si parla di punto in un area con una precisione predittiva dell'80%

marco bovio

Non sarà più necessario usare il plutonio per alimentare il flusso canalizzatore delle nostre DeLorean.

Riccardo Revilant

Oramai non mi sorprendo più di questi comportamenti, sembra che la notizia in se conti poco, la cosa importante è attrarre la gente, i CLICK.
Impoverimento culturale e sociale...ma così è. Evidentemente per salire in alto devi prima scendere in basso.

Guido

Attenzione. Il fatto che la previsione sia fatta all'interno di un'area (di 30 km di raggio) non significa necessariamente che sia fatta con riferimento ad un punto preciso all'interno di quest'area.

Guido

Sicuramente è una buona notizia a prescindere perché la ricerca non fa mai male ma l'articolo originale è sensazionalistico e tale è, di conseguenza, questo di HD Blog mentre leggendo l'articolo su Nature tutta questa eccezionalità viene meno.

Guido

Mi suona molto come quelli che ogni tanto se ne escono con la dimostrazione dell'ipotesi di Riemann utilizzando solo addizioni e sottrazioni.

Guido

Errore. Sopra ho riportato il link al "paper" originale. Leggilo e ti renderai conto che hai male interpretato. L'errore di base risiede nell'ambiguità lessicale dovuta al modo in cui è stato tradotto l'articolo originale (non il paper che ho linkato io, intendo l'articolo in inglese che parla del paper) dovuta a sua volta all'ambiguità lessicale dovuta al modo in cui è stato scritto l'articolo originale. Inoltre nel paper non si parla affatto di 80% di previsioni azzeccate. La stima dell'80% delle previsioni azzeccate compare in alcuni articoli in inglese nei quali è stato intervistato uno dei ricercatori il quale spiegando in modo semplice quello che hanno fatto ha detto che una volta che sia stata allenata, questa IA potrà arrivare a previsioni corrette nell'80% dei casi.

talme94

Secondo me la parte veramente interessante dell'articolo citato nella fonte è questa:

“Current systems are slow and very complex, and they require expensive external data acquired by radar or satellite,” explains Amirhossein Mostajabi, the PhD student who came up with the technique. “Our method uses data that can be obtained from any weather station. That means we can cover remote regions that are out of radar and satellite range and where communication networks are unavailable.”

What’s more, because the data can be acquired easily and in real time, predictions can be made very quickly – and alerts can be issued even before a storm has formed.
Shingo Tamai

Si infatti mi sa che devi tornare in prima elementare e ripassare Italiano e geometria. All'interno di un'area (cerchio) con raggio di 30 chilometri (dal punto in cui mi trovo)

Evviva J !!

Non si parla di raggio, ma di area !!
Geometria e italiano portami via !!
Non parlare e leggere a vanvera.

Riccardo Revilant

E' ambiguo...può indicare entrambe le cose, sia punto preciso entro un'area che un punto entro un'area precisa.
Ad ogni modo si intuisce che non possono prevedere il punto preciso per logica...altrimenti avrebbero detto "predice il punto esatto dove cade il fulmine nell'80% dei casi e non avrebbero fatto riferimento ad aree più o meno estese.

Shingo Tamai

Geometria portami via, Milano-Piacenza sono 60 km. Raggio 30, diametro 60. Non parlare a vanvera.

Evviva J !!

"al fine di creare un modello predittivo in grado di anticipare dove e quando cadrà un fulmine ALL'INTERNO di un'area di 30 chilometri di raggio"

DOVE? ALL'INTERNO DI UN'AREA, QUINDI DI UN PUNTO PRECISO NEL RAGGIO DI 30 KM, ALTRIMENTI SAREBBE GIUSTO SCRIVERE, I FULMINI CADRÀ IN UN RAGGIO DI 30 KM....
ECCO LA PREVISIONE!

Riccardo Revilant

Forse ho inteso male ma il fatto di prevederli in un certo perimetro e inun certo lasso di tempo non credo sia pensato per il fulmine "standard" che vediamo piantarsi su un parafulmine o scaricarsi in mare...
Credo sia pensato per eventi particolarmente pericolosi e questo non può che esser un bene.
Tenete presente che come in tutte le cose si migliora e presumibilmente riusciranno a prevedere sempre più precisamente gli eventi, sino magari ad ottenere risultati tali da renderli utili persino a sfruttare i fulmini che cadono inqualche modo. Chi può saperlo ora?
A me pare una buona notizia a prescindere.

Riccardo Revilant

DOVE? in un'area di 30Km , QUANDO? tra 10 o 30 minuti...ecco la previsione.

Evviva J !!

"al fine di creare un modello predittivo in grado di anticipare dove e quando cadrà un fulmine all'interno di un'area di 30 chilometri di raggio"
Scusa ma cosa avrai frainteso? Leggendo l'articolo riportato qui su HDblog, si parla chiaramente di ”dove e quando cadrà" e "all'interno"

Mi pare di capire che tu abbia inteso che possa calcolare che caschi un fulmine entro 30 km, invece questo algoritmo è in grado di stabilire che dentro 30 km cadrà un fulmine in un preciso punto, con un margine del 80% di previsione è un anticipo di un minimo di 10 minuti....
Almeno così ho inteso io durante la lettura...

Guido

Qualora qualcuno fosse interessato a leggere la ricerca originale vi lascio il link:

https://www. nature. com/articles/s41612-019-0098-0

Guido

Credo che tu abbia frainteso. Tu hai inteso che questi ricercatori prevedono in quale punto cadrà un fulmine all'interno di un'area di ampiezza massima di 30 km di raggio liberamente assegnata in precedenza e le loro previsioni si rivelano esatte nell'80% dei casi. Il punto è che non è questo quello che fa il loro algoritmo. Il loro algoritmo ti dice che tra un minimo di 10 minuti ed un massimo di 30 minuti cadrà un fulmine all'interno di un'area di 30 km di raggio avente centro in una stazione meteorologica e questa previsione è giusta nell'80% dei casi.

Babi

Va be la butto lì...e se invece di trovare il modo migliore per ripararci da loro cercassimo di sfruttarli in qualche modo?
Non credo sia impossibile no?

Bronski

marty mc fly e doc brown ci sono riusciti nel 1955... DILETTANTI!

Evviva J !!

Ammazza ragazzi quanti commenti negativi per una cosa così eccezionale !!
lo dico sempre io che il problema dell'Italia e la negatività delle persone !!
Comunque che in un raggio di ben 30 km possa sapere dove andranno a cascare l'80% dei fulmini, e eccezionale!
Neanche uno in 5 km si poteva prevede prima...
Da come cercano commentato sembra che loro potessero prevederlo lanciando i dadi...
Questa è una notizia eccezionale, prevedere dove cadessero i fulmini in passato, era solo prerogativa di maghi e fattucchiere da romanzi fantasy...
Ovvio che non sia ancora una precisione del 100% la strada è quella giusta!

Evviva J !!

Ehm... Milano Piacenza 30 km ???? Geografia portami via....
Comunque che in un raggio di ben 30 km possa sapere dove andranno a cacscare l'80% dei fulmini, e eccezionale! Neanche uno in 5 km si poteva prevede prima...

Eh si perché ovviamente il progetto è finito qui...sì sì

Guido

Ma dai! 80% su un'area di 30 km di raggio! Ma che predittività è questa! Ma per cortesia!

L0RE15

Area di 30 km di raggio e ci prende, se va bene, 8 volte su 10. Diciamo che, forse, un veggente nepalese riesce uguale. Ad ogni modo, bene per l'impegno: la meteorologia ha molti misteri ed é una scienza affascinante ma davvero complessa da analizzare.

Turk

Allora mi è più utile sapere che un fulmine cadrà su un'area di 2800km2

Jiek

Se vabbè , la fai troppo semplice.
Che fai riempi il cielo di misuratori? XD

comunque non scommetto troppo su questa AI , è come prevedere dove cadrà la goccia d'acqua giù dal balcone dopo averla vista per 10 anni....puoi dire che i punti saranno gli stessi, ma chi ti garantisce al 100% che non cade su un nuovo punto ?

Ma poi non che non mi fidi delle nuove tecnologie , è solo che queste ricerche sono molto meh proprio perché esistono già soluzioni , pur più laboriose.

Sempre più utile di commenti tipo il tuo.

Jiek

Avendo come base le condizioni metereologiche di 10 anni prevederà sempre quei soliti posti che vengono fulminati e quindi il 20% dei fulimini predetti ricade sul restante 99% di fulmini in "nuovi" posti.

Ngamer

IA è il nuovo 4k :P

MatitaNera

Beh non sono gli unici. La 'AI' ormai fa tutto.

MatitaNera

Si può usare algoritmo. Ma non è smart.

Turk

Utile come Belen per un ottantenne.

Daniel Ocean

La percentuale riportata è sicuramente attribuita all'intervallo di confidenza, che però non è riportato, a meno che non sia il raggio di 30km ma mi pare davvero grande.

Daniel Ocean

Ormai viene chiamata IA qualsiasi programma/algoritmo che ha come base l'inferenza statistica.
Converrai anche tu che è molto più carino da sentire Intelligenza Artificiale che Inferenza Statistica.

Sandro Pignatti

lo sa solo chi ha scritto l'articolo. Ed è pure fastidioso che prendano in giro.

Mobile

Recensione Timekettle WT2 Plus: come parlare e comprendere 36 lingue | Video

Android

Motorola Razr 2019: un tuffo nel passato e uno sguardo al futuro | Anteprima Video

Mobile

Il mobile in Africa: nulla è scontato | Storie

Android

Migliori Smartwatch e Smart Band da compare al Black Friday 2019: ecco i top 7