Samsung torna in Russia a ottobre? L'azienda non conferma né smentisce

16 Settembre 2022 168

Samsung potrebbe riprendere le sue attività in Russia. L'indiscrezione proviene dal quotidiano Izvestia che cita delle fonti vicine alla società di Seul, poi ripresa da Reuters. Samsung aveva interrotto le vendite a marzo, quando comunicò attraverso una nota l'intenzione di sospendere le spedizioni di tutti i prodotti, gli smartphone naturalmente ma anche i chip e gli altri prodotti elettronici, esprimendo il suo sostegno nei confronti dell'Ucraina e degli ucraini:

A causa degli sviluppi geopolitici, le spedizioni verso la Russia sono state sospese - spiegò Samsung sei mesi fa. Continuiamo a monitorare attivamente questa complessa situazione per determinare i nostri prossimi passi. I nostri pensieri vanno a tutti coloro che sono stati colpiti e la nostra priorità è quella di garantire la sicurezza di tutti i nostri dipendenti e delle loro famiglie. Abbiamo in programma di sostenere attivamente gli sforzi umanitari in tutta la regione, compresi gli aiuti ai rifugiati.

Adesso quella che potrebbe essere una brusca e improvvisa inversione di marcia. Fino all'invasione dell'Ucraina, Samsung era il principale produttore di smartphone in Russia con una quota di mercato del 30%: che l'azienda si sia resa conto di non riuscire a sostenere i mancati introiti della regione, che del resto ha totalmente rinunciato ai prodotti di Samsung? Nonostante il disimpegno, da qualche mese a questa parte i russi non hanno potuto nemmeno acquistare i cosiddetti prodotti grigi, ossia d'importazione, per il "disinteresse dei rivenditori".


Izvestia ha persino dato dei riferimenti precisi: "La ripresa delle spedizioni e il via alle vendite è probabile che avvengano ad ottobre", quando potrebbero ripartire anche le attività dello shop online. Samsung nel frattempo ha continuato ad aggiornare il suo portale russo: nessun prodotto può essere acquistato, ma in elenco ci sono pure i recenti Galaxy Z Fold 4 e Z Flip 4, presentati diversi mesi dopo l'invasione e il successivo disimpegno.

Nonostante gli iPhone 14 siano belli che ufficiali, Apple, il principale "rivale", ha scelto una strada diversa: sul portale russo i modelli più recenti pubblicizzati in homepage sono ancora gli iPhone 13, comunque non disponibili all'acquisto. Samsung - segnala Reuters - non ha smentito né confermato l'indiscrezione: "Nulla è ancora deciso", avrebbe fatto sapere.


168

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Maurizio
Davide
Maurizio

Certamente, ma alla prossima invasione, una a caso, della Polonia per esempio, oltre a farci stare al freddo ci fanno stare anche senza farina.
Fatti furbo, accendi il cervello, pubblicità progresso.

Davide

E quindi? Prima erano alleati e i gas ce lo davano a buon prezzo

Maurizio

Certo, ma se si annettono l'Ukraina altre al monopolio sul metano ottengono anche il monopolio sul grano. SVEGLIA 11!!1!!!111!

Maurizio

Anche io, infatti voglio che la guerra continua fino a quando non c'è un vincitore ... mi sono comprato un sacco di pop-corn.

Cloud387

Non sono mica miss italia che vuole pace nel mondo.

Davide

Possono anche prenderla tutta per quanto mi riguarda. Il potere sulle materie prime sta nel fatto che il gas ce l'hanno loro, non certo nel possedere parte dell'Ucraina

T. P.

ah ecco! grazie! :)

Maurizio

Ma come mai non hai detto sarebbe stato meglio che la Ruzzia non si fosse annessa la Crimea e cercato di fregarsi anche il Donbass?

Maurizio

Certo che non vedi proprio una spanna oltre il tuo naso, non potresti certamente fare lo stratega. Se abbiamo problemi adesso che l'Ucraina non è ruzza, figuriamoci dopo quando sarà stata annessa alla Ruzzia ed ne aumenterà il suo potere militare e di ricatto per le materie prima.
SVEGLIA !!11!11!!11

Maurizio

Hanno anche delle armi nuove, ma sono poco precise e sopratutto ne hanno poche perchè costano molto, come i tank T14 armata. Certo che se prima vendevano armi in tutto il mondo spacciandole per formidabili, ora ne venderanno un po' di meno.

Maurizio

tasso di disoccupazione USA è al 3,5%

sopaug

non capisco l'italiano di ciò che hai scritto, semplicemente in russia non arriva più un circuito integrato che sia uno e quindi spostano la produzione in posti non sanzionati.

sopaug

cosa avrebbe di così sconvolgente questa immagine, da "distruggere la narrazione corrente"?

silviano creduloni

no

Fede64

considerazioni intelligenti ne abbiamo?

0l0 0¥0

No vax, vero?

0l0 0¥0
0l0 0¥0

Non le sanzioni, ma gli sciacalli (cioè noi) che si aprofittano delle sanzioni

meyinu

Stavo vedendo la TASS e ho visto una immagine che però su euronews, RAi, la7 non potrebbe mai essere mostrata perché distruggerebbe la narrazione corrente:

https://uploads.disquscdn.c...

Poi fanno sanzioni sulla base di quello che i giornali mostrano...

Daniele Davide

Bravo, Il D-o di Israele, il D-o della Bibbia.

daniele

Sbrigatevi a far uscire sto s23 snap

meyinu

L'unica soluzione era (passato) quella di comprare il pellet l'anno scorso, perché già questa estate il prezzo è schizzato.

Secondo me l'unica possibilità perché il prezzo cali è quello che trovino il modo di fare importazioni parallele dalla Russia oppure che le istituzioni non indaghino troppo da dove viene il pellet. Ho letto che adesso stanno disboscando boschi millenari in Romania per fare il pellet che arriva principalmente in Italia:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/09/07/le-foreste-protette-in-romania-abbattute-per-produrre-pellet-e-litalia-tra-i-maggiori-clienti-linchiesta-di-eia-con-greenpeace/6794070/

“Abbiamo dei clienti in Italia che chiedono quantitativi molto elevati di pellet e non riusciamo a soddisfare del tutto le loro richieste. Abbiamo una produzione media di 50-60 camion di legno al mese”. È un frammento della conversazione telefonica di un agente sotto copertura dell’Environmental Investigative Agency (Eia) – che si è finto un potenziale acquirente – e un responsabile di ABC EcoForest, azienda che si definisce il maggiore produttore di pellet nella Romania occidentale, certificata con il marchio di qualità internazionale ENplus.
meyinu

Non mi pare che la CSI c'entri molto con la narrazione che mi pare stia avvenendo nei giornali e nelle TV (ma non ho letto gli articoli di giornali in tal senso ma solo i titoli). Comunque queste narrazioni che appaiono nei media non è detto che abbiano un sottofondo di realtà. Anche se, ammetto, sono utili per chi le fa.

Alex

Chi?

Costello

Secondo me hai ragione da vendere, io pure la penso uguale. Non capisco perché sprechi fiato con gente imbottita dal TV!

Costello

Hanno invaso Ucraina!

Costello

Non perde tempo coi sordi!

R4nd0mH3r0

Lo so bene visto che ho una stufa a pellet da 1 anno

Fede64

Secondo te i parlamentari italiani, pagati da NOI, fanno gli interessi NOSTRI, o si fanno i loro? Sono gente preparata o stanno li per grazia ricevuta?
Parti da questo per chiederti se gli enti sovranazionali, tipo EU, FMI, ONU, NATO, che dovrebbero vegliare sui popoli per il LORO bene, in realtà non siano venduti o peggio ancora collusi, tipo mafia e si facciano i PROPRI interessi.
Datti una risposta

Vive

Praticamente l'Unione Euroasiatica che tanto voleva Putin solo che il leader è la Cina e non la Russia.

Questo non lo so..se vuoi sapere la mia opinione te la do. Se invece vuoi sapere la "Verità rivelata"...beh, allora rivolgiti pure a quelli che si credono dei guru della geopolitica equamente divisi tra Washington e Langley. Se leggi i post quassù e ne troverai a bizzeffe!

Ti ricordo che l'America, a guerra finita, fece incetta di menti e tecnologie DICHIARATAMENTE naziste.

"L'Operazione Paperclip fu un programma segreto della Joint Intelligence Objectives Agency (JIOA) portato avanti specialmente dagli agenti speciali del CIC. In questo progetto più di 1.600 scienziati, ingegneri e tecnici tedeschi, come Wernher von Braun e il suo team del missile V-2, furono portati dalla Germania agli Stati Uniti, affinché fossero assunti dal governo statunitense, principalmente tra il 1945 e il 1959. Alcuni erano ex-membri del partito nazista, altri ex leader."

O vogliamo parlare di quando il Time dedicò la prima pagina a Hitler?

Anche te italiano memoria corta o memoria per quello che vuoi tu?

Alex

Ah okay. Ma infatti i giovani sono intelligenti e moderni, i vecchi ancora sono fermi alla guerra fredda

Alex

Libere ed indipendenti?

Alex

Successe si, poi c'è da capire come. Credere alle fake news russe però non è corretto

Alex

Vedremo

Alex

Chiaro tutto, però non sono giustificati in nessuna maniera a fare ciò che stanno facendo. 80 anni fa si sono più o meno schierati dalla parte giusta, ora invece si stanno comportando esattamente come la Germania Nazista. Non si può giustificare la Russia per nessun motivo ora.

Alex

Con la vittoria Ucraina?

Gatsu

Ti ricordo che il primo vero alleato dei nazisti nella seconda guerra mondiale è stata proprio la Russia... Con un patto di non belligeranza dove Hitler avrebbe fatto gli affari suoi da una parte e la Russia avrebbe preso parte alla guerra in Europa per prendersi altri territori... Quando Hitler si rese conto che i Russi militarmente facevano schifo, decise di prendersi anche loro... Ma fortunatamente i tedeschi, per quanto forti, preparati e tecnologicamente avanzati erano cmq su troppi fronti e l'America fece il resto... Quando dici "ricordare solo parte della storia che fa comodo" dovresti mettertici dentro anche tu mi sa...

Gatsu

Ma se anche i russi ormai dicono sulle loro TV che è giusto bombardare obbiettivi civili per eliminare quanti più "nazisti" possibili... Oramai manco nel loro paese cercano di tenere "la faccia pulita", hanno cominciato a fare credere alla gente che è giusto così...

Gatsu

Chiamale elezioni...

Gatsu

O non ho capito io, o tu non hai idea di ciò di cui parli...

Daniele Davide

la palestina NON esiste, non è mai esistita, quindi non c'è mai stato NESSUN genocidio.
In Ucraina ci sono le fosse comuni, la Russia sta commettendo un genocidio, oltre a crimini contro l'umanità. Uccidono anche i bambini.

Xylitolo

abbiamo pompato fino a ieri, ma nel frattempo continuando a retribuire, non era di certo gratis! se mai dovesse perdurare il blocco prima o poi con la scusa di riportare la "vera democrazia" o con qualsiasi altra scusa, saremo tutti in guerra, e questo lo sanno pure i muri del cremlino che chi non ha prima o poi se lo prende se non ha alternative!
se non sbaglio anni fa qualcuno pubblicò un libro, o scisse articoli giornalistici, nel quale raccoglieva documenti trapelatii da agenzie sulla sicurezza internazionale, in alcuni di questi file veniva calcolato che intorno al 2025 sarebbe iniziata la terza guerra mondiale.
che tutto ciò sia studiato a tavolino, o siano tutte fake, le cose non si mettono per niente bene!

meyinu

Neanche a quello:

Apple non può venderlo ma iPhone 14 arriverà lo stesso in Russia

L’operatore russo Mobile TeleSystems (MTS) non ha perso tempo e ha da subito attivato i preordini per iPhone 14, a prezzi che partono da 84.990 rubli, ovvero circa 1.393 euro per la versione da 128 GB (rispetto ai i 1.029 euro del prezzo di listino italiano). I prezzi sono aumentati e non c’è garanzia per i clienti di ricevere subito il dispositivo: l’operatore avverte che possono essere necessari fino a 120 giorni prima che un ordine venga evaso.

https://www.macitynet.it/iphone-14-in-russia/

meyinu

Parlate di Samsung ma non avete dato la notizia di qualche giorno fa in cui Huawei sta spostando il proprio personale dalla Russia a:

China’s Huawei Moves Russian Staff to Central Asia – Vedomosti

Secondo Vedomosti, dopo l'invasione russa dell'Ucraina, Huawei ha iniziato a trasferire i dirigenti e i capi delle divisioni cinesi e russi in Kazakistan e Uzbekistan.

Fonte il giornale The Moscow Times.

Lo spostamento del personale in una nazione CSI comporta che in pratica siano fuori dalle sanzioni USA ma siano dentro la Russia a livello di commercio di Smartphone e altri device.

https://www.themoscowtimes.com/2022/09/05/chinas-huawei-moves-russian-staff-to-central-asia-vedomosti-a78716

meyinu

Accordi di Minsk garantiti dalla Francia e soprattutto dalla Germania che quando si trattava di garantirli si è voltata dall'altra parte e ha semplicemente detto che non erano nel suo interesse. Hanno avuto 8 anni per eseguire alla lettera quello che era scritto in quegli accordi ma li hanno bruciato appena dopo averli firmati.

meyinu

4 euro al sacco costava il pellet l'anno scorso, adesso al supermercato un sacco di dubbia qualità l'ho visto a 11.50 euro.

Tu scherzi ma per le sanzioni stanno facendo volare non solo il metro cubo di gas ma anche il pellet e a ruota la legna da ardere: di questo passo dobbiamo bruciare i copertoni per scaldarci?

Recensione Honor 70, fascia media a chi?

Realme GT 2 Explorer Master: la summa dei Realme 2022 | Video

In vacanza con lo Xiaomi 12S Ultra: che smartphone e che foto! Video

Abbiamo provato i nuovi Galaxy Z Fold4 e Z Flip4, ecco le novità! | VIDEO