Su SmartThings Find oltre 200 milioni di nodi, "sentinelle" pronte ad aiutare

15 Luglio 2022 12

Ha raggiunto il traguardo dei 200 milioni di nodi, SmartThings Find, il servizio integrato nell'app SmartThings che aiuta a localizzare telefoni, tablet, auricolari e pure l'orologio, per evitare di perderli o per provare a recuperarli dopo averli smarriti. SmartThings Find raggiunge il dispositivo o i dispositivi e poi li colloca all'interno di una mappa con informazioni dettagliate, come la posizione in tempo reale ma anche quelle passate.

Questo avviene quando sono relativamente vicini alla zona di ricerca, mentre in caso contrario si può decidere di chiedere aiuto al network degli utenti Galaxy qualora uno di essi riuscisse a localizzarlo. E riguarda proprio quest'ultima possibilità il traguardo dei 200 milioni di nodi annunciato da Samsung: sono i cosiddetti nodi Find, ossia dispositivi che si sono registrati al servizio SmartThings Find e che all'occorrenza forniscono aiuto altri utenti Galaxy per ritrovare gli oggetti che avessero smarrito. Lo scorso settembre aveva raggiunto i 100 milioni di nodi, adesso, poco meno di un anno dopo, sono il doppio.


SmartThings Find combina le tecnologie Bluetooth Low Energy (o BLE) e Ultra Wideband (UWB) per localizzare i dispositivi. Entrambe le tecnologie sono utili a corto raggio, mentre quando le prime ricerche vanno a vuoto e bisogna estendere il campo di ricerca diventa decisiva la "vigilanza" degli altri utenti Galaxy registrati al network, i nodi Find per l'appunto che da poco sono diventati 200 milioni. Il dispositivo smarrito può essere rintracciato anche se non connesso alla rete.

La sicurezza dei dati sulla posizione, specifica Samsung, è garantita prima dalla crittografia poi dalla piattaforma di sicurezza mobile Knox. "I dati sulla posizione di un dispositivo - scrive l'azienda - vengono condivisi con altre persone solo con il permesso dell'utente, e l'ID del dispositivo di ciascun utente cambia ogni 15 minuti e viene archiviato in modo anonimo".

Siamo orgogliosi ed entusiasti di vedere quanto è cresciuto rapidamente il servizio SmartThings Find. In meno di due anni, 200 milioni di dispositivi hanno deciso di aiutare altri utenti Samsung Galaxy a trovare i loro dispositivi smarriti, rendendolo uno dei servizi Samsung dalla crescita più rapida - ha dichiarato TM Roh, presidente e capo della divisione mobile di Samsung. Perdere un dispositivo può essere stressante, ma SmartThings Find ne semplifica l'individuazione e il recupero. È solo un esempio del modo in cui un ecosistema connesso di dispositivi possa creare esperienze significative per gli utenti Samsung Galaxy di tutto il mondo.


12

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ghost

Dato che Samsung non si unirà mai a google e/o google non sembra voler intraprendere la strada di Apple, Samsung è la cosa più vicina ad Apple su Android (anche se per niente all'altezza a livello di ecosistema)

Callea

L'ecosistema Samsung da solo è inconsistente contro Apple.
L'unica concorrenza possibile è passare per Google e coinvolgere tutta la base installata di Android non solo i Galaxy.
Samsung non è Apple, è solo un "vorrei ma non posso".

Squak9000

e vabbè... piano piano i nodi aumenteranno.

Io uso iphone... e tutto Apple ma riconosco che rispetto ad altri produttori Samsung si impegna anche nel fare qualcosa a livello di servizi.

Felix
idee giuste e funzionali

Non è funzionale con solo 200milioni di nodi… un servizio del genere si basa totalmente sulla rete di dispositivi che ha attivo il servizio stesso. Avessero voluto lavorare seriamente avrebbero collaborato con Google per implementare una cosa del genere di sistema, in modo da avere una rete formata da ogni smartphone Android, non solo dai pochi Galaxy.

Ha la stessa utilità che avrebbe un “Dov’è” di Apple che funziona esclusivamente su qualche milione iPhone 11, anziché su oltre 1 miliardi di dispositivi iOS attivi nel mondo.

ghost

Sono d'accordo se qualcuno può fare concorrenza ad Apple è Samsung, con i limiti causati dalla diffusione.

Squak9000

beh... almeno stanno facendo qualcosa dal punto di vista dei servizi e non si limitano al telefonino pieghevole, senza tacca, con i led colorati e giochini vari come fa il resto dei produttori.

Tutti prendono idee anche da altri... la cosa importante è che siano idee giuste e funzionali.

Felix

Imbarazzantemente pochi, vogliono copiare la rete Dov’è di Apple, senza avere i numeri alla Apple per poterlo fare… a trovarlo uno di quei 200milioni che ti dia la posizione.

R4nd0mH3r0

https://uploads.disquscdn.c...

MatitaNera

Vedo che avete sistemato...

MatitaNera

Il 'di' prima di sentinelle non c'entra nulla

pol206

200 milioni di sentinelle, sarà dura per la Nabucodonosor
https://uploads.disquscdn.c...

T. P.

più connessi di così!!! :)

https://media3.giphy.com/me...

Recensione Sony Xperia 5 IV: unico ma non per tutti

Recensione Honor 70, fascia media a chi?

Realme GT 2 Explorer Master: la summa dei Realme 2022 | Video

In vacanza con lo Xiaomi 12S Ultra: che smartphone e che foto! Video