Samsung: miliardi di investimenti nei settori strategici entro il 2026

24 Maggio 2022 3

Samsung ha grandi progetti per il futuro e per realizzarli è disposta a mettere in campo oltre 356 miliardi di dollari. Saranno impiegati in settori strategici, comprendenti quello dei chip ma non solo. Questa pioggia di miliardi servirà per accelerare la crescita del settore dei semiconduttori, del comparto biofarmaceutico e di altre tecnologie di prossima generazione. Un piano con un orizzonte temporale ben definito: cinque anni, da ora al 2026.

PIOGGIA DI MILIARDI PER SOPRAVVIVERE NEL LUNGO PERIODO

Non sono stati forniti dettagli su come saranno ripartiti gli investimenti nei vari mercati, ma gran parte di essi - l'80% - si concentrerà in Corea del Sud. Samsung ha precisato che la cifra comprende anche i 151 miliardi di dollari confermati lo scorso anno.

Il nuovo programma espande ulteriormente gli obiettivi del precedente piano strategico del 2018 ed è giustificato dalla volontà dell'Azienda di mantenere la propria leadership tecnologica sia in patria, sia all'estero soprattutto durante le situazioni di emergenza, come quella causata da una pandemia o da una guerra alle porte dell'Europa.

Investimenti da capogiro, ma necessari per attuare la strategia a lungo termine del colosso sudcoreano, che spiega in una nota:

L'industria dei chip protegge l'economia coreana... Il nostro investimento aggressivo è una strategia di sopravvivenza, nel senso che quando perdiamo la nostra competitività, è quasi impossibile tornare indietro.

Il riferimento alla necessità di continuare ad essere competitivi, in questo periodo, non può che essere messo in relazione con le strategie adottate dai concorrenti di Samsung nel mercato dei semiconduttori. Si pensi al grande progetto di ristrutturazione e revisione delle attività produttive avviato da Intel lo scorso anno e che prevede investimenti anche in Italia, e agli altrettanto rilevanti investimenti di TSMC, anch'essa interessata ad espandere le linee di produzione raggiungendo l'Europa e il mercato italiano.

A beneficiare del rinnovato impegno di Samsung ad investire in ricerca tecnologica potrebbe essere anche l'attività di sviluppo in prima persona di processori per dispositivi mobili di cui si è parlato proprio oggi. Le fonti coreane riferiscono di un chip Samsung che potrebbe entrare in diretta competizione con l'Apple Silicon e arrivare sul mercato entro il 2025.


3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
NaXter24R

I Chaebol sicuramente fanno la voce grossa, il problema è che una ha più di un quinto, che è impressionante. Non che Hyundai non lo sia, ma il 20% fa paura

CAIO MARIOZ

La Corea è tenuta in piedi dalle multinazionali

NaXter24R

Vero che non è solo Samsung Electronics, ma praticamente potrebbero comprarsi la Corea e fare quello che vogliono. Impressionante.
Questo sul PIL del periodo 2020-2021

Samsung Group that posted 333 trillion won in sales accounted for 20.8 percent, followed by Hyundai Motor Group with 181 trillion won or 11.3 percent, SK Group 139 trillion won or 8.7 percent and LG Group 123 trillion won or 7.7 percent.

The fifth biggest business group by sales was Posco that recorded 60 trillion won in revenue which took up 3.8 percent, trailed by Nonghyup 59 trillion won or 3.7 percent, Hanwha 56.6 trillion won or 3.5 percent, Lotte 56.4 trillion won or 3.5 percent and GS 48 trillion won or 3 percent.

The combined net profit of the 71 groups reached 55 trillion won in 2020, down by 2 trillion won from a year earlier. Samsung represented 37 percent with a net income of 20.7 trillion won.

Abbiamo provato i nuovi Galaxy Z Fold4 e Z Flip4, ecco le novità! | VIDEO

Recensione TV Samsung QLED QN90B: Mini LED alla prova di maturità

Samsung Galaxy S22 Ultra Snapdragon vs Exynos: il nostro test | VIDEO

iPhone 13 Pro vs Galaxy S22 Ultra: cosa può imparare Samsung da Apple