Samsung sviluppa Quantum Dot blu che emettono luce, ma i TV sono ancora lontani

21 Ottobre 2020 48

Il Samsung Advanced Institute of Technology (SAIT) ha sviluppato un nuovo processo per la creazione di Quantum Dot blu capaci di emettere luce autonomamente. Parliamo dunque della tecnologia che in gergo prende il nome di QDEL (Quantum Dot ElectroLuminescent), secondo la definizione data da Nanosys, leader nel campo dei materiali per Quantum Dot. Samsung parla invece di QLED ma non da intendersi come gli attuali TV in commercio, frutto di una definizione di natura commerciale che identifica prodotti con tecnologia LCD abbinati a Quantum Dot; questi elementi convertono la luce proveniente dalla retroilluminazione in rosso e verde e si aggiungono al blu (che si lascia passare intonso) per creare tutte le componenti cromatiche primarie.

I QDEL sono Quantum Dot capaci di emettere luce propria, senza l'ausilio di una retroilluminazione, come abbiamo spiegato nel dettaglio in questo approfondimento. Al momento la tecnologia è ancora in fase di sviluppo e tra le difficoltà incontrate c'è proprio la creazione di Quantum Dot capaci di emettere luce blu (per ogni pixel servono i tre primari: rosso, verde e blu). Le problematiche si manifestano sotto forma di rapida ossidazione e perdita di efficienza luminosa e portano ad una durata molto bassa degli emettitori QDEL di colore blu. Ecco perché i display QDEL non sono ancora in commercio e anche i prototipi alle fiere di settore sono stati mostrati in rare occasioni.


La soluzione proposta dai ricercatori del SAIT migliora proprio la longevità dei Quantum Dot blu ricorrendo al seleniuro di zinco (ZnSe) e senza cadmio, un elemento scartato già da tempo per via della sua tossicità. I risultati ottenuti sono stati molto positivi benché, è bene chiarirlo subito, siamo ancora decisamente lontani dalla possibilità di sfruttare la tecnologia sui televisori. I Quantum Dot blu sviluppati dal SAIT hanno un'efficienza luminosa superiore del 20,2% e possono raggiungere una luminanza massima di 88.900 nits.

La durata è stimata in 16.000 ore per una luminosità di 100 nits; questo dato è riferito al T50 e dunque al tempo necessario per dimezzare la luminosità di partenza. Al crescere della luminosità diminuisce anche la durata: si parla di 442 ore con 650 nits, 165 ore con 1.050 nits e solo 52 ore con 2.000 nits. È dunque facile capire perché dicevamo che l'utilizzo su un comune TV è ancora ben lungi dall'essere realtà, anche se ovviamente questo non toglie valore ai risultati della ricerca pubblicata anche su Nature.


Per avere un'idea più precisa dei progressi compiuti è sufficiente confrontare i dati summenzionati con quelli riportati da Nanosys in precedenza. Come si può vedere nella tabella in fondo all'articolo i Quantum Dot rossi e verdi avevano già una durata molto superiore al blu. Il T50 a 100 nits riporta una durata di 88.000 ore per il rosso e 38.000 ore per il verde. Il blu si attesta invece a 350 ore, una longevità molto inferiore rispetto alle 16.000 ore raggiunte tramite la soluzione proposta dal SAIT.

È pertanto evidente che il lavoro portato avanti dai ricercatori Samsung è molto importante e pone le basi per ulteriori avanzamenti, con la speranza che in futuro si possano ottenere emettitori capaci di garantire una superiore luminosità e una durata nel tempo compatibile con l'utilizzo in primis sui TV ma anche su altre tipologie di schermi, come ad esempio notebook e automotive, due dei settori che la stessa Nanosys ritiene possibili per i QDEL.



48

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Massimo Olivieri

Plasmonic ha sviluppato OLED non organici altro che qned

Antonio63333

Beh a livello di marketing samsung può fare scuola a tutti, riesce a vendere un prodotto vecchio di 20 anni come gli lcd facendolo sembrare ogni anno l'ultima novità, tanto di cappello!

Massimo Olivieri

anzi peggio alcune serie vanno indietro da local dimming full-led ritornano a edge.... e al gente li compra!

Massimo Olivieri

Come fà ad essere una "media di 3 anni" la serie 6 ha 4 anni di vita ,la serie 7 - 3 anni, la 8 - 2 la 9 - 1 la x ZERO!
Come diamine fai a fare una media di 3 anni di vita?!? la puoi fare solo con la 6 e 7 .... nessun C8 ha 3 anni di vita!

Quanto spari "cavolate"... almeno fai due conti prima!

Massimo Olivieri

tecnicamente si degrado col tempo quindi non proprio la migliore, diciamo "la meno peggio"... Plasmonic pare che abbia sviluppato OLED non organici privi di Burn-in quindi anche con nits più alti

GeneralZod

Probabilmente con OLED LG serie B preso a rate.

GeneralZod

Non la stanno disattendendo, quindi i prodotti sono si sono evoluti.
In genere la cattiva educazione è il primo segnale d'ignoranza. Buona prosecuzione.

Antonio63333

Ma nemmeno io, solo che continuano solo ad annunciare meraviglie e poi continuano a vendere roba vecchia di 20 anni. E' questo che scoccia.

Torpilla

Ma poi io non ce l'ho con Samsung, cerco solo di essere obiettivo

Antonio63333

Confermi la tua totale ignoranza in materia, la roadmap è solo una previsione, non una certezza,

Antonio63333

Si il motivo è che usavano la tecnologia Amoled RGB che è quella che usano per i pannelli dei telefonini che non è adatta a schermi grandi, LG usa la tecnologia W-Oled di Kodak che è totalmente diversa. Non è che tutte le tecnologie basate sul materiale organico siano uguali.

GeneralZod

La roadmap prevede un avanzamento tecnico. Ritenta. Trollallà.

Antonio63333

Le roadmap sono delle semplici pianificazioni basate su previsioni, nulla di tecnico, Probabilmente non sai come funziona la ricerca tecnica in un'azienda e come funziona la parte marketing.

Antonio63333

Penso sia un povero rappresentante che cerca di tirare acqua al suo mulino, lo trovi in qualsiasi discussione che riguardi samsung a tessere lodi sperticate. Poveretto chissà che vita triste che ha...

L'introverso

I coreani non hanno inventato mai nulla

GeneralZod

E qui che sbagli, perché stanno seguendo una roadmap, come già ti ho spiegato.

Torpilla

Ma lui è una manager Samsung, un megafisico nucleare...o semplicemente un veggente? Non si sa se si arriva al 2022...qned, aspetterò i qminq

Antonio63333

Tu sicuramente sei stipendiato da samsung, mai visto un fanboy come te!

Antonio63333

I Qled di samsung non hanno nulla a che vedere con i Q dot autoemissivi, sono dei comunissimi pannelli lcd con un filtro passivo Qdot, tra l'altro è una tecnologia gia utilizzata da Sony molti anni fa col nome Triluminos.

Antonio63333

Non come dico io, ma come dice la sonda, tu hai un tv Oled da 3 anni? Hai misurato i valori di luminosità quando era nuovo ed ora? Che valori ha registrato? Visto che sai tutte queste cose immagino che tu abbia delle misure a supporto delle tue affermazioni.
Negli lcd non si usura la matrice ovviamente, visto che è passiva ma non per questo non si guasta, mai visti tv lcd con righe colorate? Inoltre si usurano i led della retroilluminazione che sono attivi ed anche lì la luminosità cala visto che non esiste un materiale che attraversato da una corrente elettrica s'illumina e non si consuma nel tempo. Anzi lì è anche peggio visto che i led si bruciano e poi vedi una bella macchia scura ben visibile. Questo mito dei tv lcd che durano decenni è una favola metropolitana, basta entrare in qualsiasi centro assistenza che ripara tv per vedere decine di tv lcd col pannello guasto.

Goose

Va bene come dici tu

Antonio63333

Questa è una tua tesi ovviamente visto che ho un tv Oled da 3 anni e la luminosità è identica al primo giorno, valore misurato con sonda. Prima di dare giudizi bisognerebbe averlo un prodotto.

Goose

Il materiale organico dei display OLED sono più soggetti a questo degrado, basta prendere un qualsiasi smartphone OLED/amoled che dopo un anno di utilizzo perde di lucentezza ed il bianco snatura. Sono stati fatti studi a riguardo ed è appurato. Le TV OLED sono sul mercato relativamente da poco, ma già quelle del 2017 stanno subendo i primi segni del degrado, tra cui scarsa lucentezza, luminosità più bassa e facile esposizione al burn in. Senza menzionare che la prima TV OLED al mondo è stata presentata proprio da Samsung nel 2012, e conscia dei suoi problemi non ha mai voluto impiegare tale tecnologia all'interno delle sue TV o in schermi di grandi dimensioni. Indubbiamente dal 2012 sono stati fatti passi da gigante con questa tecnologia, ma ci vuole cautela a definirli duraturi, ancora ad oggi il materiale organico all'interno dei display OLED tendono a deperirsi più in fretta rispetto ai cristalli liquidi di un normale LCD, e soprattutto sono soggette a degradazioni locali che si mutano in artefatti dell'immagine. Più si degrada il materiale organico e meno ci sono emissioni luminose.

Antonio63333

Si si come no ....

Antonio63333

Ma che palle che scrivi, ho un tv Oled da 3 anni e non ha alcun segno, gente come te che calunnia dovrebbe essere denunciata!

Antonio63333

Non c'entra nulla se un materiale è organico o inorganico, le valvole termoioniche erano fatte di materiale inorganico eppure si consumavano, le lampadine idem. La durata di un materiale non dipende dal fatto che sia organico o inorganico, tutto si consuma prima o poi, bisogna vedere solo se la durata è commisurata all'uso che se ne deve fare, un pannello Oled per tv ha una durata di almeno 50.000 ore prima che inizi il degrado, ciò significa che un tv Oled dura almeno 10 anni con un uso intenso. Credi che un tv lcd duri di piu? Secondo te i led della retroilluminazione sempre accesi non si degradano col tempo?

Antonio63333

Sono tecnologie diverse!!!! Non c'entrano nulla i pannello Oled per i cellulari, non va bene quella tecnologia per i pannelli grandi!!!

Antonio63333

La tecnologia Oled utilizzata da samsung per i pannelli Oled dei cellulari, tablet ecc. è RGB ed è diversa da quella utilizzata da LG (WRGB) per produrre i pannelli per tv. La stessa LG adotta 2 tecnologie diverse per produrre i pannelli di piccolo taglio e quelli di grande taglio.
La tecnologia che utilizza samsung per i pannelli Oled di piccolo taglio non è adatta agli schermi di grande taglio in quanto a parte che ha una luminosità insufficiente per un tv, ma poi presenta una resa produttiva con scarti enormi su tagli grandi. Samsung ha effettivamente prodotto 1 solo modello di tv Oled full HD (mai arrivato nel mercato europeo) ai tempi del primo tv Oled LG, ma dovette ritirarlo subito dal mercato in quanto i pixel di colore blu si esaurivano dopo poche centinaia di ore.
Il fatto che samsung produca pannelli Oled di piccolo taglio non significa che sia in grado di produrne anche di taglio adatto ai tv in quanto ripeto, sono due tecnologie totalmente diverse. L'unica tecnologia Oled adatta a produrre pannelli tv oggi è quella LG (brevetto acquistato da Kodak) e visto che è brevettata, samsung non può utilizzarla, a conferma di ciò la stessa samsung sta cercando di sviluppare una tecnologia simile ma non troppo da infrangere i brevetti LG, utilizzando come base elementi Oled di colore blu al posto di quelli bianchi utilizzati da LG. Quindi samsung al momeno NON E' IN GRADO di produrre pannelli Oled per tv. Poi ovviamente avendo un ottimo marketing è riuscita a convincere che i tv Oled si stampano dopo poco tempo (cosa assolutamente falsa) e che lei non li produce perchè non sono affidabili (però lei vende tv lcd con pannelli che si rompono giusto dopo la scadenza della garanzia). Questa è la realtà e basta informarsi un pò per capire come sta la situazione.

Antonio63333

E' Kodak ma LG ha avuto il coraggio d'investirci.

Shane Falco

sono contento per tuo cugggginno

Darkat

Samsung è stata la prima al mondo ad usarla per le TV e se l'ha tolta un motivo c'era ^^'

L'introverso

che per inciso non è di lg

A mio cugggino dopo 1 ora, aveva già l'effetto burn in!

Shane Falco

lascia perdere gli hater samsung multi account tempo perso...

Shane Falco

non penso sia la soluzione migliore visto che molte tv si stampano in media dopo 3 anni...

Shane Falco

Fine 2021 qd-oled 2023 qned 2025 microled a livello consumer visto che samsung li usa già in certi ambiti...quindi aspettiamo intanto di vedere come va questo qd-oled e se si stampa oppure no...poi non si quando i qdel arriveranno...

GeneralZod

Che io sappia diverse generazioni di QLED sono avanzate di diversi step, descritti anche da Nanosys, nella direzione dei Q dot auto emissivi. Quindi di uguale c'è solo la sigla, l'unica su cui vi soffermate. Tra 10 anni vedremo tra le N tecnologie sulle quali investe quale la spunderà. Per ora sugli OLED hanno di sicuro ben poco da imparare.

GeneralZod

Le motivazioni di Samsung sono note da anni ormai e sono di natura prettamente economica.
La divisione display resta leader indiscusso del mercato di OLED di piccole dimensioni.

GeneralZod

Come lo era il tubo catodico ben prima di esso.

ceeerto.

Goose

Samsung lavora sui pannelli OLED da più di 10 anni, hanno tutti i mezzi necessari per produrle. Se fosse ciò che il mercato chiede, se fosse una tecnologia di lunga durata avrebbero già convertito le loro fabbriche per la produzione di pannelli OLED di grandi dimensioni. Han fatto due conti e si sono chiesti se ne valga la pena, tant'è che guardano al futuro e mirano al micro-Led e mini-led.

Mirko

La prossima tecnologia Samsung la chiameranno "NelQ" ...

Phil

Tra fare una TV OLED e fare una linea di produzione per TV OLED che sia profittevole c'è una bella differenza.

LG ci ha messo anni per iniziare a fare profitto dalle sue fabbriche OLED e non hanno neanche dovuto sviluppare da zero la tecnologia visto che la hanno comprata da Kodak.

Goose

Sarà come dici tu, le vendite dicono altro. Credi davvero che il futuro delle TV sia un materiale organico che si deteriora per natura? Non è un caso che Samsung li utilizzi solo in ambito smartphone dove la durata varia dai 2 ai 3 anni, mentre una TV la tieni per più tempo. Senza considerare il fatto che una TV OLED non è per niente luminosa.

ceeeerto.
E' vero, ci hanno già provato. Ma non é facile come uno schermo OLED per telefonini e infatti si sono ritirati dal mercato (dopo tutti i problemi che presentavano i pannelli).
Da allora, continuano a dire fesserie, nella speranza che un qualche tonto credi alle loro storielle. Ma di tonti al mondo ce ne sono sempre meno e questo Samsung lo vede.

Goose

Samsung produce pannelli OLED ancora prima di LG e più volte ha spiegato perché non vanno bene per le TV e per schermi di grandi dimensioni. Se avessero voluto fare una TV OLED l'avrebbero fatta tranquillamente.

Quando é troppo difficile ammettere che l'OLED fosse la soluzione migliore...

Antonio63333

Samsung in campo tv fa una scoperta al mese: microled. QDot-oled, ed ora Qdel. Peccato che poi nel concreto si limiti solo a cambiare nome ogni anno ai tv lcd che continua ogni anno a vendere come nuova tecnologia.

FreeBuds Studio e Gentle Monster Eyewear II: Huawei a tutto audio | Anteprima VIDEO

Recensione nuove Amazon Fire TV Stick 2020 e Lite: un gadget indispensabile

Recensione Amazon Fire TV Cube: utile, versatile ma quanti limiti

Amazon sorprende: Telecamera drone, Fire TV, nuovi Echo, Ring Car e Eero 6