Samsung insiste sulla divisione semiconduttori: è il momento del "K-Chip"

25 Giugno 2020 22

Samsung si prepara a rafforzare ulteriormente gli investimenti nella sezione di Ricerca e Sviluppo della sua divisione dedicata ai semiconduttori. Questa volta però l'obbiettivo non è solo quello di riuscire a realizzare nuovi chip più affidabili e prestanti - visto che quelli di attuale generazione non hanno convinto molto -; le aspirazioni della casa di Seoul sono molto più elevate e mirano alla creazione di nuove tecnologie made in Corea.

Si comincia a parlare quindi di K-Chip (Korean Chip), ovvero di microprocessori realizzati in collaborazione con le principali aziende e intelligenze del Paese: Samsung chiama a raccolta il mondo accademico e quello delle imprese per unire gli sforzi e mettere in moto una macchina che ha anche lo scopo di sostenere l'economia interna, pesantemente colpita - come quelle di tutto il resto del mondo - dagli effetti della crisi sanitaria globale.

Insomma, con questa dichiarazione d'intenti sembra che Samsung voglia in qualche modo ribadire la sua centralità all'interno dell'industria, per dissipare tutti i dubbi e le criticità emerse in seguito alle prestazioni non entusiasmanti delle sue ultime proposte, specialmente in ambito smartphone. Ma questo non è l'unico segmento nel quale le potenzialità del K-Chip (che ricordiamo, è più una sigla generica per indicare questa nuova svolta patriottica) potranno essere applicate.

La casa di Seoul guarda anche con grande interesse al campo dell'intelligenza artificiale, specialmente dopo la promozione di uno dei suoi massimi esperti - il dr. Sebastian Seung - a presidente di Samsung Research. Non ci resta quindi che attendere le prime comunicazioni ufficiali in merito alla vicenda: quali saranno i partner che aiuteranno Samsung in questa nuova sfida? Quali i campi in cui il K-Chip potrà fare la differenza? Non vediamo l'ora di scoprirlo.


22

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
LUCA

È stato l'ultimo Note preso in Italia ,a costo di aspettare un mese dovrà avere il processore Qualcomm sennò non se ne parla i miei soldi la Samsung se lo scorda.

Sheldon!

Spero venga approvata la legge sull'eutanasia almeno la fanno finita con gli Exynos

Andredroid

Quoto

Andredroid

Ma sicuramente. Guarda io l'ho cambiato un mese fa perché lo schermo era diventato rosa a causa di un fortissimo effetto burn. Altrimenti lo avrei tenuto ancora un po. Il design era stupendo attuale ancora oggi e tutto sommato non girava male. Però scaldava tantissimo. Ovvio io non posso provare tutte le novità appena uscite. Mi posso basare solo sulla mia esperienza personale

TocToc

Anche io ho s8, sto aspettando iphone 12 piccolo. Voglio un compatto con buona autonomia e prestazioni

Dark!tetto

Kakka Chip...si Exynos insomma :D

S.Francisco

Scusami se mi permetto, ma per correttezza, non ha senso dire che S8 un telefono del 2017 che ha un exynos al livello dello Snapdragon 835 è più lento di un PIXEL del 2019 con Snapdragon 855, e non solo il processore ma anche le memorie sono a un altro livello. E poi ha persino Android Quasi Stock che è più leggero. Quindi ovvio che notisnoti la differenza. Si dovrebbe fare un paragone di questo tipo si dovrebbe usare o S10 o Note 10.

P.S. Non ne sono sicuro ma da quel che ricordo il 2017(Anno del S8) è stato l'ultimo anno in cui Exynos è stato superiore a Snapdragon.

ghost.mdb

Invece si apre uno spiraglio.
ARM è inglese ma è stata acquisita da un fondo Giapponese, quindi totalmente fuori dal controllo americano, e detiene i brevetti inviolabili.
Questo permette a CHIUNQUE voglia di fare un processore, mentre con x86 NESSUNO al di fuori di Intel e AMD può.
Direi che la differenza è abissale e finalmente totalmente fuori dal controllo statunitense

Andredroid

Io sono passato da S8 a pixel 4 con snapdragon..e caspita se ho sentito la differenza

Antonio63333

Dipende se in Europa mi vendi lo stesso telefono allo stesso prezzo ma a differenza degli Usa e della Corea ci monti su un processore più scadente che scalda e consuma di più ed ha anche prestazioni inferiori, allora si che diventa il male assoluto. La cosa bella è proprio che nemmeno in Corea li montano perché probabilmente non li venderebbero e li rifilano ai fessi europei.

Luca

non tiene nella fascia top e crolla pesantemente nella fascia media e entry

TocToc

No vero, sta solo dietro a Snapdragon, Kirin, Mediatek e quelli di Apple

Dema

Exy special k

Adri949
Andredroid

Exynoss di per sé non è il male assoluto. Solo che ancora non tiene il passo di qualcomm (perlomeno sui dispositivi top). Speriamo riescano a limarne i difetti e tirare fuori un buon prodotto

ghost.mdb

Ora che il mondo si sta aprendo ad ARM anche fuori dal mondo mobile e embedded, l'egemonia statunitense dei processori sta per volgere al termine e non posso che esserne felice vista la politica di ricatti e tassazioni messa in piedi da Trump forte solo grazie a certi monopoli.
Chissà che arrivi presto anche un E-Chip

Connor RK800

Samsung finisce solo K-O

Connor RK800

Qualche investimento per migliorare gli exynos?

daniele

questo è accanimento terapeutico

ghost

Apple fa gli A, Samsung fa i K
XD

Giorgio Ferri

È l'ora del "K-PALLE I CORE MONGOOSE".

Andee Kcapp

Ma sopratutto gli exinos teneteli per voi, Koreani

Recensione Samsung Galaxy M31: più RAM e Android 10 allo stesso prezzo

Recensione Samsung Galaxy A41: ha tutto, compreso un difetto

Samsung Galaxy S20 Snapdragon vs Exynos: tutta la (nostra) verità

CONFRONTONE: i TOP di GAMMA di inizio 2020 | Quale scegliere?